Guai a chi tocca le Coop: condannati Caprotti e Belpietro

Dieci mesi di carcere al direttore di Libero e il giornalista Gianluigi Nuzzi. Sei mesi al presidente di Esselunga. Per i giudici è stata fatta un campagna diffamatoria ai danni della Coop Lombardia

Finisce con una condanna decisamente più mite di quanto aveva chiesto la Procura della Repubblica, ma è comunque una condanna: ed è una sentenza quasi inedita, perchè da un lato colpisce pesantemente gli autori di una inchiesta giornalistica, e dall'altro macchia (anche se con la sospensione condizionale) la fedina penale di uno dei più grandi imprenditori italiani, quel Bernardo Caprotti che a oltre novant'anni siede ancora saldamente sulla plancia di comando di Esselunga. E che della polemica con il principale rivale, le Coop, ha fatto un suo cavallo di battaglia personale, accusando il colosso della distribuzione rossa di occupare spazi sul territorio grazie alle protezioni politiche.

Anche la vicenda per cui oggi Caprotti è stato condannato a sei mesi di carcere per diffamazione, mentre il direttore di Libero Maurizio Belpietro e l'ex inviato del quotidiano, Gianluigi Nuzzi, ora conduttore di Quarto Grado, sono stati condannati a dieci mesi per calunnia, nasce all'interno del lungo scontro tra Esselunga e Coop. Caprotti è stato accusato di avere "finanziato" l'inchiesta che nel 2010 portò Libero a pubblicare alcuni report di due titolari di un'azienda di sicurezza privata, secondo cui Coop Lombardia spiava i propri dipendenti. Secondo la Procura. Caprotti si sarebbe sdebitato facendo poi lavorare per Esselunga i due investigatori.

Le indagini hanno poi dimostrato che lo spionaggio non esisteva. E la Procura ha incriminato Caprotti e i due giornalisti non solo per diffamazione e calunnia, ma anche per la ricettazione del materiale proveniente dai due investigatori: un precedente pericoloso per la categoria della stampa. Ma questa accusa è stata fatta cadere oggi dal giudice Chiara Valori, che ha assolto tutti gli imputati dalla seconda accusa. Anche a Nuzzi come a Caprotti è stata concessa la condizionale mentre la pena inflitta a Belpietro è stata convertita in libertà controllata, che potrebbe impedirgli di lasciare il comune di residenza.

La Coop non si era costituita parte civile; lo avevano invece fatto due manager del colosso rosso citati nelle inchieste di Libero, Maurizio Salvatori e Daniele Ferrè, quest'ultimo assistito dall'avvocato Giacomo Lunghini, cui gli imputati dovranno versare un risarcimento da quantificare in un altro processo in sede civile: a meno che la sentenza di oggi non decada nel frattempo grazie all'appello che i difensori si ripromettono di presentare.

Annunci

Commenti

gustavodatri@vi...

Mar, 15/03/2016 - 14:33

CAMBIAMO YUTTI I MAGISTRATI.

gustavodatri@vi...

Mar, 15/03/2016 - 14:33

POVERO CHI CI CAPITA CONTRO LE COOP

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 15/03/2016 - 14:34

visto? se si tocca la coop, anche quando la coop fa mafia, non paga i contributi, non paga le tasse, è sempre pulita e chi la critica, è punito! questa non è democrazia, è metodo mafioso e sovietico! complimenti ai cre.tini di sinistra, che continuano a votare per i mafiosi!

m.nanni

Mar, 15/03/2016 - 14:34

a destra si condanna. altro che balle!

Mannik

Mar, 15/03/2016 - 14:35

Ordunque: Belpietro condannato per diffamazione. Cosa aspetta l'ordine a radiarlo?

Ritratto di gianni2

gianni2

Mar, 15/03/2016 - 14:36

E' comprensibile. Le COOP sono una delle tante proprietà dei dittatori che abbiamo al governo. La magistratura è serva della stessa dittatura, ergo.....

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 15/03/2016 - 14:36

C'e' da accapponarsi i capelli...e non dico altro...!Incredibile...ma poi...pensandoci....

Mannik

Mar, 15/03/2016 - 14:36

Fazzo, cosa c'entrano le Coop? Siamo in presenza di un caso acclarato di diffamazione, lo scrive lei stesso. Seguendo la sua logica, se a carico delle Coop la diffamazione non sarebbe punibile?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 15/03/2016 - 14:37

Non oso pensare,allora, a quale condanna andrebbe incontro il mondo delle Coop ROSSE per tutte le attività, più o meno oscure, di "intralcio e ostacolo"alla libera concorrenza,proprio e soprattutto nei confronti di Caprotti.Non sono ne sarò mai cliente Coop ma se lo fossi straccerei subito la tessera di socio e relativa carta fedeltà, andando ad acquistare da Esselunga....giusto per ripicca (meritata).

Ritratto di bgtony

bgtony

Mar, 15/03/2016 - 14:38

Se non pensi "rosso dittatura" sei condannato. Se fossi Caprotti scapperei all'estero e spesa gratis a solo lavoratori dipendenti visto che i rossi lavorano tutti nel pubblico

jeanlage

Mar, 15/03/2016 - 14:40

Avanti Coop, alla riscossa, fattura rossa trionferà.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 15/03/2016 - 14:41

E' poi logico che i magistrati italiani a Bruxelles li caccino fuori a calci, dai posti importanti.

