I tradizionalisti scuotono la Chiesa su islam, gay e dottrina

Una dichiarazione dei tradizionalisti irrompe nel dibattito dottrinale della Chiesa. Burke e gli altri puntualizzano su gay, islam e celibato

Il cardinal Raymond Leo Burke e il cosiddetto "fronte dei tradizionalisti" hanno di nuovo diffuso un testo volto alla correzione di quelli che ritengono essere dei veri e propri "errori" tangibili nella Chiesa cattolica contemporanea.

Anche questa volta la forma scelta è quella della dichiarazione, che risale allo scorso 31 maggio, ma che è stata pubblicata solo poco fa. L'impronta data al cattolicesimo da papa Francesco e dalla sua pastorale non viene chiamata in causa, ma considerando le distanze dottrinali tra i sottoscrittori e il pontefice, sembra di poter dire che il porporato americano e gli altri abbiano voluto - come spesso è accaduto in questi anni - segnalare tutta la loro preoccupazione per la "confusione imperante".

Volendo sciorinare per intero i punti sollevati nel documento, evidenziamo come quest'ultimo sia approfondibile sul sito di Corrispondenza romana. Sintetizzando, invece, è possibile tener presente alcuni passaggi di stretta attualità: uno, di sicuro centrale, è quello sulla visione che la dottrina cattolica dovrebbe perseguire quando si ha a che fare con le cosiddette "istanze Lgbt". Coloro che hanno deciso di firmare la dichiarazione hanno operato mediante un procedimento abbastanza semplice, cioè richiamando soprattutto le fonti. Su questi aspetti, per esempio, il cardinal Raymond Leo Burke e gli altri firmatari citano il Catechismo. Una necessità di chiarezza può essere stata percepita per via di alcune aperture al mese dell'orgoglio gay, che una parte di Chiesa cattolica, quella più progressista, non ha disdegnato di operare nel corso delle ultime settimane. Il gesuita e consultore del Vaticano James Martin, per esempio, ha augurato via Twitter "buon mese del Pride" alla comunità Lgbt.

Il vescovo Athanasius Schneider e l'insieme di ecclesiastici che sostengono la dichiarazione pensano invece che: "Le unioni che hanno il nome di matrimonio senza possederne la realtà, non possono ricevere la benedizione della Chiesa, poiché ciò è contrario alla legge naturale e divina". Poi il focus sul rapporto che deve intercorrere tra cattolici e musulmani: "I musulmani e tutti quelli che non hanno fede in Gesù Cristo, Dio e uomo, anche se monoteisti - ha sottolineato il "fronte tradizionale" degli alti ecclesiastici - non possono rendere a Dio la stessa adorazione dei cristiani, cioè il culto soprannaturale in Spirito e Verità di quanti hanno ricevuto lo Spirito di adozione filiale". Non è quindi possibile una equiparazione gerarchica tra le due confessioni. E se questa è una critica pare destinata al pontefice regnante. Il testo, che riporta pure la firma del cardinal Janis Pujats, che è l'ex arcivescovo di Riga e di altri due arcivescovi dell'Europa dell'Est, è anche centrato su una lunga serie di questioni dottrinali che potrebbero essere stravolte o in parte modificato dal prossimo Sinodo, che si terrà in Amazzonia: si va dal celibato dei consacrati al fatto che non possa esistere alcuna tipologia di diaconato femminile.

La mossa, comunque, va interpretata alla luce di un'unità di base che pure i tradizionalisti vogliono perseguire, almeno secondo quello che hanno scritto, nella Chiesa cattolica.

