Incendio, guasti e maltempo: giornata da incubo per chi viaggia in treno

Forse doloso l’incendio ad una cabina elettrica alla stazione Tiburtina di Roma. Un treno è stato colpito da un fulmine in Lombardia

Un incendio forse di origini dolose ad una cabina elettrica alla stazione Tiburtina di Roma e il forte maltempo che sta imperversando sulla Lombardia stanno creando disagi a quanti, fin dalla mattina, stanno viaggiando in treno, soprattutto da e per il centro nord.

Come se non bastasse, ad aggravare la situazione del traffico ferroviario si aggiunge un guasto alle linee aeree nella zona di Firenze, forse causato da una manovra sbagliata. Tutto ciò ha inevitabilmente portato a forti ritardi dei treni. A Roma si sta indagando sull’incendio che all’alba ha distrutto una cabina elettrica all’ingresso dello scalo ferroviario di Tiburtina dalla quale dipendono i semafori della tratta che attraversa la stazione.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco e la polizia ferroviaria del Lazio che ha successivamente allertato la Scientifica. Non ci sono ancora certezze su cosa abbia scatenato le fiamme ma c’è il sospetto che l’incendio abbia avuto origine dolosa, anche se al momento non sono state trovate evidenti tracce di acceleranti o altro materiale.

Il traffico ferroviario notturno è stato interrotto per poi riprendere all’alba. L’incendio ha creato problemi agli impianti semaforici che regolano la circolazione ferroviaria della stazione. Per questo, i treni sono stati costretti a procedere in entrata ed uscita a passo d’uomo. Solo dopo qualche ora, la situazione è tornata ad una relativa normalità con i convogli che hanno ripreso progressivamente la circolazione. Disagi e ritardi anche per i treni dell’Alta velocità e quelli sulla linea Roma-Fiumicino che hanno accumulato ritardi fino a 30 minuti, limitazioni e cancellazioni.

Ma questo era solo il prologo di una difficile giornata. I problemi si sono amplificati con il guasto alle linee aeree verificatosi nell’area di Firenze. Anche il maltempo non solo non ha dato un mano ma ha inciso su questa difficile giornata del trasporto ferroviario.

In Lombardia, infatti, un fulmine ha colpito la cabina di guida di un treno che viaggiava sulla linea Milano-Piacenza, infrangendone il vetro. Il mezzo si è fermato all'altezza di Tavazzano intorno alle 6,30. Il convoglio con i pendolari a bordo è stato scortato fino alla vicina stazione, con i viaggiatori trasferiti su un altro treno.

Forti ritardi anche sulla linea Saronno-Seregno-Milano-Albairate a causa di un guasto agli impianti tra le stazioni di Milano Lambrate e Milano Forlanini causati dal maltempo, e sulla linea Mantova-Cremona-Lodi-Milano. Difficile la situazione sulla tratta Alessandria-Voghera-Pavia-Milano a causa di una forte grandinata che si è abbattuta nella zona tra Abbiategrasso e Vigevano. I treni sono stati costretti a fermarsi accumulando oltre 100 minuti di ritardo.