Furia alunno sul prof: "Non farmi incazzare: inginocchiati e dammi 6"

Uno studente dell'Istituto tecnico commerciale "F. Carrara" di Lucca: "Prof mi metta sei. Si inginocchi". Il video finisce su Facebook

Maglioncino grigio alla moda. Pantaloni a mostrare la caviglia. Capigliatura curata. Un ragazzo (va chiamato così?) di una prima classe del biennio delle superiori è di fianco alla cattedra del prof. Sta per ricevere un'insufficienza. Non ci sta. E reagisce con una violenza inaudita, senza rispetto del professore e dell'istituzione che egli rappresenta. "Non mi faccia incazzare", urla al docente che decide di non reagire e di rimanere con lo sguardo basso. "Non mi faccia incazzare, mi metta 6".

I suoi compagni, ridendo, riprendono la scena con il cellulare (ma che ci fa uno studente con la videocamera accesa in classe?). Il video (guarda) inizia subito a fare il giro dei contatti WhatsApp e di condivisione in condivisione si propaga - al solito - in poche ore. Poi finisce su Facebook (condiviso anche dall'onorevole leghista Massimo Bitonci) e la vicenda si trasforma in uno scandalo pubblico.

Siamo in un'aula dell'Istituto tecnico commerciale "F. Carrara" di Lucca. Sulla cattedra i fogli del professore, gli occhiali e il registro elettronico. Il docente sembra essere in procinto di certificare il fallimento (scolastico) dell'alunno. O almeno così emerge dal video. E scoppia il putiferio: "Non mi faccia incazzare", urla il ragazzino tentando di strappare dalle mani del prof il tablet. "Lei non ha capito! Chi è che comanda, eh?". Solo di fronte a tanta sfrontatezza l'insegnante si alza in piedi e accenna una reazione. Poi preferisce evitare il peggio. Lo studente insiste: "Si inginocchi". E la cosa assurda è che, a fronte a tanta violenza verbale, non si esima dal dare del "lei" al precettore.

La faccenda ora investirà le alte cariche scolastiche. A partire dal dirigente del "Carrara", Cesare Lazzari, fino ad arrivare al provveditore di Lucca, Donatella Buonriposi. "Ora rischiano tutti - dice alla Stampa Lazzari - È stato un gesto molto grave che merita una punizione esemplare. Ho guardato il video e credo che il gesto di obbligare l’insegnante a cambiare il voto fosse funzionale alla registrazione. Se avessero registrato per avere una prova e denunciare questa storia, avrei capito. Ma la loro priorità era quella di girare immagini da mostrare, da esibire. Si sono scambiati quel episodio indegno di cellulare in cellulare; io l’ho saputo solo da persone esterne".

Commenti

GioZ

Mer, 18/04/2018 - 11:55

Cosa cambia se il gesto era funzionale alla registrazione? è un atto gravissimo e sarebbe il caso di provvedere all'espulsione. Che sia esibizionismo o pura sfrontatezza, l'allievo è da ritenersi pericoloso. Che studi a casa.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 18/04/2018 - 11:55

Perché? Tonino di Pietro e Giggino de Maggistris non si sono forse laureati col "sei politico"? Allora si capisce che il ragazzotto vuole far carriera nel PD.

Massimom

Mer, 18/04/2018 - 12:00

Grazie alla buona scuola comunista della fedeli, della boschi, e di renzi. Propongo laurea honoris causa al bricconcello, così potrà immediatamente terminare il suo percorso di studi senza fare altri danni. P.s. Scommetto che non lo sospenderanno nemmeno e l'unico a rimetterci sarà il povero professore.

amedeov

Mer, 18/04/2018 - 12:09

Questo ragazzo è frutto del buonismo e del permissismo dilagante che ha caratterizzato l'Italia negli ultimi 20 anni. E' il frutto dei genitori " BAMBOCCIONI " a cui hanno permesso tutto e di più ai loro figli cresciuti nel benessere eccessivo con la convinzione che tutto gli è dovuto.Hai miei tempi il rispetto per gli insegnanti era al massimo grado ed una cosa simile era impensabile. Fin quanto non si rifanno volare qualche scapaccione, si andrà sempre peggio. L'albero si piega quando è piccolo, quando è grande si spezza

