Ecco i migranti sull'Aquarius: i video dalla nave della Ong

Oltre 600 migranti sulla nave della Ong: "Ustionati, esausti e disidratati, ma per ora non ci sono emergenze mediche"

Sei interventi di salvataggio in appena un weekend. La nave Aquarius da tre giorni attende di conoscere il proprio destino. A bordo 629 persone, più gli uomini dell’equipaggio, tratte in salvo al largo delle coste libiche. La vicenda che è al centro di un intrigo internazionale è iniziata sabato scorso dopo che "l'Aquarius - spiegano dall’equipaggio - aveva ricevuto l'istruzione dalle autorità marittime competenti di fare rotta a nord verso un porto sicuro (port of safety), sui media è apparsa la dichiarazione del governo italiano che annunciava, invece, la chiusura dei porti italiani".

La Aquarius attualmente è ferma tra Malta e l'Italia nell'attesa di ricevere istruzioni da parte delle autorità marittime competenti (guarda il video).

"Nonostante una operazione di salvataggio molto critica non abbiamo, fortunatamente, un'emergenza medica al momento - segnala il medico di MSF a bordo, David Beversluis -. Ma quando il gommone si è rotto, un uomo è andato a fondo sotto gli occhi dei soccorritori, che sono riusciti a prenderlo e a rianimarlo una volta fuori dall'acqua. Ora è fuori pericolo. Tutti i sopravvissuti sono esausti e disidratati perché hanno trascorso lunghe ore alla deriva su questi gommoni: ci sono molti sopravvissuti ustionati dalla miscela di benzina e acqua di mare. Dopo aver condotto diverse visite a bordo, possiamo dire che questi uomini e donne hanno avuto poco o nessun accesso alle cure mediche durante la loro detenzione in Libia".

Sophie Beau, vicepresidente del Network europeo di SOS MEDITERRANEE, spiega che "l’Aquarius è attualmente in standby nelle acque internazionali tra Malta e l'Italia, nell'urgente attesa di istruzioni sul 'porto sicuro' che sarà designato dalle autorità marittime competenti. Si tratta di una situazione inedita e preoccupante che non dovrebbe prolungarsi perché, con 629 persone a bordo, siamo già ben oltre la nostra capacità massima. La sicurezza e le cure per i superstiti a bordo non potranno essere assicurate per più di alcune ore. Non possiamo immaginare che le preoccupazioni politiche prevalgano sulla situazione umanitaria di queste centinaia di persone appena salvate da un annegamento certo e che hanno appena lasciato l'inferno libico".

Commenti

MOSTARDELLIS

Lun, 11/06/2018 - 21:02

Quando capiremo che quella gente non doveva stare su quella nave non sarà mai troppo tardi. Dei 629 forse 6,29 avrebbe diritto all'asilo. Gli altri sono tutti vittime di ONG e scafisti che hanno promesso loro il paradiso a fronte di 3-5000 dollari, che peraltro non si sa questa gente da dove li possano aver presi.

Dordolio

Lun, 11/06/2018 - 21:03

Gli dici: ragazzi, vi abbiamo salvato. Non potevamo certo lasciarvi annegare, che diamine! E vi porteremo in salvo a terra. Dove? Ma in Libia naturalmente. Scommettiamo che non ne partono più?

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 11/06/2018 - 21:06

Una bellissima crociera "a gratis". E io pagooo...!!

roberto zanella

Lun, 11/06/2018 - 21:07

MA STA ARRIVANDO UNA NAVE DELLA MARINA ITALIANA O DELLA CAPITANERIA CON 1000 IMMIGRATI E SBARCA A CATANIA , LO DICE RAINEWS24 ORE 21;07

chiara 2

Lun, 11/06/2018 - 21:07

Sono impressionata! Ogni giorno arrivano giovani maschi sempre più giovani e sempre più palestrati. Ma l'avete visto quello in mezzo al gruppo nella foto in alto? Mi sembra uscito da una passerella di Kalvin Klein! Ma che cavolo li chiamate a fare bovere risorse? Questi sono approfittatori belli e buoni!

