"Ho fatto 7 mesi dentro per l’errore di un pm"

Ecco una storia di malagiustizia successa a un livornese di 34 anni

"Ero uscito di casa tranquillo, come ogni giorno, e mi sono ritrovato in carcere per quasi sette mesi. L'impatto è stato durissimo. Per fortuna ho un carattere forte, che mi ha permesso di affrontare a modo mio anche la galera. Sapevo di non aver fatto niente, che tutto si sarebbe risolto nel migliore dei modi. E così è andata. Ma mi hanno fatto patire". Massimiliano Olivieri è un 34enne livornese, vittima di un caso di malagiustizia, ha raccontato al Tempo la sua storia. Era stato arrestato nel 2012 perché trovato in possesso di 213 chili di cocaina purissima e a poco erano serviti i suoi tentativi di spiegare ai giudici e ai pm che gli zaini in cui era stara nascosta la droga non erano suoi.

La sua unica colpa era stata quella di aver aperto uno zaino e aver tirato un panetto di 5 kg di droga ma dall'esame dei tabulati telefonici, del dna o del suo computer erano state trovate prove che lo legassero in qualche modo al traffico di droga. Si era soltanto trovato nel posto sbagliato, nel momento sbagliato e tanto è bastato per essere arrestato per traffico di droga e passare sei mesi in carcere per poi essere assolto anche se i pm avevano chiesto 4 anni di detenzione per lui. "Mi hanno sequestrato il cellulare, il computer, hanno perquisito la mia casa, il gommone è stato analizzato dal Ris di Roma, eppure nulla è emerso a mio carico. I magistrati - spiega Massimiliano - si sono subito resi conto che non ero un narcotrafficante, ma volevano farmi pagare il possesso di quei cinque chili di cocaina. Io credo che, nel momento in cui si sono accorti che non ero la persona che cercavano, e dunque che la loro operazione era andata male, hanno pensato che qualcuno dovesse comunque pagare. E invece ero innocente, mentre ancora oggi i veri colpevoli non sono stati scovati". Ora il suo avvocato, Massimo Gambaccini vuole predisporre l’istanza di risarcimento per ingiusta detenzione.

"Dopo due mesi ho anche chiesto i domiciliari, ma me li hanno negati. Il giorno in cui mi hanno arrestato - racconta ancora la vittima - dovevo andare a prendere mia figlia a scuola, e invece l'ho rivista in carcere dopo molte settimane. Mi hanno rifiutato anche il patrocinio gratuito perché, secondo loro, vista la mia attività illecita, da qualche parte i soldi ce li dovevo avere. Ma non avevo e non ho un centesimo, tanto che non ho ancora pagato il mio avvocato, che non finirò mai di ringraziare". Massimiliano si dichiara "sfortunata" ma si dice anche "convinto che sette mesi di carcere preventivo sarebbero stati troppi anche se fossi stato colpevole" e perciò spera di essere risarcito. "Tre giudici mi hanno assolto per non aver commesso il reato. Penso di averne diritto", conclude.

Annunci

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 30/12/2015 - 18:03

ecco. è per queste vicende che berlusconi chiede la riforma della giustizia! è per queste vicende che io chiedo di cambiare leggi, il sistema della magistratura, tutto il sistema giudiziario! soltanto i cre.tini di sinistra ancora insistono con questi processi farsa per tutti tranne che per la sinistra! ennò, cosi la democrazia non funziona!!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 30/12/2015 - 18:05

E, more solito, il "solerte" pm farà carriera perché in fondo i magistrati non sbagliano mai. A sbagliare, e pagare, sono tutte le altre categorie perché se ai giudici fosse chiesto di pagare verrebbe meno la loro "indipendenza"!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 30/12/2015 - 18:10

cre.tini di sinistra, ora immagino che capirete il motivo per cui berlusconi abbia intenzione di riformare la giustizia. vero? :-) oppure continuerete a ignorare questi preoccupanti segnali di ingiustizie e di democrazie negate per fare un piacere alla sinistra? :-)

MOSTARDELLIS

Mer, 30/12/2015 - 18:48

No comment. Purtroppo questa è la giustizia italiana.... guai a chi ci casca dentro...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 30/12/2015 - 18:51

C'è qualcosa che NON quadra nell'articolo. Mi spiego,io vado per i fatti miei e "TROVO" 200Kg di cocaina, cosi per strada, ne tolgo un panetto da 5kg (per curiosita???) oppureeee!!! MAH!!! UN DUBBIO MI ASSALE!!! Pax vobiscum.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 30/12/2015 - 18:55

L'ennesima figura di meringa della giustizia italiana. Perché meravigliarsi?

