Ikea ritira 4 milioni di lampade per bambini: rischio strangolamento

Il modello pericoloso è Ikea Smila, una lampada a muro ideata per le camerette. Disponibile un kit per la messa in sicurezza

Per evitare ogni rischio Ikea ha deciso di ritirare dal mercato almeno quattro milioni di lampade per bambini considerate pericolose perché i cavi potrebbero inavvertitamente strangolare i piccoli. Il colosso svedese dell’arredamento ha pubblicato sul proprio sito un avviso alle famiglie che hanno acquistato "Ikea Smila", la tipica lampada a muro per le camerette. I lumi, a forma di stella blu, cuore rosso, luna gialla o fiore rosa, sono tutti dotati di un lungo cavo che può essere rischioso. L’anno scorso un bimbo britannico di 17 mesi era morto strangolato dal cavo della lampada e un altro bambino era stato salvato in extremis mentre già aveva stretto al collo il cavo elettrico della lampada Tassa. Ikea ha tenuto a precisare che in "entrambi i casi i fili delle lampade erano stati posti alla portata dei bambini". E' opportuno "verificare che la lampada e il cavo siano fuori dalla portata dei bambini che si trovano nel lettino o nel box e che il cavo della lampada sia saldamente fissato alla parete".

Ikea invita i propri clienti a recarsi al reparto "Cambi & Resi" in negozio o a contattare il Servizio Clienti al numero verde 800 92 46 46, per ricevere gratuitamente un kit contenente un'etichetta con le avvertenze, le istruzioni di sicurezza e gliaccessori autoadesivi per fissare il cavo della lampada alla parete. La multinazionale svedese ricorda poi che qualsiasi prodotto dotato di fili, come tende e veneziane, può rappresentare un pericolo di strangolamento. I cavi accessibili dovrebbero essere sempre tenuti fuori dalla portata dei bambini.

Commenti

Nadia Vouch

Ven, 02/05/2014 - 20:21

La casa è pericolosa per un adulto, figurarsi per i piccini. Le aziende possono vendere i prodotti, ma il buon senso non si acquista. Ho veduto mamme, al supermercato, lasciare i bimbi accomodati nel seggiolino del carrello, con nelle manine uno di quei sacchetti dove si pesano le verdure, oppure in prossimità di scaffali con su roba fragile (bottiglie), spigolosa, o potenzialmente tossica (esempio detersivi e similari). Non credo che in casa siano più attente. Anzi, forse saranno ancora più "tranquille" e distratte.

nino47

Sab, 03/05/2014 - 14:37

@Nadia Vouch: concordo in pieno. L'attenzione e la responsabilita' di un genitore verso i suoi bambini non deve avere limiti, ma anch'io guardandomi in giro mi accorgo che proprio questa e' la dote piu'limitata di cerete mamme. Tutti conosciamo la terribile potenzialita' di un bimbo ad autoeliminarsi. Mettetelo anche al centro di una stanza vuota, riuscira' a danneggiarsi. Mamme! I bimbi non sono solo giocattoli da mostrare al prossimo o coi quali trastullarsi. Sono esseri viventi,insufficienti, incompleti "diversamente abili"...dal momento che li avete messi al mondo, fatevene anche una ragione!!!