La guerra francese a Gheddafi per rubare il petrolio italiano

La corrispondenza della Clinton, resa pubblica da Wikileaks, mostra il chiaro disegno francese per mettere le mani sulle concessioni petrolifere di Eni in Libia. Nonostante le rivelazione, un emendamento voluto dal Premier Renzi sblocca Tempa Rossa, e favorisce la Total

Una appunto inviato per mail all'ex segretario di Stato americano Hillary Clinton smaschera la guerra della Francia all'Italia. Un documento che, rafforzato da diversi file pubblicati da Wikileaks, mostra il chiaro disegno francese per sottrarre i permessi estrattivi in Libia in mano all'italiana Eni.

L'inchiesta del Congresso Usa, aperta dopo l'uccisione di un ambasciatore americano, porta a galla un appunto del consigliere Sydney Blumenthal. Il titolo è chiaro "Come i francesi hanno creato il Consiglio nazionale libico, dove parlano i soldi". Informazioni ricevute da un agente Cia, tale Tyler Drumheller, che ha monitorato da vicino l'evoluzione degli scontri sul territorio libico e la conseguente caduta del colonnello Gheddafi. Un carteggio che si completa grazie a nuovi documenti. O meglio, l'interno archivio di mail, ricevute e inviate, da Hillary Clinton nel suo primo mandato presidenziale firmato da Barack Obama. File, lettere e posta elettonica raccontano una storia nascosta che, inevitabilmente, si lega con la morte di Gheddafi e il recente scandalo sul petrolio che ha colpito Renzi, Boschi e il caso Tempa Rossa.

Ma procediamo un passo alla volta. La Francia ha preparato la guerra in Libia molto prima che lo esprimesse chiaramente, e ufficialmente. Contatti e incontri a Parigi tra i francesi, guidati al tempo da Nicolas Sarkozy, e i primi traditori del rais libico. Strette di mano e firme su veri e propri memorandum con gli esponenti dei ribelli. Documenti che prevedono il riconoscimento del nuovo consiglio di ribelli con a capo Mustafa Abdul Jalil e il generale Abdul fatah Younis, ma sanciscono, come spiega il quotidiano Libero, anche le contropartite economiche che avrebbe dovuto ottenere la Francia. Tra queste, ci sarebbero l'azzeramento delle concessioni petrolifere concesse da Gheddafi e la successiva assegnazione al gruppo francese Total, circa il 35% del totale.

La corrispondenza della Clinton racconta anche di falsi voli umanitari. In realtà in quegli aerei si nascondenvano i vertici Total e quelli di Vinci (gruppo industriale francese attivo nel campo dell'ingegneria civile) e Eads (European Aeronautic Defence and Space Company). Viaggi che, come sostiene Libero, rappresentano e dimostrano come la guerra in Libia e a Gheddafi fosse avesse l'obiettivo di colpire l'Italia. Più nello specifico, l'obiettivo era Eni. Compagnia scomoda e con in mano i permessi estrattivi.

Ora quelle carte diventano un capo d'accusa per Renzi, Boschi e l'intero governo. Invece di mettere alla porta i cugini, hanno costruito insieme a Total l'emendamento della discordia su Tempa Rossa che di fatto sblocca e apre la strada ai francesi. Gli autori dell'instabilità del Mediterraneo.

Commenti

canaletto

Gio, 07/04/2016 - 10:10

MALEDETTO SARKOZY E MALEDETTO RENZI. CHE MARCIUME LA POLITICA PIDDINA ITALIANA E QUELLA FRANCESE DI SINISTRA

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 07/04/2016 - 10:28

Il governo Berlusconi è caduto per mettere in atto quello che gli americani,inglesi e francesi volevano: soffiare il petrolio libico e far cadere il governo.Monti era nel programma del teatro ma a questi non è riuscita la svendita che invece sta portando alacremente avanti il Pinocchio di rignano. nopecoroni.it

grazia2202

Gio, 07/04/2016 - 10:33

non ci voleva Wikileaks per comprendere che la Francia sostituirebbe l'Eni in tutti i pozzi in nord Africa. non c'era interesse italiano a sostituire Gheddafi dunque Napolitano ha fatto gli interessi dei francesi come Renzi con total in basilicata. oltre che Komunisti pure traditori della Patria.

