Giovane migrante morto ​nel carrello di un aereo

Il corpo di un clandestino è stato trovato nel carrello di atterraggio di un aereo della Air France proveniente dalla Costa d'Avorio e atterrato a Parigi. Si tratterebbe di un bambino di 10 anni

Il corpo di un migrante è stato ritrovato nel carrello di atterraggio di un aereo Air France, arrivato a Parigi dalla Costa d'Avorio. Si tratterebbe di un bambino di circa 10 anni.

Il cadavere è stato scoperto dopo l'atterraggio del volo 730 a Charles de Gaulle, nella capitale francese, e proveniente da Abidjan, in Costa d'Avorio, dove era decollato intorno alle 6.40 del mattino. Il bambino non è ancora stato identificato ma, secondo fonti di polizia, il ragazzino sarebbe africano. La procura, intanto, ha aperto un'inchiesta per far luce sulla morte del piccolo migrante.

A confermare la notizia anche la compagnia aerea, che ha poi espresso "la più profonda vicinanza e compassione per questa tragedia umana". L'Air France ha confermato che la vittima è un passeggero clandestino, senza però specificarne l'età.

"Al di là della tragedia umana- ha detto a Le Parisien una fonte della sicurezza ivoriana- ciò indica una grave violazione della sicurezza all'aeroporto di Abidjan". Strano, infatti, che un bambino di 10 anni sia riuscito ad accedere a un aereo, senza averne i permessi e il biglietto. È possibilie, però, che il piccolo migrante sia stato aiutato dalla complicità di qualcuno.

Un poliziotto francese ha spiegato che questo tipo di viaggio, per cercare di raggiungere l'Europa, è raro, dato che le possibilità di sopravvivenza sono molto basse. Tuttavia, negli ultimi anni alcuni clandestini, tra cui adolescenti africani, sono stati trovati morti nei carrelli di atterraggio degli aerei di linea, dove l'alloggio non è né riscaldato, né pressurizzato: quando i velivoli raggiungono i 9mila o i 10mila metri di altezza, le temperature scendono fino a -50 gradi. In alcuni casi, poi, i migranti sono stati investiti dai sottocarri.

Commenti

cgf

Mer, 08/01/2020 - 18:21

i morti in questo modo è soprattutto per ignoranza, nel senso puro del termine. Infatti non sanno le basse temperature a cui arriva un aereo in quota.

dare 54

Mer, 08/01/2020 - 18:30

"undercarriage" = Carrello d'atterraggio. NON dico NON "sottocarro"

Valvo Vittorio

Mer, 08/01/2020 - 19:31

Quando si va in paesi fuori dal grado di civiltà abissale rispetto al nostro, i controlli vanno fatti in maniera accurata soprattutto dalla compagnia occidentale. La superficialità francese è rinomata nel dare accoglienza a persone irresponsabili e non solo per l'età ma anche a criminali! Personalmente ho sempre detestato i governi francesi. Il fatto che sia stata contraria all'invasione tedesca nel secondo conflitto mondiale, non giustifica un bel niente.

Ritratto di Bob184

Bob184

Gio, 09/01/2020 - 09:55

"stati investiti dai sottocarri" Perché, in lingua italiana non c'é "carrello" di atterraggio, di gomme, di pneumatici, quel che si vuole. Ma sottocarri NON é la traduzione di undercarriage. Perfino i francesi lo chiamano train d'atterrissage.

Ritratto di Bob184

Bob184

Gio, 09/01/2020 - 11:55

Certo che il livello di sicurezza dell'aeroporto, mai e dico maiper esperienza personale, stato un gran che, ora lascia che un minorenne, che non può certo camuffarsi per un qualsiasi addetto, entri in pista e si avvicini ad un velivolo. E se invece di entrare lui avesse deposto qualcosa d'altro nell'aeromobile ?