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 11/06/2018 - 21:09

Li tengono anche al buio , sono tutti scuri in faccia ! Vergogna , accendete la luce ! , Yeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Cheyenne

Lun, 11/06/2018 - 21:10

ALLORA SE NON SONO CAPACI RITORNINO A CASA

Divoll

Lun, 11/06/2018 - 21:14

Il problema e' che finiscono tutti in Europa comunque! Invece bisognerebbe che tutti i paesi li respingano e rimandino a casa quelli che sono gia' presenti, cosi' non ne partirebbero piu' e magari si darebbero da fare per migliorare il loro ricchissimo continente.

killkoms

Lun, 11/06/2018 - 21:16

salvate da un annegamento?ma per favore!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 11/06/2018 - 21:20

ma prima di fare soccorsi in mare 10 anni fa e più, quando non esistevano queste invasioni, cosa ci facevano con queste navi, a che servivano, solo per fare vacanza in crociera, con i soldi degli altri?

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 11/06/2018 - 21:23

Col pretesto dell’emergenza umanitaria e di “salvare vite umane” negli ultimi anni abbiamo accolto più di 500.000 clandestini che continuano a soggiornare in casa nostra ed a spese nostre. L’ emergenza umanitaria l’hanno usata per nascondere il business dell’accoglienza a beneficio di coop, associazioni e privati che ci speculano. Basta. A questo punto, davanti ad un’emergenza che dura da anni e che non accenna a diminuire, qualcuno potrebbe anche rivendicare il diritto di dire “E chi se ne frega?”. Cinismo? No, solo reazione al fracassamento di palle continuativo ed intollerabile da parte dei terzomondisti. Non è scritto da nessuna parte che dobbiamo stazionare di fronte alle coste libiche, pronti ad intervenire su qualunque barcone in partenza. Non è scritto da nessuna parte che dobbiamo accogliere e sfamare tutti i derelitti e poveri del mondo. Uno Stato non è un’associazione di beneficienza o di volontariato. E basta.

LupoSol

Lun, 11/06/2018 - 21:25

Chifani, la correggo. Non "tratti in salvo" (perché non c'è nessuna emergenza medica come Lei stesso scrive) ma TRAGHETTATI. Questa è la parola corretta da usare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 11/06/2018 - 21:25

ma sentite su rete 4 come si strappano i capelli che Salvini ha bloccato tutto. Mai visti con gli italiani. Parlano di Centro Coordinamento sbarchi di Roma. E dove è uscito questo centro, tanto per dare una mano ad aumentare il debito pubblico, come tutti quegli uffici nelle amministarzioni per aiutare ad inserire gli stranieri.

venco

Lun, 11/06/2018 - 21:26

Nessuno li ha costretti a pagare migliaia di euro per fare i finti naufraghi, cioè approfittatori delle regole internazionali sul salvataggio in mare e complici degli scafisti. Potevano stare tranquilli a casa loro.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 11/06/2018 - 21:27

Parlano di diritti e umanità, questi buonisti, ma si dimenticano dei diritti e dell'umanità degli italiani che dopo 60 anni ne hanno le scatole piene di non vedere la pensione perchè i soldi devono essere destinati agli stranieri e dirigono le colpe agli evasori.

elpaso21

Lun, 11/06/2018 - 21:28

"Si tratta di una situazione inedita e preoccupante": quindi penso che a Malta dovrebbero preoccuparsi...forse.

Blueray

Lun, 11/06/2018 - 21:30

I palestrati della foto sanno tutti perfettamente che queste traversate finiscono con naufragi, essendo dotati di smartphone di prima qualità. Quanto ai porti sicuri sono quelli dei loro paesi d'origine dove vanno riportati. Loro cercano il mantenimento a vita ma non sempre le cose vanno come si vorrebbe che andassero anche per i bullotti africani

pensionato.stufo

Lun, 11/06/2018 - 21:30

Mi sembrano in buona salute. Buon viaggio per la Spagna. Bye bye.

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Lun, 11/06/2018 - 21:31

a me, a parte lo scenario, uomini e ragazzi (ma anziani non scappano mai? ) sembrano tutti belli floridi e affatto patiti.E qualcuno di loro anche in posa stile selfie o foto per FB.(vedere video al min. 0,55).ognuno tragga le proprie conclusioni

ammazzalupi

Lun, 11/06/2018 - 21:33

Lasciali cuocere nel loro brodo! Vedrai che i VAMPIRI del MARE, presto, cambieranno mestiere! La tratta dei nxxxi NON paga più!!!

venco

Lun, 11/06/2018 - 21:34

Va immediatamente pubblicizzato nei paesi di provenienza di questi che in Italia non si deve venire clandestinamente, pena la reclusione fino al ritorno a casa. Se casa loro non hanno pane a sufficienza noi glielo mandiamo.

