"Hai provato a chiudere le gambe?". Il giudice donna alla vittima di stupro

La ragazza, incinta al quinto mese, è stata ripetutamente violentata. Ma il giudice la gela: "Ha provato a chiudere le gambe in maniera corretta?"

"Ha provato a chiudere le gambe in maniera corretta?". Il giudice Carmen Molina ha posto proprio questa domanda a una ragazza spagnola vittima di uno stupro. Una domanda violentissima che ha scatenato lo sdegno dell'organizzazione dei diritti delle donne "Clara Campoamor". Al Consiglio nazionale dei giudici è così arrivata la richiesta di sospendere e licenziare il magistrato. "Il giudice Molina - è la denuncia - ha offeso, degradato e umiliato la vittima interrompendo la sua deposizione per porgerle la domanda".

La vittima, una ragazza incinta al quinto mese, aveva denunciato il compagno per "aver ripetutamente abusato di lei sessualmente e fisicamente". Al giudice aveva chiesto un ordine restrittivo nei confronti dell'uomo. Il giudice Molina, però, ha assunto una linea aggressiva nei confronti della giovane "mostrando evidente incredulità e interrogandola senza permetterle di rispondere". Secondo l'organizzazione che difende la vittima, la domanda posta in Aula avrebbe "violato la dignità della donna" e non sarebbe stata "necessaria ai fini dell'indagine". Ora il Consiglio nazionale dei giudici ascolterà la versione del giudice nei confronti del quale non è la prima volta che vengono rivolte accusa di questo tenore. Tanto che l'organizzazione chiede che vengano presi provvedimenti drastici nei suoi confronti. Secondo Blanca Estrella, presidente dell'associazione, il giudice Molina "ha dimostrato una totale mancanza di rigore professionale e trattamento etico della vittima".

Commenti

egi

Gio, 10/03/2016 - 13:28

La mxxxa rossa riemerge

Finalmente

Gio, 10/03/2016 - 13:37

e per fortuna che l'affermazione non è giunta da un uomo... i miei complimenti al giudice, un'uscita degna del miglior stile boldriniano...

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Gio, 10/03/2016 - 13:52

Anche nella giustizia spagnola esistono Giudici senza cervello . Mal commune mezzo gaudio ? questa Giudice comunque è da rinchiudere.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 10/03/2016 - 13:54

Ma il giudice.....ha provato ha collegare il cervello?? ROBA DA MATTI!!

Ritratto di onollov35

onollov35

Gio, 10/03/2016 - 13:58

Molto probabilmente la Giudice Molina sà bene come chiudere le gambe.

maurizio50

Gio, 10/03/2016 - 13:59

In fatto di Giudici, è proprio vero che se Sparta piange, Atene non ride!!!!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 10/03/2016 - 14:08

ecco perché la giustizia è da riformare! ha ragione Berlusconi :-)

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 10/03/2016 - 14:15

Ma per fare questa domanda assurda, la signora ha sostenuto un esame per diventare magistrato? I criteri per l'assunzione sono solo basati sul saper rispondere a qualche domanda o anche assicurarsi che il futuro magistrato possa fare quella professione?

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 10/03/2016 - 14:26

Questa storia è poco chiara, aspetterei a indignarmi. Dall'articolo si sa solo che la donna dice d'essere stata violentata e che il giudicie gli ha chiesto se ha tentato di opporsi. Se fosse un fatto di stupro da parte di uno sconosciuto la domanda sarebbe strana e non attinente ma qui si parla che l'uomo, da cui la donna dice d'essere stata violentata, E' IL SUO COMPAGNO, sicuramente il padre del bambino che tiene in grembo. La cosa assume un aspetto ben diverso sotto questa luce. Può essere un modo della donna di liberarsi dell'uomo, togliendogli il destino del figlio o un fatto di crisi psicologica della donna. Di conseguenza il giudice ha cercato di accertarsi se veramente è stata violenza. Perciò, prima di dare fiato allo sdegno, occorre saperne di più.

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 10/03/2016 - 14:27

Avrebbe dovuto risponderle : Lei ha provato a farsi visitare da un buon specialista ?"

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 10/03/2016 - 14:41

"Ha provato a chiudere le gambe in maniera corretta?". Io un giudice simile lo manderei subito a casa perchè "non ha aperto il cervello in modo corretto". Non si può pensare di fare giustizia con personaggi simili.