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 18/04/2018 - 12:13

Aveva ragione Boldrini, quando diceva che le «preziose risorse» avevano tanto da insegnarci. I primi a imparare sono gli studenti più… dotati nelle nostre scuole. Quest’ennesimo lodevole episodio è la dimostrazione di quanto la nostra gioventù sia molto ben incamminata nell’integrazione con i giovanotti neri, futuri italiani, che su i mezzi pubblici, per strada, nei centri di raccolta ecc si fanno rispettare e sanno difendere i loro sacrosanti diritti. Va dato atto, è il caso di dirlo, agli accoglienti senza se e senza ma, se grazie a loro, le «preziose risorse» trovano in Italia il clima culturale adatto per esprimere tutta le loro potenzialità, represse nei loro paesi d’origine.

Rossana Rossi

Mer, 18/04/2018 - 12:16

Col permissivismo e no autorità in azione siamo arrivati che l'alunno comanda e l'insegnante subisce......e poi ci meravigliamo se questa italietta fa schifo.........continuate a votare sinistra, i risultati si vedono........

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 18/04/2018 - 12:37

È evidente che se il ragazzo si è sentito autorizzato ad agire in quel modo è perché l’andazzo in quella classe con quel prof è quello. Il prof è chiaramente intimidito (e non lo biasimo visto il clima, questi sono capaci di fargli la festa) e probabilmente non ha fatto menzione dell’incidente al preside. Quanto al ragazzo, è chiaro che ha una famiglia incapace, e penso che i genitori si schiereranno contro il prof (per aver ‘ingiustamente’ giudicato il ragazzo insufficiente), anziché rompere la schiena al figlio, come farebbe un genitore con principi.

chebarba

Mer, 18/04/2018 - 12:38

si è finto il fiato a furia di dire quanto sia dannosa l'ineducazione ricevuta e poi data da certi genitori, la loro cronica immaturità e incapacità di crescere e crescere i figli credo che i fatti daranno ragione a Massimom, come altra cronaca ha dimostrato, mancanza di rispetto di sé e degli altri, ignoranti arroganti

Ritratto di johnsmith

johnsmith

Mer, 18/04/2018 - 12:41

Zio Benito torna ti prego!

Martinico

Mer, 18/04/2018 - 12:50

Sai le mazzate che avrei preso dai miei genitori? Grazie a Dio ho preso le giuste pedate nel sedere.

tommy1950

Mer, 18/04/2018 - 12:53

Povera Italia come siamo ridotti :poliziotti e carabinieri malmenati senza reagire,vigili minacciati, professori insultati e minacciati,impiegati assenteisti, medici negli ospedali minacciati e aggrediti, delinquenti e ladri da ogni parte del mondo vengono in italia a rapinare,rubare aggredire e uccidere, in TV parolacce e turpiloquio anche nelle fasce protette, Ma chi ci ha ridotto così? Fino a dove si dovrà toccare il fondo prima di cominciare a reagire?

lorenzovan

Mer, 18/04/2018 - 13:05

quando un ministro parlo' di bamboccioni...ci fu un sollevamento popolare contro...forse perche' era in un governo di sinistra ??? beh..tenetevi allora i bamboccioni......e per chi strilla colpa del PD del quale partito me ne sbatto altamente... ricordo che la destra ha governato negli ultimi vent'anni quasi lo stesso periodo di tempo..e con maggioranze ben piu' corpose ..atte a far paddare qualsiasi riforna.. a differenza delPD che sempre doveva mendicare i voti alle ali estreme fondamentaliste e veterocomuniste

ruggerobarretti

Mer, 18/04/2018 - 13:07

Sicuramente i genitori gli daranno ragione.

Slomb

Mer, 18/04/2018 - 13:15

Eh sì, è sempre interessante assistere alla manipolazione del linguaggio, a seconda di come fa comodo naturalmente. Se l'articolo trattasse il solito fantabuso sessuale che coinvolge la solita candida ed innocente quindicenne illibata finita nelle grinfie dell’ “orco insegnante si userebbero i termini "ragazzina" quando non "bambina", mentre ora che si discute di un atto che nulla ha di "bambinesco" considerata l'età del soggetto si scrive ragionevolmente "ragazzo". Eh già ... Vai a capire.

paolone67

Mer, 18/04/2018 - 13:16

Scommetto una pizza che andrà così: 1) il teppista verrà espulso. 2) i genitori faranno ricorso sostenendo che si tratti di una "ragazzata". 3) un giudice di sinistra cancellerà il provvedimento. Durante tutta questa trafila ci scapperà pure un'intervista ai genitori del teppista o all'avvocato della famiglia del teppista.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 18/04/2018 - 13:16

