"I ladri arrestati sempre liberi: carabinieri frustrati dallo Stato"

Il j'accuse del comandante dell'Arma, Fabio Ottaviani: "In Italia si parla di elezioni, non dei problemi della gente. Io do voce ai miei carabinieri"

Nei giorni scorsi a Cosenza si è celebrato il 203esimo anniversario dalla fondazione dell'Arma dei Carabinieri. Una cerimonia commovente, anche grazie ad uno straordinario discorso del Colonnello Fabio Ottaviani che ha emozionato i presenti e che ha fatto il giro del web. Conquistando condivisioni e migliaia di visualizzazioni.

Per prima cosa il colonnello ha focalizzato l'attenzione su un tema scottante di questi tempi, ovvero il ruolo delle forze dell'ordine nell'arresto di malviventi in flagranza di reato. Molte volte, infatti, banditi e rapinatori ammanettati dai carabinieri vengono immediatamente rimessi in libertà dal giudice di turno. Con tanti saluti agli sforzi delle divise. "La maggior parte dei nostri interventi - dice Ottaviani - si conclude con l'immediata rimessione in libertà dei soggetti e questa ha un effetto devastante nella percezione di sicurezza del cittadino. È devastante vedere la vittima che rimane in caserma con i carabinieri a compilare tonnellate di atti e il delinquente che se ne torna a casa" (guarda il video).

"Come può il cittadino fondare la sua fiducia nello stato" quando accade tutto questo? La domanda del colonnello è fondamentale. E merita una risposta. "Voi direte: perché un comandante provinciale alla festa dell'Arma affronta un argomento così spinoso? - continua Ottaviano - Il mio personale tutti i giorni conduce una battaglia, si espone in prima persona e queste cose producono frustrazione. Anche la polizia condivide il nostro stesso destino. E la frustrazione delle forze dell'ordine significa che poi, queste persone, si demotivano".

Semplice e diretto. Continua poi il comandante: "Permettetemi di sottopori quelle che sono le frustrazioni che condividiamo quotidianamente, perché lo devo ai miei carabinieri, perché io non sto in strada con loro, non richio con loro, ma io ho la forza di dare voce a loro. Per cui quello che vi dico se vogliamo vincere la battaglia dobbiamo riflettere si queste criticità, perché io nel dibattito politico nazionale non veo questi problemi. Ma vedo percentuali, liste, proporzionali tedeschi, inglesi, francesi. Non vedo i problemi della gente. Noi sulla strada parliamo con la gente, per cui la politica deve riscoprire il dialogo con le persone e capire veramente quali sono le esigenze dei cittadin. Perché se da una parte noi vediamo i cittadini che urlano disperati e dall'altra quello che ci impone la legge, vediamo un evidente discrasia, siccome la sovranità appartiene al popolo in una democrazia".

"Singori - aggiunge il comandante - io non go una soluzione. La mia soluzione è quella di spingere i miei ufficiali, i miei carabinieri a dare comunque una risposta al cittadino. Per cui se inteveniamo, se ci sono i presupposti arrestiamo, poi se quel delinquente non può finire in galera per motivi tecnici, ci rammarichiamo ma questo è un rischio che dobbiamo tenere presente". L'importante è fare in modo che non prevalga la delinquenza. Perch*é - conclude Ottaviano - "se la legge della strada prevale sulla legge dello Stato, lo Stato è finito. Ma noi saremo sempre al fianco della gente".

Commenti

Happy1937

Dom, 11/06/2017 - 17:11

Bravissimo Colonnello. Merita di essere promossosul campo Generale d'Armata. Temo pero' che con i ministri che abbiamo possa ritrovarsi Capitano.

Marcello.508

Dom, 11/06/2017 - 17:14

Le leggi le fa il legislatore per cui la responsabilità ricade sempre e comunque sul parlamento che promulga leggi "morbide" e lascia troppo spazio di giudizio alla magistratura, delegandola di fatto a funzioni che non sarebbero di sua pertinenza. D'altro canto, finché il governo non si deciderà a far costruire altri istituti di detenzione (per dare "posto" almeno a 100/150mila detenuti), snellire l'iter giudiziario, eliminare o ridurre al massimo sconti di pena, non se ne verrà fuori. Con questa invasione di immigrati andrà sempre peggio per mio conto. Il 35% circa dei detenuti a qualsiasi titolo, sono immigrati ergo.. Istat docet, Renziloni dorme.

il sorpasso

Dom, 11/06/2017 - 17:18

Che soddisfazione: catturano i ladri e poi vengono rilasciatiti

baronemanfredri...

