Indignati, non sorpresi

Berlusconi spiato dagli Stati Uniti: ecco l'ultimo tassello del complotto di Napolitano

Gli americani si sentono, e spesso lo sono, i gendarmi del mondo. E come ogni corpo di polizia hanno il vizio di tenere sotto controllo tutto ciò che accade. Spiano i nemici e origliano gli amici, perché non si sa mai cosa bolle in pentola: meglio prevenire che dover rincorrere. Così indigna e spaventa ma non stupisce che i telefoni di Silvio Berlusconi e dei suoi più stretti collaboratori come ha rivelato ieri La Repubblica fossero costantemente intercettati dagli uomini di Obama durante i mesi che precedettero la caduta dell'ultimo governo di centrodestra.Per la verità non risulta che Obama si sia dato particolarmente da fare per far cadere Berlusconi, anzi semmai fu uno dei pochi leader che nei vertici internazionali di quel 2011 prese le difese del premier italiano, arrivando a sostenere nel drammatico G8 di Cannes che «Silvio is right». È che quando si parla di servizi segreti non si può mai sapere chi lavora per chi. Non si può quindi escludere che informazioni riservate che riguardavano il governo italiano siano state utilizzate per portare a termine il complotto che sotto la regia di Giorgio Napolitano ha portato alla caduta del governo Berlusconi e all'insediamento di Mario Monti.Riepiloghiamo. In rapida successione accade che: gli americani intercettano il governo; le banche tedesche vendono titoli di Stato italiani facendo impennare lo spread; il presidente della Repubblica convince prima Fini alla scissione e poi, fallito il tentativo, sfila alla maggioranza singoli deputati, convoca al Quirinale i banchieri per preparare un nuovo governo e porta dalla sua il ministro dell'Economia Tremonti; una pm addetta all'Antimafia, Ilda Boccassini, molla la caccia ai boss e a sorpresa si appassiona a ciò che accadeva durante le cene di Arcore tra il premier e i suoi ospiti; il Tribunale di Milano accelera fuori da ogni logica e regola il processo contro Berlusconi per una presunta evasione fiscale.Solo un fesso può pensare a semplici coincidenze. Tra il 2011 e il 2012 in Italia accaddero cose gravi, molto gravi, per sovvertire la sovranità popolare. Giusto chiedere conto a Obama delle violazioni americane. Ma è troppo comodo, e facile, fermarsi lì. Il reato di alto tradimento l'ha commesso l'allora presidente Giorgio Napolitano e un Paese appena normale lo dovrebbe portare davanti a un tribunale per rispondere del suo crimine.

Annunci

Commenti
Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 24/02/2016 - 13:40

Direttore parole sante, ma secondo il Suo parere la magistratura pagherà mai le sue colpe?

Rossana Rossi

Mer, 24/02/2016 - 15:37

Parole sante e vere. Ma il cancro italiano è che tutto l'apparato è rosso e niente si muoverà dando così ancora una volta ragione a Berlusconi...ci sono ancora troppi comunisti!...........che Dio li fulmini tutti......

timba

Mer, 24/02/2016 - 15:58

Ha ragione direttore. Il fatto che gli USA spiassero purtroppo è normale. Erano spiati tutti. Il problema giustamente è sapere se e cosa sia eventualmente stato utilizzato di quelle intercettazioni e perché l'America, che sapeva del golpe, ha lasciato fare senza opporsi più di tanto. E a questo punto perché solo Repubblica ha le intercettazioni? E, mentre che ci siamo, perché non rendono pubbliche quelle della Culona e Sarkozy in modo tale che appaia nella sua interezza cosa c'era dietro quei sorrisini ebeti? Chissà quante cose divertenti salterebbero fuori... Cosi magari i sinistrati smetterebbero di dire che il Berlusca è caduto per disgrazie sue..

Ritratto di combirio

combirio

Mer, 24/02/2016 - 16:30

Che tristezza! Non siamo più una Repubblica fondata sul lavoro, ma sull' imbroglio a tutti i livelli. Comunque sono tutte cose che i cittadini comuni aveavano capito benissimo. Non li accettava solo chi pensava sinistro. Ad ogni modo nell' Italicum dovrebbero inserire una regola fondamentale visto che Renzi è sostenuto da 50 senatori di altri formazioni che snatura lo stesso governo. Un parlamentare che lascia la propria formazione politica si deve dimettere perché tradisce il mandato degli elettori ! Non inserirsi in formazioni opposte. NON HA ETICA UNA COSA DEL GENERE! Dopo 5 anni ci troviamo con un degrado maggiore, debito pubblico più alto, numerose Aziende passate in mani straniere, comparto casa azzerato, certezza Banche lasciamo perdere, e una guerra alle porte di casa. Un vero successo.

kallen1

Mer, 24/02/2016 - 17:20

....già un Paese appena normale lo dovrebbe portare davanti a un tribunale per rispondere del suo crimine! Ma l'Italia purtroppo non lo è grazie ai sinistrati PiDioti che ci ritroviamo.

