Incassa i soldi per le visite delle patenti, medico nei guai

L'inchiesta della Guardia di Finanza in provincia di Avellino, un medico intascava i soldi che i cittadini avrebbero dovuto versare all'Asl

Intascava i soldi per le visite mediche del rinnovo delle patenti, finisce nei guai un medico in provincia di Avellino. Inchiodato dall’inchiesta della Guardia di Finanza, secondo cui avrebbe messo il suo zampino in oltre mille pratiche, procurando importanti danni economici all’Asl di Sant'Angelo dei Lombardi, a cui, invece, sarebbe dovuto andare quel denaro.

Troppe discrepanze nelle banche dati delle prestazioni erogate hanno acceso i riflettori sull’operato del medico irpino. Come riporta Repubblica Napoli, il professionista incassava nelle sue mani i soldi che, invece, gli utenti avrebbero dovuto pagare all’Azienda sanitaria locale tramite un bollettino dedicato. In altri casi, invece, avrebbe tentato di alterare i dati dei bollettini arrivando ad allegare, a numerose pratiche, lo stesso identico bollettino debitamente “corretto”. Una verifica ha fatto emergere come, nel 42% delle pratiche prese in osservazione dalle fiamme gialle, mancassero attestazioni e documentazioni idonee.

In tutto, stando ai rilievi dei finanzieri, sarebbero “evaporati” diritti sanitari per ben 36mila euro e lui aveva nascosto circa 23mila euro di introiti al Fisco. Per il medico è scattata la misura degli arresti domiciliari, l’ipotesi di reato a suo carico è quella di truffa allo Stato e falso. Intanto l'Asl locale ha disposto la sua sospensione.