Gazzè e Timperi "battezzano" le Volvo V90 e S90

Cinque serate di gala per presentare le ultime nate di casa Volvo. A battezzare le nuove V 90 e S 90 ieri alle Officine Farneto, a Roma, un pubblico delle grandi eccezioni, ad iniziare da Max Gazzè, Tiberio Timperi, Luigi De Laurentis, Luca Dotto e Charlie Gnocchi che hanno ammirato le due berline. In contemporanea la preview è stata fatta a Milano, al Salone dei Tessuti, dove si replica anche questa sera e dove ha partecipato l’alta imprenditoria italiana. A Bologna, invece, come location è stato scelto Palazzo Reenzo, a Piazza Maggiore.

La S 90 era già stata presentata al Salone di Detroit, mentre la V 90 aveva fatto il suo esordio a marzo al Salone di Ginevra, ma entrambe saranno sul mercato italiano a settembre quando verranno distribuire nei concessionari. Gli appuntamenti di ieri e oggi, ai quali hanno preso parte anche Chiara Angeli, direttore Vendite e Marketing e Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia, invece, avevano lo scopo di agganciare i "clienti caldi" e i potenziali acquirenti, affascinati dalle vetture della casa svedese. E nelle serate di svedese c’era molto, a cominciare dagli aperitivi, dalla scelta del cibo e dalla cura nelle luci e nei dettagli, in linea con il prodotto che la Volvo sta lanciando. Attori, cantanti, imprenditori, professionisti del settore e non, hanno potuto riconoscere lo stesso Dna delle serate nel design delle due nuove auto, sempre più eleganti. Possedere una S 90 o una V 90 non significa solo avere un’auto moderna, ma un oggetto sempre più fashion.