I furbi e i fessi

Di Maio si sta comportando come quel padre che ha solo diecimila euro sul conto ma promette al figlio che se promosso gli comprerà la Ferrari

Ma allora i soldi ci sono, altro che storie. Se un governo può pagare il portavoce del premier Conte 170mila euro, cioè più del premier stesso e se la segretaria di Di Maio può guadagnare 70mila euro, vale a dire più di un primario ospedaliero, se tutto questo è possibile non vedo perché sia necessario mettere le mani nelle tasche dei pensionati o aumentare l'Iva. In realtà le cose stanno diversamente. Di soldi non ce ne sono, o meglio ce ne sono per loro (la nuova casta, famelica quanto e più della vecchia) ma non per mandare avanti il Paese. Ed è inutile che Di Maio e compagni se la prendano con l'Europa che ci impone il rigore, perché davanti a simili inutili sperperi chiunque storcerebbe il naso.

Dicevamo che di soldi non ce ne sono, almeno non a sufficienza per mettere in pratica le faraoniche promesse elettorali. Di Maio si sta comportando come quel padre che ha solo diecimila euro sul conto ma promette al figlio che se promosso gli comprerà la Ferrari. E quando il bravo pargolo in questo caso l'elettore passa a riscuotere, il padre allarga le braccia e invece che ammettere di essere stato un imbroglione si giustifica dicendo che il direttore della banca è uno stronzo che non gli concede fiducia.

Con una aggravante. Perché il padre in questione (Di Maio) si è messo in società con un tizio (Salvini) che al suo di figlio (elettore) ha promesso una villa a Saint Moritz pur avendo anche lui pochi spiccioli sul conto. Pur mettendo in campo tutta la buona volontà è evidente che nessun direttore di banca (l'Europa) potrà mai concedere nuovi fidi a una simile società, per di più se viene a sapere che i segretari dei due sono allegramente più pagati di lui, che sgobba da mattina a sera.

A noi l'Europa sta antipatica quanto a Di Maio, ma noi italiani, un giorno o l'altro, dovremmo smetterla di pensare di essere sempre i più furbi di tutti. Lo stesso Beppe Grillo ebbe a dire: «L'Italia è il paese dei più furbi. Ieri ero a Roma, sono salito su un autobus e ho timbrato il biglietto: tlic-tlac. Il guidatore si è girato e ha detto: Cosa c è questo rumore?». Adesso che tocca a lui pagare il biglietto piagnucola come un bambino. Ancora una volta viene da dire che aveva ragione Montanelli quando sosteneva che gli italiani non si dividono in furbi e fessi ma sono l'unico popolo che è contemporaneamente furbo (quando governa) e fesso (quando vota).

Commenti

FlorianGayer

Ven, 21/09/2018 - 15:40

Genova è l'esempio più lampante. Toninello ha detto che l'appalto va affidato a Fincantieri senza gara, perché una gara potrebbe essere vinta (in teoria) anche da ASPI. A me risulta, che una gara potrebbe essere vinta anche da altri. La conclusione univoca è comunque che, l'appalto va affidato a Fincantieri senza gara perché, facendo i confronti, l'offerta di Fincantieri risulterebbe difficilmente la migliore. Più chiaro di così.

kallen1

Ven, 21/09/2018 - 15:51

Vera e cruda realtà: questi se la prendevano tanto con il PD ma si stanno comportando mooooolto peggio. Mi sovviene quel detto che dice: quello che è tuo è mio e quello che è mio a te non ti riguarda! Ma la tanto gridata "onestà" dov'è finita?

carlottacharlie

Ven, 21/09/2018 - 16:03

Sottoscrivo, caro Sallusti. Parlando di grillini non li definerei furbi ma scaltri, lei meglio di me conosce la differenza dei termini. Credo che in questo paese la scaltrezza sia come tigna ed è per questo, assieme alla mancanza di dignità ed orgoglio personale, che veleggia da troppi anni raso terra. Altrimenti non si spiegherebbe questo degrado morale e di cose. Lavorare e far bene è capacità di pochi che, se dovessero entrare nei palazzi, vengono messi in luoghi lontani perchè l'intelligenza la sapienza e abilità è schifata, prima di tutto dai votanti che ambiscono ad esser servi e non persone.

