Incidente a Gardaland, bimba di 6 anni cade dalla giostra: è grave

La piccola si trovava sulle "tazze rotanti" insieme alla mamma quando è stata proiettata all'esterno e ha sbattuto la testa

Una bambina di sei anni è caduta da una giostra del parco divertimenti "Gardaland", a Castelnuovo del Garda, battendo la testa violentemente.

È accaduto ieri pomeriggio intorno alle 17 ma la notizia è emersa solo oggi. Secondo una prima ricostruzione la bambina si trovava sulle "tazze rotanti" insieme alla madre quando è stata proiettata dalla forza centrifuga all'esterno, cadendo dalla giostra. A quel punto sono accorsi immediatamente i medici del parco divertimenti che, a scopo precauzionale, hanno chiamato subito un'ambulanza. La bambina è stata così trasportata prima all'ospedale di Peschiera e poi all'ospedale di Borgo Trento di Verona, dove ora si trova in prognosi riservata.

La piccola si trovava sulla giostra "Kaffeetassen", riproduzione di tazze in porcellana che ruotano attorno a una maxi-teiera, inaugurata nel maggio scorso. Ogni tazza può ospitare fino a quattro persone e il regolamento prevede che i bambini inferiori agli otto anni siano accompagnati da un genitore.

Sul caso stanno indagando i carabinieri di Peschiera del Garda che, insieme ai tecnici dello Spisal, stanno effettuando le prime verifiche sulla giostra che non è stata messa sotto sequestro in quanto non sarebbero emersi malfunzionamenti della struttura o mancanze sotto il profilo della sicurezza. Proseguono gli accertamenti per chiarire le cause dell'incidente.