"Ho chiesto ai profughi di lavorare ma preferiscono non fare nulla"

Il piccolo paese da novembre ospita 20 profughi pachistani

Patrizia Calza, cattolica praticante, crede nel dovere dell' accoglienza. Difficilmente le si potrà affibbiare l'appellattivo di xenofoba, quindi. Eppure, dopo alcuni episodi vissuti in prima persona, si è dovuta ricredere anche Patrizia.

Lei, 54 anni, è il sindaco di Gragnano Trebbiense, in provincia di Piacenza. Il piccolo paese, che conta solo 4.500 abitanti, da novembre ospita 20 profughi pachistani. A questi non viene fatto mancare nulla: una casa, tre pasti al giorno, corsi di italiano, visite mediche, una piccola diaria. Tutto secondo le regole. Poi al sindaco è venuta un'idea.

Così, è stato chiesto ai profughi se volevano fare un po' di volontariato: tagliare l'erba nei giardini pubblici, pulire le ciclabili oppure i pozzetti che si intasano sempre. Tutte attività che non costano molta fatica e che possono dare un contributo importante alla comunità. All'inizio la proposta è stata accolta da tutti positivamente, poi però l'amara sorpresa: solo in quattro hanno detto di sì. Alcuni infatti preferiscono distribuire volantini, prendendo 10 euro l'ora; gli altri invece non vogliono far nulla.

"Le regole sull'immigrazione vanno cambiate. Noi abbiamo il dovere di accogliere chi ha bisogno, ci mancherebbe. Ma loro, se sono nelle condizioni di farlo, hanno il dovere di restituire qualcosa a chi li ha accolti. E se si rifiutano di farlo devono essere rispediti a casa", asserisce Patrizia. "Per essere rispettata nella sua dignità una persona deve avere un ruolo nella società, un mestiere o almeno un compito. Altrimenti cosa dico ai miei ragazzi", continua Patrizia. Il sindaco poi rimarca di dover dare il buon esempio ai suoi alunni, oltre ad essere sindaco è anche insegnante in un ex istituto per ragionieri: "ai miei studenti dico di impegnarsi, studiare sodo per poi trovarsi un lavoro, darsi sempre da fare. E poi in paese abbiamo chi fa il mantenuto".

Commenti

il corsaro nero

Ven, 29/04/2016 - 13:56

"Patrizia Calza, cattolica praticante, crede nel dovere dell' accoglienza". Cara Patrizia, visto che sei cattolica praticante, vallo a dire all'omino argentino di bianco vestito che ancora dice che bisogna accogliere tutti!

Una-mattina-mi-...

Ven, 29/04/2016 - 14:03

SONO TROPPO FIERI DELLA LORO CULTURA, e quindi boldrinamente giustificati a nullafacere. I PASCIUTI AUTOCERTIFICATI SENZA ARTE NE' PARTE, russatori sui patrii morbidi materassi, avviluppati da soffici guanciali, hanno altro da fare: partitelle, chiacchiere nelle scuole e tanto tablet, per cominciare, poi ci sono da valutare le richieste sui menù. Non hanno tempo, evidentemente.

Ritratto di Ventoverde

Ventoverde

Ven, 29/04/2016 - 14:07

Brava la nostra cattolica praticante, si é svegliata dal letargo.

Lucky52

Ven, 29/04/2016 - 14:10

Ma questi non sono quelli che secondo il PD lavorano e pagano le ns. pensioni? Sicuramente sono quella moltitudine che grazie alla sinistra ha invaso l'Italia ed è venuta a farsi mantenere vita natural durante. Se avessero voluto lavorare ce l'avevano anche al loro paese. La maggior parte arrivata in Italia sono quelli liberati dalle loro galere appositamente per venire in Europa.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 29/04/2016 - 14:16

Caro Sig. Sindaco a Lei sfugge che molti migranti sono convinti di avere diritto ad essere mantenuti a vita senza fare nulla , perchè in fondo così I nostri governanti fanno intravedere.

ziobeppe1951

Ven, 29/04/2016 - 14:17

Eh eh...Patrizia Calza ha scoperto l'acqua calda figurarsi se i fankazzisti mangiapane a tradimento danno il loro contributo ...sono in vacanza

Libertà75

Ven, 29/04/2016 - 14:18

ho telefonato alla sezione del PD, mi dicono che chiedere ad un profugo di lavorare è già una manifestazione di razzismo... ohibò

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 29/04/2016 - 14:21

Pakistani ??? E che, c'è la guerra in Pakistan ? Non vogliono lavorare ? Bene, a casa, con il primo volo della Pakistan International Airways. Oppure a casa della boldrina, tanto questi per lei sono risorse da non escludere.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 29/04/2016 - 14:31

Ecco qua cosa vuol dire VIZIARE LA GENTE!!! Se vedum.

gneo58

Ven, 29/04/2016 - 14:38

cosa vi aspettavate ?, trovatemi qualcuno che avendo vitto - alloggio e qualche soldo in tasca assicurato va a lavorare !