Commenti

agosvac

Lun, 10/06/2019 - 14:35

Mi sembra che nella Chiesa di Papa Francesco ci sia una profonda incomprensione tra omosessualità e la comunità lgtb promotrice di quella schifezza che sono i Gay pride che tanto danno fanno ai veri omosessuali. C'è anche incomprensione tra cristianesimo ed Islam: non hanno capito che l'Islam non è compatibile con l'insegnamento di Gesù. Il celibato dei sacerdoti cristiani è una cosa del tutto secondaria visto che non è neanche previsto dall'insegnamento del Maestro: è stato introdotto relativamente di recente, fino al tardo Medio Evo i sacerdoti cristiani non avevano l'obbligo del celibato. Certo ormai tutti sono abituati al celibato, ma non è una cosa essenziale anzi potrebbe anche favorire la vocazione di alcuni!

tosco1

Lun, 10/06/2019 - 15:25

Avverto ,nella Chiesa cattolica, a causa delle prese di posizione incomprensibili di Bergoglio, un senso di rintontonimento generale. I tradizionalisti possono ancora salvare la situazione che richiede, a mio parare, una fortissima dispersione di enormi quantita' di acqua santa.Si diano da fare passando dalle parole ai fatti.

martinsvensk

Lun, 10/06/2019 - 15:31

Sto finendo di leggere un grosso libro su omosessualitàe Vaticano di un giornalista francese. Lui sostiene che quanto più i vescovi e i cardinali sono omofobi tanto più sono segretamente omosessuali. Non so se sia vero. Certo il Vaticano é un mondo di maschi dove le donne hanno un ruolo marginale e ovviamente al suo interno nasce l'omofilia se non una vera omosessualità praticata. Capisco anche il dilemma della Chiesa. Non può approvare l'omosessualitá se non nella sua forma platonica, ma d'altra parte chi oggi in Europa , se omosessuale, si astiene dai ra rapporti sessuali perche' la Chiesa lo vieta? L'argomento è comunque di grande interesse per me e fonte di molte riflessioni molto più degli osceni e sguaiati quanto inutili gay pride.

steacanessa

Lun, 10/06/2019 - 15:35

Avanti così. Non lasciate che l’antipapa distrugga il cattolicesimo.

diesonne

Lun, 10/06/2019 - 15:54

diesonne la chiesa di bergolgio corre rischi sulla dottrina e la fede

VittorioMar

Lun, 10/06/2019 - 15:58

..sarebbe opportuno che si arrivasse ad un nuovo CONCLAVE !!!

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 10/06/2019 - 16:03

Io spero di sbagliare, anzi, diciamo che me ne fregherebbe poco o niente, ma credo che anche la Chiesa non stia passando un buon momento: sento puzza di scisma. Questo Papa sta facendo di tutto perché ciò avvenga ed è grave che venga fatto scientemente e scientificamente. Posso capire la sollecitudine contro il grave fenomeno della pedofilia all'interno della Chiesa ma, per il resto, tutti gli altri temi messi sul tappeto da Bergoglio hanno un forte sapore di ideologia e di politica di bassa lega (non c'entra niente quella di Salvini, anzi...).

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 10/06/2019 - 16:18

LA CHIESA CRISTIANA NON É DI PROPRIETA DI BERGOGLIO OPPURE DEI SUOI CARDINALI!MA É PROPRIETA DI CRISTO E DI TUTTI NOI!LUI BERGOGLIO DEVE SOLO RISPETTARE QUELLO CHE DIO É GESÚ CRISTO DICONO NEL VANGELO É NEI 10 COMANDAMENTI!É LUI BERGOGLIO DEVE GUIDARE E PROTEGGERE I CRISTIANI É LA RELIGIONE CRISTIANA! É LUI NON PROTEGGERE I MUSULMANI CHE SONO I NEMICI MORTALI DI CRISTO!QUESTO PAPA NON RAPPRESENTA PIU I CATTOLICI MA SOLO IL DIO MAMMONE PER FARE PROFITTI CON IL SANGUE DELLA GENTE!PER ME IL VERO PAPA É BENEDETTO XVI! MA NON QUESTO IMAM VESTITO DI BIANCO!.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Lun, 10/06/2019 - 16:25

Dio agisce nella storia attraverso lo Spirito Santo. Il Cardinale sa bene che il Papa viene scelto da Dio per opera dello Spirito Santo secondo quelle che sono le esigenze del tempo nel quale opera. Il Cardinale sa pure che esiste il dogma dell'infallibilità del Papa quando parla ex cathedra. Il pensiero del Cardinale andava bene 50 anni fa, quando gli omosessuali o i divorziati vivevano nella perenne vergogna e nella penitenza, no oggi. Ricordo che Cristo nel corso del suo ministero riscattò tutti gli emarginati del suo tempo: mendicanti, lebbrosi, prostitute, stranieri, delinquenti, usurai...