Ritratto di noside863

noside863

Ven, 21/09/2018 - 16:08

il problema vero e che questi verranno votati e rieletti per altri 73 anni, come i loro compagni cattocomunisti.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 21/09/2018 - 16:15

la verdura è cara 170.000 euro per un finocchio.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Ven, 21/09/2018 - 16:16

Egregio direttore lei giustamente se la prende con i furbi. Ma difende i ladri alla felpini non per 170 mila euro ma per 49 milioni. Non spende una parola per la vergognosa rateizzazione contro la legge che è di 72 mesi con interessi e non di 81,6 anni senza interessi. I fessi siamo sempre noi Ma lei ci tratta da fessi due volte

gedeone@libero.it

Ven, 21/09/2018 - 16:19

Non mi ritengo inferiore a Casalino ed offro la mia collaborazione per 100.000 euro annui.

pinolino

Ven, 21/09/2018 - 16:21

Vi ricordate gli stipendi faraonici di amici, fratelli e cugini della Boldrini? Ecco, quelli erano fake news, questi invece sono veri e se vantano.

Darbula

Ven, 21/09/2018 - 16:23

Se questo è giornalismo ... in prima pagina e con tanto di titolone... Sallusti, renditi conto che ormai il tuo capo il treno l'ha perso!

GioChi

Ven, 21/09/2018 - 16:27

Quanto viene dichiarato dai politici non mi ha mai convinto. Mi spiego un deputato prende 13.971,35 Eu/mese lordi. Il che vuol dire che, se gli emolumenti sono 12 (non so se per loro esiste 13a e/o 14a) e se non si considerano altre entrate, il lordo da dichiarare nella Dichiarazione dei Redditi non può essere inferiore a 167656 Eu/anno. Ben al di sopra di quanto indicato dai più. C'è qualcuno che sa spiegarmi dove sta l'errore dei miei calcoli?

schiacciarayban

Ven, 21/09/2018 - 16:27

Di gente che predica bene e razzola male è pieno il mondo, ma questi sono i maestri!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 21/09/2018 - 16:28

Come al solito il commento del Direttore é esemplare. Però non ho capito il riferimento ad una "strana" promessa di Salvini al figlio, che avrebbe da lui come premio una villa a S. Moritz. Forse una battuta di Salvini?

Ritratto di teseiTeseo

teseiTeseo

Ven, 21/09/2018 - 16:40

@FlorianGayer... Genova esempio più lampante? Ma se Fincantieri: 1) è soggetto pubblico (quindi i soldi rimangono in taschina nostra) 2) ha cantieri in Genova e quindi da' lavoro dove c'è bisogno come Toti richiede 3) Chemmifrega se esclude soggetti che avrebbero potuto farlo a meno, e dato che i soldi li prende il pubblico e il conto arriva a Benetton e soci? Piuttosto lo criticherei non sulla scelta assolutamente condivisibile ma sulla fattibilità senza appalto della cosa. Anzi fosse per me commissionerei l'acciaio per il ponte all'ILVA.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 21/09/2018 - 16:55

Gli antichi romani dicevano nella loro vulgata: talis pater talis filius.

opuslupus

Ven, 21/09/2018 - 16:56

Questi grillini non sono mai stati rivoluzionari, questi volevano semplicemente subentrare alla casta e ai suoi privilegi. Al prezzo di quesro Casalino , basta andare in qualsiasi agenzia di cacciatori di testa per trovare qualcuno di meglio e molto più professionale. In realtà siamo al gratificare gli amici degli amici, i quali oltretutto si la,entrano anche perché devono lavorare. Ho un figlio chirurgo che passa la sua vita in sala operatoria che guadagna la metà di costui. Invece di mettere mano alle pensioni, di fare ‘l’ennesimo condono, per chi non paga le tasse, cominciate a dimezzare lo stipendio dei parlamentari, ad assumere per concorso gli staff dei ministeri e mentre ci siete cominciate a vergognarvi . Facce di bronzo.

giangar

Ven, 21/09/2018 - 16:59

La retribuzione è in linea con quella dei suoi predecessori. Sì, ma voi non eravate quelli del cambiamento? Non sono anche questi costi della politica da tagliare? Penso che il declino dei 5S sia iniziato in modo irreversibile. Questa notizia gli costerà qualche punto nei sondaggi.

