Genova, la banda dei Rolex colpisce ancora

Manager minacciato con la pistola alla tempia nel quartiere chic della città

La banda dei Rolex ha commesso due rapine a Genova. E questa volta lo ha fatto con tanto di pistola alla testa. E’ successo in uno dei quartieri più chic della città, Albaro. Per intenderci su corso Italia, il lungomare di Genova, con case e ville da copertina affacciate sull’acqua, che termina con Boccadasse, l’antico borgo marinaro famoso per la sua bellezza e le sue case colorate. E proprio sul corso, davanti alla sua villa, domenica sera, 9 giugno, è stato assalito un manager delle Poste. Si sono avvicinati all’uomo, hanno puntato la pistola alla tempia e gli hanno intimato di consegnare il costoso orologio, minacciando di premere il grilletto e ucciderlo.

Scena diversa ma obiettivo identico quella che ha visto quattro sconosciuti scendere da un’auto costosa e rubare il Rolex da 20mila euro a una casalinga, sempre nel quartiere Albaro. Una donna che si trovava ai giardini di Valletta Cambiaso con i propri figli si è però accorta di cosa stava accadendo e ha iniziato a urlare, facendoli immediatamente scappare. La vittima, ovviamente sotto choc, è stata ascoltata dalla polizia e ha descritto agli agenti i suoi rapinatori, che sarebbero quattro persone alte, grosse e vestite di nero, scese da una macchina di grossa cilindrata.

Come ha riportato Il Secolo XIX, la banda sarebbe composta da almeno quattro individui, due donne e due uomini, che stanno continuando a spaventare il quartiere. Secondo il giornale le indagini dei Carabinieri sarebbero ormai a buon punto. In via Cavallotti, sempre ad Albaro, sarebbe anche stato ritrovato un motorino, probabilmente quello usato da due dei rapinatori che hanno assalito domenica scorsa il manager delle Poste in corso Italia.