I genitori di Regeni: "L'Ue isoli l'Egitto"

I genitori di Regeni al Parlamento europeo: "L'Europa isoli l'Egitto, l'Italia deve agire"

I genitori di Giulio Regeni, il giovane italiano ritrovato morto lo scorso 3 febbraio al Cairo con evidenti segni di torture, hanno espresso, parlando oggi alla Sottocommissione dei diritti umani dell'Unione Europea, la loro "insoddisfazione" rispetto al caso, denunciando la non collaborazione da parte delle autorità egiziane. "Bisogna fare un salto, fare pressioni. L'Italia e l'Europa devono fare delle scelte. Questo è successo a Giulio, ma potrebbe succedere a chiunque", ha dichiarato Paola Regeni, madre del giovane ricercatore italiano dell'Università di Cambridge. La donna ha ricordato che ad oggi non vi è collaborazione da parte dell'Egitto, che non hanno ancora consegnato i tabulati telefonici relativi alle ultime chiamate del giovane italiano, tentando di depistare le indagini.

"Se Giulio è un cittadino europeo - ha sottolineato Paola Regeni - l'Egitto non sta collaborando con l'Europa, chiediamo una forte pressione dell'Europa verso l'Egitto. Ad oggi abbiamo solo carta straccia. In Egitto confidano in noi, ma anche in Giulio, questa è la vera commemorazione che possiamo fare per nostro figlio".La madre di Giulio Regeni ha osservato inoltre che attualmente la famiglia è in possesso di una documentazione di 266 fotografie che testimoniano quanto accaduto al giovane ricercatore. "Abbiamo in mano una enciclopedia della tortura in Egitto". La donna ha ricordato come vi siano anche 225 pagine di relazione rispetto all'autopsia. In merito a quanto accaduto e alla situazione dei diritti umani, Paola Regeni ha evidenziato una certa responsabilità da parte dei governi e delle istituzioni, che nonostante le avvisaglie e i casi di torture e violenze avvenute in passato è ad oggi presentato come "un paese sicuro per il turismo". "Di Giulio - ha aggiunto la madre del ricercatore - non si parla". Da parte sua il padre del ricercatore, Claudio Regeni, ha lanciato un appello affinchè in questa fase "il governo egiziano sentisse forte la presenza dell'Europa e di tutti gli stati che lo compongono".

"Le richieste - ha aggiunto - servirebbero a sensibilizzare l'investigazione trasparente e complete su Giulio".Claudio Regeni ha proposto otto punti alla Sottocommissione dei diritti umani per poter fare pressioni sul governo del Cairo e fare in modo di avere la verità sull'omicidio: richiamare ambasciatori stati membri, dichiarare Egitto paese non sicuro, sospendere accordi riammissione, sospendere accordi interforze, sospendere accordi invio armi, sospendere accordi economici e non attivarne di nuovi, monitorare processi contro attivisti, offrire infine tramite uffici nelle ambasciate protezione e collaborazione anche tramite rilascio di visti a chiunque possa offrire informazioni alla procura italiana.- In merito alle richieste della famiglia Regeni, Andrea Cozzolino, parlamentare europeo e del gruppo dell'Alleanza progressista di socialisti e democratici e membro della delegazione all'Assemblea parlamentare dell'Unione per il Mediterraneo, ha invitato i deputati a "produrre un'iniziativa parlamentare sull'ottavo punto". Tale mossa servirebbe "a dare un contributo concreto alla discussione". Cozzolino ha precisato che è "importante dare segnali concreti da parte delle istituzioni europee". "Vi è qui una richiesta di iniziativa, dobbiamo offrire per quanto possibile al parlamento dell'Unione Europea un ruolo determinante".

Commenti
Ritratto di michageo

michageo

Mer, 15/06/2016 - 20:05

....ancora........

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Mer, 15/06/2016 - 21:50

Io dichiarerei la terza guerra mondiale!

Cheyenne

Mer, 15/06/2016 - 22:00

secondo costoro si dovrebbero rompere i rapporti con l'unico stato arabo anti-isis. Dispiace per la morte tragica, ma il sig,. regeni forse credeva di essere in italia dove tutto specie per i sinistri è possibile?

