Gli scafisti affondano i barconi per obbligarci a salvare i migranti

L'allarme della Dia: "Le mafie pianificano l'abbandono in mare per sollecitare gli interventi di soccorso". La tela del malaffare gestisce anche le fughe dai centri di accoglienza

Le mafie straniere non rappresentano più, ormai da anni, un fenomeno minore nel panorama del malaffare italiano. Anzi, acquisiscono sempre più potere e oggi riescono a gestire in perfetta autonomia tutta la trafila di traffici illegali. Primo tra tutti, quello di esseri umani sulla pelle di centinaia di migranti.

La nuova relazione semestrale della Direzione investigativa antimafia, relativa alle attività per il primo semestre del 2016, rivela come i gruppi che gestiscono l’affare dell’immigrazione clandestina si siano specializzati e abbiano raggiunto una potenza organizzativa impensabile solo pochi anni fa. Capace, oggi, di giungere alla pianificazione dell’abbandono in mare delle carrette e dei migranti solo per sollecitare l’intervento delle navi impegnati a pattugliare il Mediterraneo.

“Hanno ampiamente dimostrato una spiccata capacità nella gestione, in totale autonomia, di tutte le fasi che compongono la filiera del trafficking e dello smuggling”. E cioè, come si legge ancora nella Relazione: “il reclutamento delle vittime; il programmato abbandono in mare per provocare l’intervento di supporto; il conseguente approdo sotto la protezione dell’azione di soccorso internazionale; la fornitura di documenti falsi per i trasferimenti; l’arrivo alla meta finale con l’inserimento nei mercati illegali esistenti nei Paesi di destinazione”.

A sostegno di queste conclusioni, gli inquirenti della Dia citano una recente operazione di Polizia e Guardia di Finanza messa a segno nel giugno scorso nelle Marche, ad Ancona, dove tredici persone – capeggiate secondo l’indagine da un consulente del lavoro – avrebbero procurato decine di contratti di lavoro fasulli a cittadini nordafricani coinvolgendo nei loro affari aziende locali ma anche ditte emiliane, aziende liguri e pugliesi.

Non è tutto, perché i trafficanti sarebbero in grado di disporre a loro piacimento degli immigrati. E di organizzare il loro allontamento dalle strutture di accoglienza. Che viene poi seguito dal “loro smistamento verso il centro-nord del Paese, da dove eventualmente raggiungere più agevolmente le località del Nord Europa”. Ma ciò è possibile, secondo la Dia, se i parenti dei migranti (di solito rimasti in patria) garantiscono ai negrieri del terzo millennio nuovi pagamenti ai trafficanti.

I viaggi della speranza sono delle vere e proprie traversate infernali. Riprendendo quanto emerse durante un’inchiesta siciliana del 2015, la Dia sottolinea come i sodalizi – nel caso citato un gruppo di eritrei ed etiopi – aveva organizzato tutto il viaggio nei minimi dettagli, compresa la scorta di guardie armate nel tragitto africano. I migranti venivano considerati come una merce e tra i vari gruppi che operano in questi affari più volte si sarebbero registrati scambi e “acquisti” di uomini e donne.

Destinati, questi ultimi, per lo più, a una vita infernale stretti fra la morsa del caporalato, della piccola manovalanza criminale o, per le donne, dallo spettro della prostituzione.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 28/01/2017 - 12:07

Di fronte ad uno stato pagliaccio senza spina dorsale fanno quello che gli pare.

baronemanfredri...

Sab, 28/01/2017 - 12:25

IL SIG. BERGOGLIO L'ANTI TRUMP, AL PARI DEL SUO CONFRATELLO CAPO DELLA CEI SONO STATI INFORMATI DI ASSASSINI E INFANTICIDI CHE PER COLPA NON CERTAMENTE DEL CENTRO DESTRA, VENGONO CAUSATI OGNI GIORNO? NON E' MEGLIO ALZARE TRE MURI UNO IN AFRI, UNA BARRIERA NAVALE NEL MEDITERRANEO E LA TERZA IN ITALIA. IPOCRITI IPOCRITI E COMPLICI DI ASSASSINI AFRICANI E CULI IN ARIA

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 28/01/2017 - 12:34

Tutto tremendamente ovvio, scontato e facilmente prevedibile: i criminali sanno che l'Europa è malata grave, quasi terminale, di 'sacralità della vita'. Pur di non far crepare i 'poveri' migranti, paradossalmente preferisce essa stessa immolarsi al proprio dogma specioso imperante da decenni.

federik

Sab, 28/01/2017 - 12:44

Un grande sindaco del vicentino, Jo Formaggio, ebbe a dire, giustissimamente, che noi italiani siamo bravi ad esportare cervelli ed importare negri........

