Giudice lo condanna a risarcire lo stupratore della figlia

La ragazza si è suicidata poco dopo lo stupro. Il padre costretto a trovare 21mila euro entro pochi giorni per evitare il pignoramento

Costretto a risarcire la famiglia dello stupratore di sua figlia. Morta suicida a pochi anni dalle violenze sessuali. È la storia, assurda, della giustizia italiana. Davide Zacchelli, che vive a Faenza, deve trovare 21mila euro entro il 21 settembre da dare alla madre di Enzo Foschini, il docente che nel 2007 molestò sua figlia di 15 anni.

Il violentatore è già stato condannato a tre anni di carcere in Cassazione e sta scontando la pena. Ma rischia di uscire più facoltoso di quando ha varcato la soglia della prigione. Il processo civile per il risarcimento del danno, infatti, invece di colpire chi la violenza l'ha perpetrata, ha visto accanirsi il giudice contro il padre della giovane suicida. Ben 40mila euro di spese processuali e morali. Perché?

Tutto parte da una indagine della Guardia di Finanza. Secondo i militari del fisco, infatti, Enzo Foschini, per evitare di pagare la provvisionale per la condanna per molestie, si sarebbe fatto furbo, spostando gran parte del denaro in suo possesso sul conto di suo padre. Evitandone così il sequestro. Secondo un primo giudice, Foschini era colpevole e venne così disposto il sequestro del conto del padre. Poi, però, come spesso accade, un secondo magistrato si decise a far fare una perizia contabile che ribaltò la sentenza in sede civile: non c'era evidenza che il denaro nel conto del padre di Foschini fosse effettivamente quello trasferito dal figlio violentatore.

Così, oltre al danno, è arrivata anche la beffa. Oltre ad aver vissuto la violenze sulla figlia e il suo successivo suicidio, Davide Zacchelli si è visto recapitare a casa un risarcimento danni richiesto dalla famiglia dello stupratore. Ovviamente il giudice lo ha prontamente condannato: 40 mila euro con sentenza immediatamente esecutiva. Davide Zacchelli sta già pagando la salata somma ogni mese, con un quinto del suo stipendio. Ma la madre di Foschini, attraverso il legale, ha chiesto che 21mila euro siano pagati subito. Entro 10 giorni, oppure scatterà il pignoramento dei beni.

Così ieri è Zacchelli si è rivolto ai social, chiedendo a tutti una mano per trovare la somma da dare al violentaore di sua figlia. In due giorni i suoi contatti su Facebook si sono moltiplicati. E in molti si sono offerti di dare una mano. Per riparare a quella sentenza del giudice che tutto sembra, tranne che "giusta".

Commenti

binariciuto48

Mer, 16/09/2015 - 15:49

Questa è la giustizia italiana, giustizia malata !

moshe

Mer, 16/09/2015 - 15:50

LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI ... ... ... la prima barzelletta che leggi, entrando in un tribunale.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 16/09/2015 - 15:52

LO STATO ED I GIUDICI AIUTANO I DELINQUENTI, SONO CONTRO DI VOI GLI SERVITE SOLTANTO PER LAVORARE E FARE SOLDI, QUANDO LO CAPIRETE ?

cgf

Mer, 16/09/2015 - 15:52

3 anni passano in fretta ed io saprei come spendere bene i 21mila euro, anzi ne basterebbero molti meno per togliermi una GRANDE soddisfazione.

cgf

Mer, 16/09/2015 - 15:53

Ci stanno portando ad un punto che è meglio farsi Giustizia da soli. 3 anni passano in fretta ed io saprei come spendere bene i 21mila euro, anzi ne basterebbero molti meno per togliermi una GRANDE soddisfazione.

Mizar00

Mer, 16/09/2015 - 15:57

Ma il ministro della giustizia c'è ancora ? Responsabilità civile subito!

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Mer, 16/09/2015 - 15:58

articolo poco chiaro, il motivo per cui il padre della vittima deve pagare, qualé´?risarcimento per cosa?

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 16/09/2015 - 15:59

Siamo proprio sicuri che la scritta "la legge è uguale per tutti" sia proprio vera????? Se così fosse allora molti magistrati sarebbero già in galera da molto tempo!!!