Alessio2012

Ven, 21/09/2018 - 17:03

QUESTA GENTE PIACE PERCHE' CHI LI VOTA E' CONVINTO DI ARRAFFARE INSIEME A LORO, INVECE RESTERA' A DIGIUNO...

carlottacharlie

Ven, 21/09/2018 - 17:08

Posso? La villa di Salvini al figlio non esiste. E'un gioco per far capire come un padre o amministratore o qualunque persona che maneggi denaro possa far promesse se la cassa è vuota e nessuno fa credito.

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Ven, 21/09/2018 - 17:09

La segretaria di Di Maio lo accompagna anche e lo va poi a prendere da Montecitorio?

Gianni11

Ven, 21/09/2018 - 17:17

Un momento, direttore. Forza Italia e' a favore di soldi per la NATO (che non ci difende da niente), per gli F-35 (che servono solo agli americani), per l'ue (che ci vuole infognare di clandestini), per "aiutare" i paesi africani (che sarebbero solo rubati e sprecati), PERO' per un misero reddito di cittadinaza per gli italiani i soldi non ci sarebbero? Ma ci rendiamo conto che diamo di piu' ai clandestini che fanno solo crimini e stuprano le donne? Oppure solo quando i soldi sono per gli italiani allora non ci sono? CERTO CHE CI SONO I SOLDI. Se bisogna cancellare qualche spesa, allora meglio cancellare le altre spese che non ci servono proprio a niente come la NATO, l'ue, i soldi ai clandestini e gli "aiuti" ai paesi esteri. Pensiamo agli ITALIANI. Non e' necessario essere "furbi" ma smettiamola di essere fessi per gli altri.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Ven, 21/09/2018 - 17:29

C'è un piccolo problema. Scommettiamo che se mettessero le mani sul "barbiere di montecitorio" che guadagna più di un Ingegnere, alti si leverebbero i "lai" e i ricorsi fioccherebbero e i Sindacati insorgerebbero e tanti "Moralisti" si straccerebbero le vesti? "Poveri lavoratori" di Montecitorio assaliti dai "Comunisti del M5S", perché "privilegiati" e "traditori della Classe Lavoratrice" in quanto famelici fautori delle Caste, perfino tra Lavoratori. Scommettiamo anche sull'"elettricista di montecitorio", o sulle 600.000 auto Blu che persino renzo farneticava di voler azzerare? - In quel profondo "Mare" ci nuotano tanti pesci e può accadere che perfino i tonni difendano gli squali. Diciamocelo Dott. Sallusti, anzi "dicciamolo".

giangar

Ven, 21/09/2018 - 17:40

Ma poi, vorrei conoscere la job description del responsabile della comunicazione di Palazzo Chigi. In America, la portavoce di Trump affronta tutte le conferenze stampa al posto del Presidente. Di Casalino nessuno conosce la voce, lo vediamo solo come un'ombra furtiva alle spalle di Conte o di Di Maio

Mborsa

Ven, 21/09/2018 - 17:43

Direttore, ma questa è una critica da "grillino"! Se tutto il danno fosse in alcuni stipendi (non così sconvolgevolmente) esagerati,non si sarebbero problemi. In verità essi producono danni in quanto sono apprendisti, ma gli esperti non fanno la rivoluzione! La loro colpa politica è di non essersi preparati per fare una rivoluzione, o semplicemente per andare al governo, e questa è una vera colpa! D'altro canto sono quelli di "uno vale uno"!Hanno poche idee, confuse e conflittuali, e scarsa capacità di metterle in pratica.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 21/09/2018 - 18:01

