Abusi, quel sistema collaudato per dare i bimbi ad amici ed ex

"Non ti voglio più": le intercettazioni della procura svelano come veniva trattata la bambina affidata alla coppia omosessuale finita nel caso degli affidi illeciti

"Porca puttana scendi! Scendi! Non ti voglio più! Io non ti voglio più, scendi!". È questa una delle intercettazioni con cui la procura di Reggio Emilia avrebbe inchiodato Daniela Bedogni e Fadia Bassmaji, la coppia omosessuale coinvolta nell'agghiacciante inchiesta che, in queste ore, ha scosso l'Italia. Intercettazioni che rivelano dettagli orribili su come gli assistenti sociali sarebbero riusciti a strappare i bambini alle loro famiglie naturali. Sono le stesse carte a parlare. E inizia tutto così.

Cosa dicono le intercettazioni

"Pensi che? Katia pensa che? Dai dillo! Porca puttana vai da sola a piedi". Ad urlare è Daniela Bedogni. Sbraita contro la bimba che ha preso in affido con Fadia Bassmaji e lo fa perché la piccola non vuole - anzi sarebbe meglio dire non può, dato che le violenze non sarebbero mai accadute - raccontare degli abusi subiti nella sua famiglia naturale. Poi, si legge sempre nelle carte, Daniela "sbatte la bambina fuori dall'auto sotto la pioggia battente". Viene così accusata di abbandono di minore.

Ma come è stato possibile che la piccola sia finita a vivere con le due donne? La risposta avrebbe un nome e un cognome: Federica Anghinolfi. Negli atti si legge infatti che Fadia e la Anghinolfi "risultano aver avuto in passato tra loro una relazione sentimentale, dato acclamato anche in ragione di fotografie presenti sui social network".

L'affidamento di Katia

Nel giugno del 2016, i carabinieri dispongono l'affidamento urgente della bambina proprio alla rappresentante del servizio sociale del Comune di Bibbiano (la stessa Anghinolfi). A chiamare il 112 da un telefono cellulare è la piccola Katia (il nome è di fantasia, ndr) che denuncia di essere stata lasciata sola in casa dai genitori. Lo stesso padre avrebbe poi dichiarato, nella prima relazione dei servizi sociali, che la madre sarebbe tornata per passare la notte con la bambina. In quell'occasione, sempre secondo la prima relazione, Katia avrebbe raccontato di litigi continui tra i genitori, che da poco avevano affrontato una separazione, motivo per cui si sentiva spaventata e triste. Da quel giorno inizia il suo percorso con gli assistenti. Assistenti che, secondo le carte, avrebbero però agito fuori dalla legge.

La piccola si sarebbe così ritrovata a vivere con le due donne, prigioniera delle loro continue pressioni psicologiche e restrizioni. Nelle carte si legge che, "alla bambina era vietato tassativamente di lasciare i capelli sciolti". Era considerato un atteggiamento di vanità che secondo le psicologhe, d'accordo con le affidatarie, la piccola non poteva assolutamente manifestare. Ma c’è di più. La bambina non si poteva avvicinare ai maschi. Le era vietato. Durante le sedute con lo psicologico, infatti, le analiste avevano evidenziato atteggiamenti problematici nella piccola, secondo loro dovuti a abusi provocati dalla famigliaa naturale. Eppure, secondo le intercettazioni, nessuno di questi eventi è mai stato raccontato dalla minore che, talvolta, distratta dai giochi e confusa dalle continue domande incalzanti della dottoressa, si limitava ad annuire a ciò che le veniva detto.

Se la bambina chiedeva spiegazioni del perché non potesse più vedere i genitori, la psicologa iniziava con le pressioni: "Quando ti hanno detto che non avresti visto più tuo papà tu eri contenta. Ricordi?". Katia: "Non mi viene in mente. Non ricordo di aver detto così". E ancora il medico: "Guarda che non c’è niente di male. (…) Non è che se tu hai detto che stavi tanto male e non volevi più vederlo sei una cattiva bambina". Ma Katia non ci sta: "Mi piacerebbe rivederli. Ogni tanto mi capita di piangere perché mi mancano gli abbracci del papà".

