I vegani rispettano le bestie, non gli umani

In teoria ognuno è libero di ingurgitare quello che gli pare e piace nei limiti previsti dalla legge Ma per i fondamentalisti della verdura non è così

Il paradosso di certi vegani è che rispettano, amano e adorano tutti gli animali tranne uno: il bipede umano carnivoro. Lo disprezzano. Potrebbero quasi - facendo una deroga alla loro dieta - mangiarselo vivo. In teoria ognuno è libero di ingurgitare quello che gli pare e piace. Nei limiti previsti dalla legge: non stiamo difendendo chi si fa le tagliate di panda, ma il diritto di mettere nel proprio piatto quello che si preferisce. Una banalità, all'apparenza.

Ma per i fondamentalisti della verdura non è così. No. Per loro mangiare rapanelli e bacche di goji non è solo una scelta personalissima. È un segno di superiorità antropologica, un verbo da diffondere, un menù da imporre a tutto il resto dell'umanità. Se potessero cambierebbero anche il Vangelo e farebbero moltiplicare pane e seitan, perché i pesci non si devono toccare. L'ultimo delirio vegan è stato testimoniato da un video. La scena: un padre di famiglia pesca con il figlio sulle rive del fiume Sesia, nel Vercellese. Arriva un sovraeccitato giovanotto, sedicente attivista della Meta, Movimento etico tutela animali e ambiente, e inizia a insultarlo. «Stai insegnando a tuo figlio a uccidere», lo accusa l'ayatollah della soia. Il padre non la prende benissimo e inizia a discutere con una certa animosità, il bimbo giustamente si mette a piangere e la situazione si surriscalda. Il litigio vegano finisce senza alcuno spargimento di sangue. Ma la vicenda andrà comunque davanti al giudice: l'uomo ha denunciato l'attivista.

Un fatterello di cronaca, che però fotografa nitidamente la pericolosa deriva di un fondamentalismo sempre più aggressivo. I nazivegani, negli ultimi anni, hanno assaltato ristoranti, cuochi, cacciatori e industrie alimentari. E il ragazzo che insulta un pescatore è solo l'eruzione cutanea di un fermento che striscia sotto la pelle di questa era folle: l'idea che mangiare le bestie sia da bestie, da esseri umani di serie b, non ancora del tutto evoluti nel lungo cammino del progresso. Mangiare è piacere innanzitutto, ma anche libertà. E lo deve essere per chiunque: carnivori, vegani, crudisti, fruttariani o vegetariani. L'ideologia è meglio che resti fuori dal piatto. E la forchetta, oltre che per cibarsi, serve anche a prendere a forchettate nel sedere chi vuole dirci che cosa possiamo ingurgitare quando siamo seduti a tavola. E poi se, come diceva Ludwig Feuerbach «siamo quello che mangiamo», è comunque meglio essere un florido porcello che un pallido pezzo di tofu.

Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 26/07/2016 - 09:28

I vegani sapientoni che vogliono imporre il loro credo agli altri sono sole dei piccoli squallidi deficienti.

Tabor

Mar, 26/07/2016 - 09:36

Triste, vedere uno che per primo solleva una mano con dito accusatore, intimare di abbassare la mano a qualcuno che restituisce lo stesso gesto... "allontanati da me che così sotto mi dà fastidio" (ma, chi ti ha chiesto di venire qui?) E che dire del "lascia giù l'arma" di un falcetto? Ancora più triste è pensare che qualcuno consideri questo esercizio di "democrazia" cosa ben fatta... E pensare che in giro per il mondo, a pesca, ci si va per rilassarsi! Qualcuno mi sa dare un buon motivo per restare in questo paese?

chebruttaroba

Mar, 26/07/2016 - 09:37

Vogliono farci mangiare come loro perché gli dà fastidio vedere la differenza di quanto siano brutti loro, con quell'aria malaticcia, rispetto a noi sani onnivori.

lisciannaro

Mar, 26/07/2016 - 09:51

I vegani , vegeteriani,animalisti di questo tipo sono degli esaltati.Non vogliono riconoscere che anche i vegetali sono esseri viventi e senzienti come gli animali e quindi anche chi mangia solo verdure è da considerarsi un assassino come chi mangia carne.Senza nutrirsi di altri esseri viventi non si potrebbe vivere.Si mettano l'anima in pace ,mangino quello che vogliono senza disturbare altre persone che probabilmente valgono più di loro.

bobo55

Mar, 26/07/2016 - 09:59

Quel padre voleva passare una tranquilla giornata con il figlio....e mi immagino che il ragazzo che non vedeva l'ora di imparare a pescare....DOMANDA...la pesca è illegale?? ...NO... Il video lo,stanno vedendo anche le FORZE DELL'ORDINE...Se non si dà un freno a queste violenze GRATUITE.... Tra IMMIGRATI e DEFICIENTI...io i VEGANI li considero DEFICIENTI....si arriverà che ognuno potrà' fare quello,che vuole ....io questi DEMENTI li considero una SETTA.... È' bello fare i BULLI in branco...Questa è una tipica aggressione che i BULLI fanno nelle METROPOLITANE...non vedo la differenza.