Lucky52

Mer, 16/09/2015 - 16:00

Un ulteriore e grave dimostrazione che i giudici italiani sono una massa di imbecilli. Classe tutta da riformare. Solo un demente poteva prendere tale provvedimento. Il suicidio della figlia per la vergogna di quanto subito quanto può valere? I soldi dovevano sequestrarli al padre del colpevole poichè in linea diretta. Ed ora la madre di uno stupratore con che coraggio vuole 21 mila euro? Dovevano ammazzargli il figlio dopo averlo castrato.ITALIA che schifo!

Ritratto di neeskens

neeskens

Mer, 16/09/2015 - 16:02

w l'italia...

Un idealista

Mer, 16/09/2015 - 16:11

Devo dire che non ci ho capito niente.

i-taglianibravagente

Mer, 16/09/2015 - 16:17

ma divulghiamolo il nome della madre del porco e perche' no anche quello del giudice.... Onore al sig. Zacchelli se e' riuscito a rimanere calmo per cercare di non farsi giustizia da solo.

Ritratto di libere

libere

Mer, 16/09/2015 - 16:18

E far partire un pignoramento sullo stipendio e sulla liquidazione di quell'asino patentato, mangiapane a tradimento, del secondo giudice, no?! Certo, ci vorrebbe anche un ministro della giustizia degno del nome, e un governo con le pal**! Pia illusione, in un paese sul ciglio del fallimento....

Libertà75

Mer, 16/09/2015 - 16:21

sdegno totale

sorciverdi

Mer, 16/09/2015 - 16:29

Ecco come va la cosiddetta "giustizia" in Italia. Se allo stupratore avessero dato non tre ma trent'anni di carcere e se fuori da quel carcere ci fosse in paziente attesa qualche parente o amico della povera vittima ad aspettare che esca (solo per un saluto...cosa avevate capito?) credo che di schifosi vermi come lui ce ne sarebbero meno in circolazione.

blackbird

Mer, 16/09/2015 - 16:32

Le provvisionali si spendono solo quando la sentenza passa in giudicato! Ma poi, perché chiedere i danni alla famiglia se il colpevole è in carcere e la figlia non c'è più? Vendetta o tornaconto?

giorgiandr

Mer, 16/09/2015 - 16:34

i più anziani ricorderanno la canzone di De Andrè "Attenti al gorilla", che parlava di un gorilla, fuggito dal circo, che incontra un giudice e lo sodomizza. Ci vorrebbe quel gorilla...

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 16/09/2015 - 16:36

Hanno ricevuto parte dei danni ed oea deve restituirli.Come al solito madre di cane morde,padre di pecora VIENE morso. In Italia l'importante è mordere per primi,è questa l'amara verità.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 16/09/2015 - 16:38

Legge?? giustizia??? dove??? forse dappertutto ma certamente non in Itaglia!

giorgiandr

Mer, 16/09/2015 - 16:38

Poi vogliamo dirlo chiaro una volta per tutte ? La stragrande maggioranza dei giudici viene dal sud, terra dove prospera mafia e camorra...qualcosa vorrà pur dire !!!

Ritratto di che_gue

che_gue

Mer, 16/09/2015 - 16:40

complimenti all'articolo: ma non si capisce niente! Cosa c'entrano i presunti soldi spostati dal molestatore sul conto del padre, col solito secondo giudice che ribalta la prima sentenza, col danno e la beffa del risarcimento del povero (detto senza ironia) padre?

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 16/09/2015 - 16:40

Alcuni magistrati andrebbero licenziati in tronco e contemporaneamente sequestrati tutti i loro averi mobili e immobili per risarcire le persone colpite dalle loro nefandezze. Quando si arriverà a questo la nostra democrazia avrà raggiunto quella maturità che oggi sembra più che mai necessaria. Possibile che tra i magistrati nella facoltà di emettere un giudizio o una condanna non esista il buon senso?