---caro sallusti---lei ha fatto un bla bla bla kilometrico --io le do 2 numeretti da giocarsi al lotto--sia mai che vinca--da un lato ci sono i gialli che dai loro stipendi hanno già stanziato 25 milioni di euri(iniziativa microcredito)- che hanno finanziato circa 8 mila aziende che hanno generato circa 20 mila posti di lavoro e con circa 10mila sportelli in tutta italia--dall'altro ci sono i verdi che si sono fregati 50 milioni di euri della collettività e sono stati graziati dai giudici a restituirli in comode rate secolari senza interessi--chi sono i furbi e chi i fessi?--swag

kytra1936

Ven, 21/09/2018 - 18:13

Pochi soldi ....., governo diviso ......, Salvini ostaggio ......, ecc ecc. Sono le cose che dicono anche i Pidisti. Però per questo, caro Direttore, potrei leggere "Repubblica" no?

hornblower

Ven, 21/09/2018 - 18:13

Lo Stato non è una famiglia, non è un utilizzatore di moneta, quindi non ha bisogno di "incassare", di indebitarsi (nel senso di emettere titoli di Stato) e/o di vendere asset per poter spendere. Lo Stato spende a seguito di una decisione legislativa e procedendo ad accreditare conti correnti e conti di riserva bancari. La moneta è creatura della legge, non della natura e la moneta non è un bene reale, una merce, ma la registrazione contabile di rapporti di debito-credito. La moneta è una passività. La merce, i beni reali, non sono e non possono essere delle passività, ma solo degli asset. Le registrazioni contabili non sono limitate, finite. La moneta è un concetto relativamente semplice da capire e da descrivere. SEGUE

hornblower

Ven, 21/09/2018 - 18:14

Hyman Minsky spiegava che "tutti possono creare moneta, il problema è farla accettare" (1986); tutti emettiamo delle passività, ossia degli io-ti-devo, il problema è trovare qualcuno che accetti di diventare nostro creditore, ossia accetti di prendere a bilancio le nostre passività. Se avviene tale accettazione, allora si è creata moneta. La creazione di moneta, come spiegava Minsky, è un'operazione contabile sui due lati del bilancio. Passività per chi emette l'io-ti-devo, attività finanziaria per chi accetta quella passività. SEGUE

hornblower

Ven, 21/09/2018 - 18:15

Poi è chiaro che esiste una gerarchia delle passività/monete all'interno della società, con le passività dello Stato (banconote, riserve) che risiedono in cima alla piramide delle passività in quanto sono quelle più accettate di tutte visto che è con quelle passività che si effettuano pagamenti vari allo Stato stesso (tasse, tributi, imposte, ammende ecc). La Modern Money Theory a lungo ha spiegato questi concetti, compreso quello che, appunto, "taxes drive money", la "tassazione" crea una domanda per le passività/moneta dello Stato da parte del settore privato domestico di famiglie, imprese ed istituzioni finanziarie. SEGUE

hornblower

Ven, 21/09/2018 - 18:16

Infine, il deficit dello Stato, fatto zero il saldo con l'estero, equivale, per mera identità contabile (non è una teoria), al surplus finanziario/risparmio netto del settore privato di famiglie ed imprese. Volete ridurre il deficit pubblico? Allora state dicendo di voler ridurre il vostro reddito disponibile, il vostro risparmio netto e le vostre attività finanziarie nette (oppure di aumentare il vostro indebitamento netto). Non potete volere la riduzione del deficit pubblico e poi lamentarvi della "morte", della devastazione dei vostri conti economici e bilanci. Si capisce che siete contraddittori (per usare un eufemismo). SEGUE

hornblower

Ven, 21/09/2018 - 18:16

In Italia e non solo c'è una mistificazione patetica, ridicola ed oramai fastidiosa di questi argomenti! Emancipate yourselves from mental slavery, none but ourselves can free our minds, diceva Bob. Nel 2950 ci arriveremo. FINE