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Lun, 10/06/2019 - 16:48

…. è la volta buona che mandano via Bergoglio?? Deo Gratiae

VittorioMar

Lun, 10/06/2019 - 17:24

...W BENEDETTO XVI°...unico e ancora VERO PAPA CATTOLICO E CRISTIANO !!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 10/06/2019 - 17:26

agosvac Giustissime le sue osservazioni. Il celibato dei sacerdoti fu solo l'idea di un papa medievale e non è scritto da nessuna parte. Lo stesso dicasi per il divieto del sacerdozio femminile, voluto da Paolo, che sarà anche stato un santo, ma era anche un famoso misogino.

Totonno58

Lun, 10/06/2019 - 17:31

Uh, Roma sarà davvero scossa da queste chiacchiere!!

cecco61

Lun, 10/06/2019 - 17:53

@ stamicchia: ricorda male o, forse, non ha capito quello che ha letto. Gesù offrì la via della salvezza agli emarginati veri, tipo i lebbrosi emarginati perché malati, agli ultimi e agli oppressi e non certo ai loro oppressori (delinquenti e usurai). Non avallava la prostituzione, né il furto o l'usura e lo straniero era ben accetto, se rispettava le Leggi (a Cesare quel che è di Cesare). Ladri, usurai, finti mendicanti potevano salvarsi, ma solo dietro vero pentimento e cambiando il loro modo di vivere e non perseverando nel peccato come ci vorrebbe far credere il pampero e un cerebroleso come lei.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 10/06/2019 - 18:06

Stamicchia, e cosa servono dei dogmi che variano a seconda delle mode del tempo terreno. Sicchè la distruzione di Sodoma e Gomorra erano dogmaticamente accettabile a quel tempo mentre ora lo spirito santo ha scelto QUESTO PAPA e questa chiesa per sdoganare l'amore CARNALE sodomita. Visto che c'è perchè non la zoofilia o la pedofilia? Tanto quest'ultima dio l'ha consigliata, anche recentemente, agli islamici tramite il grande Komeini. E che forse Komeini era meno del papa perchè per loro la trinità è ridicola? Sempre dello stesso dio trattasi.

newman

Lun, 10/06/2019 - 18:15

@stamicchia In un detto attribuito da alcuni a San Vincenzo di Lérins si chiarisce il ruolo dello Spirito Santo nella scelta di un papa: certi papi Dio li dona alla chiesa, altri li tollera, altri infine li infligge." Bergoglio sembra appartenere alla terza categoria, eminentissimo stamicchia. Penso poi che il Cardinale Burke conosca benissimo la costituzione dommatica "Pastor Aeternus". Il problema di Bergoglio é che lui finora non ha mai parlato "ex cathedra" e dice un mucchio di cxxxxxe quando parla come Bergoglio, cioé quasi sempre. Riguardl l'azione di NS Gesú Cristo, infine, il termine che Lei usa, cioé "riscattato" non é pertinente. Gesú Cristo ha donato la salute ai malati, la vita ai morti, e la conversione ai peccatori, siano essi stati ricchi o poveri, prominenti o emarginati. Come scagnozzo di Sua Santitá Lei fá veramente una figura meschina!

newman

Lun, 10/06/2019 - 18:20

@stamicchia Non é evidente che ció che il Cardinale Burke dice, citando il Catechismo della Chiesa Cattolica, sia andato bene 50 anni fá ma non oggi. Mi sembra avventato dire che la data di scadenza delle veritá cattoliche non superi i 50 anni, non Le sembra?

Maura S.

Mar, 11/06/2019 - 10:12

@Stamicchia Allora i papi durante gli anni tra i 1500/600, tipo i Borgia, e sicuro che fossero stati scelti dallo Spirito Santo………..Mah!!!!!!!