Chattanooga

Mer, 24/02/2016 - 17:22

"La magistratura pagherà mai per le sue colpe?" No. E lo sanno benissimo.

Luca.IV

Mer, 24/02/2016 - 17:30

Direttore...più o meno andò così. ...ribadisco PIÙ o MENO....

david71

Mer, 24/02/2016 - 17:43

Parole Sante direttore, ricordo quando il faccione lì di sopra accolse e pubblicò un’intercettazione coperta dal segreto acquisita da un imprenditore disonesto. Certo non la fece lui, ma se ne guardò bene di correre dai carabinieri a denunciarlo, diversamente seppe subito cosa fare.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 24/02/2016 - 18:53

Nel paese tutti tradiscono tutti e da sempre. In pace in guerra, nel dopo guerra, nel governo, nei partiti, nella magistratura, alle camere. Ovunque. Fare un governo con Bossi Fini Casini Verdini Alfano e compagni vuol dire andarsela a cercare. Idem con Salvini Meloni e compagnia. Siamo traditori ed inaffidabili. Che poi non si sapesse che Germania Francia e States avversassero e spiassero il B è da bambini. E' un'infamia. Ma si doveva sapere che eravamo e siamo in compagnia di infami.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 24/02/2016 - 19:26

Concordo Direttore su napolitano a cui oramai bisogna confezionare una damnatio memoriae storica, bisogna gettargli il più alto disonore finchè è ancora in vita, bisogna addittarlo come uno dei personaggi più deleteri della storia del paese.

ernestorebolledo

Gio, 25/02/2016 - 00:06

e ... Grazie Wikileaks.

Ritratto di gangelini

gangelini

Gio, 25/02/2016 - 01:41

Aggiungo che allora lo slogan era "FATE PRESTO!", mentre adesso, con la situazione 10 volte peggiore di allora, lo slogan è "FATE CON CALMA!". Napo e sinistri complottisti dovrebbero essere esposti in una famosa piazza di Milano.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 25/02/2016 - 08:29

Direttore, ma Napolitano è un uomo degli Stati Uniti. Come se lo spiega che mentre i comunisti venivano arrestati, l'On. Napolitano entrava ed usciva ad libitum dagli USA? Uomo CIA era.

Michele Calò

Gio, 25/02/2016 - 10:07

Caro Sallusti, ha detto bene:"se questo fosse un paese appena normale". Purtroppo l'italiota medio è ben rappresentato ne le "Baruffe chiozzotte" di Carlo Goldoni e nella descrizione dei due capponi di Renzo ne "I promessi sposi" di Alessandro Manzoni. Un "paese appena normale" sarebbe sceso in piazza a fare casino se rapinato dalle tasse, sulla casa, sulle pensioni, dalle banche, dall'invasione coatta islamica. E invece no: si continua a fancazzeggiare anche salendo sul patibolo. È la realtà di questa stagione "anal friendly": più sodomia per tutti!!!!

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 25/02/2016 - 10:20

Italia Nostra arrestati in Usa ovviamente...

Duka

Gio, 25/02/2016 - 10:26

Tutto vero Direttore, e pensare che non solo abbiamo avuto il peggior presidente della storia italiana (ha battuto pure Scalfaro), i kompagni gli hanno allungato il mandato di 2 anni ma non è bastato per coprire le porcate-

Alberto70

Gio, 25/02/2016 - 10:27

Italia Nostra.... la sua fantasia non ha limiti... probabilmente c'è lo zampino di Napolitano dietro al disfatta di CAPORETTO...AH NO...non era ancora nato...Peccato..:-)

SAMING

Gio, 25/02/2016 - 11:35

Ma di cosa ci meravigliamo ? I comunisti hanno sempre preso il potere con l' inganno e con l' assassinio dei loro avversari. In ogni paese hanno governato in minoranza ma con il pugno di ferro. Perchè Napolitano, comunista, dovrebbe essere diverso? E noi, ovvero i suoi accoliti, lo hanno fatto senatore a vita.