Ritratto di chiri

chiri

Gio, 10/03/2016 - 14:46

Ma che domanda radiatela assolutamente

Fab73

Gio, 10/03/2016 - 15:26

mortimermentecatto, davvero un peccato che si tratti della magistratura spagnola! Berlusconi voleva riformare pure quella??? (ah, no, quella era tra i suoi modelli...) Certo che tu l'occasione per fare la figura dello scemo non la perdi mai eh!!!

Ritratto di nordest

nordest

Gio, 10/03/2016 - 15:36

Povera Italia come può andare avanti finché mettono persone così ignoranti su posti così importanti.

Rossana Rossi

Gio, 10/03/2016 - 15:41

Ennesimo esempio dell'infimo livello di questi imb.ecilli che vogliono fare i magistrati senza averne merito e capactà. E siamo in mano a questa gente.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 10/03/2016 - 15:55

un altro ixxxxxxxe

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Gio, 10/03/2016 - 16:19

Bisognava rispondere "ha mai provato ad accendere il cervello"

i-taglianibravagente

Gio, 10/03/2016 - 16:30

Quando ho letto "Al Consiglio nazionale dei giudici è così arrivata la richiesta di SOSPENDERE E LICENZIARE il magistrato"...ho capito che non si trattava di roba italiana.

Ritratto di raffaelelupo

raffaelelupo

Gio, 10/03/2016 - 16:51

Il giudice Carmen Molina, ma forse sarebbe stato meglio scrivere (come Boldrini pretenderebbe) la giudice (o giudichessa, fate voi) vistyo che CARMEN mi sembra che sia un nome prettamente femminile. Correbbetemi se sbaglio.

ritardo53

Gio, 10/03/2016 - 17:04

Ma perchè la medesima domanda non la rivolge a sua moglie?

ritardo53

Gio, 10/03/2016 - 17:06

Con sarcasmo ho scritto moglie, anche perchè questi giudici non fanno distinzione di sesso quando fa comodo a loro.

Raoul Pontalti

Gio, 10/03/2016 - 17:19

Buona notte bananas! C'è anche quello che non ha capito che si trattava di UNA giudice ovvero di una giudicessa, la quale ha mostrato invece professionalità poiché compito del magistrato è tutelare la giustizia, ciò che significa non credere sic et simpliciter alle accuse delle presunte vittime di certi reati.

rossini

Gio, 10/03/2016 - 17:36

Io nella domanda non ci vedo nulla di male. Intanto la giudicessa è una donna e, in quanto tale, sa bene come funzionano queste cose. Alle volte basta serrare le cosce o stringere le mascelle. In ogni caso evidentemente nel racconto della ragazza vi era qualcosa che non quadrava. Di qui la necessità di approfondire. Non è la prima volta e non sarà l'ultima che una donna, magari per vendetta o per essersi pentita dopo averla data via liberamente, accusa un uomo di stupro.

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 10/03/2016 - 17:43

Ho l'impressione che il magistrato si sia eccitato nel fare la domanda. Non sono sicuro ma poco ci manca.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 10/03/2016 - 17:45

Nel frattempo la Boldrini ha telefonato alla corte suprema spagnola ribadendo che Carmen Molina non è un giudice ma una giudichessa.

Mizar00

Gio, 10/03/2016 - 17:47

@stock47: Il suo ragionamento non fa una grinza. Effettivamente sorge qualche domanda in più, se si contestualizza..

titina

Gio, 10/03/2016 - 17:54

ma che significa "in maniera corretta"? E questa è laureata!

odifrep

Gio, 10/03/2016 - 17:58

Forse, al Giudice Molina, era sorto il dubbio che la ragazza avesse chiuso le gambe in maniera scorretta!!!!!!!!!!!

giolio

Gio, 10/03/2016 - 18:02

che deficiente questa giudice ,io gli cucirei a lei le labbra brutta bal dra ...cca schifosa!!!!!!

flip

Gio, 10/03/2016 - 18:10

e lei le chiude le gambe? se lo fa è solo per sentire se il "coso" del suo uomo funziona.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 10/03/2016 - 18:12

E questo presunto giudice ha provato ad aprire il cervello. Certo per farlo bisogna averlo.

