Taranto, i legali di Riva chiedono il trasferimento del processo Ilva

Secondo la difesa il tema è troppo sentito e non ci sono le condizioni per un procedimento equilibrato

Gli avvocati che difendono la famiglia Riva e i legali di alcuni altri imputati nell'inchiesta sull'acciaieria Ilva di Taranto hanno chiesto che il processo venga spostato da Taranto, depositando un'istanza di rimessione e sostenendo l'incompatibilità ambientale.

I legali puntano a portare il processo per disastro ambientale a Potenza e sostengono che il tema sia troppo legato alla realtà di Taranto per garantire uno svolgimento equilibrato. Il prossimo 19 giugno si terrà l'udienza preliminare. Sul banco degli imputati 52 soggetti, tra i quali si trovano anche tre società.

Commenti

killkoms

Ven, 06/06/2014 - 15:40

i giudici di taranto sarebbero presuntipartiu lese!questo processo,come quello in svolgimento all'aquila,e che ha visto in primo grado la condanna dei tecnici,"rei" di non avere previsto il teremoto và svolto altrove!