"Da soldato ho servito la Patria, aiutatemi. Lo Stato mi ha dichiarato morto". La risposta: "Già risarcito"

Il maresciallo Marco Diana lancia su Facebook un video-appelo: "Un documento ufficiale dice che sono un soldato morto. Aiutatemi"

"Io sono vivo, ma sto morendo". Inizia così lo straziante appello del maresciallo Marco Diana, lanciato su Facebook. Sono 16 anni che il soldato, dopo una vita passata a servire lo Stato nelle fila dell'esercito, combatte contro il peggiore dei nemici: un tumore che non gli sta lasciando scampo. Lui combatte con forza, ma le sue armi sono spuntate. E la colpa, dice lui, è dell'Italia che lo ha abbandonato al suo destino. Dimenticato. E anche "ufficialmente dichiarato morto".

L'appello del militare malato di cancro

Esatto. Non è uno scherzo. Marco Diana nel video-appello su Fb (guarda) fa riferimento ad un documento ufficiale dell'Italia che lo dichiara morto. Morto e sepolto. Peccato che lui sia vivo. O almeno questo è quello che sostiene nel video, parlando di un documento secretato che lui però avrebbe in mano: "Ufficialmente deceduto. Così è scritto in questo documento che mi avevano garantito sarebbe stato modificato - dice nel video, riportato da Cagliari Onoine - Invece non è ancora stato fatto. Mi domando perché risulto ancora deceduto per la Repubblica Italiana? Io ho una risposta: perché se ufficialmente sono morto le commissioni di inchiesta non possono chiamarmi per farmi domande sul mio stato di salute. Non possono pagare un biglietto, un albergo, vitto, alloggio e accompagnatore a un morto, per essere sentito. Perché non vogliono sentirmi? Perchè sono l'unica prova vivente con documenti alla mano, con i quali posso fare nomi e cognomi di chi ha creato le morti di tutti noi cittadini italiani mandati a morire dalla Repubblica Italiana, in nome e per conto del popolo italiano, in zone di guerra. Ci hanno voluto dimenticare. Perché diamo fastidio, siamo scomodi, i loro errori non devono essere visti. Ecco l'unico motivo che mi posso dare del perché risulto ancora ufficilamente deceduto".

Il soldato, un ex maresciallo dell'Esercito, ha fatto ben 10 anni di missioni passate, come racconta, tra il Kosovo e la Somalia. Poi però ha scoperto di avere un tumore probabilmente collegato alle sostanze tossiche con cui è stato a contatto durante la sua carriera militare.

Le cure cui si sottopone sono molto costose e lo Stato non lo aiuta, proprio perché lo considera ufficialmente morto. "Per pagarmi le cure - racconta - mi sono indebitato e ho venduto casa". Ma ora non basta più. Per questo su Facebook ha indetto una raccolta fondi. "Vi prego aiutatemi - scrive - diffondete il mio grido disperato per rimanere ancora vivo".

La risposta dell'osservatorio della Difesa

La denuncia del militare, ripresa in prima istanza da alcuni quotidiani locali in Sardegna, però, ha provocato la reazione del responsabile dell'Osservatorio militare per l'assistenza dei malati da uranio impoverito. Domenco Laggerio ha detto che "l'ex maresciallo del reggimento dei granatieri di Sardegna Marco Diana è stato ricompensato economicamente per la sua malattia, del quale ho profondo rispetto. Ma ho il dovere morale, nel rispetto di tutte quelle famiglie i cui cari si sono ammalati a causa del contatto con sostanze tossiche nelle vari missioni militari, e che ancora stanno combattendo con la burocrazia per ottenere i risarcimenti, di fare chiarezza una volta per tutte" smentisce o in qualche modo ridimensiona la denuncia del militare malato. "Quello di Diana è l'unico caso in Italia che ha ottenuto i risarcimenti e gli indennizzi senza un procedimento giudiziario - commenta a Cagliari Online - a differenza dei tanti che ancora combattono con la burocrazia. La Sardegna è la regione tra le più colpite di militari malati da uranio e civili a ridosso dei poligoni, non credo sia giusto dare spazio a chi della malattia ne fa strumento per arricchirsi".