Una-mattina-mi-...

Mar, 15/03/2016 - 14:41

Mi pareva di aver appreso che tali reati erano stati depenalizzati recentemente. Sbaglio?

jeanlage

Mar, 15/03/2016 - 14:42

Costituzione italiana articolo ventuno: i rossi e i giudici non li può criticare nessuno.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 15/03/2016 - 14:44

Sicuramente sono in errore ma la sensazione é che certe procure siano sempre più procure del partito anziché della repubblica!

unosolo

Mar, 15/03/2016 - 14:45

quando si dice che hanno occupato tutti i posti di potere rientra anche questo , la stampa piano piano viene tacitata e i giornalisti intimiditi , la reale situazione è che per certi reati i giudici si nascondono su fantomatiche sviste , su vizi di forma , su presunte mancanze , insomma pur di non condannare un pericoloso criminale lo salvano cercando proprio nelle interpretazioni delle leggi , mentre per i buoni si lavora al contrario senza minimamente accertarsi se o non sono veritiere certe informazioni , condannano certi che i buoni accettano tacitamente le sentenze , sentenze che neanche il governo rispetta(vedi legge Fornero) forse giusta la interpretazione ma sembra proprio strana..

al40

Mar, 15/03/2016 - 14:45

Chi tocca le Coop muore! Gli sfascisti rossi hanno colpito ancora.

corto lirazza

Mar, 15/03/2016 - 14:46

chli l'avrebbe mai detto?

27Adriano

Mar, 15/03/2016 - 14:47

In nome della nomenklatura Komunista è severamente vietato pensare qualsiasi Kosa che sia fuori delle direttive del Partito (Komunista si intende), tantomeno Kriticare iniziative politike, economike svolte all'interno del Partito o per konto di esso (coop, sindakati, centri sociali, collettivi, antagonisti, no global, no Tav....). Rikordati, nel caso te ne fossi dimenticato, che ia Kompagni è permesso offendere, oltraggiare, rubare, evadere le imposte, distruggere, eliminare "fisicamente" l'avversario, incendiare, in nome del partito.

grazia2202

Mar, 15/03/2016 - 14:48

Non c'è più democrazia nè libertà di pensiero. oramai è evidente la limitazione e la repressione di chi non pensa come i tenutari delle Istituzioni vogliono. W LA LIBERTA' DI PENSIERO

hectorre

Mar, 15/03/2016 - 14:49

siamo in dittatura,la più subdola,becera e meschina che si possa immaginare....dal premier non eletto alla magistratura schierata....ricordo ai somari sinistri che infestano queste pagine che dopo i nemici tocca a voi!!!....il comunismo non fa sconti a nessuno.

Antonio43

Mar, 15/03/2016 - 14:52

Chi tocca i fili muore. I comunistazzi sono come i vecchi pali della luce, non ti ci devi avvicinare, bleah!!!!!!!

moshe

Mar, 15/03/2016 - 14:54

... Stalin in confronto sarebbe un apprendista

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 15/03/2016 - 14:56

Assolutamente grottesco, come tutte le vicende che coinvolgono le coop rosse, o la magistratura, ugualmente rossa. Schifosi tutti e due.

joecivitanova

Mar, 15/03/2016 - 14:56

Le prime due Leggi della giustizia Italiana : "La legge è uguale per tutti i fessi ed i poveri". "Chi dice la verità fino in fondo sarà il primo ad essere condannato". G.

Fjr

Mar, 15/03/2016 - 14:58

Caprotti for President, a 90 anni ha ancora i cojons, per sparare a zero sulle coop delle zecche rosse, a quest'uomo andrebbe fatto un monumento, anche per aver asfaltato i figli che miravano solo al capitale magari da svendere a qualche multinazionale estera, lui i bilanci societari li ha sempre presentati al contrario delle coop che non hanno mai presentato un belino, ma prima o poi il tappo salterà anche a loro e allora ne vedremo delle belle, cosa faranno trasformeranno anche loro in S.p.A?Pagliacci

releone13

Mar, 15/03/2016 - 14:59

Belpietro........continua a sogghignare adesso........dai ti è andata bene.....libertà controllata.........poteva essere peggio!!!!!

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 15/03/2016 - 15:01

ESSELUNGA PUO' STARE TRANQUILLA FINCHE' QUEL CESSO AMBULANTE DELLA LITTIZZETTO FA' PUBBLICITA' PER I SUPERMERCATI DEI COMUNISTI.

vittoriomazzucato

Mar, 15/03/2016 - 15:02

Sono Luca. Voglio dire anch'io qualcosa sulle Coop. A Padova diversi Supermercati Billa sono diventati Coop perché Billa si è ritirata dal mercato e mentre con i prodotti ex Billa la concorrenza con il gruppo Aspiag-Padis era ai "ferri corti" con l'arrivo delle Coop la concorrenza si è trasferita ai supermercati Discount per la inferiore qualità dei prodotti. GRAZIE.

vianprimerano

Mar, 15/03/2016 - 15:02

Qui Berlusconi potrebbe cantare: "rose rosse per meeeeee..........."

