Immigrati ospitati in municipio, il sindaco paga il viaggio a casa ma loro: "Non ce ne andiamo"

Il sindaco di Romano d'Ezzelino: "Dopo lo sfratto abbiamo pagato loro una struttura d'emergenza, sono pronta a pagare anche il viaggio in Marocco ma loro non vogliono"

La famiglia marocchina ospitata in municipio a Romano D'Ezzelino / foto: Il Gazzettino

La storia è lunga, ma vale la pena di leggerla tutta. Inizia nel 2012, quando a Romano d'Ezzelino, quasi quindicimila anime in provincia di Vicenza, si trasferisce una famiglia marocchina di sei persone, padre, madre e quattro figli.

Il padre aveva perso il lavoro pochi mesi prima di trasferirsi e da allora, racconta al Gazzettino il sindaco del comune veneto Rossella Olivo, non ha più avuto un impiego fisso: "Per un pò ha vissuto con i 1050 euro di disoccupazione mensili, poi con la mobilità fino a che gliel'hanno concessa. Più volte come Comune abbiamo offerto i buoni mensa per i figli o altre agevolazioni. Ma dal 2011 il padre non lavora e non so quindi come e se sia riuscito a pagare i vari affitti dell'appartamento in cui era."

Da questa situazione si è arrivati allo sfratto, avvenuto lo scorso 2 dicembre, già prorogato rispetto a un primo termine scaduto in agosto. Dopo lo sfratto, prosegue il sindaco, la famiglia è stata ospitata nella struttura di accoglienza "Casa Sichem", per cui l'amministrazione dichiara di aver pagato "52 euro a testa dal 2 dicembre ad oggi".

Il patto, spiega però il primo cittadino, era che, in cambio del ricovero nel centro di accoglienza, "iniziassero le pratiche per il rimpatrio in Marocco: siamo disposti anche a pagare loro i biglietti aerei che in tutto costano 600 euro. Ma non ne hanno voluto sapere, loro vogliono una casa pagata dal comune senza prendere in considerazione nessun'altra soluzione."

Così, la notte scorsa, la famiglia si è ritrovata a dormire in Municipio, dove, sottolinea la Olivo "I nostri dipendenti comunali hanno fatto il turno di notte per rimanere con loro".
Eppure il sindaco non riesce a capacitarsi di come continuino a pioverle addosso accuse di razzismo per aver proposto il rimpatrio della famiglia in Marocco.

"Come Comune diamo molte possibilità ai disoccupati per essere impiegati in attività lavorative - conclude il primo cittadino - Basta fare richiesta, ma il capofamiglia non si è mai presentato offrendosi per un lavoro. Non possiamo permetterci di mantenerli: ci sono tante altre persone che ne avrebbero ugualmente diritto ma che invece lavorano, sudano e faticano ad arrivare a fine mese. Che pagano regolarmente le tasse pur avendo magari mutuo o affitto."

Nel tentativo di mediare tra la famiglia, che è rappresentata dall'avvocato Kaoutar Badrane, e il Comune, è intervenuta anche l'associazione islamica "La Pace": sino ad ora, però, tutto è stato vano.

Commenti
Ritratto di MarcoG69

MarcoG69

Mer, 17/12/2014 - 18:15

Ma prima di accusare questo sindaco di "razzismo" (parola di facile uso ultimamente), io gli rivolgerei solo una domanda, la seguente: Ma per una famiglia Italiana, 52 euro al giorno per persona, si spendono? Un padre di famiglia ITALIANO, li prende 1050 euro di disoccupazione? Quindi penso, che se di razzismo si tratta.... non credo proprio sia nei confronti di questa famiglia!!!

maurizio50

Mer, 17/12/2014 - 18:21

Ci sono italiani, facile capire di che estrazione politica, che , invece di tentare di risolvere il problema immigrati, consigliano a questa gente di resistere ad oltranza. Ovviamente gli africani stanno al gioco, tanto sanno che, prima o poi, qualche ixxxxxxxe di pubblico amministratore concederà a loro tutto quanto pretendono. Ovviamente tutto a spese degli Italiani!!!!!!!!!