Ritratto di pediculus

pediculus

Mer, 15/06/2016 - 22:10

Ma questi non potevano sconsigliare il figlio dal fare la "spietta" degli inglesi ?

elio2

Mer, 15/06/2016 - 22:13

Ma dai che oramai stiamo facendo ridere il mondo intero con sto regeni, poco manca che dobbiamo scatenare la 3° guerra mondiale per fare un piacere alla sua famiglia e ai compagni di ideologia. Se il loro caro figliolo fosse andato al Cairo per studiare, invece di impegolarsi con i fratelli musulmani contro il governo, sarebbe ancora tra di noi. Punto!!!!

lupo1963

Mer, 15/06/2016 - 22:16

Figuriamoci se dobbiamo regalare l'Egitto al terrorismo e compromettere accordi economici per questi qua ...

carpa1

Mer, 15/06/2016 - 23:05

Le richieste .... bla bla bla. E altrimenti che facciamo, l'ue dichiari guerra all'Egitto? E se invece ci dicessero che razza di rogne andava a "ricercare" laggiù non sarebbe ora?

blackindustry

Mer, 15/06/2016 - 23:12

Certo, il figlio va a giocare a 007 in paesi che si fanno rispettare in casa propria, e poi pretendono che l'Italia perda commesse milionarie per principio. Quando alla loro richiesta sara' allegata la stessa richiesta per Fabrizio Quattrocchi, allora saranno piu' credibili.

vittorioenrici

Mer, 15/06/2016 - 23:28

Ma questo Regeni chi era ?, qualcuno sà dirmi perche per i marò , dopo 4 anni non ci sono state queste richieste, per Fausto Piano (sardo) ,Ilaria Alpi , erano da meno di questo Regeni, sono curioso di sapere chi era .

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/06/2016 - 23:39

Regeni doveva starsene a casa sua e non interessarsi di politica all'estero.Si va solamente per turismo.

roberto zanella

Gio, 16/06/2016 - 00:10

...ma basta...è diventato un santino per i gonzi...spieghino cosa faceva in Egitto,chi lo aveva mandato da chi prendeva ordini e perchè Cambridge non ha rilasciato nessun informazione con i magistrati italiani e perchè il Fatto Quotidiano ha bloccato una pubblicazione di Regeni e perchè sentendosi in pericolo non si è recato nella Ambasciata italiana per chiedere protezione...agiva contro il Regime e allora è stato un pirla , se voleva fare l'eroe era meglio andasse a Raqqa da quelli dell'Isis , andasse là a fare ricerche...

amecred

Gio, 16/06/2016 - 00:51

comincino a far parlare gli inglesi

Keplero17

Gio, 16/06/2016 - 02:11

Facciamo la guerra all'Egitto e bruciamo posti di lavoro.E basta con sto fatto!!

Ritratto di wwalterand2003

wwalterand2003

Gio, 16/06/2016 - 03:16

CHE PALLE CON QUESTA STORIA

emigratoinfelix

Gio, 16/06/2016 - 04:42

Lo so che scrivo qualcosa poco politicamente corretta.Quanto accaduto a Regeni e' atrocecome il dolore,credo,dei suoi genitori.Ma l' escalation di tensione con l'Egitto non ha precedenti.Molti italiani all' estero vengono assassinati in circostanze dubbie e misteriose.Come quel bancario salentino quarantenne,due o tre anni fa,in vacanza i Messico,arrestato illegalmente e morto per le sevizie della locale polizia.Eppure non ricordo indignazione e levata di scudi come per Regeni.ed allora mi chiedo perche' quasi arriviamo a dichiarar guerra all' Egitto e massima indifferenza per gli altri.Cosa c ha di speciale il defunto dottorando?e perche' dalla sua universita' inglese non rispondono alle domande dei giudici?