Giorgio5819

Mar, 15/03/2016 - 15:04

Una parola : regime.

glasnost

Mar, 15/03/2016 - 15:04

L' Italia non potrà diventare un "paese normale" fino a quando non riuscirà a darsi un sistema di GIUSTIZIA che faccia il suo mestiere al di sopra delle parti. Che tristezza!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 15/03/2016 - 15:09

Rimasugli e ciarpame sovietico. Guai a chi critica i soviet e le sue dependances. Il collettivo giudiziario ha colpito ancora.

antiequitalia

Mar, 15/03/2016 - 15:10

Se tocchi le COOP muori. Il messaggio è questo da parte della Magistratura Italiana. Ma cosa ci aspettiamo dai Magistrati Italiani, i più pagati d'Europa ? L'unica cosa che posso fare da cittadino, boicottare le COOP, non andando a fare spesa dai comunisti.

Ritratto di michageo

michageo

Mar, 15/03/2016 - 15:11

...è un clima che già una volta ha portato l'Italia alla dittatura (anche se di altro colore) senza un nuovo "giudice a Berlino" con strutture criminal-mafio-camo-sacrcorona-n'dranghetose- semi legalizzate, esistono poche soluzioni soprattutto incruente, visto che i custodi della (C)costituzione brillano per la loro assenza...

Marcobaggio

Mar, 15/03/2016 - 15:14

Questa vicenda mi ricorda un simile scontro tra tribunali e giornalisti in Venezuela con il quotidiano el correo del caronì. Li il trbunale supremo in mano al regime chavista ha condannato il direttore e proprietario Natera ad alcuni anni di galera per aver scritto e pubblicato una inchiesta sulla più grande acciaieria (Sidor) portata ormai al fallimento totale dopo averla nazionalizzata,con gli operai allo sbando senza lo stipendio dopo anni che lo ricevevano senza lavorare solo come prebenda politica. Ecco l'Italia è ridotta come il Venezuela di Chavez dove non si possono fare inchieste giornalistiche pena la condanna dei tutori delle libertà democratiche rivoluzionarie;i magistrati.

Libero1

Mar, 15/03/2016 - 15:21

Ancora una volta e' stato dimostrato che vivere in italia con un reggime komunista al governo e con una giustizia rossa e' come vivere nella Corea del Nord dove chi critica il reggime komunista del presidente Kim Jong un viene fucilato.Mi chiedo come mai i direttori della stampa filokomunista italiana non sono mai stati condannati per aver isultato per altre 20 anni Berlusconi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 15/03/2016 - 15:21

HEHEHE CHI TOCCA I FILI MUORE!! Specialmente se i fili sono ROSSI!!!lol lol. Se vedum.

bobo55

Mar, 15/03/2016 - 15:23

@malatesta....accapponare la pelle....i capelli si drizzano...

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 15/03/2016 - 15:26

Chi mi toglie il dubbio, dopo gli arresti per corruzione al tribulanle di milano, che la sentenza non sia stata comperata?

Rossana Rossi

Mar, 15/03/2016 - 15:26

Il regime avanza e chi critica le sue illecite attività viene subito braccato dal braccio rosso armato che si definisce magistratura........e voi pi.rla, continuate a votare pd............

Libertà75

Mar, 15/03/2016 - 15:33

siamo alla dervia totalitarista, gli amici del PD non si possono criticare... se non è dittatura questa

Ritratto di Edro

Edro

Mar, 15/03/2016 - 15:36

Ma cosa vuoi commentare, la magistratura è ROSSA, le COOP sono ROSSE, quindi?. Lo sanno anche i sassi che le COOP per statuto non sono obbligate a presentare i bilanci, VE LO SPIEGATE IL PERCHE'? Perchè finanziano il partito, e voi andate ancora a fare la spesa alle COOP ROSSE.

Ritratto di marmolada

marmolada

Mar, 15/03/2016 - 15:41

COOP E MAGISTRATI (NON TUTTI PER FORTUNA) = MAFIA + NAZISMO

Michele Calò

Mar, 15/03/2016 - 15:41

Il maledetto 25 aprile non finirà mai!! È da allora che gli infami comunisti continuano a distruggere l'Italia: prima con il bagno di sangue, ora con la magistratura rossa. Solo i glandicefali rossi in malafede possono negare l'evidenza che è sotto gli occhi di tutti:lo strapotere arrogante e corrotto del sistema delle coop rosse! Che schifo! E quel che è peggio è l'acquiescienza e l'ignavia colpevole dei cialtroni italioti che non boicottano e protestano questo regime parasovietico. Sono stato costretto, a 65 anni, ad emigrare in un paese ex comunista per potermi mantenere e trovare vera democrazia e libertà! !! Che siano maledetti in eterno !!!

nordest

Mar, 15/03/2016 - 15:46

Chi tocca i rossi e coop muore,bella questa democrazia tinta di rosso.

swiller

Mar, 15/03/2016 - 15:53

Le Coop sono protette dai più grandi criminali di tutti i tempi quelli di sinistra.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 15/03/2016 - 15:53

Ormai siamo al regime nazicomunista. Se parli vai in galera.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 15/03/2016 - 15:59

Mannik: Rosso vero? Ma di rabbia, Caprotti un grande, Belpietro anche perché dicendo la verità fanno scagazzare tutte le coop e la verità alle coop fa male.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 15/03/2016 - 16:04

Quindi è stato dimostrato che Caprotti ha pagato Libero affinché, attraverso un dossier falso prodotto da due investigatori privati, diffondesse accuse infondate su presunti illeciti compiuti da Coop........ e che dovevano fare i Giudici? Stringergli la mano? La cosa peggiore delle porcate è quando non riescono caro Bernardo!