timba

Ven, 29/04/2016 - 14:49

Nella Civilissima Germania, nell'altrettanto Civilissima Austria, per non parlare di Danimarca, etc... chi si rifiuta di stare alle regole imposte ai profughi (da andare ai corsi di lingua, a lavorare per la comunità, a lasciare i propri averi per ripagare almeno in parte, etc..)... in poche parole FORA DI BAL!!! Ma chi sono ancora quei deficienti che credono che uno che scappi da guerre, carestie e persecuzioni abbia il becco di dettare, lui, le regole e decidere cosa fare, cosa mangiare, cosa volere, etc... Chi si trova veramente in quelle condizioni, bacerebbe un minuto sì e l'altro anche ogni minima cosa che gli piovesse addosso... a gratis! I buonisti della domenica fanno sempre i paragoni con i nostri bisnonni anch'essi emigrati. Andate a chieder loro, se ancora vivi, come venivano accolti e quanto si spaccassero la schiena per un tozzo di pane... Sinistra sei penosa!!!

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Ven, 29/04/2016 - 14:52

Calza... a pennello questa vicenda.

pastello

Ven, 29/04/2016 - 15:00

Non sono d'accordo con la sindaca praticante. Le risorse si sono sobbarcate un viaggio faticoso per venirci a pagare le nostre pensioni e la gentile signora vorrebbe anche farli lavorare? Ma dov'è finita la giustizia?

polonio210

Ven, 29/04/2016 - 15:21

Ma siamo matti?Che la "Sindachessa" sia immediatamente indagata per tentata riduzione in schiavitù e sfruttamento di persone in stato di bisogno.Ma cosa crede costei,che le nostre valenti risorse possano umiliarsi a fare questi miserevoli lavori?E per che paga?E con quali inquadramenti assicurativi?Ma non lo sa che è nostro dovere mantenerli onorarli e servirli?Noto che la "Sindachessa" non fornisce loro né wyfy né cellulari di ultima generazione ne capi firmati:se non vuole altre denunce per crudeltà si attivi immediatamente.

01Claude45

Ven, 29/04/2016 - 15:28

Sospendere ogni erogazione e privilegio con IMMEDIATO RIMPATRIO. Costoro non sono rifugiati, ma CLANDESTINI PARASSITI.

linoalo1

Ven, 29/04/2016 - 15:48

Cosa????Non hanno voluto???Alora condannateli ai Lavori Forzati,oppure fategli pagare il Vitto e l'Alloggio che gli offriamo!!!!

Trinky

Ven, 29/04/2016 - 16:01

chi la fa l'aspetti? mah....accogliete accogliete pure...poi mandateli dal bergoglio però!

roberto.morici

Ven, 29/04/2016 - 16:08

"Ho chiesto ai profughi di lavorare ma preferiscono non fare nulla". Ma va.! Chi l'avrebbe mai detto? Che questi si rifiutino di fare qualcosa in cambio dell'accoglienza è scontato; che la Signora lo abbia chiesto...lascia per lo meno perplessi.

Ritratto di lokum

lokum

Ven, 29/04/2016 - 16:11

@bobirons..hai perfettamente ragione. I pakistani sono da rimpatriare facendo pagare il costo alla nazione da cui provengono. Penseranno in loco come rivalersi le autorità . Questo dovrebbe essere una regola per tutti i migranti economici.

paolo b

Ven, 29/04/2016 - 16:22

a lavorare si fa fatica...quando si può stare senza fare nulla e qualcuno continua mantenerli.... lavori socialmente utili altrimenti a casa rimpatriati senza troppi complimenti

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 29/04/2016 - 16:24

Gli scemi non sono loro, ma siamo noi che permettiamo ai pidioti di ridurre così l'Italia.

ioiome

Ven, 29/04/2016 - 16:27

....ma ancora a disquisire e perdere tempo? Non lavori ? niente soldi, niente pasti, niente di niente e ...di corsa ...li riporti a casa loro...o ai confini del loro stato. Ma per favore.....non se ne po più e....i soldi....sono finiti...ciò che resta ora serve a noi.

Cinghiale

Ven, 29/04/2016 - 16:31

Da brava maestrina spiegherà che è la loro cultura, magari tra una ventina d'anni qualcosa sarà cambiato. Tanto i compagni sempre li votano.

maurizio50

Ven, 29/04/2016 - 16:45

Caso da segnalare al Pampero Argentino, alla Sboldrina, alla Caritas, a Librandi e a tutti coloro che con le prediche dell'accoglienza si riempiono le tasche di denaro dei contribuenti!!!!!!!!

Keplero17

Ven, 29/04/2016 - 17:00

Giusto un matto può lavorare gratis.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 29/04/2016 - 17:10

Cosa dice questa qua? Ha dato accoglienza usando i beni della comunità e si è fatta ciulare. Mandi in banca il suo miglior studente senza soldi a veder come si fa ad avere un mutuo, o lo mandi in negozio a far la spesa senza soldi. Impari la gente a non dar retta agli asini che volano, niente per niente o niente affatto. Altro che credere...

