India, stuprata da due uomini e poi sfregiata con l'acido nelle parti intime

Una donna è stata suprata e sfregiata da due uomini in India. Uno stupratore: "Ero arrabbiato con lei". Ora la ragazza è ricoverata in ospedale

Violentata da due uomini e poi brutalmente sfregiata con l'acido. A subire questo atroce trattamento è una ragazza indiana residente nella zona di Ghoorpur del distretto di Allahabad nello stato indiano settentrionale in Uttar Pradesh, come precisa Leggo.

"Ecco perché l'abbiamo fatto"

Uno dei due stupratori, autista di professione, ha spiegato di aver avuto una relazione con la vittima, terminata perché "sono stato promesso ad un'altra donna, ma lei ha inziato a farmi pressioni". La violenta aggressione e lo stupro sarebbero quindi una mera vendetta contro la ragazza.

L'uomo ha ammesso agli inquirenti di aver stuprata la giovane e di averla sfregiata con l'acido. "Ero arrabbiato con lei" ha anche aggiunto, concludendo così l'interrogatorio. Secondo le ricostruzioni, lo stupratore avrebbe attirato la vittima in un giardinetto e poi avrebbe abusato di lei. I media locali sono risciuti ad entrare in possesso della foto della ragazza nel letto d'ospedale. Purtroppo non si sa ancora nulla in merito al suo stato di salute e al tempo che trascorrerà in cura.

Commenti
Ritratto di Vogelspinnen-ChrisLXXIX

Vogelspinnen-Ch...

Gio, 12/10/2017 - 13:50

Branco di animali selvaggi. Eccolo il paese di Gandhi. Ecco il vero volto del paese che tanto caro fu ai drogatoni anni '70 (oggi probabilmente mezzi manager falliti, Prof. del nulla, o politicanti asserviti a lobby varie) che andavano a Goa, Bombay, Varanasi ecc per farsi, in piena crisi Occidental-mistica di Ganesh, Devas e altre sciocchezze. Comunque, Gandhi, dicevo... e i missili nucleari. Gandhi, e le caste. Gandhi, e le donne umiliate, torturate, massacrate, 'promesse' di qui e 'promesse' di qua. L'India, paese di una bellezza maestosa, vero, è però altamente sopravvalutato, specialmente da chi non conosce il ventre molle del subcontinente. C'è sempre "un" Gandhi (inclusa una certa, ormai ex, Italiana) nella bocca di chi non conosce le profonde e ingiuste contraddizioni del paese.