Gallarate, in hotel con documenti falsi: espulso albanese

Il giovane, 28 anni, era stato già colpito da un provvedimento di espulsione del Prefetto di Bergamo dove era stato arrestato per possesso di documenti contraffatti

Era stato colpito da un provvedimento di espulsione il cittadino albanese classe 1991 fermato ieri a Gallarate, in Provincia di Varese, dalla Polizia di Stato.

Ma il giovane ha pensato invece di trovare sistemazione in un albergo della città del Varesotto.

Alcuni giorni fa il ventottenne era stato arrestato a Bergamo per essere stato trovato in possesso di una carta d’identità romena contraffatta. Così nei suoi confronti era scattato il provvedimento di espulsione con l’ordine di abbandonare il territorio nazionale entro sette giorni.

Nella mattinata di ieri gli Agenti della Volante del Commissariato gallaratese hanno proceduto al controllo dell’albanese registratosi in hotel: gli uomini in divisa hanno così riscontrato che lo straniero aveva con sè non solo i suoi documenti albanesi, ma anche un documento italiano recante sì la sua fotografia, ma riportante i dati anagrafici di un cittadino italiano. Si trattava, come hanno dimostrato i risultati delle analisi, di un documento d’identità completamente falso.

L’autorità Giudiziaria procedente, informata dei fatti, ha concesso il nulla osta all’espulsione del cittadino albanese.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Mer, 13/02/2019 - 13:24

noooooooooo e adesso chi mi paga la pensione????sboldrinaaaa aiutoooo