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 11/06/2018 - 21:34

Chi fa apposta a naufragare non ha il diritto di essere aiutato. Deve passare questa necessità.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 11/06/2018 - 21:35

Ovviamente al 95% uomini in giovane età "che scappano dalle guerre". E' incredibile come esistano ancora dei babbei che li chiamano "profughi".

Una-mattina-mi-...

Lun, 11/06/2018 - 21:35

A ME PAIONO GRANDI E GROSSI E PASCIUTI: FORTUNA CHE SONO DEPERITI SENNO' CI MANGIAVANO IN UN BOCCONE!

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Lun, 11/06/2018 - 21:43

e questi,secondo i buonisti,scappano dalla fame ,dalla guerra,dal clima etc.? ma fateci il piacere e io pago,pago et pago. ma non capite cari buonisti che quello che da' immenso fastidio non è il colore pelle ma la furbizia che c'è in costoro e quanti ci magnano sopra ,prendendoci per il c..o.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Lun, 11/06/2018 - 21:49

I gommoni non si rompono sono loro che li bucano,state ancora a questo?

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Lun, 11/06/2018 - 21:50

ma se la lybia è l'inferno che ci vanno a fà,e allora ? che dobbiamo dire gli piace l'inferno oppure è tutto finto per giustificare l'invasione.? che vadano all'inferno le ong mendaci e crocerossine ossequenti ai furbetti.

Ritratto di Aulin

Aulin

Lun, 11/06/2018 - 21:56

Sembrano la Nazionale Francese di calcio, belli grassi, ben vestiti, sbarbarti, coi capelli ben tagliati. Sicuramente da aiutare, in Spagna pero'.

Pigi

Lun, 11/06/2018 - 21:57

Il problema non sono solo queste 629, è che prima ne sono arrivate 600.000. E, se facciamo sbarcare queste, sono pronte altre 600.000, che saranno tutte amorevolmente "salvate" da queste Ong delinquenziali. L'unico aiuto che possiamo dare è quello di fornire viveri, medicine e carburante, anche per settimane. Hanno l'alternativa di tornare in Libia e, se chiedono aiuto, potremmo aiutarli a tornare nel loro paese. Non gli garba? Pazienza.

HUMBL3H0P1N10N

Lun, 11/06/2018 - 21:58

SALVI(ni)AMOLI

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 11/06/2018 - 22:03

2- Col pretesto dell’emergenza umanitaria e di “salvare vite umane” negli ultimi anni abbiamo accolto più di 500.000 clandestini che continuano a soggiornare in casa nostra ed a spese nostre. L’ emergenza umanitaria l’hanno usata per nascondere il business dell’accoglienza a beneficio di coop, associazioni e privati che ci speculano. Basta. A questo punto, davanti ad un’emergenza che dura da anni e che non accenna a diminuire, qualcuno potrebbe anche rivendicare il diritto di dire “E chi se ne frega?”. Cinismo? No, solo reazione al fracassamento di palle continuativo ed intollerabile da parte dei terzomondisti. Non è scritto da nessuna parte che dobbiamo stazionare di fronte alle coste libiche, pronti ad intervenire su qualunque barcone in partenza. Non è scritto da nessuna parte che dobbiamo accogliere e sfamare tutti i derelitti e poveri del mondo. Uno Stato non è un’associazione di beneficienza o di volontariato. E basta.