Dom, 11/06/2017 - 17:28

SIG. COMANDANTE LA FINE DELL'ARMA E' INIZIATA CON MORTADELLA E DOPO CHE E' STATO POSTO A RIPOSO IL GEN. FEDERICI. QUESTA E' LA VERITA', OLTRE LA SUA

bobots1

Dom, 11/06/2017 - 17:30

Speriamo! Ma poi i giudici dicono che la legge è la legge...ma allora se questa legge non funziona cambiamola!

Anonimo (non verificato)

dondomenico

Dom, 11/06/2017 - 17:36

Grande Colonnello! Il problema è che non lo faranno mai diventare Generale

agosvac

Dom, 11/06/2017 - 17:39

Parole dure, ma del tutto vere!

rudyger

Dom, 11/06/2017 - 17:41

Sarà promosso e trasferito. Come si è permesso ?

Una-mattina-mi-...

Dom, 11/06/2017 - 17:41

UN GRANDE! CE NE FOSSERO DI GALANTUOMINI COSI', INVECE DI BOIARDI, VOLTACARTE, SCALDASEDIE, COLLUSI, SODALI, MANTENUTI AD UFO, NOMINATI E IMPOSTI DALL'ALTO, IMBOSCATI, DEPENALIZZATORI, PRETI E PRETONZOLI, PREFETTI E GIUDICANTI VARI!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 11/06/2017 - 17:42

Infatti, il cittadino onesto, e quindi non uno del pd, non ha fiducia nello stato.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 11/06/2017 - 17:43

grande! eccezionale coraggio nel dire quello che tutti pensiamo! solo a sinistra ancora non capiscono, solo la gente come ANDREA SEGAIOLO continua a credere che in italia il pericolo non c'è, che i delinquenti sono tutti brave persone..... il generale ha praticamente espresso un identico pensiero di berlusconi, cambiando solo le parole e il significato!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Juan Carlos

Juan Carlos

Dom, 11/06/2017 - 18:07

Bellissimo discorso che rispecchia fedelmente la realtà. I nostri legislatori vivono in un altra dimensione nella quale per l appunto non succede quello che giornalmente accade ai comuni mortali. Per i comuni cittadini lo stato é morto da tempo e i nostri politici non se ne sono ancora accorti

VittorioMar

Dom, 11/06/2017 - 18:10

...RISPETTO ..SOSTEGNO..E ONORE ALL'ARMA....SEMPRE!! ..SE CI FOSSE LA POSSIBILITA' DI DEVOLVERE L'8X1000 ALL'ARMA....INVECE CHE....O ALLE FORZE DELL'ORDINE TUTTE....SAREBBE DI ENORME UTILITA ' !!!!

lupo1963

Dom, 11/06/2017 - 18:17

L'unica speranza di questo paese moribondo sarebbe la presa di potere da parte dei Carabinieri e dell' Esercito. La marina(ex)militare si consegnerebbe certamente a Gibilterra, Nell rispetto della tradizione di tradimenti che ne contraddistingue da sempre i vertici.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 11/06/2017 - 18:22

il problema è che avete famiglia e prendete uno stipendio per mantenere questa famiglia. Voi direte di certo, ma chi me lo fa fare di protestare contro i parlamentari, di fare uno sciopero che mai è accaduto, di fare un golpe, tenete famiglia e portate pazienza. Qui non ci sono eroi che ci salveranno da questa sinistra meschina.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Dom, 11/06/2017 - 18:22

Sono frustrati i carabinieri, figurati noi. Comunque sono balle che non possono fare niente: Il problema è che fare le multe a me è facile e porta soldini, arrestare uno zingaro è pericoloso e non porta soldini.

trailblazer

Dom, 11/06/2017 - 18:25

Il comandante dell'Arma? Ma che titoli farlocchi mettete? Questo è il comandante provinciale di Cosenza; il comandante dell'Arma è il Generale Del Sette...