Raoul Pontalti

Mer, 16/09/2015 - 16:41

Bufala! Un giudice tolse i soldi del padre dello stupratore per darli in risarcimento al padre della ragazza sturprata ma successivamente altro giudice ha correttamente ricordato che la responsabilità penale e l'onere risarcitorio connesso non si trasmettono ai parenti e pertanto i soldi vanno restituiti a chi ne fu di fatto ingisutamente espropriato. I soldi sono della vedova di chi ne fu espropriato, mentre lo stupratore dovrà di tasca sua rifondere il danno se e quando potrà. Il povero padre peraltro aveva ricevuto soldi illegittimamente e li deve giustamente restituire.

Ritratto di robergug

robergug

Mer, 16/09/2015 - 16:42

Pregherei il Sig. Cartaldo di iscriversi ad un corso di giornalismo su Internet. Il capoverso che inizia con "Semplice e al tempo stesso assurdo" è effettivamente assurdo e non è semplice per niente, perchè nemmeno Fra' Caxxo da Velletri potrebbe capire perchè lo sfortunato padre debba pagare un risarcimento allo stupratore della figlia! QUESTO FATTO NON E' SPIEGATO e rende la notizia quanto di più incredibile ed assurdo io abbia letto oggi. E mi fermo qui, per grazia di Dio. P.S. Il bar del mio centro commerciale cerca un barista pizzaiolo. magari il Sig. Cartaldo potrebbe presentarsi.

Lucas1963

Mer, 16/09/2015 - 16:43

Italia, Paese di pazzi furiosi, a cominciare da chi ci amministra, altro che "italiani brava gente"!

pagu

Mer, 16/09/2015 - 16:44

FUORI IL NOME DI QUESTO GIUDICE!!! INCOMINCIAMO A DARE UN NOME A QUESTI IMPUNITI...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 16/09/2015 - 16:49

Capeggia" La legge è uguale per Tutti" ma mi viene spontaneo domandarmi :chi è questo Tutti???

billyserrano

Mer, 16/09/2015 - 16:51

Questa è un'altra riprova che la giustizia non funziona. E poi questi giudici devono smetterla di premiare sempre i criminali a danno dei cittadini per bene. Se la ragazza si è suicidata per via dello stupro, allora lo stupratore è colpevole della sua morte. E come se la cava? Con tre anni, e magari nemmeno li fa tutti. Questo criminale dev'essere condannato, sia per lo stupro (e tre anni sono davvero pochi per aver rovinato la vita di una ragazza), sia per averla indotta al suicidio, almeno altri vent'anni. ma questo è solo un sogno, una vana speranza, visto i giudici che ci ritroviamo in Italia.

gneo58

Mer, 16/09/2015 - 16:51

risarcire lo stupratore ? - capitasse a me una cosa simile lo stupratore farebbe meglio a stare dentro tanto ma tanto tempo perché la volta che esce lo secco con le mie mani.

Ritratto di Valance

Valance

Mer, 16/09/2015 - 16:57

L’ennesima prova che questo stato è NEMICO del cittadino.

Ritratto di Scassa

Scassa

Mer, 16/09/2015 - 16:57

scassa mercoledì 16 settembre 2015 Redazione dall'articolo non riesco a capire perché il padre della vittima debba risarcire lo stupratore della figlia ! C'è ,per favore ,chi mi da un lume ? Grazie scassa.

Ritratto di sailor61

sailor61

Mer, 16/09/2015 - 16:59

Quando si grida allo scandalo della magistratura preconcetta e ideologizzata completamente avulse dalla realtà e dal buon senso si urta la sensibilità di questi signori o si dice la verità?

Augusto9

Mer, 16/09/2015 - 17:08

ANCHE VOI DELLA STAMPA SIETE COLPEVOLI. COME MAI I NOMI DEI GIUDICI ECC. ESCONO SOLO QUANDO CI SONO INCHIESTE CHE POSSONO FARLI DIVENTARE "FAMOSI", E QUANDO INVECE FANNO DELLE SCHIFEZZE (E SONO TANTE, E IMPUNITE) IL, NOME NON VIENE PUBBLICATO!

gianfran41

Mer, 16/09/2015 - 17:17

Roba da lasciare basiti! Io mi chiedo: se la stuprata fosse stata la figlia del giudice, il processo avrebbe avuto lo stesso epilogo?