Ritratto di eleinad

eleinad

Lun, 11/06/2018 - 22:10

Tutti politici rosicano per quello che ha saputo fare Salvini che non è altro di quello che vuole la gente.

carpa1

Lun, 11/06/2018 - 22:13

Le PREOCCUPAZIONI POLITICHE (come le definiscono questi ipocriti) non sono di oggi ma di anni senza che nessuno di coloro che si permettono di puntare il dito sulla chiusura dei porti si chieda dove erano quando, da anni, gli italiani (e non mi riferisco a quei bast..di che hanno sgovernato l'Italia per anni) chiedevano di non essere i soli a farsi carico di questi clandestini da tutti trattati come rifiuti umani (vedere per credere, dove e come vivono e sono sfruttati). E sempre con riferimento ai sopracitati bast..., la piantino di voler urlare il loro pietismo ipocrita in faccia agli italiani facendo continuamente riferimento a donne incinte, bambini e trattamenti disumani da parte dei criminali africani dei loro stessi paesi, perchè non è certo imputabile ai cittadini italiani questa schifosa situazione. Altri hanno messo in piedi il business della clandestinità a tutti i costi a scopo di lucro.

Ritratto di adonf

adonf

Lun, 11/06/2018 - 22:16

La domanda sorge spontanea : ma non stavano meglio a casa loro ?

gstrazz46

Lun, 11/06/2018 - 22:16

Tutte donne incinte e bambini, a quel che si vede! Di emaciati, a dire il vero, ne vedo pochi.

gstrazz46

Lun, 11/06/2018 - 22:21

Ma ad essere un po' cinici, qualcuno li ha rapidi alloro Paese e li ha condotti in catene in Libia?

Bisekur1960

Mar, 12/06/2018 - 00:04

A parte il disagio di essere in una nave con spazi ridotti, dal video non si evince particolari problemi sanitari anzi mi sembrano tutti in buona salute e con braccia muscolose. Io una soluzione c'è l'avrei !!! Una bella vanga un sacchetto a testa di semi e zappando la terra nel loro paese a coltivare granoturco . I solchi per seminare li farei fare alla Rossana Casale. Hasta pronto

Marcolux

Mar, 12/06/2018 - 02:56

Ormai questi delinquenti dell'Acquarius, nave francese, hanno intascato il malloppo, pagato dagli altri trafficanti africani e devono portare a termine il lavoro di scafisti. Con le mafie, con le organizzazioni criminali non si scherza! O fai il lavoro sporco assegnato ... o sono caxxi amari!

Nick2

Mar, 12/06/2018 - 07:16

Io mi auguro che, un giorno, i nipoti dei vecchi razzisti che scrivono su questo giornaletto non saranno costretti a questa pacchia...

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 12/06/2018 - 12:22

Mi auguro che un giorno, spero molto presto, i cattocomunisti, le anime belle e buoniste, i terzomondisti, gli innamorati del kebab e della società multietnica, i malati di Mal d’Africa, per una improvvisa, imprevista e letale epidemia, scompaiano dalla faccia della Terra: come i dinosauri. Giusto come curiosità scientifica sull’evoluzione della specie, si potrà lasciarne qualche esemplare in appositi musei della stupidità umana.

HUMBL3H0P1N10N

Mar, 12/06/2018 - 22:01

Qualcuno sa dirmi perché indossano tutti la stessa divisa manco fossero parte di una squadra di calcio? E vorrei anche sapere chi gliele ha fornite e perché...Guardassero le immagini di chi viaggiava in terza classe dall'Europa all'America ad inizi '900, per la modica durata di settimane! E se una volta scesi non erano soddisfatti i requisiti o avevano due linee di febbre---BUM! Torna a casa Lassie!!! E si trattava di lavorare senza centri di accoglienza e racket succhiasoldi!

Bisekur1960

Mar, 12/06/2018 - 22:39

Applausi a Giano. Condivido in toto quanto espresso!!! Grande.

Bisekur1960

Mar, 12/06/2018 - 22:51

Nick2 . Non è questione di razzismo è questione di rispetto verso un paese che ha subito, quando Berlusconi era lucido, uno smacco europeo da parte degli altri paesi comunitari. Ci ricordiamo le risatine dei due capitani!!? Ora che finalmente dopo anni di " signor si " per racimolare qualche sporco euro è giunto il momento di alzare la testa ed essere orgogliosi che al governo ci sia qualcuno che si fa valere. Uno dei motivi per cui me ne sono andato era proprio perché non mi sentivo più tutelato dai governi di sx. Inoltre SE questa sarà la linea dei prossimi anni i miei nipoti staranno sicuramente meglio e comunque quando andranno all'estero saranno molto probabilmente rispettati e non derisi come ora . Per il resto concordo in pieno quanto scritto da Giano. Hasta pronto.