Urla e bestemmie: la doppia personalità di Daniela

Ad emergere con evidenza dalle intercettazioni della procura è lo squilibrio mentale di una delle due donne della coppia affidataria. Si legge infatti nell'ordinanza che Danila Bedogni, in più occasioni e, mentre si trovava da sola nella sua auto, "instaurava lunghe conversazioni con soggetti immaginari". E tra le urla di totale delirio la donna alternava bestemmie, canti eucaristici e forti liti in cui si immaginava di sgridare bambini. Ed è proprio a lei che è stata data in affido una minore. I servizi sociali l'avevano infatti considerata idonea.

Ma non solo. Le donne facevano una forte pressione psicologica alla bimba, inventando presunte mancanze dei genitori naturali. Dice a tal proposito Fadia alla piccola: "Vuoi fare come i tuoi genitori che hanno fatto delle scelte che hanno fatto tanto male a te? Devi essere diversa". Poi, dopo aver insultato i genitori della bambina, chiamandoli idioti, alza il tono della voce e minaccia: "Puoi andare a vivere sotto i ponti se vuoi fare quello che ti pare".

Il cerchio ancora non si chiude ed emergono sempre più dettagli di questa vicenda. La piccola vittima ha descritto nel dettaglio le torture psicologiche subite dalla coppia. E in un fiume di parole, chiuse dentro un quaderno, "acquisito agli atti alla cui visione e lettura si fa rinvio", la ragazzina racconta quello che la sua famiglia adottiva le faceva vivere giorno dopo giorno e a cui già gli inquirenti attribuiscono le parole punizioni e maltrattamenti. Che, questa volta, sarebbero stati compiuti davvero.

Un sistema collaudato?

A questo punto sorge un dubbio. Perchè scegliere di affidare le vittime dei presunti abusi solo ed esclusivamente a coppie? Perché dai servizi sociali non è mai stata presa in considerazione la possibilità di affidare i minori a case famiglia o ad istituti competenti considerando che gli affidi erano temporanei? Dietro la selezione degli affidatari potrebbe esserci non solo l’ombra di favoritismi a fini economici, ma anche un movente ideologico. A suggerirlo non è soltanto la relazione amicale che, come emerge dalle carte, intercorreva tra Bassmaji e la responsabile dei servizi sociali Federica Anghinolfi ma, nell’odinanza del tribunale, emerge un altro indizio.

Sui nove minori affidati illecitamente, più di uno è stato affidato a coppie gay. Ad individuare le coppie idonee alla presa in carico temporanea del minore era sempre lei: Federica Anghinolfi. Omosessuale dichiarata e, da sempre, attivista nella lotta per i diritti alle coppie omosessuali. Era stata sempre lei, per esempio, ad affidare una delle bambine a Cinzia Prudente, sua ex compagna. Non solo, anche la stessa Prudente è comproprietaria di un’appartamento dove le due hanno vissuto assieme per ben quattro anni. Ma pare che ci siano ancora altri casi di affidi proprio a coppie gay. Tra le altre cose, negli incontri pubblici a cui prendeva parte la Anghinolfi non aveva mancato di evidenziare l’importanza di "andare oltre al tema dell’identità di genere nella relazione genitoriale". Niente di male. Ciò che avrebbe dovuto fare, però, era accertarsi, per prima cosa, della stabilità mentale degli affidatari. Ma così non è stato e i bambini sono stati talvolta affidati a persone con disturbi psichici e perfino a un proprietario di un sexyshop. Il caso si allarga. Questa è solo la punta di un iceberg ben più profondo.