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 16/09/2015 - 17:18

In questi casi disperati voi de "Il Giornale" dovreste attivare la possibilità ai lettori di una donazione istantanea. Penso che ne verrebbe fuori un concreto contributo.

fofocognodetumadre

Mer, 16/09/2015 - 17:21

Mi piacerebbe assistere ad un processo per stupro ad una figlia di un giudice. Vorrei proprio vedere il verdetto sullo stupratore!!! Sono padre di una dodicenne e non voglio pensare cosa potrei fare se accadesse a mia figlia, sicuramente mi faccio giustizia da solo e saprò castrarlo per bene.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mer, 16/09/2015 - 17:23

Il vero dramma del paese sono questi magistrati.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Mer, 16/09/2015 - 17:27

Se non si riforma la Magistratura non andremo da nessuna parte. I parlamentari non lo faranno perchè hanno una fifa blu. E l'Italia sprofonda nel dolore nella vergogna e nel ridicolo.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 16/09/2015 - 17:28

Capito fava.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 16/09/2015 - 17:28

Come sempre i nomi dei magistrati sono coperti da omertà: come si chiamano questi fini giuristi?

gianfran41

Mer, 16/09/2015 - 17:30

Troppe tangenti sotto banco!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 16/09/2015 - 17:30

Stavolta PURTROPPO devo ammettere che quanto scrive il PROF di Trento è giusto, ma quello che vorrei capire è come uno STUPRATORE possa aver ricevuto una simile RIDICOLA condanna, se poi il suo stupro ha anche provocato un SUICIDIO. E LA CHIAMANO GIUSTIZIA SIGH!!!lol lol Pace e bene dal Nicaragua FELIX

rossini

Mer, 16/09/2015 - 17:36

Questi Magistrati, che pretendono di emettere sentenze "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO", sono soltanto una supercasta di irresponsabili, autoreferenziali, superpagati e superprivilegiati.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 16/09/2015 - 17:37

.....Raoul pontalti Lei deve evitare di fare il professoruncolo....è negato in quanto si deduce che lei appunto sia un ignorante....detto questo torniamo all'episodio x fare chiarezza. Condannato in primo grado a 4 anni nel 2008, Foschini, non pago di quanto aveva già distrutto, si è liberato di tutti i suoi beni – conto corrente, pare piuttosto ben messo, casa, automobile e ogni proprietà – in modo da risultare improvvisamente nullatenente e non pagare non solo il compenso stabilito dai giudici alla famiglia della ragazza, ma neppure le spese legali del processo. Ma non solo,infatti Il giudice, pur condannando Foschini in sede penale come colpevole, ha stabilito che il padre della vittima dovrà pagare le spese processuali e, inoltre, risarcire per danni morali i genitori dello stupratore.

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Mer, 16/09/2015 - 17:41

"...non c'era evidenza che il denaro nel conto fosse effettivamente quello trasferito dal figlio". Balle. La banca del figlio sa a chi è stato addebitato ed a chi è stato accreditato l'ìmporto!!

Ritratto di bassfox

bassfox

Mer, 16/09/2015 - 17:41

cmq il caso non mi sembra così grave, il molestatore è italiano e lavora....

Ritratto di robergug

robergug

Mer, 16/09/2015 - 17:41

Grazie a Raoul Pontalti (non avrei mai pensato di scriverlo!) perchè il Suo commento mi ha fatto capire quanto l'articolista non era stato in grado di spiegare. Bravo, e comunque è triste che un Giornale debba basarsi sul contributo dei lettori, per rendere comprensibili le notizie che pubblica... parafrasando Homer Simpson: d'oh!

ripper

Mer, 16/09/2015 - 17:43

come altri dico anch'io che da questo articolo non si capisce niente ed in particolare la cosa fondamentale: per quale motivo il padre della vittima dovrebbe risarcire il colpevole. ma non rileggete quello che scrivete?

giovauriem

Mer, 16/09/2015 - 17:45

hanno sempre a che fare con povera gente che non si sa fare giustizia da soli , per ciò approfittano e se ne fregano .

nonnoaldo

Mer, 16/09/2015 - 17:48

Spiacente per il padre, comunque l'articolo è incomprensibile.

ego

Mer, 16/09/2015 - 17:50

abate berardino che scrive ""articolo poco chiaro"-----------Concordo: non c'ho capito niente!

