Gioca al Gratta e Vinci ma perde sempre, lo Stato lo rimborsa

In Campania giocatore sfortunato si rivolge al giudice che gli dà ragione: "Senza probabilità di vincita e avvertenze sui rischi della ludopatia i biglietti sono nulli"

Gioca al Gratta e Vinci e perde sempre, ora lo Stato dovrà risarcire un 29enne campano che ha fatto causa ai Monopoli. La storia arriva da Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, a cavallo tra la Campania e la Basilicata. Il giovane, per un anno, ha comprato e “grattato” ben 255 tagliandi delle lotterie istantanee senza mai avere la gioia di incassare la bella vincita sperata. Perciò s’è rivolto al giudice che gli ha dato ragione.

Come racconta Il Mattino, il giocatore ha lamentato (con successo) l’assenza – sui biglietti – della dicitura che avverte i consumatori in relazione ai rischi della dipendenza da gioco e alle probabilità di vincita. Stava per rovinarsi, con quei maledetti e avari gratta e vinci. Ne aveva comprati 255 in un anno, tutti senza avvertenze. E il giudice di pace di Vallo della Lucania ha dato ragione all’uomo, basando la sua decisione sulla scorta delle norme previste dal decreto Balduzzi che disciplina il gioco. E condannando l’Aams e le lotterie nazionali a rifondere allo sfortunato giocatore il costo dei biglietti giocati.

Per il giudice, mancando gli elementi necessari delle avvertenze legate alle possibilità di vincita e al rischio ludopatia, quei biglietti venduti sono da considerarsi, giuridicamente, nulli. Transazioni, acquisti senza effetti, come mai fossero avvenuti. E perciò va restituito a chi era in buona fede il prezzo pagato.

La sentenza del magistrato è destinata a fare da precedente e, probabilmente, ad aprire una lunghissima sequela di ricorsi analoghi da parte di giocatori sfortunati o semplicemente disinformati che imputeranno allo Stato – riconosciuto colpevole di aver violato le sue stesse norme – le spese sostenute per tentare la sorte.

Commenti

cgf

Lun, 03/10/2016 - 11:01

lui e tutta la sua famiglia hanno sicuramente la tessera del PD.

maurizio50

Lun, 03/10/2016 - 11:25

Certo che la fantasia dei Giudici in SudItalia non conosce limiti!!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 03/10/2016 - 11:59

Per logica, pure chi ha vinto deve restituire allo stato il malloppo essendo il biglietto non in regola con la ludopatia. Per conoscenza, che effetto fa una vincita milionaria su un ludopatico?

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 03/10/2016 - 12:36

Gratta e perdi

Malacappa

Lun, 03/10/2016 - 13:40

Se avesse vinto si sarebbe lamentato,credo prorio di no che sul biglietto ci sia l'avvertenza della dipendenza al gioco se vinco non me ne frega niente,sulle bottiglie di alcolici sui pacchetti di sigarette ci sono le avvertenze e a cosa conta fumano e bevono qui conta il cervello dell'individuo no le avvertenze.

bobots1

Lun, 03/10/2016 - 14:26

follie...ormai siamo come in America: se non c'è scritto di non mettere il gatto nella macchina lavatrice e noi ce lo mettiamo possiamo fare causa perche non potevamo prevedere le conseguenze...siamo così ignoranti?

bobots1

Lun, 03/10/2016 - 14:30

Una altra cosa? E se avesse vinto, essendo i biglietti nulli, dovrebbe restituire la vincita?

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Lun, 03/10/2016 - 14:31

tecnicamente i giocatori non sono sfortunati. il gioco con un banco è studiato per fare vincere il banco, comunque e sempre. chi pensa il contrario e a 29 anni si accanisce e poi va a piangere del giudice, posso solo dire complimenti ixxxxxxxe, oltre ai soldi sarebbe da interdire, tanto col malloppo ricomincia daccapo.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 03/10/2016 - 15:09

io ho avuto un incidente con l'auto, devo fare causa allo Stato o al Comune perchè sulle strade non c'è scritto che immettendomi nel traffico avrei potuto fare un incidente?

lento

Lun, 03/10/2016 - 15:57

Il giudice amico dei delinquenti e nemico dello stato !

leo_polemico

Lun, 03/10/2016 - 17:41

Se non ricordo male, SOLO sul sito del ministero delle finanze, organizzatore del vero e proprio "furto" dei gratta e vinci, è scritto che l'ammontare totale dei premi non supera il 30 % dell'incasso totale previsto e che circa il 30 % dei biglietti vince. Dicendo "vince" si intende anche la vincita di un solo euro. Matematicamente sono più corretti alla roulette di un casinò!! Per questo motivo più si sta lontani dai "gratta e perdi" meglio è!

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Lun, 03/10/2016 - 18:52

quando Berlusconi sosteneva che prima di entrare nella magistratura giudicante si doveva sostenere un un test psicoattitudinale, veniva deriso. Ora ci godiamo queste sentenze.

venco

Lun, 03/10/2016 - 20:10

Al sud tutto è possibile.

areolensis

Lun, 03/10/2016 - 22:19

Questa ancora mi mancava:il gioco d'azzardo con garanzia di vincita! Da Patria del diritto a Patria della giurisprudenza creativa! Che Paese sventurato! E dire che la separazione del potere legislativo da quello giudiziario è un caposaldo della democrazia moderna (dove hanno la fortuna di averla!)

cianciano

Mar, 04/10/2016 - 09:11

Da non credere. Un premio a questo giudice per l'idea che ha avuto......