I giudici sono in ritardo, e gli 'ndranghetisti vengono scarcerati

Degli appartenenti al crimine organizzato in Calabria (già condannati in due gradi di giudizio) sono stati scarcerati perché i giudici non hanno depositato in tempo le motivazioni della sentenza

Uomini della 'ndrangheta scarcerati perché i giudici sono in ritardo e non hanno scritto la sentenza in tempo.

La storia sembra incredibile ma è vera e arriva dalla Calabria, dove, come racconta Giuseppe Salvaggiulo su La Stampa, alcuni appartenenti alla criminalità organizzata, già condannati nei primi due gradi di giudizio, hanno potuto farla franca perché in undici mesi il magistrato competente non ha ancora depositato le motivazioni della sentenza.

Tutto ha inizio nel 2010, quando il processo "Cosa mia" sulle attività malavitose di alcune famiglie della piana di Gioia Tauro aveva trascinato sul banco degli imputati figure di primo piano nel crimine organizzato, cui erano contestati complessivamente 52 omicidi e altri 34 tentati omicidi fra gli anni Ottanta e Novanta, oltre alla gestione di un elaborato sistema tangentizio.

Con tempi insolitamente rapidi, nel 2013 la corte d'assise aveva emesso 42 condanne per oltre trecento anni di carcere e oltre 3200 pagine di sentenza, mentre i giudici d'appello a luglio dell'anno scorso ne avevano confermato l'impianto.

Peccato che da allora siano trascorsi undici mesi, senza che il giudice abbia mai depositato le motivazioni della sentenza. Impedendo così il passaggio in Cassazione prima della scadenza dei termini della carcerazione preventiva, che invece sono ormai sopraggiunti, permettendo agli uomini e alle donne della 'ndrangheta di lasciare la prigione.

Gli altri casi analoghi

E quello di "Cosa Mia" non è l'unico caso. A Catanzaro si celebra in questi giorni il processo Revenge, che sarebbe dovuto iniziare nel 2011 ma è slittato di ben sei anni perché non si riusciva a comporre il collegio giudicante. E il procedimento contro i caporali di Rosarno, iniziato invece oltre sei anni fa, non è ancora arrivato alla sentenza di primo grado.

Altrettanti esempi di una giustizia che fatica a camminare in un territorio in cui invece dovrebbe correre.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 15/06/2016 - 10:44

A quando la RESPONSABILITA PENALE per questi disgraziati? Non si configura,quantomeno,il reato di omissione d'atti d'uffico?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 15/06/2016 - 10:53

adesso chiederanno il risarcimento a voi contribuenti, i giudici non pagano sono intoccabili pagherete tutti voi per i loro errori. 142.000 euro lorde annue lo stimedio base di un giudice , oltre a sconti e privilegi vari.

27Adriano

Mer, 15/06/2016 - 10:55

Forse è meglio dire che non hanno voluto depositare le sentenze in tempo. Capisco che la Giustizia debba essere indipendente da tutti,... 'ndrangheta esclusa.

elalca

Mer, 15/06/2016 - 10:59

chissà come mai non sono riusciti a depositare la sentenza????????

egi

Mer, 15/06/2016 - 11:01

No sono di loro o militanti rossi, ormai è chiaro a tutti

giovauriem

Mer, 15/06/2016 - 11:11

un poco di rispetto per i Magistrabici , hanno tanto da fare...in politica, nelle banche e per la carriera .

giovanni235

Mer, 15/06/2016 - 11:19

Non vedo alcuna differenza tra questi giudici fannulloni perditempo e i furbetti del cartellino.Se "la legge è uguale per tutti" non fosse una barzelletta,sospenderli entro 48 ore e licenziarli entro un mese.Sono convinto che i loro colleghi altrimenti fannulloni si darebbero una mossa.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mer, 15/06/2016 - 11:42

La "giustizia" corre solo se di mezzo c'è Berlusconi.

01Claude45

Mer, 15/06/2016 - 12:32

In carcere il MAGISTRATO, senza se e senza ma. CHI SBAGLIA PAGA. Ed i magistrati sono STRAPAGATI per quanto (pressoché nulla) fanno e se fanno, come in questo caso, è SBAGLIATO. PAGHINO SUBITO. RESPONSABILITÀ CIVILE E PENALE SOLO PER I CITTADINI? NO! I MAGISTRATI PAGHINO SUBITO E PEOCESSO DAVANTI AD UN TRIBUNALE POPOLARE DI CITTADINI ITALIANI.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 15/06/2016 - 12:33

Ehhhhhhh, ma per loro vale sempre l'articolo 18, non li puoi toccare. Avanti cosi'......

unosolo

Mer, 15/06/2016 - 12:43

ora sotto inchiesta i giudici è ora di finirla , prima si diceva che lo stipendio elevato era per evitare corruzione , ebbene la paura ? manca il fegato verso i cattivi o è per amicizia, strano ma diverse volte sfuggono per banali motivi o cavilli come i ritardi voluti non esiste altra spiegazione , paura! forti con i deboli che rubano mela e deboli con i prepotenti.

fedeverità

Mer, 15/06/2016 - 12:51

Chi deve vigilare? Ma vi rendete conto? BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

rossini

Mer, 15/06/2016 - 12:53

Questo è un caso di negligenza gravissima. Parificabile a quella del chirurgo che dimentica le pinze nella pancia del paziente o che opera l'arto sbagliato. L'unica differenza è che il chirurgo va sotto processo penale e viene chiamato a rispondere di tasca propria. I magistrati non pagano mai neanche sotto il profilo disciplinare. Anzi, come nel caso Tortora, guadagnano promozioni ed incarichi prestigiosi.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mer, 15/06/2016 - 13:22