Anonimo (non verificato)

joecivitanova

Gio, 10/03/2016 - 18:31

Mi sembra di aver capito che alla giudice ed anche a qualcun altro/a lasciare aperte le gambe in caso di violenza o chiuderle, in maniera più o meno 'corretta', e di conseguenza essere 'penetrata' o meno, possa fare la differenza nel subire lo shock ed il trauma conseguente all'atto! Consiglierei a tutti ed a tutte, per sdrammatizzare a questo punto, di andare a bere uno Stock 84 ..!!.. G.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Gio, 10/03/2016 - 18:36

D'accordo , il/la giudice ha posto la domanda in modo non consono. Ma anche il/la giornalista non ha scritto correttamente l'articolo. L'ABC del cronista consta di tre regole fondamentali della professione che si riassumon in tre sole parole : dove, quando, come. Leggendo l'articolo si evince che che le regole non sono rispettate. Dove è successo il fatto? In Spagna, in Messico, in Argentina.......e via elencando.

sparviero51

Gio, 10/03/2016 - 18:40

L'INTERNAZIONALE DEI GIUDICI " 00 " NON HA CONFINI !!!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 10/03/2016 - 18:49

E la giudice ha provato a scollegare il suo cervello dal suo deretano?

ziobeppe1951

Gio, 10/03/2016 - 18:55

Zecca rossa......si dice giudice, non giudiCESSA ...anche da quelle parti ci sono i cgl.ni sessantottini col 6 politico che interpretano la legge...hasta siempre

elpaso21

Gio, 10/03/2016 - 19:10

Certo l'articolo è poco chiaro, se il violentatore è il suo compagno, da cosa si evince che vi sia stata effettivamente una violenza? Mancano fatti e circostanze.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Gio, 10/03/2016 - 20:17

Toh! Io credevo che solo in Italia potessero succedere cose come queste! Speriamo che questa giudice venga defenestrata, nel senso stretto della parola, e, in caso di sopravvivenza, che venga lasciata senza stipendio, né pensione!! Nel nostro Paese, dove succede questo ed altro, quel magistrato verrebbe promosso!!!

billyserrano

Gio, 10/03/2016 - 20:19

A me piacerebbe sapere qual'è il modo corretto di chiudere le gambe. Questa è tutta scema.

tomasmac1

Gio, 10/03/2016 - 20:22

Il veleno che la gente di dx sputa servendosi di questo giornale non l ho mai visto da nessun'altra parte.

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 10/03/2016 - 20:55

Incredibile! Quanti defic.ienti non hanno come al solito letto l'articolo, e hanno commentato pensando che si trattasse della solita solfa del Giornale per aizzare le pecorelle accecate, contro la magistratura italiana. GRANDE il GIORNALE per la capacita` di far emergere questa triste marmaglia.

timoty martin

Gio, 10/03/2016 - 21:14

Si vergogni quel giudice, si vergogni. Un'offesa per la giustizia Italiana e per gli Italiani tutti.

yulbrynner

Gio, 10/03/2016 - 21:33

sembra una barzelletta di gino bramieri.. peccato che invece sia accaduto veramente...

magnum357

Gio, 10/03/2016 - 22:15

E questa sarebbe un magistrato !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Raoul Pontalti

Gio, 10/03/2016 - 22:56

ziobeppe se l'italiano l'hai studiato a ragioneria lascia perdere...I nomi e gli aggettivi italiani in -e non mutano desinenza al femminile ma assumono l'articolo femminile. Vi sono però eccezioni a vario titolo, alcune dovute al latino (pittore, pittrice), altre all'uso (consigliere, consigliera), altre dovute a influssi del latino seriore come nel caso di giudice che accanto alla giudice ha la giudicessa (anche giudichessa con riferimento ai giudicati sardi) dal tardo latino iudicissa.

