Il gasolio dei barconi in mare: "Disastro per tutta Lampedusa"

Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, lancia l'allarme. A causa del maltempo il gasolio di una imbarcazione arenata si è riversato in mare

Un vero e proprio disastro ambientale a Lampedusa. A denunciare lo stato d'emergenza è il sindaco di Lampedusa, Totò Martello. Nelle ultime ore, a ridosso del Molo Favarello, a causa del maltempo, si è ribaltata una imbarcazione arenata in porto dal 2012. Si tratta di un barcone usato dai trafficanti di uomini per le traversate nel Mediterraneo in quel tratto di mare che separa la Sicilia dalla Libia. L'imbarcazione ha riversato in mare tutto il gasolio provocando un gravissimo inquinamento ambientale in uno dei tratti di costa dell'isola più battuti dai turisti e soprattutto dai pescatori. In poco tempo è entrata in azione la Capitaneria di porto che sta cercando di fronteggiare lo sversamento del gasolio in mare che potrebbe alterare l'equilibrio dell'ecosistema presente in mare.

Come ha affermato il sindaco Martello la situazione è abbastanza grave. E così il primo cittadino ha anche lasciato spazio ad uno sfogo amaro: "Da anni chiedo di potere smaltire quel relitto e mi viene negato di farlo, la procura lo ha affidato all’Agenzia delle dogane che non ha provveduto. Adesso è successo il disastro. Quell’imbarcazione si trovava là dal 2012 ​e in tutto questo tempo non è stata neppure svuotata del carburante, nonostante il Comune si fosse detto disponibile al totale smaltimento. Ci sono altre due imbarcazioni in queste condizioni mentre tutte le altre sono già affondate a causa delle mareggiate. La situazione - aggiunge Martello - non è più sostenibile. Adesso passeremo alle denunce". Come detto sul litorale del porto sono presenti altre imbarcazioni abbandonate che sono vere e proprie bombe ambientali pronte ad esplodere tra le acque della piccola isola siciliana. Insomma, l'emergenza immigrazione e quella degli sbarchi mostra un altro volto: quello delle imbarcazioni. Spesso i barconi usati per raggiungere Lampedusa vengono lasciati in porto. Un abbandono che può anche provocare un disastro come quello in corso dovuto ad esempio al maltempo o alle mareggiate che ribaltano le imbarcazioni provocando danni ai serbatoi col carburante. Il sindaco Martello sottolinea lo stato di emergenza per un'isola che da troppo tempo, da sola, deve far fronte ad una crisi come quella migratoria che mette a dura prova la vita quotidiana dei lampedusani. Il ribaltamento dell'imbarcazione è l'ultimo atto di un situazione emergenziale che si protrae da molto tempo. Sul caso è intervenuto anche Fratelli d'Italia con Carolina Varchi: "Fratelli d’Italia aveva chiesto al Governo di intervenire immediatamente affinchè i barconi utilizzati dai trafficanti di immigrati e poi abbandonati o posti sotto sequestro dall’Autorità giudiziaria venissero messi in sicurezza dato il maltempo in arrivo. Una richiesta rimasta purtroppo inascoltata dal governo che oggi è responsabile del disastro ambientale avvenuto a Lampedusa dove lo sversamento di gasolio da un barcone sta inquinando il mare antistante il porto. Chiediamo al governo e al ministro dell’Ambiente quali misure straordinarie intendano adottare per porre rimedio alla loro incompetenza e rinnoviamo l’invito alla messa in sicurezza dei barconi sequestrati o comunque abbandonate sull’isola o nel mare antistante. Lampedusa non può pagare anche gli effetti collaterali dell’immigrazione incontrollata, subito un’indagine per l’accertamento delle responsabilità".

Commenti

marinaio

Lun, 18/11/2019 - 17:32

Ma come.. si lamenta? Ma non era contento?

19gig50

Lun, 18/11/2019 - 17:56

Gli isolani devono soffrire per mare e per terra. Che il turismo diserti l'isola fino alla sua totale bonifica.

giovanni235

Lun, 18/11/2019 - 18:04

Sindaco del cavolo non eri tu che volevi i clandestini a Lampedusa???? Fateli sbarcare qui,dicevi.Ora vai a raccogliere con il secchiellino il petrolio rilasciato dai tuoi amici!!!