Romolo48

Mer, 17/12/2014 - 18:22

Mettete la famiglia a carico della società islamica La pace o, in alternativa, al solito coro degli urlatori lcontro il razzismo. Bella la vita, NO lavoro, case e spese a carico del comune, istruzione e sanità a carico della comunità … manca qualcosa?

elio2

Mer, 17/12/2014 - 18:23

Per forza che non vanno via, dove trovano dei deficienti che li mantengono gratis di tutto?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 17/12/2014 - 18:33

"Non possiamo permetterci di mantenerli: ci sono tante altre persone che ne avrebbero ugualmente diritto ma che invece lavorano, sudano e faticano ad arrivare a fine mese. Che pagano regolarmente le tasse pur avendo magari mutuo o affitto."....Questi non se ne vanno più,come un'altra milionata e più,che dovremo mantenere,curare,etc.etc....,anzi altri ne arriveranno!!!...POVERA italia!!!

Ritratto di BASTAINSULTI

BASTAINSULTI

Mer, 17/12/2014 - 18:40

e ci credo......vivono a sbafo sulle nostre spalle...... chissà se hanno anche qualche quota sociale di qualche cooperativa rossa o bianca,,,,,e di conseguenza partecipano agli utili

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 17/12/2014 - 18:46

E chiamali scemi, come si diceva una volta 'Hanno trovato l'America'. Ci vorrebbe un nuovo Ezzelino da Romano,lui non avrebbe avuto problemi a trovare la soluzione, drastica, definitiva.

cecco61

Mer, 17/12/2014 - 18:58

Dunque, quando gli offrono un lavoro non si presenta ma mangia e mantiene moglie e figli. Ruba o lavora in nero e pure pretende di starsene qua a spese nostre. Buttateli fuori a calci in c.... Aggiungo che se un italiano facesse la stessa cosa in Marocco, altro che biglietto aereo pagato, verrebbe buttato in mare all'istante. E a chi accusa di razzismo: prendeteveli voi in casa e manteneteli a spese vostre.

Mobius

Mer, 17/12/2014 - 18:59

Gente senza dignità. Al posto della dignità hanno la spocchia.

eolo121

Mer, 17/12/2014 - 19:00

che bello fare figli e farli mantenere da altri.. stato finito

attilio gasperoni

Mer, 17/12/2014 - 19:00

allora visto che il sindaco è osteggiato dai suoi impiegati comunali, questi ultimi si portassero la famiglia a casa loro e se la mantengano...... E dovrebbero anche domandarsi ma è lecito mantenere questa famiglia di ingrati mentre ci sono famiglie di italiani che non sanno sbattere la testa dopo che hanno perso il lavoro!!!! Una critica anche al sindaco: ma i suoi cittadini non la aspettano agli angoli della strada per tirargli sul volto cartate di m........

attilio gasperoni

Mer, 17/12/2014 - 19:02

credo che se giriamo tutte le citta' del mondo, non credo che ci sia un solo sindaco, dico "solo" che dopo tutti i tentativi che ha fatto per aiutare quella famiglia di ingrati non li avrebbero caricati a forza su un aereo e rispediti a casetta marocchina!!!!!

attilio gasperoni

Mer, 17/12/2014 - 19:07

una famiglia del mio stesso palazzo, moglie, marito, 3 figli e 750 euro di mutuo da oggi all'indomani l'azienda del capofamiglia ha chiuso, questa famiglia non percepisce disoccupazione, non percepisce sussidio non percepisce un c..... di niente!!!! Vivono di opere buone che noi non gli facciamo mancare, ma poi leggendo questo articolo di questa famiglia marocchina, mi monta una rabbia, ma una rabbia che non so cosa commetterei!!!! Ma come si fa ad aiutare tutti i disperati del mondo e non si aiutano i disperati italiani!!!!! VERGOGNATEVIIIIIIIII TUTTIIIIII !!!!!!!!!