Tommaso_ve

Ven, 21/09/2018 - 18:29

@elkid A parte che 25M€ su 20k sono 1250€ a posto di lavoro... a posto di lavoro??? Manco Renzi blaterava fregnacce simili... effetto leva? Si si... Leggiamo un po' di economia seria, va. "20 mila posti di lavoro e con circa 10mila sportelli in tutta italia" Saranno "molto" virtuali perché con che soldi si pagano? Poi se dovessi chiedere un prestito cosa chiedo? 50€? Purtroppo con dei connazionali che ragionano così che poco da sperare.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 21/09/2018 - 18:31

Ecco... perfettamente. Io sono dell'idea di Montanelli il quale sosteneva che gli italiani non si dividono in furbi e fessi ma sono l'unico popolo che è contemporaneamente furbo (quando governa) e fesso (quando vota). Ed è per questo che i soli scassatori di gabbasisi non riescono mai a collocarmi alla corte di nessun partito. Nell'articolo si cita Casalino, la paesanella di Di Maio, ma non si cita un certo giovane Leonardo che anche lui di lingua ci sa fare. Alla faccia di tutti quelli che si affannano in concorsi e graduatorie: il "cambiamento".

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 21/09/2018 - 18:36

@elkid... splendido... Ma il nostro direttore, come gli rimprovero spesso, certe cose non le vede in quanto daltonico verso il colore verde. Avventurarsi sul terreno di fare i conti nelle tasche altrui è sempre assai pericoloso, ma farlo omettendo la cronaca corrente è demenziale. Quasi autolesionistico. E Sallusti questa volta a TOPPATO in maniera Klamorosa.

FlorianGayer

Ven, 21/09/2018 - 18:37

A TeseiTeseo: Fincantieri è quotata in Borsa. E' partecipata (con maggioranza pubblica) ma non è pubblica in termini sovietici (vale a dire "ipermorali". Non vedo quale primato morale abbia un azionista Fincantieri rispetto, mettiamo, un azionista Cimolai. Se poi guardiamo la dichiarazione di Toni, è chiara: una gara oggettiva non verrebbe vinta da Fincantieri, quindi contratto a Fincantieri. E' il principio per cui è meglio una Trabant (pubblica al 100 per 100, quindi morale ) che una capitalista (immorale) BMW

FlorianGayer

Ven, 21/09/2018 - 18:57

Per chi difende l'assegnazione senza gara a Fincantieri (TeseoTesei). A) Fincantieri è partecipata dallo stato, ma quotata in borsa B) Il ragionamento di Toninelli si può riassumere così: visto che solo uno stupido, in un confronto alla pari, sceglierebbe Fincantieri, bisogna scegliere Fincantieri per legge. Contenti voi....

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 21/09/2018 - 19:05

---hornblower--bastava dire semplicisticamente che per far ripartire l'italia occorre paradossalmente un aumento della spesa pubblica con grandi opere ed infrastrutture-il debito di un paese anche se molto ingente non deve far paura infatti se il tasso di interesse che grava su questo debito è inferiore alla somma tra il tasso di crescita ed il tasso di inflazione- il bubbone del debito pubblico sarà destinato a sgonfiarsi da solo in pochi anni senza creare lo stato di agonia finanziaria ed economica che conosciamo oggi--se oltre a Hyman Minsky ti fossi studiato pure un pò di poesia latina--come dico?--si esatto --il de rerum natura di lucrezio -ci saresti arrivato lo stesso con una capacità di sintesi fantastica--swag ganja

nunavut

Ven, 21/09/2018 - 19:34

@ hornblower 18:14 Uno può benissimo,anzi con piacere, accettare il "suo" io ti devo" se giustificato dalla certezza, che in futuro ti possa acquisire a un prezzo stracciato a seguito di un fallimento,oppure poterti strozzare con il famoso SPREAD e renderti schiavo come erano i sudditi nel medioevo,basti l'esempio di come si é comportata la Germania in particolare e l'EU con la Grecia,oggi Tsipras fa la figura del cagnolino ma vorrei chiedere al suo popolo cosa ne pensa.