giovauriem

Mar, 26/07/2016 - 10:16

avrei portato mio figlio a casa , e invitato 2/3 amici , sarei ritornato sul posto a pescare , sperando di trovarli lì , per vedere se i ve.cani avevano il coraggio di impedirci di pescare , ma non credo questi vigliacchi sanno operare solo in branco .

idleproc

Mar, 26/07/2016 - 10:32

Se si mettono a rispettare, come dovrebbe essere, anche la verzura, il problema si risolve da solo come effetto collaterale del darwinismo.

framarz

Mar, 26/07/2016 - 10:32

complimenti al pescatore che non ha reagito contro questi idioti intolleranti

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 26/07/2016 - 10:33

Vegani = persone che non conoscono la FAME.

bozzolik

Mar, 26/07/2016 - 10:38

tutti i fondamentalisti sono persone menomate nel cervello

DuralexItalia

Mar, 26/07/2016 - 10:42

Potrebbero esserci gli estremi per una denuncia penale ai sensi dell'art. 610 c.p. (violenza privata): quando “chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa”. La pena prevista è la reclusione fino a quattro anni, aumentata se concorrono le circostanze aggravanti di cui all’art. 339 c.p., se la violenza o la minaccia sono commesse con armi, da persone travisate, da più persone riunite, con scritto anonimo, in modo simbolico o valendosi della forza intimidatrice derivante da associazioni segrete, esistenti o supposte. (Chiamare i Carabinieri e non reagire in alcun modo)

gneo58

Mar, 26/07/2016 - 10:53

per giovauriem, gisto, logicamente pero' portandosi dietro le famose "mazze da pesca".

Franck Dubosc

Mar, 26/07/2016 - 10:57

x giovauriem. Lei ha perfettamente ragione ed il suo è un discorso razionale ma io purtroppo non sono d'accordo. Avrei fatto vedere a mio figlio davanti ai suoi occhi quanto è pericoloso essere vegani...

Una-mattina-mi-...

Mar, 26/07/2016 - 10:59

VEGANI a parte, che il bipede umano meriti assai meno rispetto di tanti animali, è dato assodato e dimostrabile in base a generalizzati indecenti e iterati comportamenti.

routier

Mar, 26/07/2016 - 11:20

Il fanatismo eccessivo è una pericolosa idiozia ovunque si trovi.

Mizar00

Mar, 26/07/2016 - 11:21

Questi fascistelli si mettono sempre in tanti contro uno, meglio se bambino.

blackindustry

Mar, 26/07/2016 - 11:26

I nazi-vegani sono dei grandi ignoranti, dato che evidentemente non sanno che da studi oramai vecchi di almeno 10-15 anni, con dei sensori elettrici hanno misurato la reazione elettrica delle piante che ricevevano l'acqua quando venivano innaffiate. Beh questi studi hanno dimostrato che le piante emettono un riconoscibile impulso elettrico per ogni diversa situazione, anche quando riconoscono che le passa vicino chi le aveva annaffiate i giorni precedenti. Quindi emergevano una scossa di terrore quando sentivano in zona chi aveva anche solo osato strappare quella che era considerata dall'umano una erbaccia. Adesso, dato che anche le piante sono esseri senzienti, i vegani sono esattamente come gli onnivori, dato che sono degli "assassini", seguendo la loro logica malata. La Natura prevede che si uccida per mangiare, quindi nessun dilemma esistenziale, a meno che non si sia dei malati esaltati come loro. P.S.: io avrei riportato il bambino a casa e sarei tornato con un numero di amici pari al numero dei vegani, poi ne avremmo riparlato a mani libere...

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Mar, 26/07/2016 - 11:26

Una manica di sbandati senza futuro che si illudono di fare qualcosa di sociale con la violenza, l'arroganza e la maleducazione. Questi fanatici integralisti animalisti (forse piu' animali) andrebbero denunciati per Stalking.

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 26/07/2016 - 12:06

795 milioni di persone, nel mondo, oggi, soffrono la fame. Circa una persona su nove non ha abbastanza cibo per condurre una vita sana ed attiva. A livello mondiale, il rischio maggiore per la salute degli individui è rappresentato dalla fame e dalla malnutrizione, più che dall’azione combinata di AIDS, malaria e turbercolosi. - fonte http://it.wfp.org/la-fame

linoalo1

Mar, 26/07/2016 - 12:23

Punto Primo!I Veri Vegani non esistono!!Perché,si chiederà qualcuno??Semplice!!Perché l'Uomo è Onnivoro ed ha bisogno di tutti i Nutrienti che Madre Natura gli offre!!!Basta che ne manchi uno,nella dieta,che,a lungo andare,si potrebbe anche morire!!!Quindi,a che srve essere Vegani??Certo,è un vanto verso gli Amici!!Ma niente più!!Infatti,che beneficio porta???Nessumo!!Problemi,però,tanti!!!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 26/07/2016 - 12:28

Ma i vegani hanno mai pensato all'orrore che prova un pomodoro quando viene fatto a fettine?