NON RASSEGNATO

Mer, 17/12/2014 - 19:18

Fino a quando li mantieni sarebbero dei veri fessi ad andarsene. Che il povero richiedente asilo non abbia mai chiesto un lavoro è cosa normale: sono abituati a farsi mantenere, non a lavorare. Non per nulla li vediamo bivaccare all'uscita dei supermercati. Oggi me ne è capitato uno anche all'uscita dal parcheggio coperto, ovviamente in zona pagamento.

ammazzalupi

Mer, 17/12/2014 - 19:18

E' bello mangiare a sbafo senza fare un kazzo, ehhhh?!?!? Calci nel kulo e aria! Bastardi komunisti di mxxxa, voi che siete i responsabili di questa invasione di cavallette, perché non li ospitate tutti a casa vostra?

pgbassan

Mer, 17/12/2014 - 20:21

Ma che bravi, loro vogliono la casa gratis e per di più non fare niente. Va tutto bene: in Marocco però. E basta con 'sto razzismo.

Ritratto di IlBurlone

IlBurlone

Mer, 17/12/2014 - 21:22

Hanno trovato l' America.

silvano45

Mer, 17/12/2014 - 21:23

ma qui con la benedizione della carrierista onu la boldrini hanno trovato il bengodi tutto pagato mantenuti alla grande dallo stato mentre i nostri pensionati muoiono di fame ma è giusto così altrimenti la signora ci chiama razzisti

Vince71

Mer, 17/12/2014 - 22:15

Non si dovrebbe proporre il rimpatrio, lo si dovrebbe imporre!!! Questo in un Paese normale.

pinosan

Mer, 17/12/2014 - 22:46

E lo credo,vitto ed alloggio pagato,non sono mica scemi.Al loro paese prenderebbero solo dei calci nel sedere.

filder

Mer, 17/12/2014 - 23:19

Visto che si tratta di persone non clandestine e che di mezzo ci sono 4 bambini il comune dovrebbe trovare una sistemazione caritatevole perché a quanto riportato dall articolo non si tratta di ladruncoli o vagabondi ma bensì di un uomo che ha perso il lavoro.

atlantide23

Mer, 17/12/2014 - 23:38

e te credo ! Sono mantenuti dai cittadini che lavorano e pagano le tasse !

pinosan

Gio, 18/12/2014 - 00:17

Fider..Non pensa che prima ci siano centinaia di famiglie italiane che non ricevono alcun aiuto,e sono in situazioni disperate.Questi si facciano mantenere dal Marocco.In Marocco non ci sono guerre e quindi non sono rifugiati politici.Se proprio ci tiene li e li vuole aiutare ci pensi Lei.

graffias

Gio, 18/12/2014 - 00:30

Ma esiste ancora l'espulsione o no ?? l'Italia sta diventando una vera e propria giungla dove solo i dritti come questi hanno vita sicura. Ogni tanto sogno di avere molti anni di meno , se ciò fosse possibile , abbandonerei la mia bellissima e sfortunata terra per emigrare in una nazione dove esistono leggi ed uomini che le fanno osservare.

Ritratto di WVeneto

WVeneto

Gio, 18/12/2014 - 05:26

Mandarli ad abitare da chi li accusa di razzismo..... Mandarli tutti a ROMA !!! FORZA SINDACO!!!! FORZA ROMANO! FORZA FONZASO!!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 18/12/2014 - 07:09

Lo straniero, qui da noi, è il benvenuto se, fatto ciò per cui è venuto, se ne torna prontamente a causa sua. La frase venne detta da ʿAbd al-ʿAzīz ibn ʿAbd al-Raḥmān b. Faysal Āl Saʿūd, fondatore e primo sovrano del regno dell'Arabia Saudita, padre di tutti i sovrani che dal 1953 fino al presente si sono succeduti su quel trono. Quindi lo straniero che viene in Italia per lavoro, dovrebbe, nell'ordine: 1) arrivare con regolare permesso di lavoro, che darebbe diritto al permesso di soggiorno per la durata del lavoro; 2) Una volta finito il primo lavoro, un periodo di quiescenza, diciamo fino a che dura il periodo di sussidio disoccupazione; 3) dopo questo rimpatrio forzato. Sono razzista ? Ebbene no ! Erano le regole vigenti in UK prima dell'ingresso nella UE.

elalca

Gio, 18/12/2014 - 07:15

l'opinione degli extracomunitari non è influente atteso il fatto che sono pure reticenti. che vengano caricati sull'aereo e si levino alla svelta dai cabasisi.