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 30/12/2015 - 18:57

Non si preoccupi il signore, l'itaglia gli sarà riconoscente promuovendo il pm.

lamwolf

Mer, 30/12/2015 - 19:33

Ogni giorno si legge e le tv ci fanno apprendere di assassini e criminali che restano a piede libero o rinviati a giudizio ma liberi di commettere altri reati. Sono i magistrati e giudici gli unici che non pagheranno mai nessuna conseguenza. Tutelati da loro stessi. Caso vergognoso di impunità unico al mondo.

ziobeppe1951

Mer, 30/12/2015 - 19:40

Del resto questi "giudici" del 6 politico, possono fare solo danni, dormono sonni tranquilli, non pagano mai!!!

il sorpasso

Mer, 30/12/2015 - 20:08

Questo uomo va risarcito dallo stesso che lo ha condannato e la cella si deve aprire per quest'ultimo per almeno 7 anni non 7 mesi!

Alessio2012

Mer, 30/12/2015 - 21:02

Purtroppo quando gli italiani ignoranti si accorgeranno che i magistrati non sono messi lì da Dio ma vincendo un concorso (possibilmente truccato) sarà troppo tardi...

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mer, 30/12/2015 - 21:18

Se solo fosse vero abbiamo vinto un Referendum sulla responsabilità civile dei Magistrati; che paghino loro di tasca propria e allora sentiranno veramente come agisce la Giustizia in Italia. Non chiedo che questo al Signore Gesù, che ci liberi dai Magistrati che pensano di essere paladini della Giustizia mentre sono soltanto burattini della mala giustizia all'Italiana. Shalòm.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 30/12/2015 - 22:09

hernando45 Mer, 30/12/2015 - 18:51..Buenas tardes....La droga era stivata in un gommone alla deriva, probabilmente spiaggiato, per errore "di calcolo delle correnti", nel luogo sbagliato. Immagino che il sig. Massimiliano Olivieri abbia notato la cosa,si sia avvicinato etc etc....Chiaro che non doveva mettere le manine sante,anzi, avrebbe dovuto le autoritá ma, sai com'é...Se segui questo link capirai meglio : http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2014/04/06/news/prese-la-cocaina-dal-gommone-livornese-a-processo-1.8989456?refresh_ce.......Saludos de Colombia, feliz año nuevo hermano a usted y a todos los italianos buena gente!!! Traduco: saluti dalla Colombia, felice anno nuovo fratello a te e a tutti gli italiani perbene!!! E.A.

BiBi39

Mer, 30/12/2015 - 23:51

E' da superficiali credere a tutte le favole.Spesso i gonzi che abboccano fanno critiche da gonzi.

Ritratto di Farusman

Farusman

Gio, 31/12/2015 - 00:48

Certo che essere beccato con in mano uno zainetto aperto contenete 5 kg di cocaina è un bel disculo: e dimostrare che non ne sai niente non credo sia tanto facile. Penso che,onestamente, se fossi stato il giudice,avrei fatto molta fatica a convicermi della casualità del fatto.

morme

Gio, 31/12/2015 - 01:01

@Hernando45: Riporto i dettagli della vicenda, come vedrà è tutto molto più chiaro: In tutto sul gommone sgonfio vi erano 8 zaini per un totale 213 kg di cocaina. L'olivieri si è avvicinato, ha dato un’occhiata in giro e poi ha messo una mano nel borsone tirando fuori un panetto da 5 kg. Una frazione di secondo dopo quel gesto sono saltati fuori i carabinieri in appostamento. Dopo il rinvenimento fortuito, il carico era rimasto al suo posto. Gli investigatori monitoravano la zona per intercettare chi si fosse presentato per recuperare i 213 kg di cocaina. In sostanza, con un eccesso di zero dilettantistico NON hanno aspettato di capire se il tizio in questione era un pescatore passato di lì per caso o il narcotrafficante. Sarebbe bastato aspettare 5 minuti per capire cosa il tipo avrebbe fatto con il gommone appena rinvenuto, mica spariva nel nulla tipo mago zurlì.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 31/12/2015 - 01:41

