Il segretario del Sap alla Cucchi: "Non forzi l'opinione pubblica"

Gianni Tonelli interviene sulla polemica delle foto postate dalle sorelle di Stefano Cucchi e Giuseppe Uva

"Alla sorella di Giuseppe Uva rispondo che anche noi servitori dello Stato pretendiamo la verità. Nel suo caso, però il perito della procura ha detto le stesse cose del perito della famiglia e cioè che il mio collega non c’entra a nulla con la morte di suo fratello. La verità è che si vuole rimestare nel torbido ma Giuseppe è morto per abuso di alcolici e per una malformazione cardiaca a causa di una vita dissoluta e dei difficili e distaccati rapporti con la sua famiglia". Così Gianni Tonelli, segretario nazionale del Sap interviene, intervistato dal giornale.it, sulla polemica nata dopo la pubblicazione sui social delle foto degli agenti che, secondo le sorelle di Giuseppe Uva e Stefano Cucchi, avrebbero ucciso i loro fratelli.

A Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, dalla quale Tonelli ha ricevuto pure una querela, il segretario del Sap, risponde pregandola di non "spettacolarizzare e cercare di forzare la mano dell’opinione pubblica e della magistratura non fa bene alla verità" anche perché ormai, in base alla sentenza passata in giudicato, la sua morte"è da attribuirsi alla denutrizione e non alle lesioni ricevute e perciò ora si deve solo valutare se sono queste state patite ingiustamente oppure no". Qual è dunque la soluzione per evitare casi simili?"La soluzione - conclude il segretario del Sap - sono le videocamere sulle divise e sulle auto mentre il numero identificativo è fuorviante. Solo la videocamera non perdona nulla né ai miei colleghi né ai delinquenti che non la vogliono, come dimostra il caso Expo. Il fatto stesso che questa proposta venga da noi poliziotti la dice lunga. Noi vogliamo la verità ma siamo contro la disumanizzazione ingiusta delle forze dell’ordine".

Commenti

pink55

Mar, 05/01/2016 - 23:28

Che alcuni componenti delle forze dell ordine si creano "padreterni" è da una vita che si sà è un male " Italico" metti una divisa addosso a qualcuno esi crede chissa chi . Ma da questo a fare di tutta un erba un fascio ne passa indi il comportamento della sig. Cucchi lo trovo deprimevole

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 06/01/2016 - 01:25

Probabilmente sta costruendosi un curriculum da trinariciuta per poter entrare tra i falsi democratici del PD. IL METODO USATO È TIPICO DEI PROFESSIONISTI DELLA POLITICA. Lanciare accuse e condannare la gente secondo la ben nota metodica di una sinistra abituata da anni a calpestare ogni regola morale pur di "liquidare" gli avversari politici.

linoalo1

Mer, 06/01/2016 - 08:18

Una cosa è certa!!!!Le Persone Normali,le Persone Oneste,difficilmente sono trattenute dalla Polizia e,di conseguenza,non corrono i rischi delle DUE PERSONE decedute!!!Se,quelle persone,non fossero state la,oggi,forse,sarebbero ancora vive!!!!In questi casi,vale molto il proverbio:Chi vuole il suo mal,pianga sé stesso!!!!Quindi,è perfettamente inutile che Parenti ed Amici lancino accuse,al buio,a destra ed a manca,solo per ottenere dei vantaggi!!!!

Iacobellig

Mer, 06/01/2016 - 09:01

PERSONA DA SCHIFO! DIFENDA PURE LA MEMORIA DEL FRATELLO DROGATO STANDO ZITTA E NON CON USCITE PLATEALI.

cicero08

Mer, 06/01/2016 - 09:22

Con una Giustizia capace di fare il suo giusto corso non ci sarebbe bisogno fi forzature...