Ritratto di fulgenzio1947

fulgenzio1947

Gio, 18/12/2014 - 07:19

Una risposta ovvia data a degli imbecilli. Fino a quando loro staranno meglio qui, non se ne andranno! Qui senza lavorare trovano: case da svaligiare, gente anziana da raggirare e rapinare, furti non punibili, scuole ed assistenza gratuita. Con tutto questo a disposizione, volete che ritornino al loro paese? Poveri illusi!

fantomas

Gio, 18/12/2014 - 08:31

Se degli stranieri,è successo ad un'italiana in Belgio, non hanno risorse per vivere,devono essere rimandate al loro paese!Abbiamo già milioni di poveri italiani che non hanno neppure una casa e un reddito e non possiamo più destinare delle risorse agli immigrati.

pastello

Gio, 18/12/2014 - 09:00

X filder = un uomo che ha perso il lavoro e che non ha una gran voglia di ritrovarlo.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 18/12/2014 - 09:38

Questi dell'Italia hanno capito tutto, mica sono dei coglioni a ritornarsene al loro paese, hanno capito che possono godere di privilegi che gli Italiani non hanno, hanno capito che basta essere extracomunitari perché i comunistoidi nostrani li tutelino sempre e contro il più comune buon senso, meglio se musulmani, perché i nostri comunistoidi, per la loro religione permettono loro di circolare anche con il burqa, ma tolgono i crocefisso dai luoghi pubblici ed il presepe dalle scuole; perché siamo governati da....., e qui mi viene il vomito al solo pensiero e infine perché in fondo siamo un popolo che parla, parla, parla , ma non è capace di reagire una volta per tutte!

paco51

Gio, 18/12/2014 - 10:08

Per la legge del contrappasso mandino il sindaco in Marocco, offro 5 euri.

moshe

Gio, 18/12/2014 - 10:17

Sono solo dei musulmani di me... che hanno capito quanto è molle il ventre del'italia.

eloi

Gio, 18/12/2014 - 10:19

CALMA! CALMA! E' ALLO STUDIO LA TA.M.I. TASSA MANTENIMENTO IMMIGRATI.

eloi

Gio, 18/12/2014 - 10:29

nON SOLO! TI PRESENTI AL C.U.P. PER PRENOTARE UNA PRESTAZIONE SANITARIA, PRENDI IL TUO BRAVO NUMERETTO, ATTENDI PAZIENTEMENTE IL TUO TURNO. LORO NO. FANNO FINTA DI NON SAPERE E PRETENDONO LA PRECEDENZA. qUESTO E' SUCCESSO A ME NON PIU TARDI DI IERI.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 18/12/2014 - 14:21

@paco51- Dovrebbe sapere che la legge del contrappasso si applica ai peccatori. Lei enunci quale peccato ha commesso il sindaco. La sua è solo una battuta, allora dico che noi faremo una colletta perché lei faccia compagnia al sindaco, così potrà andare nel Paese in cui si troverebbe meglio.

mbotawy'

Gio, 18/12/2014 - 14:48

NON CONFONDIAMO,QUESTI MAROCCHINI SONO CLANDESTINI,COME QUASI TUTTI GLI ALTRI.PUR OFFRENDO LORO IL VIAGGIO AEREO DI RITORNO A CASA,NON VOGLIONO ANDARSENE......CERTAMENTE QUI GUADAGNANO DI PIU' CHE ALLA LORO CASBAJ,POI E'UN MISTERO CHE TIPO DI LAVORO HANNO IN ITALIA,CERTAMENTE UN LAVORO EXTRA-SPECIALE.............!

gio 42

Gio, 18/12/2014 - 18:28

Buonasera, san Paolo diceva " chi non lavora non mangia". Saluti