La guardia di finanza scopre maxi evasore trentino

La Guardia di finanza ha scovato un evasore di Trento sequestrando beni per 17 milioni di euro

Le Fiamme gialle di Trento hanno sequestrato beni per 17 milioni di euro ad un imprenditore trentino di 67 anni, un maxievasore indagato per falsa dichiarazione dei redditi. Secondo le indagini della Guardia di Finanza, l'uomo, attraverso una sofisticata operazione che combinava costituzioni di società estere e movimentazioni finanziarie, nel 2013 aveva occultato consistenti somme al fisco italiano.

L'imprenditore 67enne aveva ottenuto plusvalenze per 40 milioni di euro, per società create in modo fittizio e non tassate in Lussemburgo, ma che risultano essere pari ad un'evasione da 17 milioni di euro in Italia.
Il Gip del Tribunale di Trento ha, per questi motivi, emesso un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca cautelando le disponibilità finanziarie e patrimoniali e che poi è stato eseguito dalle fiamme gialle.

I beni confiscati sono pari ad oltre 16 milioni di euro presenti su conti correnti e titoli e di una quota corrispondente a quasi 800mila euro di un prestigioso immobile nel centro del capoluogo trentino del valore di circa 6 milioni di euro.