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 11/06/2017 - 18:41

Parlano, parlano ma non fanno mai niente per svegliare la politica.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Dom, 11/06/2017 - 18:55

E allora si metta, con i suoi ufficiali e militari, dalla parte dei cittadini, non dei politici. Distribuisca le armi alla gente onesta e ripulisca il paese dalle cricche mafio-politiche, che lo infestano. Non è con i discorsi della domenica, che le cose cambieranno; ciò che al fine cambierà, sarà solo la sua destinazione e i suoi compiti. la carriera è comunque finita...

Razdecaz

Dom, 11/06/2017 - 18:58

L'avevo già scritto ma lo ripeto, le forze dell'ordine sono derise dai delinquenti che contano sull'ordine giudiziario per farla franca. Poi ci lamentiamo, quando chiamiamo le forze dell’ordine, e non vengono subito oppure non vengono per niente. Rischiano la vita per arrestare il delinquente di turno, dopo qualche giorno arrestano di nuovo lo stesso delinquente. Forze dell'ordine, addetti alla sicurezza, scioperate, lasciate magistrati, politici e familiari senza scorta e protezione. Le forze dell’ordine per il controllo del territorio, sono sempre di meno, mentre per le scorte dei politici e magistrati, aumentano. Poveri noi italidioti.

maurizio50

Dom, 11/06/2017 - 19:21

Colonnello, questo è parlar chiaro. Gli Italiani onesti, quelli che lavorano e credono nella Patria e negli ideali di giustizia, sono con Lei.Non certo con i masnadieri che da 5 anni stanno al governo senza suffragio popolare!!!!!

Ritratto di Anna 17

Anonimo (non verificato)

Silvio B Parodi

Dom, 11/06/2017 - 20:29

mio padre.. brigadiere dei carabinieri, mi parlava speeo del ruolo, mio figlio per 3 anni carabiniere anche lui mi raccontava era un piacere sentirli ora e' tutto cambiato quando sento parlare i carabinieri mi viene da piangere, grazie sinistra, VOI SIETE I VERI DELINQUENTI,non il ruba galline o bibiclette.

hellas

Dom, 11/06/2017 - 20:31

Sono stato rapinato , in pieno giorno, grazie anche all'aiuto di testimoni che hanno immediatamente allertato i Carabinieri, dopo meno di 10 minuti l rapinatore ( dell'est...) è stato arrestato dai militari dell'Arma,ammanettato e portato davanti a me e ai testimoni per il riconoscimento. E 'stato quindi poco dopo processato e condannato a 18 mesi di detenzione.....con sospensione immediata della pena.... in pratica se ne è andato a casa con le proprie gambe.....Frustrazione per i Carabinieri, incazzatura mia.....e sfiducia totale nello Stato. Non nei Carabinieri a cui va il mio grazie.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 11/06/2017 - 20:34

Esprimo la più grande stima e riconoscenza al Colonnello Ottaviani e a tutta l'Arma dei Carabinieri così come esprimo il più grande disprezzo verso quella classe politica che sta riducendo l'Italia alla cloaca dell'Europa!

Martinico

Dom, 11/06/2017 - 21:32

Raramente ho sentito esprimersi così un ufficiale superiore nelle ultime decadi. Lasciate in pagina questo discorso ancora a lungo. Non Eclissate questo grande Colonnello.

patrenius

Dom, 11/06/2017 - 22:39

Si sice indizi convergenti fanno una prova.Ecco gli indizi: delinquenti rimessi in libertà, con mille cavilli. Tagli pesanti ai mezzi e agli organici delle Forze dell'ordine.Mano leggera con i delinquenti, specie se stranieri, mano pesantissima con le forze dell'Ordine.Domanda: da che parte sta lo stato?

