Un governo di piromani

Appiccare l'incendio al mattino per poi arrivare a sera a spegnerlo, non senza lucrarci sopra in qualche modo, è la tecnica delle guardie forestali infedeli, come hanno dimostrato non poche inchieste giudiziarie. E pare anche essere la tecnica adottata dai due leader di questa maggioranza, Di Maio e Salvini, piromani all'alba e pompieri al tramonto di quella foresta che è in generale la politica italiana e più in particolare la loro maggioranza. Il fuoco, per ora, ogni volta è riportato sotto controllo (lo è stato anche ieri), ma ogni volta va in fumo un pezzetto di credibilità del Paese e delle sue istituzioni occupate e dilaniate dallo scontro perenne tra Cinque Stelle e Lega.

Salvini passa il tempo a sfogliare la margherita: «Rompo, non rompo, rompo, non rompo...» e forse neppure lui sa quale sarà l'ultimo petalo a rimanergli in mano. A ogni «rompo», Di Maio se la fa sotto, abbassa la cresta e concede a parole un pezzettino di terreno al nemico-alleato. Così da parte leghista arriva il «non rompo» e il gioco ricomincia da capo, divertente (si fa per dire) ma assolutamente inconcludente. E non potrebbe essere diversamente, visto che le due parti rivendicano, entrambe a ragione, il diritto di comandare nel governo in quanto azionisti di maggioranza della stessa società (i grillini lo sono in Parlamento, i leghisti nel Paese), cosa ovviamente impossibile in qualsiasi organizzazione umana.

A voler guidare in due la stessa macchina nello stesso momento, il destino è segnato: si esce di strada e si va a sbattere contro il muro. Solo che quella in questione non è una coupé due posti - sarebbero affari loro - ma un pullman che trasporta tutti noi. Ci stanno sballottando a destra e a manca senza alcuna cura e compassione, manco si trattasse di un trasporto bestiame.

La domanda più comune ora è: per quanto andrà avanti questo pericoloso viaggio? Mi piacerebbe dire che è questione di ore, ma temo che sarà ancora lunga. In realtà non c'è risposta, perché la follia resta un mistero nonostante sia stata studiata da alcune delle migliori menti umane. Posso però dire una cosa, che la domanda più interessante è un'altra: avanti così si schianterà prima il governo o prima Salvini? Perché che entrambi possano arrivare sani e salvi a fine legislatura lo escluderei. O l'uno o l'altro soccomberà prima. Questa è l'unica certezza chiara a tutti. Speriamo lo sia anche nella testa del leader della Lega.

Commenti

INGVDI

Sab, 20/07/2019 - 16:05

Non ha importanza chi si schianta prima, l'importante è che si schianti. Per il bene del Paese.

HappyFuture

Sab, 20/07/2019 - 16:25

Beh, se Di Maio e Salvini hanno una "tecnica", hanno già fatto progressi: non gli si può più dire "incompetenti"! Buon week end.

Gughy

Sab, 20/07/2019 - 17:34

Salvini, giocando a poker col governo, alla fine troverà qualcuno che va a vedere il suo bluff, trascinando alla rovina la Lega e tutto il centrodestra.

Zizzigo

Sab, 20/07/2019 - 17:52

La margherita che sfoglia Salvini non è di quelle "rompo, non rompo", ma è di quelle altre, più fastidiose e puzzone, quelle "rompo, rompo"... eh sì, ci ha realmente rotto! E ci ha rotto anche quell'altro, il bibitaro, e ci ha rotto, pure, quell'altro ancora, quello che sta sull'ermo colle... perché spaventa a morte il suo pazzesco potere, in grado di mandarci tutti in ulteriore rovina. E ci ha rotto anche quello con i muscoli gonfiati, che crede di essere lui a condire il minestrone a Montecitorio... Ma quello che ancora di più rompe è il fatto che il teatrino delle marionette andrà avanti a recitare il dramma senza fine di quelli che fanno il girotondo, senza riparare nemmeno un'unghia incarnita. Su Salvini non ci si può più contare, a furia di pazientare ha perso definitivamente il treno... anche se avesse il 50% di consensi.