Gianni11

Mer, 16/09/2015 - 17:53

Questi tipi di giudici malfattori sono sicuramente di sinistra. Gioiscono di poter fare del male ad innocenti sovvertendo la vera giustizia nel nome della "Giustizia". La sinistra corrompe i valori di tutto quello che tocca. Dove sono gli avvocati buonisti che aiutano i clandestine ad aiutare questo signore che ha gia sofferto ed adesso soffre di piu' nelle mani di una "Giustizia" perversa?

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 16/09/2015 - 18:03

Qui c'è qualche cosa che non mi quadra. Non capisco proprio, ma quello stupratore speriamo che sia stato ripagato della stessa moneta in prigione.

Zizzigo

Mer, 16/09/2015 - 18:10

La "giustizia italiana" fa sempre più paura... sembrerebbe meglio il suicidio.

arkkan

Mer, 16/09/2015 - 18:12

L'articolo non chiarisce la sequenza dei fatti. Pontalti dice una cosa, che è corretta se i fatti sono quelli che egli descrive. Poi Serramanana1964 confuta Pontalti con una spiegazione sintetica ma chiara, evidenziando fatti che se veri ridicolizzano anche l'articolo. Ma si può sapere che cavolo è successo, con dettagli ed estratti di sentenza, così tanto per capire? E per evitare tutte le cavolate che poi vengono scritte nei commenti? Sig. Cartaldo, se c'è, batta una colpo!

Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)

Cheyenne

Mer, 16/09/2015 - 18:28

normale ingiustizia di magistrati incompetenti, arroganti e spesso malati di mente. Anche qui come nell'islam non c'è una magistratura buona e una cattiva c'è solo una magistratura ttta unita e pronta solo a difendere privilegi che neanche i borboni avevano

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 16/09/2015 - 18:47

RIPROVO!!! Caro Bassfox quello che è grave e che uno STUPRATORE, (non molestatore come minimizando hai scritto Tu)che sia Italiano o straniero non ha nessuna importanza, abbia potuto ricevere per il suo STUPRO, che ha poi conseguentemente provocato un suicidio, una condanna tanto RIDICOLA, questo si che è grave!!!! TROPPO BUONISMO E PIETISMO vi portera solo verso la "distruzione" di una societa che il sottoscritto (come tanti altri) con il proprio lavoro e sacrificio a contribuito a far nascere e progredire. Pace e bene dal Nicaragua FELIX

minodipalma

Mer, 16/09/2015 - 19:05

i miei più sentiti auguri di una "vivace" permanenza in galera al giovanotto e,come si dice dalle mie parti,riguardo al risarcimento agli affranti genitori di cotanto gentiluomo: "tutti in M@@@@@@e li dovete spendere !!!"

venco

Mer, 16/09/2015 - 19:07

Ma questo Foschini ha venduto casa e altri beni tutto a nero?, Ha spostato i suoi conti correnti tutto a nero?, io non credo, c'è sotto una grossa truffa per omissione.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 16/09/2015 - 19:10

Se ne deduce che lo stupratore ha fatto anche il furbetto, trasferendo i suoi soldi sul conto del padre e liberandosi degli altri suoi beni. Io concordo con il commento di @cgf.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 16/09/2015 - 19:12

Ma quando le scorte per tutelare i funzionari dello stato saranno composte da incalliti delinquenti come si salveranno i "tutori del popolo"?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 16/09/2015 - 19:20

Davide Zacchelli,hai fatto trenta ora fai trentuno, iscriviti in un centro o associazione di tiro a segno, avrai l'autorizzazione ad acquistare un'arma e le relative munizioni e..........vai ad allenarti.

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 16/09/2015 - 19:30

Strano che non si trovi assolutamente nessuna traccia di questo episodio ne' della richiesta del padre sul social network. Zero. Il Giornale ha verificato i fatti? Dove?

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 16/09/2015 - 19:44

Assurdo, assurdo, assurdo. Solo nel bel paese, abbiamo la magistratura più equa e capace del mondo. RESPONSABILITÀ CIVILE SUBITO!!!