@ Rossana Rossi – Condivido. È il concetto naturale di «dipendenza» che è svanito come nebbia al sole. Se mi trovo, che so, a Roma e domando a un ragazzino la strada per giungere al Colosseo e quello mi da le indicazioni necessarie, sono io che dipendo da lui e lui ha autorità si di me. Sarei uno stupido se gli dicessi: ragazzino, cosa vuoi insegnare a me? Purtroppo è proprio questa stupidità che è invalsa con il ‘68 e continua a imperversare nelle nostre scuole. Lì sono nati il 6 politico, le lauree collettive, il padre descritto come il primo anello dell’oppressione ecc. Strano ma vero, i sinistrume, nemico giurato degli USA, ha fatto proprio il peggio della loro cultura metropolitana, come la teoria pedagogica per cui dire dei no ai bambini li faceva crescere insicuri. I centri (a)sociali sono il tempio di questa pseudo pedagogia contro natura.

Ritratto di NOMANI

NOMANI

Mer, 18/04/2018 - 13:27

GIANFRANCO ROBE DA NON CREDERE... a proposito di scuola, lei ne ha mai frequentata una? Da come scrive, da quello che scrive, sembrerebbe nemmeno la materna. Lei è la vergogna di tutta la destra italiana. La smetta di squalificare così la sua parte politica.

arkangel72

Mer, 18/04/2018 - 13:31

Faccio i complimenti al professore per la reazione civile che ha avuto di fronte a quel teppistello. A lui e a tutto il corpo docente italiano esprimo la mia solidarietà, specialmente a coloro che lavorano nelle scuole di frontiera dove i docenti sono umiliati da alunni e genitori a fronte di una paga misera degna solo dei paesi comunisti di una volta!

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Mer, 18/04/2018 - 13:32

sti giovani fascioleghisti che si credono di essere dei piccoli boss invece sono solo dei poveri maleducati come i genitori...

claudio63

Mer, 18/04/2018 - 13:39

QUESTO PISCHELLO ALZA PURE LA VOCE? lui comanderebbe?poveretto, probabilmente non sa ancora che le sue deiezioni cerebrali le fa accompagnate dai suoi genitori incompetenti.e tra qualche anno voterebbe pure.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 18/04/2018 - 13:49

Tohh, i prof,verosimilmente sessantottino insicuro se passare il testimone alla leva futura!!XD

d_amod1

Mer, 18/04/2018 - 13:54

Non mi ripeto perché i commenti sono quasi tutti da me sottoscritti. Aggiungo: D.: punizione esemplare? R.: Si, condanna penale per chi posta a bella posta i video! D.: E poi nient'altro? R.: Lasciamo stare, è meglio.

Lapecheronza

Mer, 18/04/2018 - 14:05

@arkangel72 - Apatia e la tolleranza sono le ultime virtù di una società morente. (Aristotele)

Prinzepo

Mer, 18/04/2018 - 14:08

1) Denuncia per i reati commessi; 2) Sospensione a vita da tutti gli istituti superiori della sua città; 3) Lavori socialmente utili per 5 anni con un compenso premio di euro 5,00 l’ora da destinare alla persona offesa e risarcirne la dignità lesa; 4) Servizio militare obbligatorio della durata di anni 2 comprendente missioni in zone calde del pianeta; naturalmente, dopo i 5 anni di lavori socialmente utili. E vediamo chi altro ha voglia di scherzare. L’elenco sopra, è un sunto, di quello a cui saremmo andati incontro noi, classe ‘70. Senza contare che il servizio militare era in ogni caso da affrontare perché obbligatorio.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 18/04/2018 - 14:09