Massimo Bocci

Mar, 15/03/2016 - 16:07

Uno pensa a Coop, si tocca gli attributi e pensando (dato i soggetti) a un sinonimo che li apparenti cioè (praticamente) un uguale, e non ha che l'imbarazzo della scelta nello scibile del malaffare: mafia,ndrangheta, camorra, Stasi, Stalin, Kgb, BR, ecc. Per soliti atti e solite funzioni (bicefale) e truffaldine (come la raccolta di pubblico denaro per riciclaggio e banche rotte chiedere soci Truffati di Udine e C.) ......segue......

Massimo Bocci

Mar, 15/03/2016 - 16:08

.....segue....senza garanzie e tracci abilità, poi ci sono le benemerite coop Buzzi, per i Rom e il clandestino, evasori e elusori per concordato di regime, ecc. Però se uno OSA dire la verità acclarate (e dirgli in faccia chi veramente sono e cosa veramente fanno) e allora come dice Bennato,sono, guai e te ne accorgerai (attento a quel che fai) mai aprire uno spiraglio su questa cloaca, poi se la deve vedere (con l'azzecca garbugli di turno) con gli amici degli amici, e le cloache vengono miracolate,reinterpretate e soprattutto mistificate, la prassi in un tribunale della compagnia delle opere dei compagni, caso mai.....feriali,cosa vuol dire avere un regime alle spalle non si rischia di rimanere inchiappettati come un Bue.

Caprimulgo

Mar, 15/03/2016 - 16:15

Povero Caprottino, mega milionario, forse miliardario ? (in euro), che però era perseguitato dai comunisti cattivi. Facciamo una colletta, se non altro nutriremo (non sazieremo) la sua avidità. Magari chiediamo un contributo ai suoi felici (!) dipendenti. Chissà se avanzerà qualche spicciolo, anche, per il suo cane.

marcogd

Mar, 15/03/2016 - 16:20

Al confronto di questi, i fascisti erano dilettanti. Dittatura, siamo sotto dittatura.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 15/03/2016 - 16:20

Mannik Mar, 15/03/2016 - 14:35.....Aspettavano il suo commento.....(metta Lei l'offesa che piú si attaglia al suo profilo..non sará mai vicina abbastanza a ció che vorrei scrivere!!)...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 15/03/2016 - 16:24

Mannik Mar, 15/03/2016 - 14:36.....Esatto...cosa c'entra la piú grande assocciazione a delinquere d'Italia, seconda solo alla mafia siciliana?? Torni ad offendersi poi, per cortesia, con un gesto che rasenta l'eroismo ( non ho scritto eroina...ha letto male), tiri lo sciacquone...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 15/03/2016 - 16:26

releone13 Mar, 15/03/2016 - 14:59.....Lei invece no, non poteva essere peggio di cosí...Zecca rossa, si zittisca...E.A.

PDIsla§

Mar, 15/03/2016 - 16:32

relè one 13....."il relè è un dispositivo elettrico comandato dalle variazioni di corrente COMUNISTA per influenzare le condizioni di un altro circuito liberale/democratico.E 13 la circonferenza del CERVELLO. PS VUTTE A' MARE(Lanciati nel mar rosso senza bombole)VAI ALL'UNITA' che come FALLISCE E RINASCE CON PANTALONE.

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 15/03/2016 - 16:34

IO COMPRO SEMPRE ESSELUNGA QUANDO VEDO COOP MI VIENE DI ROVESCIARE PENSO CHE E' COMUNISTA CGIL ETC. SONO ORGOGLIOSO DI NON COMPRARE COOP E BOICOTTO FORSE C'E' QUALCHE MAGISTRATO CHE MI VUOLE ACCUSARE DI DANNI ECONOMICI?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 15/03/2016 - 16:42

Ma non si fanno schifo?? La dignità e l'oggettività sono optionals.

routier

Mar, 15/03/2016 - 16:44

Una piccola soddisfazione: non c'è barba di giudice ne sentenza che potrà mai obbligarmi a far la spesa alle Coop.

sesterzio

Mar, 15/03/2016 - 17:03

E' vietato offendere le latrine ambulanti.Almeno fino a nuovo ordine.

Mannik

Mar, 15/03/2016 - 17:07

@ marione 1945789844 - Rosso? Dovrebbe esserlo lei dalla vergogna. Non ha capito una fava dell'accaduto e commenta. Si ricorda che Belpietro è quello che ha speculato sul falso attentato alla sua persona e contro il quale è in corso una richiesta di radiazione dall'albo? Un caso? Direi proprio di no. Vada a leggere, aiuta.