Marzio00

Gio, 07/04/2016 - 10:54

Alcune considerazioni: 1°solo i ciechi e gli indottrinati non vedevano e vedono quello che la Francia ha fatto in Libia (il popolo arcobaleno non si è mai visto in azione). 2° a che serve una UE se poi uno stato cerca di "fottere" il proprio vicino alleato. 3°Capite perché gli attentanti non li fanno in Italia? Oltre ad essere la piattaforma logistica naturale siamo anche i più scemi della cricca europea! Mi piacerebbe poi che qualcuno si chiedesse come mai abbiamo regalato un pezzo del nostro mare ai Francesi; scavate, cercate e chissà cosa ne esce. Comunque va bene così noi siamo un popolo di pecore.

arkanobis

Gio, 07/04/2016 - 11:02

Caro Canaletto, non c'è dubbio che l'Italia dovrebbe farsi valere, ma cosa c'entra qui la sinistra? Sarkozy non è di sinistra e il caro Berlusconi era al potere quando è scoppiata la guerra. Certo Renzi dovrebbe fare qualcosa, ma non si può dargli la colpa di tutto

al40

Gio, 07/04/2016 - 11:40

Sì evince chiaramente che il PD,Napolitano in testa,aveva stretto accordi con i francesi(Sarkozy!),complice non si sa quanto ingenuamente la Merkel, per provocare la caduta del governo Berlusconi in cambio di libertà d'azione in Libia a scapito dei nostri interessi economici e falsando gravemente il nostro quadro politico. Tali accordi sono continuati e continuano,non si sa se in forma di ricatto,con lo scandalo Total/Basilicata e con la concessione di aree di pesca alla Francia a scapito dei nostri pescatori. Si tratta di un vero e proprio colpo di stato che prevede conseguenze durissime per i responsabili:solo chi è connivente con questo governo ha interesse a chiudere gli occhi anche se gli indizi e le prove sono così schiaccianti da rendere impossibile qualsiasi difesa.

Sleeper

Gio, 07/04/2016 - 11:52

Caro arkanobis, non c'è dubbio che vi fosse Berlusconi al potere, tuttavia per onesta intellettuale è doveroso ricordare che fu proprio lui ad osteggiare l'intervento francese in Libia ma si dovette piegare alle ignobili macchinazioni di Napolitano. E non dimentichiamo che proprio Berlusconi pagò questo ed altri suoi comportamenti non inclini all'asse Merkel-Sarkozy-Napolitano venendo di fatto costretto alle dimissioni dal proprio incarico. Da allora non c'è più stato un governo legittimamente eletto dai cittadini. Se vogliamo tirare in ballo la storia, tiriamola in ballo tutta.

meloni.bruno@ya...

Gio, 07/04/2016 - 12:00

Il grandissimo Mario Monicelli in una intervista rilasciata prima di morire ebbe a dire: Finchè l'italia non versa sangue come tutte le rivoluzioni,come quella francese e russa non si cambierà niente del sistema sociale.

Una-mattina-mi-...

Gio, 07/04/2016 - 12:18

L'ITALIA COL SEGNO PIU' renziana non finisce di stupire, anzi di INORRIDIRE.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 07/04/2016 - 12:18

Decenni fà, hanno assassinato Aldo Moro e qualche anno fà Gaddafi e la sua dinastia! i datori di questo massacro che hà scatenato instabilità in tutto il Mediterraneo sono stati gli stessi di Aldo Moro, FRANCIA e USA, non solamente per il petrolio, ma per la posizione strategica che il governo Berlusconi,(in secondo grado) si era preso nei confronti dell`arroganza dei francesi e dei tedeschi che facevano degli Usa, l`esempio da seguire!!!

