Incidente sull'A13 per Bologna: muore intera famiglia con neonata

Un tragico incidente stradale, avvenuto nella tarda serata di ieri sull'autostrada A3 Bologna-Padova, ha portato alla morte un'intera famiglia di Schio con una neonata di 5 mesi. Si indaga per omicidio stradale

In foto, Anna Pieropan e Daniele Minati. (Immagine da Facebook)

Si chiamava Diletta ed aveva solo 5 mesi. È la neonata morta in un tragico incidente stradale insieme alla mamma, Anna Pieropan di 32 anni e il papà Daniele Minati di 29, entrambi della provincia di Vicenza.

La giovane famiglia viaggiava a bordo di un Fiat Ducato, adibito a camper, in direzione Schio quando è stata tamponata da un'utilitaria Ford Fiesta alla cui guida ci sarebbe stato un 19enne napoletano. Subito dopo il fragoroso impatto, il furgone si sarebbe ribaltato nel mezzo della carreggiata salvo poi essere travolto da un pullman con a bordo 50 studenti di ritorno dal Lucca Comics. Stando a quanto si apprende dalle pagine de Il Giornale di Vicenza, il sinistro si è verificato pressapoco alle ore 23 del 1 novembre sull'autostrada A3 Bologna-Padova, nella frazione tra Bologna Interporto e Altedo, in direzione Padova. Altre 4 persone sono rimaste ferite lievemente. Sul posto sono intervenute le pattuglie della polizia stradale e il personale della Direzione 3 Tronco di Bologna di Autostrade per l'Italia. Nonostante l'intervento tempestivo del 118, ogni tentativo di rianimazione è risultato vano: l'intera famiglia è morta su colpo.

La dinamica dell'incidente è al vaglio degli inquirenti. Dalle prime indiscrezioni trapelate, sembrerebbe che ad innescare il sinistro sia stato il giovane conducente dell'utilitaria che avrebbe impattato violentemente contro il camper. A quel punto, il Ducato si sarebbe ribaltato al centro della carreggiata fino poi ad essere travolto dal pullman.

La Procura di Vicenza ha già avviato le indagini del caso. Due persone sono indagate per omicidio stradale. Si tratta di un giovane 19enne napoletano, con la patente conseguita a maggio, al volante della Ford Fiesta, e un 53enne originario dell'ex-Jugoslavia alla guida del pullman.

"E' un giorno tristissimo - commenta il sindaco di Schio Valeter Orsi - La famiglia Minati abitava nel Quartiere del Sacro Cuore, dove era molto nota. Orsi, appena appresa la notizia si è subito recato a casa dei familiari per portare le condoglianze dell'intera cittadinanza: "Ci stringiamo attorno alle famiglie, che erano molto conosciute e stimate in città. Non ci sono parole, non ci rimane che stringerci attorno a questi nostri cittadini colpiti con un lutto terribile".