“I napoletani sono tutti ladri”: per la Procura di Aosta non è reato

La frase è stata pronunciata dal gestore di un bar di Courmayeur nei confronti di un cliente. Non si tratta di diffamazione, in quanto lʼoffeso era presente, né di ingiuria, reato depenalizzato

Il vice procuratore onorario di Aosta, Sara Pezzetto, ha chiesto al giudice di pace l'archiviazione dell'indagine per diffamazione a carico del gestore del bar Cafè des Guides di Courmayeur, aperta dopo una querela di un 48enne, originario di Caserta ma residente a Milano.

Quest’ultimo, infatti, non aveva gradito alcune frasi pronunciate dal gestore dell’esercizio commerciale che si sarebbe rifiutato di trasmettere nel locale la partita di calcio Milan-Napoli dicendo al cliente che glielo aveva chiesto che "non gli piacevano i napoletani perché sono tutti ladri".

Per il vice procuratore onorario di Aosta, in questo caso la diffamazione non sussiste perché la persona offesa era presente. L’uomo non è perseguibile neanche per ingiuria in quanto il reato è ormai stato depenalizzato. Inoltre, in base a una sentenza della Cassazione, non si può neppure parlare di"odio razziale o etnico", dato che manca un "sentimento idoneo a determinare il concreto pericolo di comportamenti discriminatori". E così, per il turista rimane aperta solo la strada del giudizio civile.

I fatti risalgono al 26 gennaio quando il turista, insieme ai suoi figli piccoli, era entrato nel locale chiedendo di poter vedere la gara. “A noi i napoletani non piacciono e le partite del Napoli non le facciamo vedere” avrebbe risposto il gestore del bar.

Una volta accompagnati fuori i bambini, il cliente è rientrato nel bar ma è stato affrontato di nuovo dall’uomo che avrebbe rincarato la dose affermando che“non ci piacciono i napoletani perché sono tutti ladri, perché quando ci sono dei napoletani nel locale fanno sempre casino e spesso rubano i soldi dalla cassa”.

A seguito della denuncia del 48enne sono partite le indagine che hanno permesso di identificare gli altri avventori, quasi tutti stranieri, che in quel momento si erano radunati nel locale per vedere una partita di rugby.

Il proprietario del bar, Nicholas Borghi, aveva spiegato di aver chiesto chiarimenti al suo dipendente che, a sua volta, ha negato di aver pronunciato le frasi incriminate. “Ci tacciano di essere razzisti ma non è così”, aveva commentato Borghi aggiungendo, inoltre, che “il mio dipendente è di nazionalità argentina ed è soprannominato Maradona”.

Commenti

Ernestinho

Mer, 12/06/2019 - 11:31

Che sentenza ridicola!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 12/06/2019 - 11:46

Un valdostano contro un napoletano in una causa per presunta diffamazione? E il giudizio è stato emesso dal tribunale di Aosta? Si sa che cosa sia l’imparzialità? Forse il tribunale di Firenze (che si trova più o meno a metà strada) era quello adeguato per sentenziare su marginali vicende simili.

veromario

Mer, 12/06/2019 - 12:21

alkisar,nel tribunale di firenze il 99% dei giudici sono del sud,la cosa sarebbe stata sbilanciata comunque.

Demetrio.Reale

Mer, 12/06/2019 - 12:44

non sapevo che i casertani fossero di razza diversa, credevo fossero caucasici mediterranei come il resto dell'italia.....questo vittimismo dei campani ricorda molto quello degli africani...traetene voi le conclusioni..

Ernestinho

Mer, 12/06/2019 - 12:51

Infatti molti "politicanti" del Nord sono sotto inchiesta!

Una-mattina-mi-...

Mer, 12/06/2019 - 13:31

QUANDO CHI COMPIE REATI E' STRANIERO SCATTA L'IMPUNITA' OMNIBUS: GLI STRANIERI SONO MEGLIO DI 007, HANNO TUTTE LE LICENZE IMMAGINABILI

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Mer, 12/06/2019 - 14:31

Ho letto alcune volte l'articolo. Mi sembra fatto con i piedi. All'inizio dice che la frase è stata detta dal gestore, poi dice che la ha detta un dipendente. Poi dice che sono stati identificati tutti quelli che guardavano la partita di rugby ... perché? (bisognava mandare via quelli che guardavano il rugby per andare sulla partita del napoli?) Poi se il tipo era di Caserta perché si è offeso su una frase verso i napoletani?

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 12/06/2019 - 15:12

Mariopp, ma ci fa o ci e' ??????

fisis

Mer, 12/06/2019 - 16:50

Francamente, se il gestore si è espresso in termini così offensivi e razzisti, per di più in presenza di minori, la sentenza del giudice mi sembra inaccettabile.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mer, 12/06/2019 - 18:04

***Si dice il pesce comincia a puzzare dalla testa infatti Matteo Salvini „Ci siamo rotti i cxxxxxxi dei giovani del Mezzogiorno, che vadano a fancxxo i giovani del Mezzogiorno! Al Sud non fanno un emerito cxxxo dalla mattina alla sera. Al di là di tutto, sono bellissimi paesaggi al Sud, il problema è la gente che ci abita. Sono così, loro ce l'hanno proprio dentro il cxxto di non fare un cxxxo dalla mattina alla sera, mentre noi siamo abituati a lavorare dalla mattina alla sera e ci tira un po' il cxxo.“è sempre Salvini a dire che i napoletani puzzano. ***Ma il problema è un altro Il fatto è che la coda del pesce cioè i napoletani e i terroni lo votano.

Ernestinho

Mer, 12/06/2019 - 21:00

x "DemetraAtenaAngerona" Sei semplicemente da internare!

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 13/06/2019 - 09:51

@Ernestinho si sono INTERNATA, ma quello che ho scritto è vero…. “Un automobilista fora una gomma e per cambiarla si ferma nel piazzale antistante un manicomio. Una pazza lo sta osservando. Al momento di fissare la ruota lascia cadere i bulloni dentro un tombino lì vicino e dice: "adesso come faccio, adesso come faccio...". La pazza dalle finestra gli grida: "prendi un bullone dalle altre tre ruote e cosi puoi fissare la ruota sostituita". L'automobilista sorpreso dall'idea geniale così fà e poi rivolto alla pazza gli chiede: "ma lei è pazza nonostante tali idee?" e la pazza "Si io sono pazza….e ne sono consapevole, è il primo passo verso la guarigione, lei????