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/06/2016 - 17:02

IN CHE VERGOGNA DI STATO STATE VIVENDO ITAGLIANI?????AMEN.

Ritratto di frank60

frank60

Mar, 28/06/2016 - 17:27

I soldi vanno spesi per le risorse!Non per i nostri soldati italiani....

blackindustry

Mar, 28/06/2016 - 17:57

Cosa pretende questo soldato? Avesse la pelle scura, o cittadinanza extracomunitaria, avrebbe tutto il necessario. Ma e' solo un povero italiano.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 28/06/2016 - 18:02

---------queste battaglie le sta facendo in italia faticosamente la sinistra -----perchè se ai destri tocchi le divise---muori---i destri hanno una venerazione per gli alti comandi militari di tutte le armi ----essi sono infallibili per definizione---anche la gabanelli con una stupenda trasmissione ha provato a far chiarezza sulla questione uranio impoverito ---ma nulla----il muro di gomma è tenace---hasta siempre

agosvac

Mar, 28/06/2016 - 18:13

Ma non può andare da un magistrato con la sua carta d'identità ??? Dimenticavo, i magistrati mica si occupano di queste "sciocchezze"!!!

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 28/06/2016 - 18:23

ormai gli italiani sono destinati a morire.ci sono i negri ...

Nano Ghiacciato

Mar, 28/06/2016 - 18:24

Bisognerebbe gridare "Vergogna" in faccia ai capi dello stato e del governo a cominciare dal presidente...

adK

Mar, 28/06/2016 - 18:50

Le cure e le medicine del maresciallo Diana sono pagate dallo Stato come per qualsiasi altro malato oncologico. Inoltre la Difesa gli ha riconosciuto un risarcimento di 923 mila euro, una pensione di circa 8 mila euro al mese e altri indennizzi. Tempo fa ha detto di essere stato costretto a vendere la casa per pagarsi le cure, ovviamente non poteva essere vero. Perché questa volta dovremmo credergli. Stando alla sua bacheca su Facebook si cura presso strutture pubbliche (a carico dello Stato), ma continua a chiedere donazioni e denaro per pagarsi le cure.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 28/06/2016 - 19:04

I soldi per madare i profughi alle terme di Bormio li trovano. Per questo soldato, fedele servitore, un calcio nelle @@. Vergognatevi politici ,dal Presidente della repubblica all'ultimo de peones parlamentari, passando per renzino braghettoni.

IosonoIo.

Mar, 28/06/2016 - 19:12

I profughi alle terme, ai profughi le donne per i bisogni sessuali, ai profughi la carne Halal ecc.... Ad un SERVITORE della patria ( scritta volutamente in minuscolo) diamo un certificato di morte ! Vergogna !!!!!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 28/06/2016 - 19:16

Scommetto che,per equitalia è vivissimo e in ottima salute!

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 28/06/2016 - 19:25

Che paese del c**zo 'sto cencio di repubblica, nata dalla connivenza con il nemico, fondata sulle mafie, la corruzione e la subordinazione allo straniero.

sauropode

Mar, 28/06/2016 - 19:39

Sarebbe interessante sapere il motivo che ha lo ha spinto a girare il mondo e fare la guerra, non credo che sia amor di patria. Non mi risulta che il Kosovo e la Somalia ci abbiano dichiarato guerra. I motivi sono altri. (€ o $) ?

FRANCOSANNA

Mar, 28/06/2016 - 19:56

combatti sempre Marco!

scric

Mar, 28/06/2016 - 20:01

Che schifo oramai è finito anche il vomito, se puoi vai alla piazza del Quirinale e vediamo che succede. CHE VERGOGNAAAAAAA

Una-mattina-mi-...