Iacobellig

Gio, 16/06/2016 - 06:06

BASTA. PRETESE ASSURDE DI QUESTA FAMIGLIA, ADDIRITTURA DETTARE AGLI STATI E ALL'EUROPA IL DA FARE CONTRO L'EGITTO. RASENTANO IL RIDICOLO!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 16/06/2016 - 06:45

Quando si visitano paesi diversi come usanze e culture dal nostro, e lo so per esperienza, una sola regola deve essere sempre ben chiara: F.I.F.T. che significa " Fatti i Fatti Tuoi "

linoalo1

Gio, 16/06/2016 - 07:17

Non credo proprio che siano parole pensate e dette dalla Famiglia Regeni!!!Mi sembra proprio e solo una Strumentalizzazione per coprire un qualcosa!!Io sono sempre convinto che la causa del tutto,sia il non pagamento di un Riscatto!!!!

antonmessina

Gio, 16/06/2016 - 07:56

.... ci mancherebbe altro !

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 16/06/2016 - 08:09

Turkia e Egitto, sono le due fonti principali dell`ODIO, verso il CRISTIANESIMO.

gattomannaro

Gio, 16/06/2016 - 08:10

Il dolore dei genitori è da comprendere. Ma 'isolare' l'Egitto, nazione tradizionalmente amica, per un delitto che non è stato commesso dal 'popolo' egiziano, ma probabilmente da una frangia incontrollata, porta danni sia al popolo egiziano tutto che agli interessi vitali italiani. Allora 'isoliamo' anche la Romania, i cui cittadini in Italia sono quotidianamente responsabili di reati di ogni specie, compresi omicidi, 'isoliamo' il Marocco (idem), l'Albania (idem), la Moldavia (idem), la Bosnia che ci ha regalato orde di Rom, la Cina degli abusi nel commercio, il Sud America delle bande dei 'latinos', l'Africa sub sahariana dei picconatori di strada.....ecc. ecc. ecc. E dell'India che sequestra i nostri militari, che ne facciamo?

flip

Gio, 16/06/2016 - 08:13

che cosa ci è andato a fare in Egitto? anch' io voglio la verità. quella vera!!!

rudyger

Gio, 16/06/2016 - 08:14

Avrei pensato una madre che piange per suo figlio. Ma fra poco diventeranno deputati del PD!

epc

Gio, 16/06/2016 - 08:32

Pressioni sull'Egitto? OK, sono d'accordo. Di che tipo? RESPINGIMENTI e RIMPATRI di tutti i cittadini egiziani che vengono in Italia? Blocco dei beni e sequestri di tutte le ONLUS che operano con l'Egitto? Chiusura immediata di tutte le kebbabberie, pizzerie ecc. di Egiziani in Italia? Avanti, famiglia Regeni, fateci sapere, per l'ennesima volta, la vostra opinione. Che sia chiara però!!!!

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Gio, 16/06/2016 - 09:38

Tutto umanamente comprensibile. Tutto moralmente corretto. Ma i genitori di Regeni non possono ignorare che le politiche estere debbono sempre prescindere da casi singoli e che esistono sempre ragioni (di stato)per cui ci si deve turare il naso e proseguire. Casi come questo sono sempre successi e succederanno sempre (e non solo negli stati totalitari, ma anche nelle democrazie). E poi se gli ideali del giovane lo obbligavano ad impegnarsi per nobili principi, forse che in Italia non c'e' nulla per cui lottare?

buri

Gio, 16/06/2016 - 09:41

perché non chiedono fprmalmente a Cambridge cosa doveva fare il loro figlio per conto di quell'università che lo ha mandato allo sbaraglio senza sostegno o protezione?

buri

Gio, 16/06/2016 - 09:50

ci spieghino il motivo per il qualw il loro figlio è andato a givare il naso nei fatti interni di uno stato estero e per conto di chi

flip

Gio, 16/06/2016 - 17:49

bun. il giorno stesso del ritrovamento del corpo di Regeni ho avuto l' occasione di leggere il titolo e sottotitolo di un giornale italiano di estrema sinistra.....................

lupo1963

Gio, 16/06/2016 - 19:10

Questa e' come la mamma di calo giuliani.