Gubbio, uccide il marito con un coltello da cucina poi chiama il 112

Si tratta di una pensionata di 76 anni.L'uomo era malato da tempo

Una nuova tragedia si è consumata tra le pareti domestiche. A Gubbio, una cittadina umbra, una donna di 76 anni ha ucciso con un coltello da cucina il marito di 79 anni.
L'uomo affetto da tempo da una grave malattia era nel letto quando è stato colpito dalla moglie. La donna, una ex dipendente delle Poste Italiane ha, probabilmente, deciso di porre fine alla degenza del marito. Anche se, come si legge sul giornale on line "umbria24", i rapporti tra i coniugi erano tesi. Continui i litigi e le minacce tra i due.
È stata la stessa donna, dopo aver aver lavato le mani e l'arma sporca di sangue nel lavandino come si legge sempre su umbria24, a chiamare il 112 ammettendo la propria colpevolezza.

Quando i carabinieri della compagnia di Gubbio sono arrivati con un’ambulanza del 118 per l’uomo non c'era più niente da fare. Inutili i soccorsi. I sanitari hanno solo potuto constatare il decesso della vittima. Fatale è stata una coltellata alla gola mentre l'uomo dormiva.

La donna, al momento dell'arrivo dei militari, era sotto choc. Il fatto è accaduto in via Cristini, in pieno centro storico.
I carabinieri stanno portando avanti le indagini per capire le dinamiche dell'omicidio. Ora la donna, accusata di omicidio volontario, è indagata a piede libero e si trova a casa del figlio.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Ven, 29/03/2019 - 12:30

di questo "ominicidio" ne vogliamo parlare???

Aegnor

Ven, 29/03/2019 - 19:52

La Somma che dice? Ah, tutta colpa del maschilismo