Genitori di omosessuali: anche noi in piazza al Family Day

In una lettera l'associazione dei genitori di persone omosessuali, AGAPO, spiega che aderirà alla manifesatzione del Circo Massimo perché la maggior parte delle persone omosessuali si sentono strumentalizzate dalla legge Cirinnà

La legge Cirinnà “non fa il bene delle persone omosessuali”. Questo è in sintesi il motivo per cui l’Associazione genitori e amici di persone omosessuali (AGAPO), ha annunciato in un comunicato stampa la sua decisione di partecipare al Family Day in programma domani al Circo Massimo.

“Sosteniamo il rinforzo giuridico, ove necessario, dei diritti derivanti da una convivenza stabile, ma riteniamo completamente sbagliata l’omologazione delle unioni dello stesso sesso al matrimonio e alla possibilità di adottare figli”, si legge nella nota dell'associazione.

La legge Cirinnà, secondo l’associazione dei genitori di persone omosessuali, infatti, nega la reale condizione dei propri figli quando parla di “figlio naturale del partner” o di “figli nati dall’amore di persone dello stesso sesso”. Questi genitori infatti, conoscono bene le sofferenze dei propri figli, legate al fatto che, nella realtà, “non possono nascere figli naturali da una loro relazione affettiva”. Questo dolore, proseguono i genitori nella lettera, “deve essere rispettato e non negato da nessuno”, mentre accusano, al contrario la legge Cirinnà, di essere irrispettosa nei confronti di queste persone, negando la realtà delle cose.

“Come associazione”, prosegue AGAPO nella nota, “siamo a conoscenza di situazioni in cui una persona omosessuale in una precedente relazione eterosessuale, abbia generato un figlio in modo naturale, ma in questo caso non c’è nessun figlio naturale già esistente adottabile, perché il bambino il secondo genitore lo ha già”. In qualsiasi modo si arrivi all’adozione del figlio del partner per una coppia omosessuale, continua infatti l’associazione, sia essa la fecondazione eterologa, la maternità surrogata, o “l’intervento della cicogna”, scrivono, si tratta sempre, in ogni caso, di cancellare il genitore dell’altro sesso dalla vita del bambino. Insomma, è innegabile che tutti i bambini, anche i figli degli omosessuali, nascono da una mamma e da un papà.

“La maggior parte delle persone omosessuali, e la recente diatriba tra Domenico Dolce e Elton John lo ha messo ancora in evidenza”, prosegue la nota, “non vuole essere strumentalizzata a tali fini; sanno di essere nati da una madre e un padre e ne sono contenti”. Il vero rispetto della persona omosessuale, conclude l’associazione dei genitori, “prima di guardare l’omofobia degli altri”, parte infatti dal riconoscimento della reale condizione di queste persone e dalla sua accettazione.

Commenti

rokko

Ven, 29/01/2016 - 12:53

Io non ho capito che problemi abbia questa gente rispetto alla legge Cirinna. Mi sono rotto i cocomeri, spero che questa legge si faccia così non se ne parlerà mai più

Libertà75

Ven, 29/01/2016 - 13:42

sicuramente AGAPO gode di un'onestà intellettuale, applauso

Daniela67

Ven, 29/01/2016 - 13:55

Rokko, la legge Cirinnà equipara il matrimonio come lo conosciamo finora (quindi etero) alle unioni gay e già questo sta creando diversi problemi perchè la legge cosi' come è concepita avrebbe gravi problemi di incostituzionalità. Inoltre, pur non nominandoli, apre alla fecondazione eterologa che tradotto in soldoni significa compravendita di gameti maschili o femminili e nel caso di una coppia di gay maschi con l'aggravante del ricorso all'utero in affitto. I cocomeri ce li siamo rotti tutti ma chi ha un briciolo di buon senso non puo' in alcun modo augurarsi che si faccia questa legge quindi io direi, parafrasandoti: Mi sono rotta i cocomeri, spero che questo disegno di legge venga stralciato cosi' non se ne parlerà mai piu'.

Ritratto di Loredana.S

Loredana.S

Ven, 29/01/2016 - 14:07

Caro rokko, se non capisci qual'è il problema forse sei un pochino lento di cottura.