Marzio00

Ven, 29/04/2016 - 17:38

Mi risulta che non sia un caso unico, già accaduto in altri comuni italiani, basta fare una ricerca su internet e leggere le cronache locali (Palmanova, Massalengo, Calizzano etc etc). Senza dimenticare tutte le proteste per i pasti, le sistemazioni, le wifi et etc...... Tutta povera gente che scappa dal dramma della guerra, della fame, della disperazione di non sapere se domani sarà ancora viva.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 29/04/2016 - 17:46

"... Noi abbiamo il dovere di accogliere chi ha bisogno, ci mancherebbe..." Ma chi l'ha detto, da dove scaturisce questo DOVERE ? Il primo dovere è provvedere a noi stessi e ai nostri figli, parenti, amici e concittadini. POI, SE AVANZA, ce ne sarà anche per gli ESTRANEI. Vi sembra che nell'attuale stato di cose nella società italiana ci sia del surplus ??

fedeverità

Ven, 29/04/2016 - 17:49

BUTTATELI FUORI DALL'ITALIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ORA!!!

Beaufou

Ven, 29/04/2016 - 17:52

Mi permetto di fare un'osservazione: il dovere dell'accoglienza per un cristiano è sacrosanto nei confronti di un uomo che si trova in difficoltà per vicende eccezionali non dipendenti da lui. Mantenere dei bellimbusti che non hanno voglia di guadagnarsi il pane "non" è accoglienza, è semplicemente essere disposti a farsi sfruttare e a passare per cxxxxxi, signora Calza. Ma quest'elementare, evidente verità sembra essere incomprensibile sia a chi ci governa, sia a chi dovrebbe essere guida morale e spirituale del suo popolo. I casi sono due: o chi non capisce è veramente fuori dal mondo e profondamente stupido, o è in malafede e persegue un altro fine, quello di costruire una società del tutto diversa dall'attuale. Ma allora ce lo dicano, senza prenderci per i fondelli tentando di addormentarci con le favole buoniste.

acam

Ven, 29/04/2016 - 18:09

quanto postato per la tessera sanitaria potrebbe essere utile a patrizia

MEFEL68

Ven, 29/04/2016 - 18:13

In un Paese serio la cosa sarebbe molto semplici. -Non vuoi lavorare? Non vuoi rifare il tuo letto o pulire il bagno che tu stesso hai sporcato? Benissimo! Con il primo aereo torni nel tuo paradiso terrestre dal quale sei partito.- Preferisci lavorare e guadagnare 10 euro l'ora? Benissimo! Allora, come fanno gli italiani che hanno un reddito, paghi le tasse, il vitto e l'alloggio. Ma perchè è tanto difficile con questi politicastri?

123214

Ven, 29/04/2016 - 18:23

che una persona debba avere un ruolo nella società è una idea occidentale. a costoro interessa solo avere. basta vedere l'africa. le donne lavorano e i mashhi non fanno nulla

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 29/04/2016 - 18:46

Hanno ragione a protestare,oltre ad avere primo,secondo,frutta e dolci,essere a alloggiati a nostre spese negli alberghi adesso devono pure lavorare ? Non sia mai,hanno tutto il diritto di bighellonare da mane a sera navigare su internet e dedicarsi ai giochi con il pallone.

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 29/04/2016 - 18:51

PROFUCHI E' PER COSA? IN PAKISTAN NON C'E' GUERRA. IN FUTURO MAGARI CON L'INDIA MA ORA NO. RISPEDIAMOLI NELLE LORO FOGNE E IN MEZZO ALLE SCIMMIE PUZZOLENTI

titina

Ven, 29/04/2016 - 18:53

Scriva un cartello: chi non lavora non mangia.

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 29/04/2016 - 18:59

Ecco come il Governo Renzi non fa niente ..tante parole niente fatti.Basterebbe fare una legge in aiuto ai sindaci e ai prefetti, approvata dal parlamento, che preveda alcune semplici regole di inserimento, come fa la Germania.Chi non segue le regole sara' passibile di provvedimenti disciplinari fino all'espulsione. Chiedere loro "per cortesia" di fare qualcosa e' come chiedere ad un bambino delle elementari in vacanza se ha voglia di fare i compiti.E' ovvio che risponde di no ..preferisce giocare!..ma sarebbero queste le risorse?

pastello

Ven, 29/04/2016 - 19:50

Saranno anche profughi ma non sono scemi.

killkoms

Ven, 29/04/2016 - 19:50

2`invio,ma quale guerra c'è in Pakistan da costringere questi personaggi alla fuga? gli unici che dovrebbero fuggire sarebbero i membri della oppressa comunità cristiana,ma chissà perché non glie lo fanno fare!pochi giorni fa, a Biella se non erro,un paio di pakistani dopo aver ricevuto il permesso di soggiorno umanitario ed essere usciti da un cara,sono andati a protestare in prefettura perché pretendevano ancora vitto e alloggio gratis!

Ritratto di epealasca79@tiscali.it

epealasca79@tis...

Ven, 29/04/2016 - 21:34

Questi non sono schiavi,ma ospiti,non vi vergognate a proporgli del lavoro?questi già mangiano,se c'è del lavoro datelo ai disoccupati italiani. mi risulta che l'italiano disoccupato non ha aiuti.