Riconosco che, quando si parla di giudici, sono portato a pensar male, però mi sembra lecito sospettare che il ritardo sia voluto, per lasciar decorrere i termini. E allora, in galera i giudici al posto di chi è stato scarcerato. O il reato di "concorso esterno in associazione mafiosa" vale solo per Dell'Utri e pochi intimi?

agosvac

Mer, 15/06/2016 - 13:47

Questi casi di magistrati che "dimenticano" di depositare le proprie sentenze in tempo utile, sono un fatto piuttosto ricorrente. Ci sarebbe da pensare che lo facciano apposta!!! Ovviamente non è così perché se così fosse dovrebbero andare in galera. Probabilmente questi magistrati sono così "abituati" a "prendersela comoda" da dimenticarsi di lavorare, tanto lo stipendio a fine mese arriva anche se non lavorano!!!!!

giosafat

Mer, 15/06/2016 - 14:11

In un Paese appena appena normale i giudici prenderebbero il posto dei delinquenti scarcerati. Fatemi Presidente che la faccio io la leggina ad hoc...magari retroattiva.

esse50

Mer, 15/06/2016 - 14:36

Incomincio a pensare che sti Giudici o sono collusi o sono degli incapaci! Nell' ultimo caso bisognerebbe licenziarli, cosa che si farebbe in un Azienda privata ad un Dirigente.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 15/06/2016 - 14:56

E NESSUNO A NULLA DA RIDIRE ?? NESSUNO MANDA ISPEZIONI E PROMUVE SANZIONI ?? E DIRE KE LE TOGHE SI SONO LAMENTATE PERKE' GLI HANNO RIDOTTO LE FERIE.

angeli1951

Mer, 15/06/2016 - 14:58

E senza pudore il loro rappresntante blatera in tv che questi arraffatori di stipendio sono i più "produttivi" d'europa!!!!!

Beaufou

Mer, 15/06/2016 - 15:25

"Peccato che da allora siano trascorsi undici mesi, senza che il giudice abbia mai depositato le motivazioni della sentenza." Nome, cognome e indirizzo del giudice, prego, signor Francese. Grazie. Altrimenti non scriva queste notizie, che danneggiano il fegato. Ci tengono tanto, i giudici, a finire sulla stampa...Li accontenti, no?

MOSTARDELLIS

Mer, 15/06/2016 - 15:29

Le cose non succedono per caso. Evidentemente non hanno voluto depositare le motivazioni, non c'è altra spiegazione.

Marcello.Oltolina

Mer, 15/06/2016 - 15:54

Certi giudici andrebbero esonerati dai loro incarichi a vita e senza stipendio naturalmente per i gravi errori che commettono.

Pinozzo

Mer, 15/06/2016 - 16:03

ispezione ministeriale immediata

unosolo

Mer, 15/06/2016 - 16:04

solo per una persona hanno lavorato anche i festivi e intensificato i controlli , mani pulite ? è servito solo per una scalata al potere , emettono sentenze e non le rispettano proprio chi le chiede , " il Governo " ecco in mano a chi è la giustizia amica.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 15/06/2016 - 16:06

Peccato che non pubblichiate i miei post...visto che nn sono omofobi razzisti maleducati...evi dente mente...non fate il Vs. lavoro seriamente...e cmq....Grazie sempre a Smagistratura Sdemocratica...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 15/06/2016 - 16:08

Meno male che continuando con questi ritmi di TRAGHETTATI, fra una decina d'anni saranno piu LORO di VOI ed applicheranno le LORO leggi ISLAMICHE, dove non ci sarà piu bisogno delle MOTIVAZIONI e taglieranno mani!!!!lol lol Poveri Italiani schiavi,rassegnati e sottomessi come Vi definisce Mauro Corona da Erto.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 15/06/2016 - 16:22

il giudice che NON ha depositato in tempo le motivazioni ha nome e cognome o è figlio di madre ignota?

pippofrancoarex...

Mer, 15/06/2016 - 16:34

Ma a che santo dobbiamo appellarci,a volte si sentono delle cose che fanno cadere le braccia,questa è una di quelle,sembra che lo facciano apposta c'è proprio questa sensazione.

brunog

Mer, 15/06/2016 - 17:32

Bisogna aver paura piu' dei giudici che dei delinquenti. Da quanto vogliono far credere i giudici italiani dovrebbero essere quelli che lavorano piu' di tutti. Spesso i magistrati aprono inchieste perche' sono "atto dovuto", questo e' un caso di negligenza ingiustificabile e appoggio esterno alla mafia.

carpa1

Mer, 15/06/2016 - 18:06

Che volete! Sono i corsi e ricorsi storici, mica è colpa dei magistrati, loro fanno quello che possono per ... lasciarli liberi. Ecco a che sevirebbe una legge che li costringa a pagare di persona come succede per altre categorie quali i medici. C'è un problema però: i medici vengono giudicati dai magistrati, ma i magistrati chi li giudica?

giovanni PERINCIOLO

Mer, 15/06/2016 - 18:11

Io metterei in galera al posto dei delinquenti liberati i giudici ritardatari, almeno fino a quando non saranno ripresi i delinquenti oggi liberi!