Ritratto di david hume

david hume

Ven, 29/01/2016 - 14:16

Infatti nessun omosessuale intelligente - quindi non quelli da gay pride per intenderci - pretenderebbe mai di negare ai ragazzi il diritto di cui loro stessi hanno goduto; poter crescere con un padre (uomo) e una madre (donna), e poi non vedo il motivo di dare al ragazzo un terzo genitore... senza senso come la mentecatta che ha partorito questa proposta di legge.

zucca100

Ven, 29/01/2016 - 14:47

Ma scusate, mi spiegate qual è' il problema di aggiungere nuovi diritti? Vengono aggiunti, non tolti.

java

Ven, 29/01/2016 - 14:54

rokko, il problema è che i fascisti fanno schifo e tu e i tuoi amici gay ne siete degni rappresentanti

Iacobellig

Ven, 29/01/2016 - 15:15

LA CIRINNÀ VA PRESA SOLO A CALCI NEL SEDERE. IGNORANTE STA CREANDO SCOMPIGLIO FRA GLI ITALIANI. NON È ARGOMENTO ALLA SUA PORTATA.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Ven, 29/01/2016 - 15:56

rokko Ven, 29/01/2016 - 12:53 oppure anche: spero che questa legge si cassi e non se ne parli mai più e, al suo posto, si parli di argomenti seri tipo la crescita economica ed il lavoro che manca! non sarebbe meglio?

titina

Ven, 29/01/2016 - 16:21

x zucca100. viene condannato il bambino ad avere due padri o due madri. Almeno chiamino l'altro/a zio o zio! L'Agapo ragiona bene e conosce bene i problemi perchè i genitori li vivono e sanno che gli omosessuali non potranno avere un figlio dell'uno e dell'altro, ma al limite il figlio di uno dei due.

Giovanmario

Ven, 29/01/2016 - 17:47

mi piacerebbe chiedere a baffino, così complessatino o a lumia integerrimo siciliano doc se a loro avrebbe fatto piacere vivere e crescere in una famiglia composta da due frocci.. perchè di questo si tratta.. una cosa è prendere un bimbo ancora in fasce e cullarselo tutto il giorno.. altra cosa è trovarsi in casa un ragazzo di sedici o vent'anni e cercare di dargli un motivo per non farlo scappare di casa dalla vergogna e vivere da clochard avendo come alternativa solo quella di diventare anche lui un gay.. ma che bella prospettiva!

rokko

Dom, 31/01/2016 - 14:16

Daniela67 l'utero in affitto già c'è adesso, perché in alcune nazioni è legale.Ne fanno ricorso principalmentr gli etero. Dunque che cazzata ha scritto?

rokko

Dom, 31/01/2016 - 14:19

faustopaolo i governi precedenti che non si sono occupati di questo problema, compreso quello di berlusconi, non è che si siano concentrati sull'economia, anzi direi che non si sono occupati proprio di niente. Dunque

rokko

Dom, 31/01/2016 - 14:22

java secondo me sei ad una versione vecchia del middleware di Oracle, probabilmente bacata e piena di bug. Aggiornati alla versione più recente

angelovf

Mer, 22/06/2016 - 22:03

È vero che siete genitori e che ogni scarafone è bello a mamma soia, ma gioire e partecipare è un errore, i gay dovrebbero imparare ad essere più umili e non provocare ed essere arroganti. In fin dei conti, nessuno mai gli ostruito le vie del successo. Non lagnatevi degli italiani, per voi sarà un problema con il dilagare del Islam, vedremo se avete voglia di parlare e di mettervi in mostra. Direi di fare i bravi. Però per l'uccisione dei gay da parte del Islam non ho visto e né sentito una vostra dimostrazione contro quei poveri ragazzi buttati giù dai palazzi e fatti sfracellare a terra, sapete solo spogliarvi per le strade e parlare contro chi non vi ha mai condannato per il vostro stato. È una vergogna non essere solidale con altri gay.

angelovf

Mer, 22/06/2016 - 22:11

Lasciateli parlare, vedo che non si ribellano al Islam, e ne sono solidali con i gay uccisi dal Islam, sono egoisti, del resto, è anche normale che tali individui si comportino poco normale. Purtroppo non tutti nascono con il problema ma molti a furia di provare.... Ci trovano gusto, e quelli sono i peggiori. Cosa c'è di più bello di un bel viso dolce di donna? Niente!