Mannik

Mar, 15/03/2016 - 17:11

Nestore55 - Non è neppure capace di trovare un'offesa. È messo male come fantasia. Già cosa c'entrano le Coop? I due sono stati condannati per DIFFAMAZIONE PROVATA. Ha capito? Se avessero trovato qualcosa di vero contro le Coop (ci sarà senza dubbio) non sarebbero stati condannati, ma dal momento che l'accusa si è rivelata falsa è appunto diffamazione. Ma penso che questo concetto sia troppo sottile per lei.

Raoul Pontalti

Mar, 15/03/2016 - 17:13

Quoto El presidente. Aggiungo a beneficio non dei bananas ma degli altri commentatori in buona fede che la condanna è per CALUNNIA, reato previsto e punito dal codice penale nel caso si denunci taluno falsamente e consapevolente di avere commesso un reato. Non è dunque colpita la critica che anche se diffamante o compromettente interessi economici in sede politica è sempre ammessa e gode di specifica esimente in sede penale (quando politica appunto e non tesa a bassi scopi di denigrazione per fini infimi come quelli di concorrenza commerciale), bensì nel caso la calunnia, falsa e consapevole accusa ad altri di avere commesso reati, nella fattispecie dello spionaggio contro i dipendenti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 15/03/2016 - 17:16

Caro michele calò 15e41, io me ne sono andato 15 anni fa dal Belpaese, quindi con me sfondi una porta aperta . Saludos cordiales dal Nicaragua

Holmert

Mar, 15/03/2016 - 17:21

E poi criticano Erdogan che ha occupato con i suoi il giornale dell'opposizione. Qui è ancora più subdola la cosa.

Ritratto di geco

geco

Mar, 15/03/2016 - 17:22

Tre sciagure hanno martirizzato la gente nel mondo, la 1^ la 2^ guerra mondiale e l'avvento della sinistra al potere.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 15/03/2016 - 17:22

Signor Caprotti aveva avuto il coraggio di denunciare la concorrenza sleale delle coop rosse ai danni della sua azienda Esselunga, ma anche gli enti locali amministrati dalla sinistra che favorivano l'apertura di nuovi punti vendita coop mentre negavano richieste della sua azienda, che è privata e sana. Belpietro e Nuzzi hanno avuto il torto di sputtxxxre questa verità ed il potere oscuro delle coop rosse. Tutti e tre, avendo denunciato questa verità sono stati incredibilmente condannati per campagna diffamatoria. La storia è veramente incredibile e rasenta il grottesco, ma per il suo realismo diviene pure tragica. Il potere comunista, col supporto della magistratura, si è ormai impadronito di tutte le istituzioni, ha i suoi tentacoli nella finanza e nelle catene alimentari, tutti elementi che inducono a pensare ad un regime vero mascherato da una falsa democrazia.

Holmert

Mar, 15/03/2016 - 17:23

E poi criticano Erdogan che occupa militarmente il giornale di opposizione. Qui in Italia la cosa è molto più subdola.

giovanni951

Mar, 15/03/2016 - 17:30

coop e magistratuta...un bel duo

Fjr

Mar, 15/03/2016 - 17:40

Come nei film quando l'eroe disinnesca la bomba, nel nostro caso la bomba Italia, quale taglio il filo rosso o quello nero?E tutti gli italiani quello rossoooooo

baio57

Mar, 15/03/2016 - 17:46

E' inutile che vi arrovellate il cervello ,qui la faccenda è più intricata di quanto sembri, e c'è pure materiale per un intervento urgente dalla bassa val d'Adige......

Ritratto di aresfin

aresfin

Mar, 15/03/2016 - 17:46

Io continuo a fare la spesa alla Esselunga. Ai kompagni komunisti non porto nemmeno un centesimo, per me possono anche fallire e morire di fame. Anzi lo spero proprio. Bastardi!

il sorpasso

Mar, 15/03/2016 - 17:51

Anche la Camusso ha dato contro le Coop ma non è stata condannata perchè?

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 15/03/2016 - 17:57

boicottate il supermercato dei pidioti rossi komunisti!!!!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di GWENDOLIN

GWENDOLIN

Mar, 15/03/2016 - 18:01

CAPROTTI for President......Erik

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 15/03/2016 - 18:02

NO COMMENT!!!!

cecco61

Mar, 15/03/2016 - 18:02

@ caprimulgo: se prendiamo gli stipendi dei dirigenti coop, sicuramente Caprotti è un poveretto. Almeno lui paga le tasse, le coop no. Quanto alla felicità dei dipendenti La invito a leggersi la lettera che scrissero le dipendenti Coop alla Littizzetto. Non mi risultano lettere dei dipendenti Esselunga di pari tenore.

conviene

Mar, 15/03/2016 - 18:03

BELPIERTO CONDANNA TROPPO MITE. MMA L'ORDINE DEI GIORNALISTI COSA ASPETTA AD INTERVENIRE???

ale76

Mar, 15/03/2016 - 18:09

Strano! E' da sempre che i "giornalisti" de il Giornale e di Libero vengono pagati da un imprenditore. Cosa cambia se Berlusconi o Caprotti? Queste toghe rosse!!!