Vera_Destra

Gio, 25/02/2016 - 11:41

Cacciare il direttore Sallusti dalla sua poltrona: questo il primo passo per rifar vincere la vera destra in italia. La linea editoriale oggi del Giornale è basata sull' odio contro i magistrati e anti americanismo, mentre un vero partito d'ordine deve stare SEMPRE per il rispetto delle leggi e delle istituzioni e SEMPRE in ambito NATO/Occidente (altro che Putin). Diversamente, si porta acqua al carro di Salvini in stile Le Pen, che farà prendere molti voti alla Lega (non a Forza Italia), ma farà vincere per disperazione le elezioni al mediocrissimo PD. Se Berlusconi avesse capito questa ovvietà, avrebbe già mandato a spasso la metà della redazione del Giornale...ma ormai è diventato pure vegetariano, poveretto

jobact

Gio, 25/02/2016 - 12:25

Berlusconi e' purtroppo stato sfortunato. I presidenti della repubblica Scalfaro e Napolitano, sono capitati li, solo perché nel momento delle elezioni c'era una maggioranza di sinistra. Se le date di scadenza del mandato fossero state diverse avremmo avuto 2 presidenti di destra di cui sicuramente uno sarebbe stato Berlusconi. Il paese avrebbe avuto un altro destino. Non è sfortuna invece lo scegliere degli infami come collaboratori, e reiterare continuamente l'errore si qualifica come una colpa.

Pinozzo

Gio, 25/02/2016 - 12:49

Frode fiscale, non evasione, per la quale e' stato condannato. Dai Ale che anche oggi ti guadagni la pagnotta con le tue frottole.

edo1969

Gio, 25/02/2016 - 12:51

ma chi diceva "noi siamo sempre e comunque con gli USA a prescindere da tutto" ? ... mmh non ricordo bene

edo1969

Gio, 25/02/2016 - 12:56

Dir. la sequenza dei fatti che lei ricorda si svolsero nel 2011 è impressionante: solo un fesso lo puo' negare come giustamente lei dice. Lo stesso fesso che poi voto' il Governo Monti e la rielezione dell'alto-traditore Napolitano?

edo1969

Gio, 25/02/2016 - 13:04

Dir. Sallusti se continuate così la destra di cui lei fa parte sarà sempre più agonizzante. Non si vede più un briciolo di proposta politica. Articoli e articoli sui fallimenti di Renzi e sul Grande Complotto Mondiale anti-Berlusconi del 2011 a cui ormai credete solo voi e di cui agli Italiani non può fregare di meno.

elpaso21

Gio, 25/02/2016 - 13:25

Indignati dal fatto che Berlusconi sia ormai diventato una barzelletta, una persona di cui non si parla quasi più se non come di una povera vittima, famoso soltanto per i suoi insuccessi.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 25/02/2016 - 13:28

Analisi da manuale: grazie direttore.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 25/02/2016 - 14:01

Giá si sapeva, ma prove non c'erano. Solo gli imbecilli appecoronati potevano pensare a coincidenze. Questa é la quadratura del cerchio come diceva l'Umberto. Il napolitano ha commesso alto tradimento. Dove é finita l'obbligatorietá tanto decantata??? Vale solo per alcuni???? Per gli amici di meranda non vale???? Ne vedremo delle belle !!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 25/02/2016 - 14:11

Vera destra. Lascia stare la grappa che ti fa male. Poi parli di magistratura da rispettare???? Ma le leggi le notizie???? Il povero Mattielli, reso cornuto e mazziato anche dopo morto. Il rom lasciato libero per una vergognosa dimenticanza dell'apparato giudiziario. Reato prescritto. Ma in che ca77o di paese stiamo vivendo. Te lo sei mai chiesto. Un presidente della repaubblica che organizza un colpo di stato strisciante e nessuno fa nulla????? Ma dove siamo????? Abattuto un governo democraticamente eletto. Te ne rendi conto e devo farti un disegnino????

ernestorebolledo

Gio, 25/02/2016 - 14:37

(dimenticó di riconoscere il contributo di Wikileaks.) tutto perfetto!..Ottima analisi, formulato con l'arte di un Michelangelo del giornalismo, specialmente quelle linee in cui si dice che Obama dice una cosa e ne fa un'altra dietro: Che Nei Vertici Internazionali di Quel 2011 Difese sarà Prese premier italiano/ un Obama informato dice che «Silvio is right».

ernestorebolledo

Gio, 25/02/2016 - 14:42

Ottimo articolo

ernestorebolledo

Gio, 25/02/2016 - 14:46

il popolo italiano, il più fieri nel mondo per la sua storia

Vera_Destra

Gio, 25/02/2016 - 16:33

Ottimoabbondante lei può dire tutto quello che le pare. Anche se ha opinioni diverse dalle mie, io non penso - a differenza sua - che lei sia né ubriaco né stupido. Io dico semplicemente che l'abc di una classe dirigente degna di questo nome è il senso dello Stato, quindi il rispetto di tutte le istituzioni (magistratura inclusa), soprattutto da parte dei politici, il che non significa che sia vangelo quello che fa il singolo magistrato (vedi caso Tortora). LEGGE e ORDINE e PUGNO DI FERRO: per me si governa così, il resto sono piagnistei di somari incapaci di fare o assumersi responsabilità politiche

elpaso21

Gio, 25/02/2016 - 16:52

Ma non capita mai chessò, che Berlusconi intercetta lui qualcuno?