Mar, 28/06/2016 - 20:37

QUESTO E' IL PAESE CHE MANDA ALLE TERME GLI ENERGUMENI AFRICANI NULLAFACENTI ED AUTOCERTIFICATI, MENTRE ABBANDONA I SUOI FIGLI, EROI SENZA NOME. VERGOGNA ETERNA

ziobeppe1951

Mar, 28/06/2016 - 22:05

Bestie infami, che lo stesso trattamento venga riservato a voi in un futuro prossimo

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/06/2016 - 22:10

La VERGOGNA CONTINUAAA!!!Alle 22e 10 solo 3 commenti pubblicati su questo argomento!!!!

cgf

Mar, 28/06/2016 - 23:26

per stipendi e vitalizi di [poco] onorevoli, nonché oltre 40K/mese per tenere fermo un aereo in un hangar i soldi si trovano sempre.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 29/06/2016 - 00:06

Abbiamo al governo dei traditori dell'Italia che aiutano dei parassiti stranieri a scapito dei cittadini italiani. QUANDO FINIRÀ QUESTA INFAME DISTRUZIONE DEL NOSTRO PAESE?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 29/06/2016 - 00:16

adK 18e50 qui scrive che è TUTTO FALSO!!!! Chissa se puo fornircene le prove?? IO intanto NON GLI credo, cosi come non ho mai creduto a FROTTOLO suo DEGNO COMPARE!!! Hasta mañana.

nunavut

Mer, 29/06/2016 - 00:49

@ elkid, scusi,chi ha dato il permesso e il denaro per comperare le bombe ad uranio impoverito? il ministero della difesa (almeno penso che sia così),allora egregio elkid i governi che sono stati al potere furono di Dx come di Sx.Il suo commento,che vuole accollare la responsabilità alla sola destra é intellettualmente disonesto.

vince50_19

Mer, 29/06/2016 - 07:42

elkid - Come al solito gioca a ping pong laddove - in ambito FFAA - tutto è regolamentato per legge. E, buon Dio, le leggi le fa il parlamento (lo sa, vero?). "Perfino" il regolamento di disciplina militare è soggetto alla legge (vuole le coordinate?). Il problema è un altro - in questo caso afferente malattie accertate con lo status di causa di servizio - ed è di ordine interpretativo: qui bisogna assolutamente mettere mani e non c'è dx o sx che tenga. Quando la smetterà di dividere il mondo in dx e sx non sarà mai troppo tardi, ancorché generali come Angioni e Del Vecchio, ad es. - sono stati parlamentari nei diesse, come altri militari che hanno ingrossato le fila di quella sx. Strano, no? Hasta giammai!

uberalles

Mer, 29/06/2016 - 09:18

Ovvio, dobbiamo pagare l'albergo e tutto il resto ai "ricciolini", come possiamo permetterci di pagare un ticket a chi ha dato la vita per l?Italia?

varv

Mer, 29/06/2016 - 09:39

cosa centra il risarcimento con le cure mediche. I nostri parlamentari non hanno figli che vanno in territori di guerra, quindi se ne lavano le mani.

releone13

Mer, 29/06/2016 - 09:47

1. e' già stato risarcito..2. faceva il militare , i rischi li conosceva benissimo...3. si sta curando in strutture pubbliche...4.pensione di 8.000 € ??????????????????????????????????????????????????????

giovauriem

Mer, 29/06/2016 - 10:10

già l'ho consigliato a qualcunaltro , caro marco se non provochi un botto , non succederà niente , i soldi servono per i migranti/gitanti , per che il 50% di quelli stanziati tornano nelle tasce dei politici tu hai il torto di essere italiano e temo che non avrai giustizia .

adK

Mer, 29/06/2016 - 12:23

- Se è stato dichiarato morto perché non mostra il certificato? - Le cure sono a carico dello Stato, perché chiede donazioni? - Dice di non aver avuto niente dallo Stato, dimentica il risarcimento da circa un milione di euro?

vince50_19

Mer, 29/06/2016 - 17:10

releone13 .- I rischi di cosa, di avere a che fare con l'uranio impoverito? Evidente che non c'è stata adeguata informazione e protezione dei militari che hanno operato in quella regione. Per il resto se ne verrà fuori guarito sarà sempre un fatto positivo. I soldi non ridanno "automaticamente" la salute. Io preferirei stare senza quegli euro ed avere la salute ok e se c'è qualche responsabilità di chi non ha provveduto a fare il proprio dovere, sia chiamato in causa (sempre che non lo abbiano già fatto).