Non so

Mar, 15/03/2016 - 18:09

Basta non andarci alla coop

HANDY16

Mar, 15/03/2016 - 18:12

Condivido al 1000x1000 Mannik e Pontalti. L'articolo è fazioso e fuorviante. E' stato comesso un reato dimostrato e confermato anche nel testo dell'articolo. Cosa dovevano fare i giudici? Hanno semplicemenmte applicato la legge e l'hanno fatto in maniera molto leggera.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mar, 15/03/2016 - 18:15

Dall'articolo non ho capito quale sarebbe stata la diffamazione e calunnia se lo spionaggio non esisteva. Inoltre il Signor Caprotti non può assumere chi più l'aggrada? L'Esselunga è un'azienda privata.

gneo58

Mar, 15/03/2016 - 18:17

basta non andarci a comprare.

mimmo41

Mar, 15/03/2016 - 18:19

Mannik-sei un po' pazzik e forse anche sinistrik, oppurik sei un sindacalistik comunistik che e' stato promossik impiegatik da raccoglimonnezza che era .E' prorio vero! tu sei proprio la coop.

asalvadore@gmail.com

Mar, 15/03/2016 - 18:21

Questo é il tipico resultato checi si aspetta da una giustizia che inventa leggi e reati. Ma da quale Universitá sono usciti.

Frusta1

Mar, 15/03/2016 - 18:24

Nel mio piccolo mai più metterò piede in una coop o ipercoop . Più concretamente con questa offensiva decisione della magistratura ho finalmente appurato che il potere giudiziario , dei tre del nostro infausto sistema , non è super partes ma chiaramente di una parte sola. Sfido i sinistri a dimostrare , con sentenze concrete, il contrario. Invidio hernando che sta nel civilissimo Nicaragua.

claudioarmc

Mar, 15/03/2016 - 18:28

BRAVI SIGNORI GIUDICI SEMPRE EFFICIENTI E PRONTI AD ESEGUIRE IL COMPITINO MA INVECE L' AFFARE COOP CONCORDIA PER LA METANIZZAZIONE DI ISCHIA DOVE E' FINITO IN LETARGO O E' MIGRATO PURE LUI

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 15/03/2016 - 18:33

soccorsoooooo ROSSSOO???!!!

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 15/03/2016 - 18:34

ma se le coop fanno a mezzi coi "controllori"..le banche, il partito, lo svizzero, lo stato!! Caprotti sei pazzo?

ilbelga

Mar, 15/03/2016 - 18:35

e ragazzi il motto è: la coop sei tu. vedere in friuli cosa hanno combinato ai soci risparmiatori,altroché Banca Etruria...

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Mar, 15/03/2016 - 18:35

Se si considera un tipo di cultura che è riuscita ad affermarsi in Italia sono necessarie prudenza e intelligenza nei servizi giornalistici quando non si hanno prove documentate. Delle volte riesce a fare più male un temperino che una accetta,ci vuole pazienza la gente non è stupida .Inoltre fare innervosire certi personaggi senza prenderli per forza di petto è già una anticipazione della loro sconfitta politica oltre che umana.

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Mar, 15/03/2016 - 18:36

Se si considera un tipo di cultura che è riuscita ad affermarsi in Italia sono necessarie prudenza e intelligenza nei servizi giornalistici quando non si hanno prove documentate. Delle volte riesce a fare più male un temperino che una accetta,ci vuole pazienza la gente non è stupida .Inoltre fare innervosire certi personaggi senza prenderli per forza di petto è già una anticipazione della loro sconfitta politica oltre che umana.

baio57

Mar, 15/03/2016 - 18:38

Come non detto ,mi ha anticipato.

ego

Mar, 15/03/2016 - 18:47

Un'altra forma di mafia. E' meglio cambiare la formula "in nome del popolo italiano" (che ormai suona beffarda) in quella ""IN NOME DEL POPOLO COMUNISTA"".

laura bianchi

Mar, 15/03/2016 - 19:06

Povera Patria:totalmente nelle mani, dei COBRA, della sinistra, sempre più corrotta:si arriverà presto ad uno scontro,non passerà molto tempo e, finalmente la gente si sveglierà, dall'oblio in cui è caduta e saranno DOLORI.Ci vorrà solo un altro po di tempo:la pazienza non manca da quel che mi è dato sapere.

rosa52

Mar, 15/03/2016 - 19:07

e poi si chiamano ' democratici'!!!!

Edmond Dantes

Mar, 15/03/2016 - 19:13

Coop, Cgil, PD, AIDS, se li conosci li eviti.

nunavut

Mar, 15/03/2016 - 19:39

Personalmente I veri colpevoli sarebbero I due investigatori che hanno sparso false informazioni e indotto I due condannati a credere che fosse la verità e a divulgare le informazioni ricevute sul giornale.Poi che le ditte non abbiano un monitoraggio dei loro dipendenti non ci credo proprio soprattutto da dirigenti di stampo comunista,sono geneticamente sospettosi anche degli amici e collaborator più intimi (Stalin docet)

Ritratto di giorgiopippi

giorgiopippi

Mar, 15/03/2016 - 19:45

Coop Akbar !!!

al40

Mar, 15/03/2016 - 19:53

El presidente,Mannik, Pontalti,ecc. beati voi che credete ciecamente nell'operato dei fascisti rossi senza essere mai sfiorati dal minimo dubbio....collaborazionisti della peggior specie.

milope.47

Mar, 15/03/2016 - 20:02

Ma come ?. La pubblicità dice: La Coop sei tu !. Mah !. Io comunque continuerò a comprare gli stuzzicadenti alla Coop.