Istituendo la punibilità per gli errori dei magistrati li si renderebbe più solleciti e COSCIENZIOSI nel loro lavoro. SOPRATTUTTO PERCHÉ PRIVARE DELLA LIBERTÀ UNA PERSONA INNOCENTE È UN DELITTO GRAVISSIMO. È immorale non punire il magistrato che compie con leggerezza ed irresponsabilità questo infame delitto.

papik40

Gio, 31/12/2015 - 02:45

Purtroppo questoe' uno dei casi in cui i PM si intestardiscono sul "colpevole" di turno e non sentono ragioni di analizzare e valutare le prove a discarico Se ogni volta che i PM mettono in galera degli innocenti facessero la meta' del carcere imposto alle loro vittime svolgerebbero meglio il loro lavoro!!

Iacobellig

Gio, 31/12/2015 - 06:41

ORA PER ALTRETTANTO TEMPO VADA IN GALERA IL PM E I GIUDICI CHE L'HANNO CONDANNATO OLTRE A RISARCIRE CON SOLDI PROPRI IL CITTADINO INNOCENTE. SOLO COSÌ QUESTA MASNADA DI PM E GIUDICI INCAPACI IMPARERANNO A FARE BENE IL LORO LAVORO!!!

giovauriem

Gio, 31/12/2015 - 09:58

questi casi succedono , anche ' per che l'avvocato difensore non sta sullo stesso piano dell'accusa e nei processi a persone comuni non contano nulla e sono anche intimoriti .

beppechi

Gio, 31/12/2015 - 12:45

io sinceramente non ho capito cosa è successo. Che cosa vuole dire "La sua unica colpa era stata quella di aver aperto uno zaino e aver tirato un panetto di 5 kg"?

scorpione2

Gio, 31/12/2015 - 14:37

sinceramente posso dire che ti e' andato di culo, altro che pescatore,sei un pirla e disoccupato pure,credevi di fare qualche affaruccio e ti si e' acceso una spia nel cervelletto,prendi un panetto e via.ritieniti fortunato che ti hanno creduto,altrimenti erano cxxxi tuoi e amari pure.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 31/12/2015 - 15:37

Grazie Nestore e morme, ora ho capito, l'articolo non lo spiegava bene. Rimane comunque il fatto che come giustamente scrive scorpione 2 il tizio ha cercato di fare il VOLPINO e quindi i 7 mesi di galera gli stanno bene, forse sarebbe stato necessario anche qualcosa di piu. Feliz año sperando sia l'ultimo con FROTTOLO.

autorotisserie@...

Gio, 31/12/2015 - 15:43

AMICO MO ASPETTA E SPERA, NON SEI TESSERATO NEL MODO GIUSTO, ACCONTENTATI E NN PROTESTARE TROPPO , CERTI SIGNORI SONO FUMINI,SPOCCHIORI ARROGANTI, ECC ECC, POTREBBERO INGABBIARLA DI NUOVO, P.S. SE PUOI LASCIA QUESTA TERRA DI BANDITI.

routier

Gio, 31/12/2015 - 19:12

Magistratura e giustizia non sono neanche parenti. Dopo lo scandaloso caso Tortora ci si può aspettare di tutto!

Raoul Pontalti

Gio, 31/12/2015 - 19:58

(ENNESIMO INVIOOOOOO!) La ricostruzione di morme ci rende edotti del fatto che nel caso scappellarono i carabinieri troppo precipitosi e che al PM fecero una relazione lacunosa. In altri paesi e con giudici meno scrupolosi (o anche in italia con certi avvocati d'ufficio) ci si sarebbe buscati una bella condanna comunque.

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 05/02/2016 - 14:37

Nome, cognome titolo di studio e foto in primo piano di chi ha commesso l'errore e quali sono state le motivazioni che lo hanno indotto. Mi sembra il minimo.