Ritratto di jobact

jobact

Sab, 20/07/2019 - 18:43

Mi sa che alla fine a schiantarsi sarà il Paese.

maria angela gobbi

Sab, 20/07/2019 - 19:27

Legge elettorale:sono ammessi sia i partiti(P) che le coalizioni(C),ad armi pari e senza altre condizioni,vince chi arriva primo;si fa la gara,vince la Coalizione...e il giudice di gara decide che il primo C e il primo P hanno vinto entrambi.Se è stato ammessa questa decisione inutile lamentarsi.Peggio per NOI

corivorivo

Sab, 20/07/2019 - 19:28

CAPITANO metti in pratica il loro slogan: mandali a fare in cxxo. ORA!

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 20/07/2019 - 19:51

Il punto è che i Grillini hanno nel Parlamento ancora la forza venuta loro con il voto del 3 marzo 2018, mentre i Leghisti hanno la forza teorica venuta loro con il vote alle Europee.,E' ovvio che per mettere le cose al suo giusto posto si dovrebbe andare al voto. Sul punto Salvini sta sbagliando perchè questo giochino del ricatto alla lunga non regge e potrebbe convertirsi in un grosso erroe per Salvini.

Ritratto di mavalala

mavalala

Sab, 20/07/2019 - 21:08

Che Di Maio se la faccia sotto lo pensa solo lei direttore...i 5 Stelle hanno la maggioranza in parlamento e nel paese con legittime elezioni, il resto sono solo sondaggi...ma quello che non capisco sono i catastrofisti. Mi aiuti a capire Direttore....lo spred è in forte ribasso, il livello di occupazione è il più alto da quando esiste la misurazione (1977), la disoccupazione è scesa e di molto, il debito pubblico è in ribasso dopo non so quanti anni, abbiamo una legge spazza corrotti, una decreto dignità, un reddito di cittadinanza, una immigrazione clandestina fortemente ridotta, Toninelli per la prima volta ha bloccato gli aumenti dei pedaggi...e potrri continuare a lungo....PERCHE SALVINI DOVREBBE STACCARE LA SPINA?

fisis

Sab, 20/07/2019 - 21:35

In effetti questo tira e molla continua non può andare avanti all'infinito. Perchè Salvini non stacca la spina e va all'incasso dei voti? Mistero.

ex d.c.

Sab, 20/07/2019 - 23:21

Soccomberemo noi

acquario13

Sab, 20/07/2019 - 23:38

Qui si schiantano SOLO gli Italiani, purtroppo, e loro se ne fregano!

Gattagrigia

Dom, 21/07/2019 - 00:13

Mavalala, di quale paese sta parlando?

INGVDI

Dom, 21/07/2019 - 09:25

Salvini è ancora innamorato di Di Maio, altrimenti non si spiega l'insistenza nel voler continuare questa becera alleanza. Salvini ha un disegno: andrà ad elezioni da solo, al momento opportuno, con l'intento di formare un governo con Di Maio e fedeli del pentastellato. E' un progetto diabolico, un vero tradimento del nord. Deve essere smascherato.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 21/07/2019 - 09:43

La visione della realtà fa bene soprattutto a chi pensa e spera di fare ancora carriera con questo Governo raffazzonato e inconcludente. I lavoi sono fermi e le Imprese sono in netta crisi. Dov'è Confindustria? Shalòm.

arkangel72

Dom, 21/07/2019 - 10:09

A me ricordano tanto i governi della prima repubblica... i vari La Malfa o Altissimo che sputavano continuamente nel piatto in cui mangiavano pur avendo dei ministeri chiave. Quando intervenivano in parlamento sembrava che stessero all'opposizione da anni, invece erano complici di tutti i fatti e i misfatti dell'epoca. Anche adesso Lega e 5-Stelle sono due forze di opposizione che si trovano a governare. Non hanno cultura di governo, ma solo di contrapposizione politica... dovranno fare ancora molta strada i loro segretari e penso anche i loro elettori, sopratutto quelli più giovani.

Ritratto di mavalala

mavalala

Dom, 21/07/2019 - 11:01

#Gattagrigia...del nostro. Provi ad informarsi meglio e leggere i dati ufficiali ISTAT magari tralasciando i proclami catastrofisti. Vedrà scoprirà un mondo fuori questa testata.

