Garlasco, Alberto Stasi sottoposto a test del Dna

Il ragazzo ha accettato il prelievo: il suo codice genetico sarà confrontato con quello trovato sotto le unghie di Chiara Poggi

Si riaprono con un test del Dna le indagini per il delitto di Garlasco in cui venne uccisa Chiara Poggi.

Questa mattina Alberto Stasi si è sottoposto volontariamente al tampone salivare durante la riunione tra periti dei giudici e i consulenti delle parti che si è tenuta a Genova. Il ragazzo, imputato nel nuovo processo di appello, è stato convocato ed ha acconsentito a sottoporsi al prelievo del Dna che sarà comparato con le tracce di cromosoma Y trovate sulle unghie di Chiara Poggi.

Commenti

mbotawy'

Lun, 08/09/2014 - 17:18

Questo test del Dna,che sia pure riscontrato essere quello dello Stasi,non sara'sufficiente per stabilirne una aggressione.

magnum357

Lun, 08/09/2014 - 17:26

Perchè le foto con graffi sugli avambracci furono scartate dai giudici di 1^ grado ? Perchè i Carabinieri non andarono subito a casa del ragazzo a prendere le scarpe ? Come riusci' costui a depistare sulla bicicletta e come mai non furono tutte sequestrate subito ? Certi giudici dovrebbero sparire dalla circolazione !!

Ritratto di cable

cable

Lun, 08/09/2014 - 17:39

Che velocità!! Neppure passato un decennio e sono già all'opera. L'Italia è sbalorditiva!

frabelli1

Lun, 08/09/2014 - 18:05

Quello che mi lascia perplesso è che solo ora si sono accorti dei graffi.

agosvac

Lun, 08/09/2014 - 18:17

Si presume che queste tracce organiche sotto le unghia della ragazza siano state trovate a suo tempo e solo catalogate senza neanche tenerne conto, il che è di una gravità enorme!!! Intanto non si sa bene se siano ancora usabili e non deteriorate dopo tutti questi anni, e poi ci si chiede: ma che strana inchiesta ha fatto la magistratura inquirente se non ha preso in considerazione la prima delle cose che salta all'occhio di un investigatore di media professionalità ovvero controllare se la ragazza si è difesa e se tracce sono , appunto, rimaste sul suo corpo per confrontarle con il dna del presunto colpevole???? Naturalmente se il dna è lo stesso di quello di Stasi nulla cambia perché potrebbe sempre dire che è dovuto, magari, ad un incontro amoroso piuttosto voluttuoso, cosa che capita tra fidanzati! Al contrario se non dovesse combaciare significherebbe che la ragazza ha, quanto meno, avuto un incontro amoroso o una colluttazione con un estraneo e che sia stato questo estraneo ad ucciderla. In ogni caso resta dimostrata senza ombra di dubbio l'incompetenza di chi ha diretto le indagini!!!!!

killkoms

Lun, 08/09/2014 - 19:15

dopo 7 anni!!

celuk

Lun, 08/09/2014 - 19:33

dopo sette anni! Ma non hanno mai visto i telefilm CSI? La prima cosa che esaminano sono i residui sotto le unghie delle vittime!

Ritratto di drazen

drazen

Lun, 08/09/2014 - 19:40

Tra due fidanzati non è affatto strano che sulle dita della ragazza, visto che erano assieme fino a poche ore prima, vi siano tracce di DNA. In ogni caso questi esami andavano fatti subito e non dopo sette anni e due processi in cui Stasi è stato assolto con formula piena. Anche la faccenda dei pedali della bici non sta in piedi. E, comunque, resta insuperabile il fatto che al momento dell'omicidio è provato che stava al computer. Questo della PM milanese è accanimento testardo per non voler ammettere che le indagini, fin dall'inizio, sono state fatte da cani. Da quando le dirigono i magistrati si sono moltiplicati i casi di delitti rimasti impuniti o con molti dubbi.

Sonia51

Lun, 08/09/2014 - 20:04

Siamo messi bene. Quante cose ha da dirci il ragazzino di Garlasco? Troppo facile accettarlo al funerale, io l' avrei mandato a c....e. Siamo sempre troppo buoni.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 08/09/2014 - 20:37

Fantastico:non avevano ancora fatto questa prova!!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 08/09/2014 - 20:54

Questi non possono definirsi inquirenti. Inquirenti di che? C'è solo da sperare di non averne mai bisogno. Ma neppure si vergognano di quel che fanno e dicono. Sembrano dilettanti allo sbaraglio.

Dany

Lun, 08/09/2014 - 21:00

Davvero veloci!!! E inoltre non hanno mai voluto cercare altrove ....

pathos

Lun, 08/09/2014 - 21:07

cosa aspettano a metterlo in galera ? bisogna trovare le prove che ci sono già ? ma che schifo di società giudiziaria

Ritratto di Dado2013

Dado2013

Lun, 08/09/2014 - 21:07

Se facessero fare le indagini a Siri farebbe molti, ma molti meno danni di questi dilettanti allo sbaraglio!

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 08/09/2014 - 21:09

Nuovo capitolo di "Dilettanti allo sbaraglio". Al confronto il commissario Basettoni è un fulmine di guerra implacabile con i rei. Il tenente Colombo, poi..........

ubibui

Lun, 08/09/2014 - 21:28

Buonasera! Insisto! Dott. Stasi se ne vada all'estero! Tutta questa storia è incredibile! Lei è un perseguitato! Se ne vada! Non siamo un paese dove il diritto è tutelato! Pur di non ammettere i loro errori faranno di tutto per incarcerarla per almeno 20 anni!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 09/09/2014 - 01:00

Ma che magistratura inquirente tempestiva ed efficiente abbiamo in Italia. Dopo sette anni decidono di analizzare le unghie della vittima e trovano, guarda un pò, del DNA maschile. E POI HANNO IL CORAGGIO DI LAMENTARSI SE LI CRITICHIAMO.

edo1969

Mar, 09/09/2014 - 07:35

faranno più in fretta che con jack lo squartatore ?

linoalo1

Mar, 09/09/2014 - 08:22

Solo dopo 7(sette)anni?E gli Avvocati godono!Il Rododentro!

Ritratto di Baliano

Baliano

Mar, 09/09/2014 - 09:05

Sette anni per un DNA ( degradabile ) da comparare con quello del "meccanico volante"? Inaudito: Da licenziarli tutti in tronco, inquirenti e magistrati responsabili, a zero ore, senza più stipendio. A dissodare terre incolte!