Luci60

Mar, 15/03/2016 - 20:06

i dipemdenti coop costretti a tesserarsi al pd se no licenziati

mastra.20

Mar, 15/03/2016 - 20:15

mi ricordo cosa disse l'avvocato PRISCO ,che la legge è uguale per tutti,è una grande diciamo bugia per non dire altro.Disse anche che le leggi si interpretano,per cui la legge non è uguale per tutti dipende dai giudici e magistrati ..

ziobeppe1951

Mar, 15/03/2016 - 20:16

Caprimulgo...prima di scrivere kazzate, collega il cervello (se ce l'hai) alla tastiera

soldellavvenire

Mar, 15/03/2016 - 20:22

se la meloni fosse stata dipendente esselunga, a quest'ora sarebbe già licenziata da un pezzo

diegom13

Mar, 15/03/2016 - 20:40

@Una-mattina-mi... : sbagli, ma senza colpa. In effetti per ben due volte si sono letti sui giornali titoli come "abolito il reato di diffamazione". In realtà la norma è passata alla Camera ma poi se ne sono tutti dimenticati, e ora è bloccata da tempo immemore in commissione al Senato. È stata rilanciata recentemente, ma si è di nuovo arenata. I giornalisti possono ancora finire in carcere per diffamazione. Il fatto è che in Italia la politica reagisce solo quando si presenta a mezzo stampa l'emergenza, la stampa se ne dimentica subito (non si è capaci di seguire le cose con coerenza, in Italia)... E comunque anche l'informazione è all'affannosa ricerca di qualunque cosa che generi dei "Click" e preferisce riciclare dibattiti che girano sui social piuttosto che... informare.

uccellino44

Mar, 15/03/2016 - 20:59

Sentenza scontata! Contro il colosso Coop non c'è nulla da fare! Basta considerare che in Italia - e forse nel mondo intero - è l'unico supermercato che fa anche banca!!

filgio49

Mar, 15/03/2016 - 21:18

Visti i prezzi che ci sono alla coop, mi viene da pensare che i magistrati rossi, prendono la "paghetta" e quindi in qualche modo devono contraccambiare! Se fosse per me, morirebbero tutti di fame, perche' per me la coop non esiste!

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mar, 15/03/2016 - 21:24

@Mannik: Lei vorrebbe vedere radiato Belpietro perchè, secondo il Suo punto di vista, ha "diffamato".Poi, se a dirlo è anche la Magistratura, allora, siamo a cavallo In questo strano Paese, solo se si è fuori dal coro, si rischia la gogna. Montanelli scriveva 40 anni orsono, che le notizie di Repubblica, erano "sensazionali" le rare volte che erano veritiere. Se si fosse adottotato lo stesso metro per i servi sciocchi di quel giornale, molti di essi starebbero ancora in carcere. Idem per il fatto. Anzi, per costoro, si ipotizerebbe il 41bis. Ma e guarda caso, solo Forattini per citare un vignettista, Belpietro e Sallusti sono coloro che diffamano. Mannik la coop sei tu. Pirla. Dalton Russell

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mar, 15/03/2016 - 21:33

Chi tocca le banane...muore...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 15/03/2016 - 21:43

Dite quello che volete, ma io ho fiducia nella giustizia. Che tra l'altro ha bisogno di tre gradi di giudizio per dichiarare una persona colpevole o innocente. E prima di allora sono tutti innocenti.

Ritratto di perigo

perigo

Mar, 15/03/2016 - 22:13

"Nostra signora magistratura" tutela molto bene i "gioielli di famiglia"...

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mar, 15/03/2016 - 22:16

handy...cappato:è stato "comesso" ..... Tra minorati vi intendete. O no? Handy...cappato ascolta: se sostengo che gli amministratori di condominio fanno la cresta sui fornitori, non dico il falso. E' difficile se non impossibile dimostrarlo. Pertanto, se decido di denunciare, lo faccio a mio rischio e pericolo.Quindi, se hai capito la metafora, la coop sei anche tu. Pirla. Dalton Russell.