francab

Mer, 06/01/2016 - 09:47

e' vero, la signora forza la mia opinione. infatti mi provoca solo fastidio

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 06/01/2016 - 09:50

Le Forze dell'Ordine non si potranno mai insudiciare paragonandole a questo appartenente all'Arma che si espone facendo esibizionismo di oscena pornografia in rete. Nelle grazie di quanti lo difendono. La cui moglie ha riferito del vanto di aver ucciso un fragilissimo essere di 45 kg che necessitava di immediata assistenza sanitaria. La denutrizione detta nella sentenza rivela le colpe di quanti lo avevano in consegna, che avrebbero dovuto rimediare subito. Se non ci fosse Ilaria Cucchi a svegliare le coscienze cristiane degli italiani, questa degenerazione rischierebbe di ingigantirsi senza misura. VIVA ILARIA CUCCHI, BENEFATTRICE D'ITALIA. -riproduzione riservata- 9,50 - 6.1.2016

cicero08

Mer, 06/01/2016 - 09:59

E così per "linoalo 1" le forze dell'ordine sarebbero tanti 007 con licenza di uccidere. Ma dove??? in Corea forse...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 06/01/2016 - 11:35

Spero che, a seguito della querela, questa baccante invasata debba restituire l'indennizzo milionario a suo tempo percepito.

maricap

Mer, 06/01/2016 - 11:46

@Dario Maggiulli. Azz... ma me cojoni? Viva Ilaria CIUCCHI, che sicuramente nun se cucca nessuno, se non qualche ciuccone alcolizzato, o perché no, magari strafatto di eroina, come suo fratello. Amen.

maricap

Mer, 06/01/2016 - 11:55

Drogati gente de merd, pidocchi della società. Anche da morti seguitano a fare danno. Portarli su di un'isoletta e tenerceli fin quando si saranno disintossicati o saranno morti. Logicamente facendoli lavorare, dato che devono mantenersi e mettere via qualche soldino per quando verranno fuori... se mai ci verranno.

killkoms

Mer, 06/01/2016 - 13:11

@dariom,ci sei o ci fai?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 06/01/2016 - 17:23

E' notorio che il 10% delle Forze dell'Ordine getta un gravissimo discredito all'intera categoria. Trattasi della frangia depravata della società, composta da individui privi delle sensibilità necessarie per essere abilitati a far parte del sano consorzio sociale. I loro animi sono tormentati da frustrazioni inguaribili. Consapevoli della loro inferiorità mentale e quindi morale, si scatenano con la massima viltà e violenza verso esseri indifesi, abusando del potere loro conferito dall'uniforme che è stata data loro sciaguratamente. Identici modelli nella Magistratura, che infettano tutto il resto. --- Negli ultimi 50 anni la diffusione della droga nel mondo ha costituito il flagello della vergogna della civiltà. Da Gianni Agnelli ad Emilio Colombo a G. Fini, ad estese aree della buona borghesia, oltre al mondo dello spettacolo, eccetera eccetera.SEGUE

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 06/01/2016 - 17:25

L'uso di queste porcherie ha fatto breccia. Si può affermare che è impossibile combattere questo Male. Ma, quando si ha a che fare con delle vittime di questo demoniaco sistema, come Stefano Cucchi, dallo spirito di un angelo, denutrito, bisognoso di soccorso, chiunque ne entra in contatto non può, non deve, esimersi di accoglierlo con amore, soccorrendolo. Chi invece lo uccide è il più turpe dei malvagi. -riproduzione riservata- 17,25 - 6.1.2016

angelovf

Lun, 03/10/2016 - 23:38

Se andate in altri stati la polizia vi fa un cxxxo quando piazza San Pietro , andate a giocare con la polizia in Polonia, avete già dimenticato le avventure dei tifosi in carcere? Qui la polizia non funziona proprio in virtù di certi fuorilegge che vorrebbero fare tutto ciò che piace, qui è uno schifo, si ruba, si guida parlando a telefono, non si indossa il casco, la cintura di sicurezza e altre schifezze che le forze dell'ordine lasciano correre proprio per non mettersi nei guai. Sono tanto odiati i poliziotti che quando esce un concorso in polizia ci sono milioni di domande, in quel caso tutti amano fare il poliziotto/a. Cercano lavoro, ma non hanno la passione per aiutare i deboli, ipocriti.