Ritratto di che_gue

che_gue

Mer, 16/09/2015 - 19:59

@serramana1964: se vuole lei fare il professorone le consiglio di studiare un po' di più. Non esiste che in un processo penale le spese processuali le paghi la parte lesa. Se l'articolo avessese spiegato meglio la vicenda, forse, non so come sono andate le cose, cerco di dedurre, forse avrebbe detto che c'è stata un'azione civile da parte del padre della vittima nei confronti del padre del molestatore e che il primo ha perso la causa, con conseguente condanna al pagamento delle spese processuali. Immagino che le cose siano andate così, ma dal fumoso articolo non si capisce..

venco

Mer, 16/09/2015 - 20:40

Raul Pontalti, di quale vedova si tratta?.

VittorioMar

Mer, 16/09/2015 - 21:12

...demenziale..

duca di sciabbica

Mer, 16/09/2015 - 21:20

giorgiandr- certo che vuol dire qualcosa, vuol dire che i laureati in giurispprudenza della tua Padania sono delle schiappe.

filder

Mer, 16/09/2015 - 22:02

Signori! Questa è la prova che in Italia regge una giustizia malata in gran parte occupata da incapaci ed ignoranti con la complicità di una politica di parte (rossa) che si lisciano il pelo secondo gli interessi di comodo ed a niente valgono i nostri commenti, purtroppo la mancanza di una vera democrazia porta a queste sentenze ottuse pronunciate da persone irresponsabili che nella vita non hanno imparato semplicemente niente e che la società quella con la C maiuscola sarà sempre chiamata a pagare per i loro errori grossolani W l'Italia ed avanti così.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Mer, 16/09/2015 - 22:08

auguriamo a questo giudice di subire ingiustizie peggiori direttamente sulla sua pelle e non di un famigliare, forse potra' comprendere quanto la sua sentenza si idota.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Gio, 17/09/2015 - 00:30

CHE SCHIFO !! GIUSTIZIA DI MxxxA !! MA QUESTI GIUDICI NON PAGANO MAI ?? MA SIAMO SICURI CHE LE COSE SIANO ANDATE IN QUESTO MODO.?? NON POSSO CREDERCI !!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 17/09/2015 - 00:54

Ci sono due figure sporche in questa storia. La madre del condannato che accetta e pretende il denaro dopo l'orrenda porcata commessa da suo figlio e il giudice che arriva a emettere una sentenza così assurda. IN ITALIA OCCORRE UNA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA CHE IMPEDISCA AI GIUDICI DI AGIRE IMPUNEMENTE E IMMORALMENTE CONTRO I CITTADINI.

sergio_mig

Gio, 17/09/2015 - 02:43

Vorrei sapere: per fare il giudice si deve superare un test dallo psicologo o dallo psichiatra? Oppure basta avere un pezzo di carta in giurisprudenza. Credo, che neppure Di Pietro avrebbe emesso una sentenza simile.

scipioneafrican

Gio, 17/09/2015 - 08:36

ma chi sono questi giudici? sono forse arcangeli mandati da dio? dateci i nomi fateci vedere che faccia hanno pubblicate i loro curriculum Sono forse fuori da ogni cospetto o sospetto devono rendere conto solo a dio E'ora che paghino per le loro sentenze ingiuste truccate e malfatte

honhil

Gio, 17/09/2015 - 09:14

Mattarella non c’è. No, non c’è. La legge diventa sicario. La legge condanna il giusto e l’onesto. La legge premia la famiglia dello stupratore e nessuna delle Istituzioni se ne chiede il perché. Dal Quirinale al Csm e all’Anm, silenzio assoluto. Il buonsenso grida vendetta! C’è anche da chiedersi, però, perché gli italiani, quelli della zona, attraverso i social, non organizzino un sit-in sotto le finestre di quel giudice? E ancora. Perché un gruppo di avvocati onesti non prenda sotto l’ala della Giustizia questa anormale sentenza, per studiarne i possibili interventi? Come si fa ad avere rispetto della sentenze e della magistratura e delle Istituzioni, davanti ad una situazione del genere?

agi2010

Gio, 04/08/2016 - 20:46

Maledetti possiate crepare fra le piu' atroci sofferenze...!!!