bobo55

Mar, 26/07/2016 - 12:36

Il GENITORE si è comportato in modo egregio .... Ha dato al proprio FIGLIO un esempio di educazione sana... vista la sua ROBUSTEZZA....con uno SCHIAFFONE ... ribaltava il BULLO... UN ELOGIO al genitore BRAVO... Però io mi domando ... ma la giustizia dov'è.... leggo molto spesso questo giornale online... ma noto nelle notizie che l'onesto è quasi deriso dalla GIUSTIZIA.... domanda....ma dobbiamo FARCI giustizia da soli??? Questo video non voglio più verderlo... Provo una GRAN rabbia... di inermita' ....

davidebravo

Mar, 26/07/2016 - 12:36

Purtroppo il pescatore è rimasto spiazzato e non ha potuto reagire in modo corretto. Per il prossimo a cui accadrà: CHIAMARE IL 112 senza più parlare direttamente con loro. Questo è bullismo, quindi una denuncia per violenza privata se la meritano tutta.

Tabor

Mar, 26/07/2016 - 12:47

Avete notato!?! Nessun post vegano!

Fjr

Mar, 26/07/2016 - 12:49

massa di deficienti, ma andate a lavorare in miniera

Reziario

Mar, 26/07/2016 - 13:18

@Francesco Maria Del Vigo: Complimenti per il coraggio. Si prepari a ricevere una valanga di insulti o peggio, minacce fisiche da questi fuori di testa. Elementi che preferiscono specie di altri animali alla propria sono etologicamente deviati: nessun altro lo fa.

killkoms

Mar, 26/07/2016 - 14:30

altri utili i()i!

giosafat

Mar, 26/07/2016 - 14:35

Anch'io vado a pescare; non trattengo le prede e mi rilasso con le lunghe camminate. Spero che qualche vegano venga a rompermi i cabasisi...così non mi mancherà il verme da mettere sull'amo.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 26/07/2016 - 14:55

Ripeto: il tribunale di Biella dorme della grossa????

Barbadifrate

Mar, 26/07/2016 - 17:09

Bene che nel filmato si vedano le facce di questi imbecilli "terroristi". Si, mi permetto di chiamare terroristi chi si permette in gruppo, di affrontare con questo tono un papà che tranquillamente sta insegnando a pescare al suo figliolo. Spero che la giustizia faccia il suo dovere.

SerenaPAV

Gio, 28/07/2016 - 02:41

sono Serena Dentici, coordinatore nazionale del PAV- Partito VegAnimalista e scrivo in merito all'articolo " I vegani rispettano le bestie, non gli umani" pubblicato sul vostro sito il 26 luglio 2016 a firma di Francesco Maria Del Vigo. Innanzitutto vorrei ringraziarvi in quanto, grazie al vostro articolo, finalmente potremo sfatare un mito. Quando si prende coscienza e si decide di diventare vegani non ci si limita a seguire una dieta, ma si adotta una filosofia di vita. Diventare vegani è un passaggio molto delicato e per qualcuno anche complicato, ma la spinta che ognuno di noi ha avvertito interiormente, è stata data da una forte empatia col mondo che ci circonda quindi, ovviamente, anche con gli umani.

SerenaPAV

Gio, 28/07/2016 - 02:43

Empatia vuol dire "sentire dentro", ovvero è la capacità di immedesimarsi col dolore e la gioia altrui. Essere vegani vuol dire rispettare il prossimo, sia esso uomo che animale, a partire da chi è più svantaggiato e non può far valere i propri diritti. Gli animali sono sicuramente la categoria più rappresentativa in questo senso. Nell'articolo vengono citati i pesci. Ecco, loro sono muti. Completamente muti. Eppure soffrono in un modo atroce per morire, probabilmente anche più dei cosiddetti animali da macello.

SerenaPAV

Gio, 28/07/2016 - 02:45

Certo, ovviamente, essere onnivori è legale, ma vorrei ricordare che fino a poco fa era legale la schiavitù,esisteva il delitto d'onore, era legale la pena di morte ed illegale il divorzio. Potrei fare mille altri esempi di quello che nella storia è stato legale. Legale non vuol dire sempre giusto, infatti il concetto di "legalità" cambia col tempo. Il diritto di mangiare un animale è superiore al diritto alla vita di ogni essere vivente? Per noi no, il diritto alla vita è alla base di tutto. Qualsiasi cosa violi tale diritto è un assassinio e deve essere illegale. Distinti saluti

SerenaPAV

Gio, 28/07/2016 - 12:38

Non provocano tenerezza, neanche quando nelle pescherie vengono posti ancora vivi sul ghiaccio ( pratica illegale, ma purtroppo ancora usata) e si muovono cercando di respirare. Leggendo mi sono resa conto che avete posto l'accento sulla legalità del mangiare animali. I vegani non vogliono imporre al prossimo cosa mettere nel piatto, le loro azioni hanno invece lo scopo di difendere la sacralità di ogni essere vivente. Volendo fare un paragone, anziché i nazisti prenderei in esame le finalità di quei gruppi di persone che in America manifestano contro il diritto ad interrompere la gravidanza. Anche le loro proteste a volte si accendono, ma il fine è quello di proteggere una vita.