"Oh che bel castello marcondiro ndiro ndello, oh che bel castello marcondiro ndiro ndà" "Il mio è ancora più bello marcondiro ndiro ndello, il mio è ancora più bello marcondiro ndiro ndà" "E noi lo ruberemo marcondiro ndiro ndello, e noi lo ruberemo marcondiro ndiro ndà" "E noi lo rifaremo marcondiro ndiro ndello, e noi lo rifaremo marcondiro ndiro ndà" "E noi lo bruceremo marcondiro ndiro ndello, e noi lo bruceremo marcondiro ndiro ndà" "Oh che bel castello marcondiro ndiro ndello, oh che bel castello marcondiro ndiro ndà"

frabelli1

Mer, 18/04/2018 - 14:16

Che vergogna!!! Meno male che c'era in classe un cellulare che ha ripreso tutto. Ora, tutte le classi dovrebbero munirsi di apparati di videsorveglianza. Quel ragazzo deve essere messo in una casa di correzione. Menomale che l'insegnante si è trattenuto, altrimenti, magari, sarebbe stato colpevolizzato coi genitori pure a proteggere il giovane delinquente. Bisogna dare una stretta altrimenti l'arroganza trionferà.

fisis

Mer, 18/04/2018 - 14:20

Grazie "Buona Scuola", grazie sinistra cattocomunista, grazie toghe rosse antiitaliane per averci ridotto così.

salvietta

Mer, 18/04/2018 - 14:21

se il professore reagiva, poi i genitori del teppista andavano a picchiarlo pure. Che schifo!

gluca72

Mer, 18/04/2018 - 14:22

Per motivi di lavoro ho a che fare alcune volte con ragazzi e ragazze problematici. Mandate via quel docente ,non può trovarsi impreparato a gestire una situazione del genere. E non continuiamo a dire che si corrono pericoli. L'autorevolezza e il rispetto vanno conquistati e guadagnati. I ragazzi ti guardano ti osservano ti giudicano e poi e solo poi sanno di potersi permettere certe libertà.

salvietta

Mer, 18/04/2018 - 14:22

Questo teppista va bocciato come minimo.

claudio63

Mer, 18/04/2018 - 14:41

ancora una volta d'accordissimo con pravda99, resta il fatto che sia a dx che a sx si sente il bisogno di maggior fermezza e senso di responsabilita'. ordine e disciplina... ammazza che brutte parole, eppure....

PaolodC

Mer, 18/04/2018 - 14:52

Quel ragazzetto presuntuoso si merita un gran calcio nel didietro, un 5 in condotta e la bocciatura garantita. Come minimo.

Marcello.508

Mer, 18/04/2018 - 14:53

Questo ha fatto la sparata probabilmente perchè riupreso in video. Uno così va comunque espulso alla velocità della luce. E, perchè no, se ricorrono gli estremi (minorenne), tolto alla famiglia incapace di gestirlo adeguatamente.

il corsaro nero

Mer, 18/04/2018 - 14:55

@DONCAMILLO7: Hai fumato roba forte oggi eh?

agosvac

Mer, 18/04/2018 - 15:01

Espellere questo ragazzaccio a vita da ogni scuola italiana, no, vero???

rudyger

Mer, 18/04/2018 - 15:10

carcere duro altro che recupero. Bacchettate sulle dita delle mani e mani alzate dietro la lavagna. Servizio militare. rivedere pene per i minorenni.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 18/04/2018 - 15:24

ci.vogliono.misure DURE E CORRETTIVE, ISTITUTI SPECIALI PER QUESTA TEPPAGLIA INDEGNA, FINO A FARLI PIANGERE! studio e lavori FORZATI poi forse dopo reintegrarli, intanto li si sospende e BOCCIA anche per qualche anno!! incredibile a che livello siamo

Maura S.

Mer, 18/04/2018 - 15:25

Espellere il ragazzo e far pagare una multa ai genitori, che non sanno educare il figlio. Un paio di manrovesci lo metterebbero in riga,altro che telefonino e vestiti alla moda.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 18/04/2018 - 15:26

SOSPENSIONE PER DUE ANNI E BOCCIATURA, questa è TEPPAGLIA DA CASA DI CORREZIONE DURA, LAVORO PESANTE E STUDIO, fino a farli PIANGERE! È INCREDIBILE QUELLO CHE STA SUCCEDENDO, DIVIETO DI AVERE CELLULARI OVVIAMENTE

d_amod1

Mer, 18/04/2018 - 15:59

x gluca72. E come si gestisce la violenza? Forse coprendola e paraculandosi con tutto il corpo docenti? Ce lo faccia sapere, grazie.

adal46

Mer, 18/04/2018 - 16:09

Questo testa rapata da testa di cac..io dovrà avere ciò che merita; senza sconti e con estremo rigore. Altrimenti meglio nemmeno fare un governo, affidiamo tutto a lui come commkissario straordinario. Sembra abbia le palle.

