Gelli: "C’è un altro elenco di nomi"

L'ultima confessione del Venerabile in un libro in uscita a giorni

Le liste della P2 resepubbliche trentacinque anni fa non erano complete. Mancavano centinaia di nomi, anche di personaggi stranieri. Personaggi molto importanti. Lo rivela Licio Gelli attraverso Mirko Crocoli che a giorni darà alle stampe il libro "Faccia a faccia con il P2 - Venerabile Licio Gelli", edito dalla "A.Car" di Milano. "Gelli - spiega a Il Tempo l’autore che ha ha raccolto le confidenze dell’ultimo triennio - mi ha confidato che in realtà quelle liste erano soltanto un parte del più ampio dossier segreto. Quello non era altro ciò che in teoria poteva essere scoperto. Mi ha detto che ovviamente non avrebbe mai tenuto a Castiglion Fibocchi la lista completacompostadaaltrettantecentinaiadinomi.QuellanonèaddiritturainItaliamaoltreoceano e in luogo appositamente nascosto. Dove? Lo spiegherò nel libro", premette Crocoli.

"Ci sono voluti tre anni - spiega Crocoli al Tempo - per partorire questo progetto, la maggior parte dei quali consistenti in viaggi, scoperte, incontri ma soprattutto colloqui avutiinlocalitàchehannoavuto a che fare con la Loggia Propaganda 2 e la sua incredibile storia". "Ho riportato materiale inedito-spiegal’autore-lettere personali tra il Venerabile e i suoi interlocutori,missive ufficiali da parte del Grande Oriente d'Italia (nella persona del Gran Maestro Lino Salvini) indirizzate a Licio". Crocoli parla anche dei rapporti tra il capo dellaloggia massonica Propaganda 2 e alcuni uomini politici che hanno fatto la storia d’Italia. "Mi ha più volte confermato l'amicizia con Giulio Andreotti e con Francesco Cossiga, soprattutto per la vicenda Aldo Moro - rivela Crocoli - Gelli si faceva chiamare Ingegner Lucio Luciani nei momenti difficili della prigionia di Moro. Si faceva chiamare così (in incognito) quando doveva contattare il Viminale o le volte in cui si trovava a Roma per incontrare gran parte dei membri delle commissioni interforze (piduisti) che hanno lavorato sul tentativo di ricerca dello statista".