HappyFuture

Dom, 21/07/2019 - 12:35

@Adriano Romaldi Non le viene il dubbio che tanti, troppi anni di PD abbiano seminato mine ovunque sul percorso futuro dell'Italia? Non le viene in mente che una palla al piede frenante e debilitante come la UE sarebbe un azzoppata per qualsiasi governo? Non le sembra che abbiamo sperimentato tutti i mix letali di colori governativi e sono stati tutti dei predoni per gli Italiani. Non le viene il dubbio che in queste sabbie mobili attorno a noi questo governo ha fatto molto di più di quanto ci si potesse aspettare continuando a sostare nella palude Europea? Buona domenica... se ne ha le premesse economiche.

HappyFuture

Dom, 21/07/2019 - 12:38

@arkangel72 Chi gufa e spera per la caduta del governo ha una struggente nostalgia della prima repubblica: di pastette.

HappyFuture

Dom, 21/07/2019 - 13:24

@mavalala Sono d'accordo con lei... Ma il giornalismo Italiano ha preso posizione contro il governo e contro l'Italia... e molti Italiani vanno dietro le diffamazioni... e questo fa molto male alle persone "sveglie" Saluti.

diegom13

Dom, 21/07/2019 - 14:20

Mah, a me pare che ci sia qualche risposta in po' piccata ogni tanto, ma i "rompo non rompo" sono deduzioni, illazioni e a volte speranze di giornali come questo. Dimentichi del fatto che si tratta di un governo che non è nato da una coalizione elettorale, e che non ci sono alternative. E quindi è normale che ci sia qualche battibecco, e se le borse si son messe il cuore in pace forse vale la pena che lo faccia anche l'editore di questo giornale.

sparviero51

Dom, 21/07/2019 - 18:25

LA RESA DEI CONTI CI SARÀ QUANDO SI PARLERÀ DI SOLDI CHE NON CI SONO !!!

ermeio

Dom, 21/07/2019 - 20:32

@gattagrigia, del nostro paese. Lo so, le sembra così difficile e strano, abituato ai disastri che ha combinato negli anni passati il suo padrone, ma tant'è. Anche sally deve fare quello che gli dice il suo padrone. Disfattismo si chiama. Bye.

remorossi

Dom, 21/07/2019 - 21:54

Difficilmente sono d'accordo con Lei ma stavolta devo ammettere che la sua previsione che ci sarà uno schianto (e che ad andare in Ospedale sia l'Italia) purtroppo sarà realtà.Rimango sempre sulla riva del fiume ad aspettare.

faman

Dom, 21/07/2019 - 22:36

con questo governo, o con il prossimo (Salvini-Meloni è il più probabile) siamo noi italiani i predestinati a sbattere. Cacciati dall'UE e dall'Euro, isolati politicamente e economicamente; non siamo negli anni 60, la globalizzazione non perdona, saremo schiacciati.

antipifferaio

Lun, 22/07/2019 - 09:55

«Rompo, non rompo, rompo, non rompo...» Hanno rotto e da parecchio... Sarebbe il caso di creare al più presto un'alternativa. Che venga dalla Chiesa o da chicchessia non importa, purché si sbrighino. Alla prossima curva (la finanziaria) il pullman finirà certamente nel burrone (con noi dentro...).

mich123

Lun, 22/07/2019 - 11:24

Il potere logora ecc. ecc. Ieri Salvini e Di Maio erano due personaggi finiti. Oggi sono due politici arzilli.

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 22/07/2019 - 13:46

"La domanda più comune ora è: per quanto andrà avanti questo pericoloso viaggio?". In realtà, Direttore, la domanda proseguirebbe: "e cosa ci potrà essere in alternativa?". A meno che non si dica che va bene qualunque cosa pur di levarsi di torno Lega e M5S. Purtroppo, sappiamo benissimo quale siano gli orientamenti dei nostri (?) PDR, che, in quanto a fantasia, meriterebbero un premio oscar...Mai uno che si sia guardato intorno con occhio limpido e sgombro dalle rancide fette di prosciutto ed abbia adottato le conseguenti iniziative...