Dani55

Gio, 07/04/2016 - 12:37

Signori, un po' di serietà: la Francia di Sarkozy non era la Sinistra, e Berlusconi, che fu costretto in effetti a partecipare alla sciagurata campagna di Libia, non era di sinistra. Se continuiamo ad applicare questi schemi le multinazionali l'avranno sempre vinta, in fondo il nemico principale è la globalizzazione neoliberista, che appiattisce e soffoca le specificità nazionali, quindi in questa fase storica, destra e sinistra difendono entrambe - sia pure con accenti e sfumature diverse - l'interesse nazionale.

ORCHIDEABLU

Gio, 07/04/2016 - 12:51

PACE A TUTTI I GIORNALISTI,E CHI COMMENTA,PACE AI POLITICI,PACE.CHI E' DI DESTRA CRITICA LA SINISTRA CHI DI DI SINISTRA CRITICA LA DESTRA,SIETE TUTTI PAZZI.PACE PACE IN TUTTO IL MONDO.

Ritratto di PrigionieroPoliticoItaliano

PrigionieroPoli...

Gio, 07/04/2016 - 13:01

"al40" concordo a pieno Ma prima di combattere i nemici esterni bisogna neutralizzare i traditori interni: - Napolitano, servo della CIA e massone - Monti, Renzi, Padoan, Draghi, servi del potere finanziario - Bergoglio e Boldrini, manipolatori delle coscienze e buonisti di professione

al40

Gio, 07/04/2016 - 13:15

Dani55-Lasciamo pure stare destra e sinistra:qui però c'erano e ci sono gli interessi economici francesi (indipendenti dal quadro politico esistente) e gli interessi politici della sinistra italiana....negarlo è come negare l'evidenza!

scorpione2

Gio, 07/04/2016 - 14:04

il baciamano con tanto di inchino dove lo mettiamo? roba da sottomessi.

peter46

Gio, 07/04/2016 - 14:17

Al40...guarda che in Libia ci sono andati con Berlusconi in carica...non con Monti che Napolitano(?) ha voluto 'molto' dopo che il 'patatrac' era stato 'consumato'...e senza i tedeschi,anzi senza la Merkell con i tedeschi..

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 07/04/2016 - 14:17

Berlusconi si era opposto all'invasione della Libia, tra gli sghignazzi ed gli sberleffi dei caproni che ora ci stanno governando.

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 07/04/2016 - 14:35

Sai che novità, è dall'abbattimento francese del Jet su Ustica che i mangiarane volevano far fuori Gheddafi e prendersi la Libia. Siamo noi italiani i soliti pirla. Dovevamo andare in Libia sì, ma per aiutare Gheddafi. E meno male che avevamo un patto di fratellanza con la Libia.

scarface

Gio, 07/04/2016 - 14:38

Nulla di nuovo: da Wikipedia: Nel 2008 l'amministratore delegato di Total E&P Italia S.p.A., Lionel Levha, ed altri dipendenti Total vengono arrestati nell'ambito di un'inchiesta sugli appalti per l'estrazione di petrolio in Basilicata. I reati ipotizzati sono associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e alla turbativa d'asta (con riferimento specifico agli appalti dei lavori per le estrazioni petrolifere), corruzione e concussione. Boicottare i prodotti Total ed associati ?

dakia

Gio, 07/04/2016 - 15:20

dakia. Non è il nuovo nato sarkozy a mettere in default l'italia ma è sempre esistito nei francesi il sogno di fare fuori questa nazione, sono periodi storici, per non dire secoli persino fra le lotte per accappararsi i papi,guerre anche fredde fatte oltre dai loro imperatori, re e adesso presidenti, importazione dei loro prodotti e disprezzo dei nostri, come quando fermarono l'entrata al nostro vino e lo vuotarono sulle strade di frontiera.Nulla di nuovo sotto questo sole, poi i piddini che vendono il loro paese, anche questa è storia, la chiamano liberalizzazione, perché loro si arricchiscono e il paese italico impoverisce. Immaginiamo ora che questo toscanello gli ha venduto quasi tutto il Tirreno, in quale situazione siamo caduti, la lotta degli italiani per avere un minimo di sopravvivenza, non c'è molto d'aspettare, ma mi auguro che ciò si risolva come in libia...chi di spada ferisce...ma da abedue le sponde, però!