Tarantasio

Dom, 11/06/2017 - 23:49

una volta l'esercito, in casi disperatissimi, interveniva e assumeva i pieni poteri, quando il mondo non era era a testa in giù...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 12/06/2017 - 00:26

Ragione al 100 % ai vessati carabinieri. La politica non certo li aiuta, in special modo quella di sinistra.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Accademico

Lun, 12/06/2017 - 07:38

"Fedele nei Secoli" è il motto della Benemerita. E il discorso, pronunciato con tanto vissuto convincimento dal Colonnello Comandante, Fabio Ottaviani, ne è la prova. Una nobile lezione di vita, di stile, di comportamento. Rivolta a chi è distante anni luce dall'onestà - assoluta - di un autentico Servitore dello Stato. Chapeau e tante scuse alle Forze dell'Ordine tutte.

rossini

Lun, 12/06/2017 - 08:29

Sentitevelo tutto il discorso. Il Colonnello ha detto cose sagge e vere. Io lo farei subito Comandante Generale dell'Arma. Purtroppo, se alle prossime elezioni noi italiani faremo vincere di nuovo il PD, credo che la sua carriera sia finita qui.

baronemanfredri...

Lun, 12/06/2017 - 08:43

FEDELI NEI SECOLI FINO A QUANDO? INOLTRE DENTRO L'ARMA NO C'E' PIU' QUELLA VOGLIA DI FARE C'E' SCORAGGIAMENTO E TENDENZA AL MENEFREGHISMO, QUASI UNA SORTA DI RASSEGNAZIONE LATENTE. INOLTRE, E' DA RILEVARE LA SCARSA CAPACITA' DI AGIRE E REAZIONE CAUSATA DALLA LEGGE VOLUTA DA MORTADELLA. MI FERMO E NON CONTINUO SI COMPRENDE CIO' CHE VOGLIO DIRE. L'EFFICIENZA NON E' DOVUTA ALL'EFFETTO PROPAGANDISTICO POLITICO.

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 12/06/2017 - 08:49

Le leggi riguardanti la giustizia le fanno in "commissione giustizia" poi il parlamento le rettifica. In commissione giustizia ci sono avvocati di grido che svolgono la loro attività lavorativa di parlamentari e avvocati difensori. È un palese conflitto di interessi,e non dovrebbe essere permesso. Intanto i delinquenti festeggiano.

Angelo664

Lun, 12/06/2017 - 08:55

Ha ragione e da vendere. Faccio notare che un generale dei Carabinieri non puo' diventare comandante dell'Arma. Perché fanno paura, un generale dei Carabinieri di solito ha le palle non è un chicchessia che sta li dov'è senza dire nulla. Sono intrecciati con politica, con il tessuto sociale, e non sono chiusi in una caserma dietro ad una scrivania. Vedi un Dalla Chiesa che anche quando era a Torino era uno con i contro c.... Se un colonnello dei Carabinieri arriva a dire così significa che veramente non ne puo' più. Io ho degli amici nell'Arma e so per certo che il più delle volte che arrestano uno spacciatore ( tanto per fare un piccolo esempio ) questo viene rilasciato ancor prima che lui abbia finiti di riempire verbali dove se sbagli rischi anche di beccarti qualche denuncia dal solerte magistrato di turno.

brunicione

Lun, 12/06/2017 - 09:07

Le leggi le fa il parlamento, nel parlamento ci sono i politici, questi pensano alla pensione dopo 4 anni di non lavoro, ai rimborsi spese senza controlli, a tutti i possibili privilegi, sono dentro tutte le truffe della P.A., hanno rubato miliardi e nessuno è mai entrato in galera, con questa masnada di individui, credete sia possibile avere leggi sociali giuste oneste ed a favore dei cittadini ????????

antipifferaio

Lun, 12/06/2017 - 09:53

Pieno sostengno all'Arma dei Carabinieri! Come dargli torto al Com. Ottaviani. Ormai l'arresto è inutile...2 ore dopo sono liberi...Immaginate cosa sente un milite quando rischia la vita per nulla...Solo in Italia questa farsa...

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 12/06/2017 - 10:28

--Jouan Carlos-- Non é che non se ne sono accorti. Ai politici non gliene frega un bel niente. Si occupano unicamente del loro benessere, noi, popolino siamo e sempre saremo "CARNE DA CANNONE "

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 12/06/2017 - 10:45

Magnifico, bravissimo e coraggioso. L'ha detta tutta con la massima signorilità senza linguaggio in politichese. Voi credete che i nosztri politici presteranno orecchio a quanto detto? Se ci credete siete degli illusi.