evuggio

Mer, 18/04/2018 - 16:10

espellerlo da tutta la scuola pubblica e causa per danni di immagine verso i genitori di tutti i compagni che hanno partecipato alla diffusione del video

routier

Mer, 18/04/2018 - 16:16

Avrei una domanda. E' più colpevole il ragazzo o coloro che lo hanno educato in siffatto modo? Nell'antica Roma si usava dire che il padre che risparmia la verga, non ama i suoi figli!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 18/04/2018 - 16:39

1° chi ha documentato con lo smartphone dovrebbe essere punito per mancanza della privacy. 2° Ai miei tempi sarebbero volati tanti ceffoni sul ragazzo e noi zitti e impauriti. 3° Non sarebbe uscita nessuna notizia da quell'aula. 4° Sarà un futuro compagno di un centro sociale.

gluca72

Mer, 18/04/2018 - 16:57

d_amod 1 vada su internet e troverà libri e articoli sulla violenza sulle dinamiche e sulla gestione delle stesse anche nei giovani . O penserà mica che educatori e chi giornalmente si relaziona con i giovani problematici siano tutti campioni di lotta?

Divoll

Mer, 18/04/2018 - 17:41

Quando i genitori rinunciano a educare i figli (per lassismo, per paura o altro) questi sono i risultati. L'altro giorno, un padre che ha giustamente tentato di salvare la figlia adolescente dalla assuefazione al cellulare (ormai e' una droga) se l'e' vista portare via dai servizi sociali. Cosi' cresce una generazione di minus habentes incapace di resposabilita', umanita', creanza.

Divoll

Mer, 18/04/2018 - 17:48

@ Doncamillo7 - Io direi che, a giudicare dal comportamento, il giovanotto proviene da una famiglia PD doc. Renzi docet.

gneo58

Mer, 18/04/2018 - 17:50

che bei tempi quando con due ceffoni si sistemavano tante cose..........

Divoll

Mer, 18/04/2018 - 17:53

@ gluca72 - Quindi la colpa e' del professore?

giosafat

Mer, 18/04/2018 - 17:54

Espulsione immediata per il cotiledoncello e per tutti i suoi compagni che si sono prestati alla diffusione dell'infamia. Fosse capitato a me un fatto del genere mio padre non avrebbe esitato a togliermi di dosso la pelle a bastonate. E avrei anche dovuto stare zitto. Altri tempi, e altri genitori....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 18/04/2018 - 17:55

Lo Stato non deve spendere soldi per gentaglia del genere. Il ragazzo se vuole andare a scuola, se la paghi, inolrte paghi una forte multa in quant ol'insegnante nella sua funzione è pubblico ufficiale. In alternativa, la cella. E' ora di smetterla con questa falsa democrazia, dove i delinquenti di ogni tipo sono protetti e la passano sempre liscia. Sicuri sia quello che vogliamo?

Giorgio Colomba

Mer, 18/04/2018 - 18:08

Persino dopo mezzo secolo i frutti guasti del Sessantotto emanano ancora fetidi miasmi.

mariolino50

Mer, 18/04/2018 - 18:15

gluca72 Un insegnante è li per insegnare la sua materia, l'educazione civile era compito della famiglia, oppure per fare il prof bisogna anche essere sergente dei marines, ma non con i suoi poteri.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 18/04/2018 - 18:18

---gluca72--sei completamente fuori strada---non oso immaginare il tuo lavoro---certamente fatto male se hai codeste idee---se la colpa è dell'insegnante come dici--ai genitori nulla?---non va forse tolta coattamente la patria potestà?---il punto è sempre uno ed uno solo---il comportamento di un figlio dipende nel 90 per cento dei casi da come hanno seminato i genitori---ditelo pure alla mamma di pamela--che accusa l'universo mondo del destino gramo della figlia---autoassolvendosi di fatto---

guernica

Mer, 18/04/2018 - 18:19

Il problema non è tanto quello di espellere il disadattato ma quello , se non ho letto male, di un onorevole che ha apertamente condiviso il gesto...mamma mia!