Commenti

FrancescoVa1954

Dom, 30/06/2019 - 11:09

Per un mondo ARCOBALENO ecco a voi le eroine schifose del PD

nicangel

Dom, 30/06/2019 - 11:14

assassini pidioti siete come il cancro

Italianocattolico2

Dom, 30/06/2019 - 11:18

Torno a ripetere : Ma come ??? I promotori dell'accoglienza ai parassiti stranieri, sempre pronti a fare le sfilate politiche contro il Governo hanno tra le loro file degli orchi come questa zecca ??? Chissà cosa ci guadagna il PD con posti come Il Forteto e Bibbiano, a parte il sollazzo di questi malati ??? E Zingaretti, Cacciari, Vauro, Saviano, tutti zitti e a cuccia per non dover ammettere di appartenere a un partito di....!

nicangel

Dom, 30/06/2019 - 11:19

sedia elettrica

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 30/06/2019 - 11:28

Gentaglia miserabile e schifosa altro non possono essere che balordi sinistri. Ancora più schifo fanno quelli che votano e sostengono questi sinistri farabutti e ladri.

Giorgio5819

Dom, 30/06/2019 - 11:32

Vediamo se c'é un magistrato con i cog ioni in grado di dare un segnale a questi schifosi...

libero.pensionato

Dom, 30/06/2019 - 11:41

FORZA VAURO...ADESSO FAI UNA BELLA VIGNETTA ANCHE SU QUESTA BELLA STORIA...PUNTA DI UN ICEBERG E FIORE ALL'OCCHIELLO DELLA SINISTRA ITALIANA...FAI VEDERE QUANTO SEI BRAVO E NON TI VOMITARE ADDOSSO MENTRE DISEGNI...

01Claude45

Dom, 30/06/2019 - 11:41

Per TUTTI gli incriminati e partecipanti ERGASTOLO con lavoro garantito nelle miniere del Sulcis con catene ai piedi. L'Italia necessita di carbone.

Raffaello13

Dom, 30/06/2019 - 11:42

Chiaro esempio di aberrazione di un sistema basato su Dogmi Ideologici di supremazia di certi individui su tutti gli altri. La gente comune considerata priva di Diritti, perchè dovevano sottostare ai Diktat di una struttura ritenuta Infallibile. E hanno creato qualcosa di Molto Simile ai Laboratori del Terzo reich.

Raffaello13

Dom, 30/06/2019 - 11:49

Aberrante che la Magistratura basi decisioni fondamentali su Perizie che di Scientifico NON HANNO NIENTE, perchè basato ESCLUSIVAMENTE sull' Arbitrio dei Periti. La Psicologia NON è un Scienza Esatta, perchè si basa su Sensazioni e Stereotipi NON Dimostrabili. Una Impronta Digitale, un DNA, una Ferita, sono Prove in quanto Codificabili, fotografabili, dimostrabili sempre. Dei Giudizi basati su interpretazioni di Disegni o racconti di Bambini, NON possono Essere considerati Prove perchè MANIPOLABILI solo con il metodo di esame. NON hanno Consistenza!

Raffaello13

Dom, 30/06/2019 - 11:53

In Italia Molto Spesso la Magistratura deroga dal Metodo Probatorio, per scivolare nel più facile Metodo Inquisitorio, che però quasi sempre ottiene Risultati Falsi, perchè basato sulle Pressioni Intimidatorie piuttosto che l'analisi Materiale di Elementi di Prova.