Valvo Vittorio

Ven, 21/09/2018 - 19:52

Condivido appieno quanto scritto dal Direttore, ma è doveroso aggiungere la causa che io intravvedo nella cultura della Chiesa: ingresso sconsiderato di stranieri, invenzione del Giubileo per fare cassa, dogmi che stridono con altre religioni e per essere tali impossibilitati a modificare! Cultura comunista agli antipodi di quella liberale e pertanto siamo lontani dalla cultura democratica dei popoli nordici più civili. Condizioni economiche disastrose fra il nord e il sud del paese! Queste serie di concause hanno fatto dell'Italia una nazione ingovernabile.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Ven, 21/09/2018 - 21:11

Il Grande Montanelli! Anche lui però a visto solo un pezzo della realtà italica. «Gli italiani non si dividono in furbi e fessi ma sono l'unico popolo che è contemporaneamente furbo (quando governa) e fesso (quando vota)» e (quando non va a votare «perché tanto sono tutti uguali»).

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 21/09/2018 - 22:25

Per correttezza, Montanelli citava una frase di Prezzolini.

John Black

Ven, 21/09/2018 - 22:25

Be' un primario ospedaliero guadagna alla grande più di 70.000 euro.

Pigi

Ven, 21/09/2018 - 22:28

Hanno fatto in fretta i grillini a passare dall'altra parte della barricata. Sentite questo Casalino: "ae parliamo di merito e lo confrontiamo con lo stipendio dei miei predecessori non ho nulla di cui vergognarmi... anzi". Lui si confronta con lo stipendio dei predecessori, quindi coloro che hanno votato i grillini per mettere ordine in questi privilegi possono già pentirsene: non lo faranno, come i predecessori.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 21/09/2018 - 22:37

E' razionale che Autostrade si opponga legalmente a questa deriva nazionalizzatrice. Esiste un contrato ancora efficiente. Va rispettato, non interpretato politicamente ad usum statalista.

stefano_

Ven, 21/09/2018 - 23:18

@kytra1936 Ven, 21/09/2018 - 18:13 Pochi soldi ....., governo diviso ......, Salvini ostaggio ......, ecc ecc. Sono le cose che dicono anche i Pidisti. Però per questo, caro Direttore, potrei leggere "Repubblica" no?" Non credo proprio che i "Pidisti" abbiano mai detto che Salvini è un "ostaggio...casomai per loro Salvini è un nemico da cancellare prima possibile mentre personalmente vorrei che fossero cancellati sia loro che di maio ...quanto a salvini oramai lo considero un giuda traditore e spero che la lega riesca a sostituirlo...purtroppo è un bravo propagandista e demagogo e non credo che qualcuno riuscirà a sostituirlo.

stefano_

Ven, 21/09/2018 - 23:32

qualche grillino ha scritto: "hanno (i 5s) già stanziato 25 milioni di euri(iniziativa microcredito)- che hanno finanziato circa 8 mila aziende che hanno generato circa 20 mila posti di lavoro"... ma fatemi capire, i 5s hanno regalato 25 milioni a quelle 8 mila piccole aziende di cui parlano? Oppure hanno dato quei soldi a qualche banca che poi ci mette sopra anche degli interessi di cui si trattiene una parte mentre un'altra parte va a favore dei "benefattori" del 5s? Rispondetemi grillini, altrimenti sono autorizzate a sospettare che raccontate solo balle!

stefano_

Ven, 21/09/2018 - 23:35

certo è che sentire continuamente questi stellati inveire contro i pensionati "privilegiati" e anche contro i pensionati col "retributivo" mentre loro stessi guadagnano molto più dei 13 mila euro di cui ho letto in qualche altro commento e alcuni loro protetti ne guadagnano a bizzeffe, è una cosa da far vomitare!

stefano_

Ven, 21/09/2018 - 23:47

salvini lo considero oramai solo un altro dei migliori demagoghi di questo governo e qualche volta anche un fesso...quindi spero che i detrattori della lega non mi considerino un partigiano di salvini. Premesso questo vorrei aggiungere: ma questa storia dei 50 milioni rubati alla lega la raccontate convintamente oppure solo perché così ve l'hanno raccontata giornali e magistrati e perché così vi fa comodo raccontarla? Se la lega quei milioni li avesse utilizzati per comprare "titoli di stato" come previsto dalla legge, allora sarebbero stati onesti e bravi invece dato che per finanziarsi (e non per banchettare) hanno comprato diamanti allora tutti i detrattori di professione a ripetere la storiella del "furto" da parte della lega a scapito dei cittadini per buttare fango sulla lega! maledetti sti grillini con tutta la loro boria da galantuomini.

