Guerra tra bande in Brianza: 12 arresti nella Gomorra nordafricana

Un blitz dei carabinieri ha fermato una guerra per lo spaccio in Brianza che aveva la sua base tra i fabbricati dell'ex Snia a Varedo

L'operazione è stata chiamata "Gommorakesh", una guerra tra bande criminali nordafricane per il controllo dello spaccio in Brianza. I carabineri di Desio hanno fatto irruzione nell'ex Snia di Varedo arrestando 12 persone, tranne una donna italiana, tutte di nazionalità nordafricana, accusate a vario titolo di spaccio, porto abusivo d'armi da fuoco, lesioni aggravate e tentato omicidio. All'incursione hanno preso parte i militari del reparto di pronto intervento del Sos, smantellando l'attività criminale portata avanti quotidianamente in quello che veniva soprannominato il "bazar della droga", un vero e proprio fortino con tanto di sentinelle armate sul tetto dove i membri delle bande si aggiravano con fucili e pistole.

Tre fazioni si contendevano il predominio dell'enorme area dell'ex Snia, uno stabilimento industriale abbandonato dove anni fa si producevano tessuti sintetici, e che è diventato un mercato della droga a cielo aperto con un viavai continuo di tossicodipendenti. Da diversi mesi la zona è diventata lo scenario di sparatorie tra i gruppi criminali.

L'indagine è partita il 5 aprile scorso, quando un giovane cittadino marocchino è stato abbandonato davanti all'ospedale Galeazzi di Milano con ferite da arma da fuoco al torace.

Commenti

dagoleo

Ven, 21/06/2019 - 15:31

ecco altre risorse della Boldrini all'opera. tutta bravissima gente da integrare felicemente e che ci pagherà sicuramente le pensioni.