FabioMi

Mer, 18/04/2018 - 18:24

@DONCAMILLO7, a me i giovani d'oggi sembrano più comunisti dei centri sociali più che fascioleghisti, basta vedere i cortei che organizzano, sono proprio come questo ragazzo, vogliono ottenere tutto con la violenza e la repressione! Ricordati di aggiornare il dizionario, comunisti dei centri sociali!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 18/04/2018 - 18:43

@NOMANI: senza alcun dubbio lei qualche scuola l'ha frequentata. Dalla lettura dei suoi commenti sembra non sia servito a molto, forse ha frequentato scuole sbagliate. Auguri.

Una-mattina-mi-...

Mer, 18/04/2018 - 18:45

PECCATO CHE NON CAPITI A ME, COSI' MAGARI GLI SPEGHEREI CHI COMANDA, IN MODO CHE CI RAGIONI, POI, SE RIPRENDE CONOSCENZA IN OSPEDALE

Cheyenne

Mer, 18/04/2018 - 19:51

non si è capito che l'italia non ha più regole per l'insensato buonismo dei comunisti: controllori bastonati, professori umiliati, polizia e carabinieri costretti a vergognarsi di afre il loro dovere, magistrati ignoranti e farabutti, prefetti codardi e via dicendo. L'italia è finita

Giorgio5819

Mer, 18/04/2018 - 20:22

Dove sono i defic..nti genitori di questo scarto sociale ?

fabiano199916

Mer, 18/04/2018 - 20:58

...Bene dal momento che la scena è stata registrata credo che ci siano gli elementi necessari per poter espellere l'alunno dalla scuola

ispettore

Mer, 18/04/2018 - 22:22

I genitori di questo bamboccio, aspirante delinquente, si vergogneranno??? In questa Italia del "buonismo" sinistrorso, il bamboccio verrà candidato al Parlamento!

Ritratto di NOMANI

NOMANI

Mer, 18/04/2018 - 22:38

ANNA17, grazie per i suoi graditissimi auguri, gentilissima. Comunque si sbaglia, non ho frequentato nessuna scuola, sono un analfabeta totale. Voglia perdonare l'isotopia semionarrativa che mi è sfuggita casualmente.

cgf

Gio, 19/04/2018 - 00:16

Se quello fosse mio figlio, domani non andrebbe a sQuola, probabilmente sarebbe diverso, nel senso che non avrei mai permesso sul nascere certi atteggiamenti, altrimenti avrebbe smesso di andare sQuola prima.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 19/04/2018 - 05:07

Il sei politico. Si vede che suo padre gli ha insegnato quello.

CALISESI MAURO

Gio, 19/04/2018 - 07:19

DONCAMILLO 7, il suo commento e' tipicamente proveniente da una testa vuo..a di sx. Al tempo del potere fascista o nel dopoguerra con corpo docente comunque proveniente dal ventennio, la scuola era ben piu' efficiente e seria. Il disastro e' avvenuto dal 68 in avanti includendo la scarsa formazione del corpo insegnante totalmente inadeguato- demotivato. Il volere e desiderata del potere era avere una massa di ignoranti incapaci di intendere e volere, questo ai fini di gestire meglio il potere. Lei sembra averne a che fare con pieno merito.

pisopepe

Gio, 19/04/2018 - 07:46

MA I GENITORI DOVE SONO SE MIO FACEVA UNA COSA SIMILE LO BUTTAVO FUORI DI CASA E EVIDENTE CHE I SUOI GENITORI SONO COME LUI!!!!!

alan1903

Gio, 19/04/2018 - 08:27

puzza di fake.... hanno voluto fare uno sketch e vedere i commenti in rete...

Giacinto49

Gio, 19/04/2018 - 08:49

La Scuola, come la P.A. sono stati per decenni strumenti di "welfare" se non di clientelismo. Si è cancellato, forse per non doverci sottostare, il significato di qualsiasi parola si richiami a doveri, responsabilità, impegno, amor proprio, rispetto, educazione e tutti gli altri valori alla base di una società sana. Genitori, presidi, insegnanti preferiscono la comodità del lasciar correre, per non affrontare i propri doveri. Pigri, vigliacchi ed egoisti!!

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 19/04/2018 - 09:38

Non commento perché la cosa mi fa schifo. Grazie alla fedeli (minuscolo) e a i genitori del soggetto in questione.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 19/04/2018 - 09:44

io mentre il professore spiegava, solo per aver parlato con il mio compagno di scuola, mi dette da compilare a casa per 100 volte, "non devo parlare durante le ore di lezione".A questo cosa gli daranno per punizione?