L'Ikea fa il concime con gli alberi di Natale invenduti

Il colosso svedese punta sull'ambiente riciclando gli alberi per ricavare compost

Dalla sede centrale del colosso svedese arriva un'idea: riciclare gli alberi di Natale per ridurre gli sprechi. Così l'Ikea ha pensato di dare una mano all'ambiente, usando gli alberi inveduti per creare del compost con cui fertilizzare la terra. "Su 2.404 alberi venduti – spiega al Secolo XIX  Monica Dufour, addetta alle relazioni esterne del negozio di mobili di Genova– ne sono stati portati indietro 1.304, il 58% del venduto. Da questi alberi si ricaveranno 1.675 kg di compost utilizzabile come concime". Alle critiche sul perchè non ripiantare gli alberi, la Dufour ha risposto: "Non li ripiantiamo perché sono abeti da serra, e non avrebbe senso. Magari qualcuno può farlo nel giardino di casa". Il colosso dei mobili ha ormai fatto del riciclaggio il suo vessillo, non rimandendo indifferente agli aiuti richiesti da altre organizzazioni. Difatti, a tutte le persone che hanno riportato indietro gli abeti, Ikea ha regalato un buono pari al valore d'acquisto dell'albero. Oltretutto la società sta appoggiando una campagna per la ripopolazione forestale avviata dal WWF, a cui si potevano donare due euro da decurtare dal buono: solo una persona su quattro, pare, si è interessata al'ambiente.