Gion49

Dom, 30/06/2019 - 11:53

Queste sono le conseguenze ampiamente prevedibili delle leggi perverse della sinistra per uso e consumo di individui perversi come loro.

libero.pensionato

Dom, 30/06/2019 - 12:19

Leggo leggo leggo... e non riesco a capacitarmi che possa essere accaduto sul serio...le persone che hanno combinato questa schifezza devono avere una punizione esemplare affinché questo schifo non si ripeta piu...e mai più tornare a fare questo lavoro, che siano messe nella condizione di non fare più danni e siano isolati dalla società civile... l'ideale sarebbe che non escano più di galera!!!

valerie1972

Dom, 30/06/2019 - 12:29

Ecco, così va bene, correggo il commento dell'altro articolo. Anche il giornale si è accorto che c'entrava questa psicosetta di mxxxa con tutta la mafia arcobaleno che la sostiene. Piano piano gli altarini della "lobby-che-non-esiste-è-solo-una-teoria-omofoba-del-complotto" cominciano a crollare; urge intervento riparatore della magistratura rossa!!

aswini

Dom, 30/06/2019 - 12:32

GAY PRIDE, ARCOBALENO, NON POSSO FARE FIGLI, LI RUBANO, DEL RIO TACI, NON ESPORTI

Mauritzss

Dom, 30/06/2019 - 12:40

Connotati perfettamente uguali al nazismo, che richiedono un adeguato processo di Norimberga . . . .

Teobaldo

Dom, 30/06/2019 - 12:42

..ma di cosa ci si stupisce? quando entrano in campo gli esponenti di quel luridume pseudoscientifico che sono le (cosiddette) psycoscienze i risultati non possono essere che questi. L'unico indiano buono è quello morto..parafrasando il modo di dire del generale Sheridan (che poi chissà se l'ha detto davvero)vedete nella circostanza cosa ne viene fuori...

Teobaldo

Dom, 30/06/2019 - 12:50

@Raffaello 13 pienamente d'accordo...la psicologia è un luridume mentale che prende le mosse da quanto scritto da quel farabutto di Freud in arte Sigmund (una figlia lesbica...ma va!) gli psyco fanno comodo ai giudici che così possono giustificare le loro sentenze nascondendosi dietro il dito della psycologia e così questi farabutti di psyco ci marciano ci guadagnano..e soprattutto fanno danni spaventosi...

Teobaldo

Dom, 30/06/2019 - 12:53

@liberopensionato...il tizio oggetto del tuo messaggio lo conosco da quando era ragazzotto...str@nzo e str@nzo è rimasto...solo che ora ha delle corna che un cervo arrossirebbe...

killkoms

Dom, 30/06/2019 - 13:15

e compagni di fede!

mariolino50

Dom, 30/06/2019 - 13:20

Fatti simili sono successi anche altre volte, e chissà quanti non si sapranno mai, con distruzione di vite di bambini e genitori. Prima di fare cose del genere ci devono essere le prove vere e i processi con contraddittorio fino in cassazione, come per mettere in galera qualcuno, questo è molto peggio. Forse andrebbe azzerato tutto e rifondato da capo.

Ritratto di Walhall

Walhall

Dom, 30/06/2019 - 13:25

Terrificante. Pensavo che i peggiori crimini contemporanei, fossero prerogativa del comunismo e del nazismo. Ma qui siamo dinanzi a un antagonismo paritario senza precedenti e non ho visto correre Delrio e compagni a manifestare contrarietà, con la stessa premura di Lampedusa.

compitese

Dom, 30/06/2019 - 13:25

I comunisti non mangiano più i bambini, adesso li vendono!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 30/06/2019 - 13:45

Vota pd. È una certezza. Non ti delude mai.

emigrante

Dom, 30/06/2019 - 15:01

Mr. Italianocattolico2. Non c'è da meravigliarsi: sempre di abominevole commercio di carne umana si tratta. E quanto all'articolo - in ottemperanza al "politically correct" - giustamente l'Estensore suggerisce che bisogna"accertarsi, per prima cosa, della stabilità mentale degli affidatari", ma prudentemente non osa proclamare che non si può trovare stabilità mentale in chi è dedito alla pratica contro-natura omosessuale.