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 28/01/2017 - 12:46

La dignità dell'italietta "liberata" e cattocomunista come vedete è quella del V° Mondo. Siamo schiavi di tutti, cani e porci.

Una-mattina-mi-...

Sab, 28/01/2017 - 12:47

LEGGI DURE, PENE SEVERE ED ESEMPLARI, LA MARINA DA GUERRA NON CEDA AI RICATTI MA FACCIA IL SUO LAVORO, LA VIGILANZA IMPEGNATA PER IMPORTARE AFRICANI SIA IMPEGNATA PER ESPORTARLI.

venco

Sab, 28/01/2017 - 12:53

I migranti sono liberi di annegare.

moshe

Sab, 28/01/2017 - 13:02

... e gli idioti, accorrono !

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 28/01/2017 - 13:58

Certo come vi vedono,ma provate a stare nelle nostre acque territoriali.E poi com'è la storia che le navi di qualsiasi paese caricano e scaricano in italia invece di portarseli a casa loro,pertanto la nave è territorio della bandiera che batte,o no ?????

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 28/01/2017 - 14:31

gianniverde, girano e rivoltano la frittata come va bene a loro, o meglio, alla massoneria che è all'origine di tutto questo. I nostri politici sono tutti appecorati e distruggono chi non lo è.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Sab, 28/01/2017 - 15:15

Troppe volte è capitato di vedere giungere i mezzi navali di soccorso giusto in tempo, proprio mentre i gommoni stracarichi si stanno sgonfiando e affondando, per non sospettare che i gommoni vengano bucati non appena vengono avvistati i mezzi di soccorso, che così sono costretti a caricare a bordo i naufraghi. Il sospetto è che questi gommoni siano dotati della benzina appena sufficiente per arrivare al largo delle coste libiche. E come fanno i soccorsi a sapere dove si trova il gommone in avaria? Seguendo via radar tutto ciò che galleggia nel mediterraneo? Non è più plausibile che in qualche modo gli organizzatori comunichino via radio con i soccorsi europei, che li vanno a recuperare? Magari la tipica nave tedesca o inglese che ne raccogli un migliaio e poi li scarica in Italia?

nordest

Sab, 28/01/2017 - 15:28

Lasciateli affondare non abbiamo nulla da perdere anzi solo da guadagnare escluse le coop.

giusto1910

Sab, 28/01/2017 - 15:41

Gli scafisti-stragisti hanno trovato nel ventre molle dell'Europa (l'Italia) il punto d'arrivo, oltre che dei clandestini, del progetto invasivo-terzomondista che non ha nulla di naturale. Una sola é certa: Qualcuno ha pianificato una sostituzione etnica per distruggere l'Italia e trarne vantaggi. Se la sinistra spinge l'acceleratore per concedere il voto politico agli immigrati non ci resta che una sola cosa da fare..................

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 28/01/2017 - 15:57

Il paese si sta suicidando. Giovani, spesso laureati, se ne vanno. E arrivano analfabeti, istruiti dalle ONG di Soros e feccia cattocomunista che li istruiscono per diventare i nuovi eserciti di riserva, teppaglia da usare al momento opportuno.

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 28/01/2017 - 16:45

...a mali estremi, estremi rimedi: perché non facciamo una piccola Guantanamo su qualche scoglio?......

VittorioMar

Sab, 28/01/2017 - 16:57

...diamo tempo a qualcuno che dopo la SIRIA metta i suoi "SCARPONI" sul suolo di LIBIA :A TOBRUK, e le cose potrebbero cambiare !!....SPERIAMO !!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 28/01/2017 - 17:59

..."Le mafie pianificano l'abbandono in mare per sollecitare gli interventi di soccorso"...azzo! Che acume la DIA, ma si vada a nascondere!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Dom, 29/01/2017 - 00:09

Si sa ben prima del gennaio 2017 che sui gommoni vengono imbarcati: un telefono satellitare per chiamare la NOSTRA marina, un GPS per dare l'esatta posizione ed un coltello per sgonfiare i tubolari, affinché il recupero sia obbligato. Ovviamente, tutto l'armamentario finisce negli abissi e restano le facce sbattute di chi non è avvezzo alle onde. Difficile da capire, se finalmente solo oggi qualcuno segnala il meccanismo. Sekhmet.