"Da grandi fate tanti soldi". La lezione di Trump ai bimbi

Il messaggio educativo trumpiano è assai più solido di quanto non possa apparire a tanti moralisti superficiali

Molti hanno ironizzato sulle parole pronunciate da Donald Trump dinanzi a un gruppo di studenti, dopo che il nuovo presidente Usa ha consigliato loro di non disdegnare l'ipotesi di diventare ricchi. È ovvio che la vita è fatta di tante cose e i soldi non donano la felicità (la miseria neppure, d'altro canto), ma il messaggio educativo trumpiano è assai più solido di quanto non possa apparire a tanti moralisti superficiali.

«Fare i soldi», se si rispettano le regole di un'economia libera, significa realizzare qualcosa che altri apprezzano: e, quindi, significa andare incontro alle esigenze del prossimo. Se prendiamo la lista di quanti hanno costruito sul libero mercato i più colossali patrimoni degli ultimi decenni, in definitiva troviamo i nomi di chi ha più contribuito a soddisfare le nostre esigenze. In poche parole, tu diventi ricco e altri stanno meglio. E questo benessere generalizzato è l'effetto non voluto (ma inevitabile, se l'economia è libera e non si mettono all'opera regolazione e redistribuzione) di una ricerca del proprio tornaconto che produce benefici sull'intera società. È la lezione classica di Adam Smith, più volte confermata dall'esperienza storica.

Non c'è, però, soltanto questo. Nel suggerimento trumpiano è implicito l'invito a volersi bene, a ricercare una vita migliore, a costruire cose e immaginare il futuro. Perché se non siamo solo carne e conto corrente, è pur vero che nella nostra vita l'una e l'altro hanno il loro ruolo, e che quanti demonizzano la ricchezza e il creato, nei fatti rigettano la realtà, la sua bellezza, la vita stessa. Senza scordare che in una società in cui cresce il numero dei ricchi, diminuisce la quota di persone che dipende dagli altri.

Non è facile dire dove andrà questa nuova presidenza non priva di ombre, né quali esiti produrrà. L'invito ad arricchirsi, però, fa comprendere come il tycoon giunto alla Casa Bianca abbia avuto successo perché, quanto meno sul piano della retorica, ha saputo riscoprire lo spirito americano e il suo ottimismo. E agli americani, senza dubbio, i dollari sono sempre piaciuti.

Carlo Lottieri

Commenti
Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Dom, 05/03/2017 - 09:45

Meglio il lavoro di successo, sinonimo di libertà ed indipendenza, che essere schiavi di strutture burocratiche sinistrorse. Già il cinese lo disse "arricchire è nobile"! Infatti in Cina solo la casta sovietica è ricca, gli altri sono schiavi nei capannoni o nelle campagne! Resta, amato "Commander in Chief", una domanda essenziale: "Con quale morale esistenziale?". Non tutti sono in grado di primeggiare negli affari! Il mondo libero cristiano ha informato di sé tutti gli altri! ... Libertà o cara

rokko

Dom, 05/03/2017 - 10:00

Sì, parla lui che è ricco di famiglia.

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 05/03/2017 - 10:06

Evviva,ma non siate avidi.Lo hai dimenticato Mr Trump.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 05/03/2017 - 10:19

Gli altri invece catechizzano i giovani dicendo di essere tutti uguali, senza precisare però, nella povertà e nella fame (teoria comunista di fatto, i soldi se li tengono solo i loro capoccioni). Chi dei due devia i pensieri dei bambini?

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Dom, 05/03/2017 - 10:28

Certo..come lui che li ha ereditati dal padre..

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 05/03/2017 - 10:41

La lezione di Adam Smith è chiara: nessuno può sopprimere la ricchezza. Eccetto lo Stato. La ricchezza, per sua natura, è destinata a spandersi ovunque. Basta crearla. Meglio i miliardi gettati sulla folla che dati allo stato.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Dom, 05/03/2017 - 12:01

Per l’etica protestante la ricchezza è un segno della benevolenza di Dio, mentre per il cattolicesimo l’ideale morale da seguire è quello dei vari “poverelli”. È per questo che le nazioni del nord Europa sono economicamente più avanzate di quelle del sud.

alox

Dom, 05/03/2017 - 15:12

L’ esempio e’ dato da questo volgare individuo! Soldi ad ogni costo con illegalita’, fallimenti, diffamazioni etc anche a costo di uccidere gli avversari...l’imoportante non e’ COME si raggiunge l’obbiettivo ma NON FARSI PRENDERE per raggiungerlo ! Un persona storto alla radice...bimbi dimeticate questa folle parentesi della Vostra/Nostra storia!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/03/2017 - 16:45

Il meglio di Trump non sono tanti bei soldi, bensì tanti bei figli: cinque, come Berlusconi. Il vero tesoro di Donald sono i figli.