cotia

Dom, 30/06/2019 - 15:06

Che questi fatti esecrabili, disumani siano trattati dai media come terza notizia, dimostra quanta bassezza civile si sia raggiunta o quanto le notizie siano guidate dalla gente della sinistra. Fare una lista dei soliti rompiballe della tv cosiddetta di opinione é facile: la solita rai 3, la 7 tutta senza nessuno escluso, e le altre con molta circospezione. Tutte hanno dedicato quel minimo indispensabile e poi giù a deviare l' attenzione sui fatti del governo. Tutto quello che é successo nei circoli protetti della sinistra, con riguardo a quelle famiglie ed ai bambini, dovrebbe muovere manifestazioni di piazza , far strillare i vescovi dall' alto dei loro privilegi, far sobbillare la morale politica che ha la responsabilità di gestire e di organizzare queste fattispecie. ED invece no , niente si muove più di tanto e cheta non movere questo é l' ordine che viene dal l' alto.

emigrante

Dom, 30/06/2019 - 15:09

Credo abbia notato come me, Egregio Signor Italianocattolico2, che la foto della Bambina (presumo sia "Katia") è quella di una Africana? Pirati, schiavisti e sinistre ipocritamente "buoniste" hanno una sola radice ed una sola identità.

Ritratto di babbone

babbone

Dom, 30/06/2019 - 15:36

anticomunista dalla nascita: per un mondo più pulito spero ritorni l'Imperatore.

lappola

Dom, 30/06/2019 - 15:51

Metodi PD - Italiani, quelli SS erano meglio, molto meglio. Però ci sono ancora quelli che credono alle fandonie dei rossi e fino a quando si estingueranno dovremo sopportarli.

honhil

Dom, 30/06/2019 - 15:58

“Questa è solo la punta di un iceberg ben più profondo”. Che sembra comprendere un’infinità di nicchie dove gli abusi e la pedofilia e gli esperimenti mengeliani si condividevano. Da un Forteto all’altro, ma sempre e comunque sotto le insegne dei figli del fu Pci, Pds, Ds, Pd e derivati. Filiere di Lager, insomma, spacciate dai piddini come dei fiori all’occhiello in cui i problemi dell’infanzia sofferente venivano affrontai e sconfitti. Ai tempi di Forteto, i massimi dirigenti dell’arcipelago sinistro erano in prima fila a difendere quel verminaio dalle accuse che la magistratura muoveva al responsabile della struttura. Adesso, invece, ai piddini, memori delle profonde scottature di allora, per stornare l’attenzione dell’opinione pubblica da quest’altro ex paradiso comunista, puntano tutta la posta sulla loro capitana di turno. Nella speranza di potere tirare su, e mantenere quanto più possibile, il consueto polverone ideologico copri tutto.

venco

Dom, 30/06/2019 - 16:45

Tutto è lecito per la gente senza Dio.

g-perri

Dom, 30/06/2019 - 16:52

Questa è l'ennesima prova che il male assoluto proviene dalla sinistra. Dal 68 in avanti hanno iniziato a mettere le mani su scuola ed università (guardare il risultato odierno) Poi hanno messo le mani sul lavoro (guardare il risultato odierno) Poi si sono intrufolati nella Chiesa, poi hanno deciso si occuparsi di nuove famiglie, poi si sono occupati di immigrazione (guardare il risultato odierno). Sono il disastro totale.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 30/06/2019 - 17:24

Che porcheria!

Lotus49

Dom, 30/06/2019 - 17:33

Che strano, ci sono degli omosessuali con gravi turbe psichiche. Chi l'avrebbe mai detto? Sarà mica che la loro omosessualità...

zen39

Dom, 30/06/2019 - 18:51

Non è un fatto nuovo, qualche anno fa un avvocato intervistato da Panorama ha rivelato cose simili dichiarandosi nausato di tutto il marciume. Il fenomeno è diffuso anche perchè questo non è solo un sistema per fare soldi ma per distruggere completamente la famiglia unico baluardo rimasto a difesa dal disfacimento totale progetttato dai soci del Bildeberg, NWO e tutta l'accozzaglia di gente potente che crede di essere immortale.