Vaga per i boschi per 21 giorni, si salva mangiando bacche

Dopo tre settimane di ricerche è stato ritrovato sano e salvo il 43enne piacentino. Stava vagando in stato confusionale a Rezzoaglio, nei pressi di Genova

Tutto faceva pensare al peggio, ma alla fine è stato ritrovato sano e salvo Stefano Gentili, l'operaio di 43 anni scomparso la sera del 14 giugno dopo avere cenato con i genitori nella loro casa di Podenzano, in provincia di Piacenza. Dopo tre settimane di infinite ricerche, Gentili è stato fermato da alcuni volontari della Croce Rossa di Rezzoaglio, località nell'entroterra di Genova, mentre vagava per la strada in stato confusionale. La sua "fuga" è durata tre settimane: a chi lo ha trovato, ha raccontato di essere sopravvissuto cibandosi delle bacche trovate nei boschi.

È finita con un ritrovamento casuale l'avventura nei boschi della alta Val d'Aveto per Stefano Gentili, sparito nel nulla dopo avere mangato regolarmente con i genitori. In base al racconto di questi ultimi, la sera del 14 giugno l'uomo si sarebbe dovuto recare come sempre per il suo turno di notte in una ditta di Gossolengo.

Invece Gentili ha imboccato la strada verso la Liguria e precisamente verso la Val Trebbia, fino a lasciare l'automobile in località La Squazza, nel comune di Borzonasca. Lì si è scatenata la caccia all'uomo, a cui hanno partecipato i carabinieri della compagnia di Sestri Levante, i vigili del fuoco, due squadre del soccorso alpino e i volontari della Protezione Civile di Rezzoaglio.

Dopo essere stato ritrovato in stato confusionale e con la barba lunga, l'uomo è stato portato per motivi precauzionali all'ospedale di Sestri Levante. Qui ha raccontato a medici e inquirenti di avere vagato per tre settimane per i boschi della Val d'Aveto, sopravvivendo mangiando bacche e ricorrendo ad altri espedienti.

La notizia del ritrovamento di Gentili è stata accolta con emozione dalla comunità di Podenzano. "Quando ho dato ai miei concittadini la buona notizia - ha raccontato il sindaco Alessandro Piva - c'è stato un grande applauso. Segno che la gente non si era rassegnata e credeva ancora fortemente nel lieto fine della vicenda".

Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 05/07/2017 - 16:50

MMMMMMM BUONE.......

AndyCorelli

Mer, 05/07/2017 - 17:05

Non si trovava questo, figurarsi se trovavano Igor il Russo...

leserin

Mer, 05/07/2017 - 21:09

Ha dimostrato l'efficacia della dieta vegana.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 05/07/2017 - 23:22

con Igor hanno sbagliato tutto : i cani molecolari , i Cacciatori di Calabria e i Paracadutisti degli Alpini non andavano bene : servivano invece i cani atomici , i corpi speciali P.P. e O.N. , piu' un paio di ventilatori industriali .

Frank90

Mer, 05/07/2017 - 23:42

Non voglio sembrare spietato ma mi sono sempre chiesto come facciano queste persone a scomparire nel nulla così...dopo una cenetta con i genitori poi...bah

cgf

Gio, 06/07/2017 - 09:50

@leserin "e ricorrendo ad altri espedienti" significa larve, formiche (le ha mai mangiate?), scoiattoli... solo che non si può scrivere, non si vive senza proteine e nei boschi dell'appennino ligure-emiliano non ci sono piante selvatiche/coltivate di legumi o altro che possa fornirne.