Antonio43

Gio, 07/04/2016 - 15:28

E meno male che sarebbero nostri cugini, io ci farei un muro su tutta la linea delle Alpi occidentali. Ci hanno sempre fregato e tutto quello che sta accadendo nel Mediterraneo è in gran parte colpa loro. Sono carogne, ti colpiscono sempre alle spalle.

Dani55

Gio, 07/04/2016 - 15:42

al40: se per te Renzi è sinistra concordo, ma io intendevo la Sinistra storica, non la sedicente sinistra renziana. E' vero anche che gli interessi nazionali sono trasversali, e i Francesi quanto a difesa dei loro interessi in Africa sono implacabili. Però a ripensarci è vero anche che l'Europa deve trovare una mediazione tra gli interessi nazionali se vuole diventare una superpotenza politica globale. Non a caso gli USA da che esistono hanno sempre soffiato sul fuoco dei nazionalismi, in Europa e nel mondo.

dakia

Gio, 07/04/2016 - 15:53

dakia. e te pareva che non era colpa di berlusconi? come ti sbagli. Ma se lui era amico stretto di Gheddafi non è intervenuto e non poté fermare quell'orrore data la francia in campo con il rinforzo USA che pare bevano petrolio pure gli abitanti dato che non gli basta mai con i loro grattacieli sempre in funzione con aria condizionata,vedrete fra poco l'effetto che fa riavere sarkozi al governo dei galli e la gallina americana se viene eletta.Poi baciamano se ne fanno tanti, anche in segno scherzoso fra amici, cose che guardano gli invidiosi invece o qui non c'è mai il risvolto della medaglia?

Nano Ghiacciato

Gio, 07/04/2016 - 15:57

va bene, cacciamo la Total, ma avanti con le ricerche, altro gas e petrolio ne abbiamo nel nostro territorio e nei nostri mari, ci sarà utile. e sopratutto non molliamo i nostri interessi in Libia e altrove. E se non sarà Renzi a farlo però chi dovrà farlo? La Lega, Berlusconi (ah!) quel che rimane della destra è ben poca cosa. Grillo, Casaleggio e il circo M5S, suvvia. Siam messi proprio male

Duka

Gio, 07/04/2016 - 16:00

E NOI PAGHIAMO LE IDIOZIE DI SARKO E DEL BULLO INGLESE.

Marzio00

Gio, 07/04/2016 - 16:12

Che tristezza leggere alcuni commenti mancanti di pura e semplice obiettività! Berlusconi è stato "complice" del rovesciamento di Gheddafi autorizzando le basi aeree, posticipando di poco la sua messa al bando, forse speranzoso di poter in qualche modo mantenere l'incarico avuto dal popolo, sottratto poi come sappiamo. Quello che non capite è che se continuiamo ad essere Guelfi e Ghibellini ci sarà sempre qualcuno pronto a far valere i propri interessi personali a discapito di quelli nazionali! E attenti perché quello successo ieri a Berlusconi, potrebbe succedere a qualcun altro, è estremamente pericoloso permettere ed auspicare l'intervento di terze parti nella vita politica di un paese pur di delegittimare un avversario politico! O nessuno si è accorto che il vento è cambiato per Renzi?

Ritratto di stenos

Anonimo (non verificato)

Ritratto di sitten

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Gio, 07/04/2016 - 18:27

PCI e suoi succedanei = eterni nemici degli interessi nazionali. http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=4175

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Gio, 07/04/2016 - 18:32

Per meloni.bruno@ya... L'Italia la sua Rivoluzione l'ha avuta. Solo che è stata chiamata RISORGIMENTO. Il suo sangue lo ha versato, quello di chi è stato derubricato come BRIGANTE. http://www.ibs.it/code/9788881551941/o-clery-patrick-k-/rivoluzione-italiana-come.html http://ares.mi.it/primo-alberto-leoni-introduzione-a-la-rivoluzione-italiana-110.html

Ritratto di drazen

drazen

Gio, 07/04/2016 - 21:11

E lo stesso scherzetto stanno tentando di farcelo con l'Egitto, i "cugini" francesi!