GiovannixGiornale

Ven, 11/03/2016 - 00:03

Se anche in Spagna sono messi così male (ma recentemente se ne sono sentite di "belle" anche in Germania, a proposito dei molestatori di Colonia), vuol dire che è proprio la materia che studiano che li riduce così.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 11/03/2016 - 00:08

È con questi irresponsabili incaricati di amministrare la giustizia che i cittadini perdono la fiducia nella magistratura. Anche qui in Italia abbiamo l'anomalia delle toghe rosse che HANNO TOLTO AI CITTADINI IL DIRITTO ALLA LEGITTIMA DIFESA CONTRO LA CRIMINALITÀ. Andrebbe fatto un grande repulisti in magistratura. IL suo capo finge di non vedere L'ABERRAZIONE DI MAGISTRATURA DEMOCRATICA CHE SI DICHIARA CONTRO LA "GIUSTIZIA BORGHESE".

ziobeppe1951

Ven, 11/03/2016 - 00:21

Pontalti ....torna a scuola e fai i corsi serali

profpietromelis...

Ven, 11/03/2016 - 02:22

La domanda della giudice è stata mal posta. Avrebbe dovuto domandarle: il suo compagno ha usato violenza per farle aprire le gambe? E di violenza ne occorre molta per costringere una donna ad aprire le gambe. Se non vuole non le apre nemmeno con la forza. Tranne che si tratti di una forte violenza su tutto il corpo che la costringa a cedere psicologicamente.

Ritratto di Gelsyred

Gelsyred

Ven, 11/03/2016 - 04:12

Allucinante

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Ven, 11/03/2016 - 07:33

Probabilmente la domanda del giudice e' dettata dall'invidia... A lei nessuno, neppure con gentilezza, ha mai chiesto di aprire le gambe.

Giorgio5819

Ven, 11/03/2016 - 08:09

Questa deve essere una scorfana rossa che non vede un pendolo da anni, una di quelle represse inscopabili che odiano tutte le donne minimamente normali che hanno una vita sociale e sessuale normale. Una tale violenta arroganza puo' derivare solo da forzata astinenza.

tonipier

Ven, 11/03/2016 - 09:04

"SONO SENZA CONTROLLO VIAGGIANO DA SOLI" Sentenze copiate ed incollate, incapaci, avvicinabili,pappano con noti studi legali, basta leggere alcune sentenze per rendersi conto...che alcuni di questi dovrebbero arrestarli sul posto, siccome la giustizia in "ITALIA" funziona ad acqua di rose.. il cittadino viene quasi sempre messo sul lastrico, spogliato dei suoi beni. (Potrebbe rispondermi qualcuno?)

flip

Ven, 11/03/2016 - 10:41

tomasmac. leggi l' unità. ti apre la mente e ti lava il cervello.

agosvac

Ven, 11/03/2016 - 14:50

Può darsi che un magistrato possa non credere all'imputata, però dovrebbe anche mostrare un minimo di buon gusto e di educazione! Invece di chiedere con grande maleducazione " ma lei ha chiuso adeguatamente le gambe?" avrebbe dovuto dire " ma lei si è difesa adeguatamente?". Il fatto che si trattasse del suo compagno, ha ben poca importanza: la stragrande maggioranza degli stupri di ogni tipo avviene proprio in ambito familiare, e questo è risaputo da tutti ma non dagli imbecilli!!!

19gig50

Ven, 11/03/2016 - 15:19

Che giudici di mer@a!!

parnagossafB2

Dom, 13/03/2016 - 02:32

epperò, quella domanda della donna giudice meriterebbe una risposta, qualunque sia, invece delle sciocchezze che scrivono quelle sciaguratelle..

Gianni Barbero

Dom, 13/03/2016 - 16:40

Solita bufala scandalistica.Le denunce per stupro,quando non ci sono segni evidenti di violenza tipo ferite o ematomi,sono dei moduli praticamente sempre uguali predisposti dagli avvocati. "Nonostante il rifiuto chiaro ed inequivocabile della vittima,il denunciato le apriva con la forza le gambe ecc...". Essendo questa l'unica circostanza che caratterizza la violenza,soprattutto tra due persone che hanno normali rapporti e condividono il letto,ovvio che al Giudice incomba almeno l'obbligo di far confermare le circostanze,prima di sbattere in galera uno per 5 anni. O no?

Bellator

Ven, 08/04/2016 - 20:05

Forse a questo Giudice ,donna, si poteva chiedere,.. lei quando le apre le gambe !!,sempre od ad intervalli ??,secondo, l'occasione che si presenta??.Questa dovrebbe essere licenziata e mandarla a raccogliere CICORIA!!.