Malata di cancro sceglie di morire per far nascere sua figlia

Una donna nigeriana di 29 anni aveva scoperto di avere un tumore al seno durante la gravidanza. È deceduta tre mesi dopo il parto

Un gesto altruista e di amore. Ha deciso di rinunciare alla sua vita per far nascere la figlia. Una donna nigeriana di 29 anni residente a Treviso è morta tre mesi dopo il parto.

La giovane, come riporta Tgcom24, ha infatti scoperto di avere un tumore al seno durante le prime settimane di gravidanza. Non volendo perdere la sua piccola, ha preso la decisione di abbandonare le cure per combattere il cancro. In realtà la donna è stata sottoposta a dei cicli di chemioterapia meno invadenti durante il periodo di maternità, proprio per non creare danni fisici alla bimba che la giovane aveva in grembo. Dopo aver dato alla luce la sua piccola, la mamma ha iniziato delle cure più aggressive ma purtroppo non sono servite per salvarle la vita.

In un’intervista a un quotidiano locale, il marito ha raccontato che sua moglie voleva far nascere la figlia ed ha proseguito con determinazione verso questo obiettivo. Ha aggiunto che quando hanno visto gli occhi della bimba erano le persone più felici del mondo. Inoltre, il marito ha spiegato che la donna ha tenuto dentro di sé ansie e preoccupazioni proprio per dare alla luce la loro figlia.

Un episodio simile era successo sempre in Veneto a novembre del 2018. Una donna di 36 anni, che da tre anni conviveva con un linfoma al fegato, era morta dopo la nascita del suo bimbo. La donna aveva portato avanti la gravidanza, rifiutando le cure per non rovinare la salute del piccolo. Purtroppo dopo il parto le condizioni della giovane erano peggiorate in modo irreparabile.

Commenti
Ritratto di akamai66

akamai66

Mer, 21/08/2019 - 21:18

Effettivamente non è la prima, di fronte a codeste meravigliose donne, eroine del nostro tempo mi inchino reverente.

killkoms

Gio, 22/08/2019 - 00:10

amore di madre!

Franz Canadese

Gio, 22/08/2019 - 02:38

una storia di altri tempi, bellissima e struggente. Omnia vincit amor et nos cedamus amori.

routier

Gio, 22/08/2019 - 08:32

Figli che cresceranno senza poter conoscere la propria madre ma che tuttavia avranno il dono della vita. Coraggio e amore che vanno oltre l'istinto di sopravvivenza. Mamme che sono le autentiche eroine del ventunesimo secolo.