Hackerati file sull'11 settembre, il collettivo chiede ora un riscatto

È molto probabilmente il collettivo hacker più potente al mondo che già ha fatto tremare Netflix e alcune cliniche private statunitense mentre ora ha messo le mani su 18mila documenti dell'11 settembre

Sono stati trafugati alcuni dati che riguarderebbero le cause di risarcimento intraprese in seguito all'attentato dell'11 settembre e ora il collettivo hacker autore del furto avrebbe chiesto un risarcimento

Sono i Dark Overlord, tra i gruppi hacker più temuti al mondo che spaventano per l'efferatezza dei loro attacchi. Qualche tempo fa era stata Netflix a pagare a caro prezzo il loro attacco, infatti gli hacker avevano trafugato un'intera stagione di Orange is New Black che sarebbe dovuta andare in onda minacciando spoiler e pubblicazione di episodi se la società di streaming non avesse provveduto a pagare una grossa somma di denaro. Ancora, lo stesso gruppo hacker ha rivendicato un attacco ardito ai danni di una clinica di Atlanta specializzata nel curare le stelle dell'Nba e andando così a trafugare alcune cartelle cliniche di celebrità sportive statunitensi e non.

Ora hanno rivolto la loro attenzione sui documenti che riguardano le cause di risarcimenti delle vittime dell'11 settembre, stando a quanto riportato da Wired. I documenti sono stati sottratti dal database di una società di assicurazioni che per l'appunto li aveva per una serie di risarcimenti da dare alle vittime dell'attentato più grande che gli Stati Uniti abbiano subito da che esistano.

In realtà alcuni giornalisti che hanno visionato i file sostengono che non ci sia nulla di così compromettente per il paese, e che i documenti siano addirittura senza valore. Nessun risvolto che già non si conosca da nascondere, quindi documenti di poco valore.

Il team Dark Overlord agisce per pura sete di denaro, sono gli stessi ad annunciare attraverso il loro manifesto la volontà di attaccare i database delle principali società del mondo per ottenere riscatti o pagamenti:"Non siamo hacktivisti, agiamo per il denaro" è il scritto sul loro manifesto principale.