HANDY16

Mar, 15/03/2016 - 22:31

X gattofilippo: Non ha capito una beata mazza. Lo spionaggio che non esisteva era quello da parte della Coop a danno dei suoi dipendenti, fatto pubblicato da Libero e foraggiato da Caprotti. Più che un gattofilippo Lei mi sembra un pollogustavo.

roberto zanella

Mar, 15/03/2016 - 22:43

...sono quelli della razza di quelli che non vogliono presentare i loro conti alla Corte dei Conti....vedremo l'appello...per forza la Coop ha sempre finanziato prima il PCI con la pubblicità tramite L'Unità...e poi le varie Feste de L'U. e si sa ...basta leggere la pagina di oggi della cultura su Libero che presenta il libro di Finetti del PCI che racconta come il PCUS finanziava il PCI

mou

Mar, 15/03/2016 - 22:44

Perche' a quell'avanzo di galera di Capriotti e' stata concessa la condizionale.Ha già subito condanne per aver rapinato soldi a noi cittadini e adesso? Un'altra condizionale.VERGOGNA!

moichiodi

Mar, 15/03/2016 - 22:45

Normale. Se i due dirigenti coop sono stati infangati da giornalisti ingenui che hanno abboccato come due polli ovvio che pagano le conseguenze. In concreto il vecchio e i due giornalisti si sono fatti prendere in giro, dato che era falso ciò che dicevano le due guardie.

moichiodi

Mar, 15/03/2016 - 22:50

Grottesca ricostruzione. Due giornalisti polli, diffamano. I diffamati querelano. Le notizie erano pagate e false e la colpa sarebbe della coop? Demenziale.

moichiodi

Mar, 15/03/2016 - 22:53

Correttamente, libero, per pudore, non ne parla.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 15/03/2016 - 23:34

C'è ancora qualche povero sprovveduto che sostiene di vivere in una repubblica democratica? VIVIAMO NELLA "DEMOCRAZIA" DEI ROSSI. QUELLA IN CUI SE NON SEI DEI LORO NON HAI NESSUN DIRITTO. Dopo averci tolto il voto ora ci impediscono di indagare sui loro sporchi affari.

al40

Mar, 15/03/2016 - 23:50

Moichiodi, stai tranquillo che libero ne parlerà.La ricostruzione non è definitiva....se ne riparlerà in appello. Comunque fareste bene tu ed i tuoi soci rossi a leggervi "Falce e carrello":molto istruttivo sul comportamento "angelico" delle Coop e dei suoi protettori per ostacolare la concorrenza. Ma certo voi,per principio,siete sempre nel giusto:falsi,ipocriti e arroganti,veri fascisti rossi.

Gianfranco Rebesani

Mer, 16/03/2016 - 00:23

Una risposta a mou ( mi ricorda tanto le caramelle di quando ero ragazzino, ma quelle erano buone).Dove stanno scritte le condanne "per aver rapinato (!!!) soldi a noi cittadini"? Penso che nel suo cervello ci sia della confusione. Per caso non è che confonde Esselunga con le coop friulane ? Andare sul posto per verificare, ma consiglio di non esternare simpatia e solidarietà con quelle coop. certamente rischierebbe una "passata" non troppo a buon mercato anche se si tratta di supermercati.

umby69

Mer, 16/03/2016 - 04:57

Caro Sig. Caprotti siamo in molti al suo fianco contro questi piccoli idioti comunisti. Prima o poi finiranno le toghe rosse che tanto danneggiano gli italiani di buona volonta....

Duka

Mer, 16/03/2016 - 07:12

Imparirno da DE BENEDETTI: lui ha la tessera

Mannik

Mer, 16/03/2016 - 08:22

Mimmo41 - Chi non ha argomenti la butta sul personale. È sintomatico per persone ignoranti. Addirittura l'articolo stesso - guarda un po' - spiega per quale motivo i due sono stati condannati. E nonostante tutto non capisce... non c'è speranza.

linoalo1

Mer, 16/03/2016 - 08:35

E la LIBERTA' DI STAMPA,dove è andata a finire???Quando c'era Berlusconi,Giornali e Giornalisti,potevano dire tutto ciò che volevano,specie se contro il CentroDestra!!!Oggi,cosa è cambiato???Siamo,forse,in un REGIME SINISTRO????

semprecontrario

Mer, 16/03/2016 - 08:37

eh certo era prevedibile

Alessio2012

Mer, 16/03/2016 - 09:26

Quando le coop facevano il "bo bi" (boicotta il biscione), ovvero invitavano a non entrare nella Standa di Berlusconi (facendogli perdere il 26% di acquirenti) andava tutto bene, vero??? Fanno schifo... pensano di attaccare Berlusconi, e invece rovinano tutti quelli che in questi posti ci lavorano. Coop vergogna!

unz

Mer, 16/03/2016 - 09:35

CAPROTTI FOR PRESIDENT! COOP IN LIQUIDAZIONE COATTA!

Alessio2012

Mer, 16/03/2016 - 09:42

Se condannano a loro, a Travaglio quante volte lo dovrebbero condannare???

evuggio

Mer, 16/03/2016 - 22:36

è inutile arrovellarsi; è una questione di colorimetria: il ROSSO è coprente e i tribunali sono pieni di bravissimi imbianchini.

HANDY16

Dom, 20/03/2016 - 22:14

X Dalton.russel: Solo un ixxxxxxxe come te non ha capito che "comesso" e non "commesso" è un banale errore di scrittura. Ma se ti attacchi a questo vuol dire che non hai argomenti, e se pensi che le coop abbiano come abitudine quella di spiare i dipendenti e che ciò sia impossibile da dimostrare, di ci cosa ci si lamenta se dopo la denuncia partono le querele? Oppure lo si fa per poi avere una condanna e dare addosso alla magistratura? Capito banano? Vai a metaforare altrove.