God save The Wine: 20 grandi cantine con i loro vini

Il festival del vino che ha accolto un grande pubblico a Firenze, Verona, Bologna, Genova, Forte dei Marmi e Roma, torna a Milano

"God Save The Wine", il festival del vino che ha accolto un grande pubblico a Firenze, Verona, Bologna, Genova, Forte dei Marmi e Roma, torna a Milano, la città che più di altre evoca l’energia cosmopolita, il cambiamento e l’apertura al futuro. Parole che sono d’ispirazione per la Grande Bellezza dei Vini e dei Territori Italiani e la serata milanese di "God Save The Wine" vuole rendere omaggio proprio alla meravigliosa e variegata storia del vino del nostro Paese. Enoteca Duomo 21, con "God Save The Wine" accoglie il vino italiano che si presenta in tutte le sue ricche sfumature.

Non una semplice degustazione, ma un vero festival itinerante che si propone come “Manifesto per un Terza Via del Vino”. Ovvero un approccio al nettare degli dei all’insegna della semplicità e dedicato a tutti: è la formula di questo format ideato a Firenze da Andrea Gori, sommelier, giornalista e blogger (inserito dalla rivista The Wine Hub tra le 20 persone più influenti al mondo nel campo del vino) con le riviste Firenze e Bologna Spettacolo e PromoWine di Riccardo Chiarini. L’obiettivo è comunicare in maniera nuova l’esperienza enologica, sviluppando un rapporto informale tra produttori e consumatori, creando una rete, reale e virtuale, legata proprio al mondo del vino.

Scoprire, conoscere, condividere ed emozionarsi con il vino. Nelle sale di Enoteca Duomo 21, 20 selezionate cantine accompagnate da specialità gastronomiche d’eccellenza fanno da sfondo a un originale percorso sensoriale, tra tradizione e innovazione, divertimento e approfondimento, sintesi di passione, competenza e leggerezza. A partire dalle ore 18.30 gli ospiti potranno così gustare il piacere intenso dei grandi rossi, la freschezza dei bianchi e il fascino delle bollicine. E tra un assaggio e l’altro, “Le Parole per Dirlo”, una rilassante e informale chiacchierata attorno al vino condotta da Andrea Gori per scoprirne le caratteristiche, imparare a riconoscerne le qualità e per emozionarsi e gustarlo appieno: un modo originale per descrivere i grandi vini italiani.

L'Enoteca Duomo 21, situata al 2° piano di un palazzo storico tra via Silvio Pellico e Piazza Duomo 21, offre una selezione superiore di vini italiani ed una deliziosa cucina. La ricca carta dei vini e menù tipico da enoteca, combinato ad un'atmosfera vivace, rendono Enoteca Duomo 21 un luogo ideale per cenare, sorseggiando un bicchiere di vino o per una degustazione, accompagnata da un sommelier esperto. Le 7000 bottiglie coprono l'intera offerta dei migliori produttori italiani con un’ampia scelta di vini selezionati provenienti da tutte le regioni. La cucina curata dallo Chef Executive Alberto Citterio è una delicata miscela delle migliori tradizioni culinarie italiane. Il menu sottolinea ingredienti di stagione e tecniche della cucina classica italiana. Lo spazio è stato creato a cura dello Studio Fiorito Genola Progettazioni. www.enotecaduomo21.com prenotazioni: +39.02.45397655 - info@enotecaduomo21.com

MENÙ della serata a cura dello Chef Alberto Citterio, già Executive Chef per TownHouse Hotels ed Alessandro Rosso Group, Enoteca Duomo 21 Piazza Duomo 21 - ingresso evento via Silvio Pellico, 2 – tel 02 45397655 - ingresso 25 euro tutto compreso – degustazioni vini, dinner buffet prenotazioni events@townhousehotels.com - tel. 02 45397655 prenotazioni info@firenzespettacolo.it - riceverete conferma scritta – info e contatti 055 212911 su FaceBook: God Save The Wine www.godsavethewine.com e www.facebook.com/enotecaduomo21

Commenti

Marcobaggio

Mar, 15/03/2016 - 20:23

God save the drunk.

giovauriem

Mer, 16/03/2016 - 10:32

a quando il festival dell'acqua minerale (che grosso modo è la stessa cosa , basta aggiungere alcuni componenti chimici all'acqua che diventa vino)cosi potremo esclamare "god save the water"