Genova, una maratona di 43 km per ricordare i morti di ponte Morandi

Il 2 dicembre si correrà nel capoluogo ligure una maratona speciale di 43 km per rendere omaggio alle 43 vittime di ponte Morandi. Dopo il traguardo, collocato come di rito ai 42 km e 195 metri, ci sarà una passerella di altri 800 metri

Correre per non dimenticare. A costo di fare un po' di fatica in più. È quanto accadrà a Genova il prossimo 2 dicembre, quando in città si terrà - 14 anni dopo l'ultima volta - la Genova City Marathon, una gara che, eccezionalmente, non si svolgerà sulla classica distanza di 42 km e 195 metri. I chilometri da percorrere saranno 43, come le vittime del disastro di ponte Morandi. Gli ultimi metri della maratona si faranno su una passerella, un modo per ricordare chi ha perso la vita quel tragico 14 agosto.

Il comitato organizzatore ha già reso noto il percorso ufficiale della Genova City Marathon. La partenza dal Porto Antico sarà lanciata da Fernando Proce di RTL, poi si effettuerà un giro in centro di 5 km, con passaggi in via Garibaldi, piazza De Ferrari, via XX Settembre, corso Italia; quindi si percorrerà la Sopraelevata, si entrerà a Sampierdarena e si attraverseranno via Buranello, piazza Vittorio Veneto e via Fillak, una delle strade più toccato direttamente dal tragico crollo del viadotto. Quindi si tornerà in centro, per arrivare al Porto Antico dove – dal traguardo tecnico – partirà la passarella per il km 43.

L'idea iniziale degli organizzatori era di far passare interamente la corsa in Valpolcevera, ma alla fine è stata la Giunta comunale a insistere perché si passasse in via Fillak, vicinissimo alla zona rossa. La Genova City Marathon sarà quindi la maratona del ponte: verrà infatti aggiunto un chilometro alla distanza consueta della maratona: non saranno 42 ma 43 km, in memoria delle 43 vittime del crollo di ponte Morandi, con gli 805 metri in più del dovuto da percorrere lungo una passerella.

Quest'anno la Genova City Marathon farà rima con beneficenza. Antonio Lista, presidente del comitato organizzatore, al Corriere della Sera ha detto che "Oltre alla raccolta fondi destinate alle due onlus del Gaslini e Alice - precisa Lista - che si occupano di ricerca contro l’ictus pediatrico, quest’anno al Marathon Village verranno vendute le magliette pro Genova con l’immagine del ponte crollato per sostenere le famiglie sfollate". Inoltre, per coinvolgere i meno sportivi, ci sarà la possibilità di iscriversi alla Fantozzi Run, 11 km di corsa da fare senza particolari obblighi, se non quello di vestirsi in modo goliardico e bizzarro.