Giocatore di football nella bufera: non si alza durante l'inno nazionale

Il comportamento tenuto in campo, alla prima apparizione stagionale dopo uno stop per problemi fisici, non può essere considerato una sorpresa assoluta

Colin Kaepernick, giocatore di una squadra di football di San Francisco, i "49ers", è rimasto seduto durante l'esecuzione dell'inno nazionale ed è finito nella bufera. Il numero 7 della squadra californiana ha assunto una posizione chiarissima prima della sfida casalinga di preseason contro i Green Bay Packers, dichiarando "Non mi alzo per mostrare orgoglio verso la bandiera di un paese che opprime i neri".

Durante l'esecuzione dell'inno nazionale "The Star Spangled Banner", il giocatore è rimasto seduto, unico tra i giocatori di entrambe le squadre. Una foto scattata dalla tribune lo ha immortalato in panchina, sulla side line, lontano dai compagni, e ha fatto esplodere il caso in tutto il suo fragore in un periodo in cui gli Stati Uniti sono scossi dalle tensioni legale alle uccisioni di afroamericani da parte della polizia.

Dai propri profili social, che vantano oltre 2 milioni di follower, Kaepernick ha da tempo manifestato il proprio sostegno alla campagna "Black lives matter" e ha assunto posizioni nette in relazione agli episodi di cronaca che hanno monopolizzato il dibattito negli ultimi mesi.

Il comportamento tenuto in campo, alla prima apparizione stagionale dopo uno stop per problemi fisici, non può essere considerato una sorpresa assoluta. La sfida all'inno, però, non poteva certo passare inosservata in un paese che onora le sue forze armate anche nelle giornate di sport.

"Per me, questa è una questione più grande del football e sarei un egoista a voltarmi dall'altra parte. Ci sono corpi nelle strate e ci sono persone, pagate, che se la cavano nonostante un omicidio".

I "49ers" hanno diffuso una nota sottolineando che "l'inno nazionale è e sempre sarà una parte speciale della cerimonia prepartita. È un'opportunità per onorare il nostro paese e riflettere sulle grandi libertà di cui godiamo come cittadini. Nel rispetto dei principi americani, come la libertà di religione e di espressione, riconosciamo il diritto di un individuo di scegliere di partecipare o meno alla nostra celebrazione dell'inno nazionale". Un analogo equilibrio non è individuabile nelle decine di migliaia di tweet che sono stati postati sulla vicenda, portando Colin Kaepernick al top dei trend stelle e strisce.

Commenti

nunavut

Sab, 27/08/2016 - 21:29

Dalla somatica del viso a me sembra + arabo che afroamericano. Cmq. questo é uno sgarbo che gli Americani non accetteranno facilmente.Osservate come rispettano il loro inno nazionale (tutti compresi rep. e dem.) e noi come lo rispettiamo ??

claudioarmc

Dom, 28/08/2016 - 07:03

L' ormai ex stella dei 49ers, adottato e fatto studiare da una famiglia benestante bianca, vista la piega calante della sua carriera per far parlare di se stesso blatera cxxxxxe false in quanto sono molte di più le vittime bianche di quelle negre. Pensa a giocare e a guadagnare i soldi che ti danno i bianchi e pensa che la tua squadra sono due anni che prova a tagliarti e nessuno ti vuole perchè sei bravo solo a parlare

lento

Dom, 28/08/2016 - 10:06

Potenziale terrorista "cresciuto in casa"pronto a fare una strage di innocenti.

bobots1

Dom, 28/08/2016 - 10:23

Spero che comunque la società prenda provvedimenti nei suoi confronti.. lui potrà fare quello che vuole ma anche la società...

DIAPASON

Dom, 28/08/2016 - 10:55

Puo' communque sempre ritornare nelle terre di origine per ricongiungersi con i proprio avi.

meloni.bruno@ya...

Dom, 28/08/2016 - 13:50

I nemici ce l'hanno in casa!Gli americani devono fare attenzione il malessere razziale potrebbe esplodere fino a richiedere la dipendenza dai stessi stati,poi voglio vedere se acconsentirebbero lasciargli l'indipendenza democratica sempre da loro sbandierata al resto del mondo come iniziò nella vecchia Urss!

manolito

Dom, 28/08/2016 - 16:43

usano l inno in maniera ridicola specialmente qui -- obbligheranno di ascoltare l inno anche quando giocano scapoli ed ammogliati---un inno patetico---tolgono il presepio coprono statue il crocifisso etc etc .e obbligano ad ascoltare il mameli --puah

Ritratto di vraie55

vraie55

Lun, 29/08/2016 - 01:47

Presto gli americani di inni nazionali ne avranno una cinquantina

nunavut

Ven, 02/09/2016 - 01:54

@ vraie55 faccia attenzione che forse sarà la stessa cosa anche in Italia e dimenticheremo l'inno di Mameli per cantare altri inni sconosciuti.