Ucciso un imprenditore a Lamezia. Trovato carbonizzato sotto casa

Freddato a colpi di pistola sotto casa. I killer hanno dato alle fiamme la sua auto

Una immagine di Domenico Maria Gigliotti, imprenditore edile ucciso a colpi di arma da fuoco a Lamezia Terme

Un imprenditore 40enne è stato ucciso a colpi di pistola sotto casa a Lamezia Terme, in Calabria. Domenico Maria Gigliotti, che lavorava nel settore dell'edilizia e aveva un'agenzia viaggi, è stato freddato da killer che lo attendevano questa notte sotto la sua abitazione.

L'agguato è avvenuto intorno alle quattro, mentre Gigliotti si avvicinava con la sua Bmw all'appartamento dove vivono moglie e figlie. Qui è stato colpito. La sua auto è poi stata data alle fiamme e il suo corpo ritrovato carbonizzato.

A dare l'allarme ai carabinieri è stata la moglie, che dalla finestra di casa ha sentito i colpi esplosi dai killer, almeno quattro e visto le fiamme che si levavano dall'automobile del marito. Le forze dell'ordine conoscevano l'uomo, che non è però mai stato collocato precisamente all'interno di una cosca locale della criminalità organizzata.

L'agenzia di viaggi di Gigliotti era stata sequestrata di recente, dopo una serie di denunce per truffe ai danni dei clienti.