stefano_

Ven, 21/09/2018 - 23:49

"Ho un figlio chirurgo che passa la sua vita in sala operatoria che guadagna la metà di costui. Invece di mettere mano alle pensioni, di fare ‘l’ennesimo condono, per chi non paga le tasse, cominciate a dimezzare lo stipendio dei parlamentari, ad assumere per concorso gli staff dei ministeri e mentre ci siete cominciate a vergognarvi . Facce di bronzo." solo "facce di bronzo"? Lei - opuslupus - è troppo gentile!

stefano_

Ven, 21/09/2018 - 23:53

sempre a proposito di detrattori della lega (chissà però perché i grillini ci si sono alleati!!) e per rispondere a qualcuna poco "riflessiva" di qua sopra che si lamenta della rateizzazione ottantennale fatta alla lega, vorrei informarvi che quel sequestro e quella rateizzazione è solo PROVVISORIA in attesa della sentenza definitiva...sig.ri grillini almeno informatevi prima di parlare a vanvera!

FlorianGayer

Sab, 22/09/2018 - 09:21

Da ieri, circola questa bella notizia, da Edilizia e territorio: ‘Edilizia e territorio‘ del Sole 24 Ore scrive che “né Fincantieri né Italferr hanno le capacità tecniche per realizzare una infrastruttura di questo tipo”: mancano infatti le ‘attestazioni Soa’, autorizzazione prevista dal codice degli appalti per realizzare opere pubbliche”. Di conseguenza, si DEVE fare una legge speciale, per assegnare i lavori, senza gara a imprese SANTE POICHE' STATALI (Fincantieri solo partecipata), che a detta dello stato(!!) non sono in grado di farli. Si può capire per Italferr, che è un'impresa di progettazione, ma Fincantieri dovrebbe realizzare i lavori o, se no, che dovrebbe fare? Prendere i soldi e scappare! Che altro?

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 22/09/2018 - 10:47

Concordo, Direttore. Tuttavia mi pare che Lei abbia omesso un'altra importante qualità degli Italiani: quella di piangere "dopo". Cioè, nulla finché siamo in tempo. Non uno straccio di prevenzione, mai qualcuno che guarda più lontano della punta del suo naso. Eppure in tanti casi le avvisaglie di un pericolo ci sono eccome! Senza scendere su casi particolari come il ponte di Genova, Le vorrei sottoporre un caso invece emblematico. Il risultato delle elezioni del 4 Marzo non sono forse un "dopo"? L'effetto cioè di un pericolo precedente non visto o sottovalutato? Quando gli elettori di centrodestra urlavano la loro rabbia anche attraverso le pagine del Suo Giornale, perché non ci è stata prestata la necessaria attenzione? Perché il gregge ha continuato imperterrito a marciare compatto verso il precipizio? In compenso "ora" piangiamo...

titina

Sab, 22/09/2018 - 12:33

Se 45000 è una pensione d'oro 13333 ( credo 8000 netti) non è stipendio d'oro? Abbassando a 4500 netti si potrebbe risparmiare, o no?

hornblower

Sab, 22/09/2018 - 17:49

@ elkid - il debito pubblico, grande o piccolo che sia, non fa paura solo se emesso da uno Stato monetariamente sovrano e la sua banca centrale lo garantisce. Infatti la crisi dello spread è sparita subito dopo il famoso "whatever it takes" pronunciato da Draghi il 26 luglio 2012. Questo significa essere sintetici, senza rischiare di essere imprecisi. In ogni caso, prima del 26/7/2012, il nostro debito pubblico era considerato insostenibile non perché troppo grande, ma solo perché espresso in una valuta straniera, l'euro. Quando il debito pubblico è emesso da uno Stato monetariamente sovrano, parlare di Stato indebitato è come dire che il mare è indebitato con i fiumi.