Ritratto di Antonosofiro

Antonosofiro

Lun, 18/11/2019 - 18:16

UNa volta era un'isola bellissima. Ne hanno fatto un ricettacolo ad alto valore aggiunto... quindi paghi il prezzo senza fracassare i maroni ... Per me, ad oggi, la regalassero alla Tunisia o alla Libia, sarebbe un affare.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 18/11/2019 - 18:23

Una cosa va detta. I Lampedusiani devono essere una manica di pusillamini e codardi a permettere alla feccia africana di sbarcare nella loro isola. Se avessero avuto le palle avrebbero dovuto cominciare a bastonare tutti coloro che sbarcavano nella loro isola. Poi non sarebbe venuto più nessuno con barchini o barconi.

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 18/11/2019 - 18:25

quando critichi la sinistra,stranamente il sito va fuori onda....

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 18/11/2019 - 18:33

mahhh vuole i clandestini e poi vuole che lo Stato.oltre a dargli i soldi,faccia anche lo spazzino delle carrette arrivate per sbolognare tanti maschioni che fuggono "da la guera"???

sparviero51

Lun, 18/11/2019 - 18:44

IMBECILLI TOTALI !!!

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Lun, 18/11/2019 - 19:01

Quelli che arrivano con il boat-stop sono più graditi!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 18/11/2019 - 19:14

....Ma fatemi capire,...come hanno votato a Lampedusa?...Marzo 2018: M5s:33%...PD & soci di merendine:27%...CD:37%....NON VOTANTI(i "chissenefrega"):53%!!!!Poi si lamentano!?....Voi che avete votato CD al 37%,e siete andati a votare,tenete duro,...chissà se alle prossime elezioni,le cose cambieranno?!

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Lun, 18/11/2019 - 19:16

Chiediamo un rimborso al governo tunisino.

adal46

Lun, 18/11/2019 - 20:01

Ottimo, 7 anni è la medesima velocità di reazione dello stato nel recuperare l'evasione (dove la trova...) Paese in mano ai predatori dell'arca perduta.

Antenna54

Lun, 18/11/2019 - 21:13

Mal che si vuole non duole, si dice. I turisti spero ritornino solo con mare disinquinato a dovere.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 18/11/2019 - 23:16

Egregio sindaco ,tiri su le maniche della camicia e "con olio di gomito" si diletti a ripulire quel tratto di costa che lei e la sua giunta avete contribuito ad inquinare in quanto non avete mosso un dito per arenare il flusso immigratorio:anzi lo avete incentivato! Su faccia il bravo sindaco,dia l'esempio di persona rimuovendo il gasolio versato in mare.

killkoms

Lun, 18/11/2019 - 23:30

non era contento che l'isola era un porto aperto?

ST6

Mar, 19/11/2019 - 00:57

"Fratelli d’Italia aveva chiesto al Governo". Davvero? Dove sono le prove?

lappola

Mar, 19/11/2019 - 08:01

Il petrolio è una risorsa !!! Questo arriva gratis, ce lo portano i clandestini. Lampedusa si arricchirà, il problema è che appena arrivano ce li andiamo a prendere veloci veloci. Lasciamoli laggiù, sono ORO.

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 19/11/2019 - 09:52

Chissa se si troverà un magistrato che indaga su questo.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 19/11/2019 - 09:54

I responsabili sono tutti i cattocomunisti rossi,l'Europa ,Onuil prete argentino eccc che addirittura promuovono i barconi taxi come patrimonio dell'umanità!! Adesso bonificate ma a vostre spese!maledetti

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 19/11/2019 - 10:22

Sono gente di mare, quindi dovevano saperlo. Perchè non le hanno tirate su le imbarcazioni. Devono farlo sempre gli altri, dopo che hanno ballato e fatto festa per i migranti? Tiratevi su le maniche, sfaticati, non sapete il danno che avete provocato all'Italia, altro che le vostre spiagge, dove penso che non paghiate nemmeno l'imu per il lusso di avere una abitazione sul mare. Iol la pago per una catapecchia in una città che non ha turismo.